Cerca

Mario Bettinzoli Under 14, Piero D'Angiollilo: «Stiamo tutti aspettando impazienti il momento in cui si potrà ritornare a giocare»

D'angiolillo
Nonostante questo sia il primo anno per Piero D'Angiolillo come allenatore degli Under 14 del Mario Bettinzoli questa veste non gli è del tutto nuova. Infatti in passato ha seguito altre squadre e quindi sa benissimo i compiti e le responsabilità che si deve assumere chi sta in panchina. Quello che invece gli è del tutto nuovo è allenare questa squadra essendo questo il primo anno in cui si trova ad avere a che fare con questo gruppo. E a tal proposito afferma: « Non li conosco molto bene quindi anche ora è difficile avere un'idea ben chiara su di loro. Posso dire però che mi sembra una squadra che con tanto lavoro può migliorare». Sull'aspetto prettamente tecnico invece D'Angiolillo ha le idee molto chiare: « Questo è il primo anno in cui in campo sono in 9 quindi ho deciso di utilizzare il modulo 4-4-2 perché mi sembra quello più semplice da utilizzare affinché i ragazzi capiscano le nuove regole e i cambiamenti che il calcio a 11 comporta. In più ho capito che utilizzando questo sistema di gioco riesco ad ottenere più facilmente quello che chiedo alla mia squadra». Purtroppo però a tanta teoria è seguita ben poca pratica. Infatti gli Under 14 del Bettinzoli non sono mai scesi in campo se non per giocare alcune amichevoli. Ma al di là della partita in sé anche gli allenamenti sono stati pochi: « Quando hanno permesso di preparare i ragazzi solamente in maniera individuale ha preferito lasciar perdere». Probabilmente questa decisione è dettata dal fatto che uno dei principi che questo allenatore insegna ai suoi e a cui tiene particolarmente è il saper stare in squadra. Ed effettivamente in primis D'Angiolillo applica questo valore anche con il suo staff: « Mi trovo davvero bene con Walter perché ci conosciamo da due anni in quanto l'anno scorso ero io il suo secondo allenatore. Mi trovo davvero bene a lavorare con lui, siamo in sintonia». Questa collaborazione sembra quindi poter solo che giovare alla squadra soprattutto se si considera che mai come in questo caso Walter Crescini ha ampiamente modo di intervenire potendo far così migliorare questo gruppo. Se in più a tutto ciò si aggiunge l'esperienza diretta di D'Angiolillo il risultato promette bene. Infatti questo allenatore ha avuto la possibilità di essere anche un calciatore per moltissimo tempo e si sa che non c'è cosa migliore di vivere il campo sulla propria pelle. Può sembrare scontata quindi la passione che D'Angiolillo ha nei confronti di questo sport e di quanto quindi questo stop gli abbia di conseguenza lasciato l'amaro in bocca: « Ora come ora non vedo l'ora di ricominciare. Stiamo tutti aspettando impazienti questo momento. Spero che una volta ripartiti a gennaio si possa continuare ad andare avanti senza ulteriori fermi. In questi momento mi sono organizzato con Walter per mandare degli esercizi ai ragazzi che devono fare settimanalmente. Abbia preferito agire in questo modo anche vista l'età dei ragazzi rimandando quindi il vero e proprio allenamento a gennaio». C'è quindi ancora tanto da fare con questa squadra ma le premesse sembrano più che buone.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400