Cerca

Under 14

Pregnanese-Club Milano: Magrini bis, arriva la siesta per la formazione di Cogliati

Vola ancora alto la formazione di Schirru: Giannattasio, Crivelli, Caliciuri e Aprile a segno.

Federico Schirru

I volti del tecnico Federico Schirru, accompagnato dal suo dirigente

Pregnanese-Club Milano è un match che già da solo dice tanto, ma guardarlo regala ancora più emozioni. Due squadre reduci da due pesanti vittorie, due squadre vogliose di rifarsi. Ad avere la meglio sono proprio gli ospiti - giocando per la prima volta sull'erba - complici una fisicità maggiore e tantissima qualità tecnica.

Club Milano show. Il Club Milano parte a razzo, complice un pressing molto alto e una fisicità molto più presente ed evidente. Sono tantissime le palle recuperate, che lanciano in porta più di una volta gli ospiti. La prima grande azione è di Magrini, che da solo in area calcia di punta, ma proprio tra i guantoni del portiere. La Pregnanese dimostra un’ottima difesa, riuscendo sempre a rimediare sulle verticalizzazioni avversarie. A dimostrare ancora più attenzione è l’ultimo difensore, che salva la Pregnanese in più di un’occasione: lo fa prima sul tiro dai 15 metri del terzino sinistro avversario, poi sulla conclusione di Magrini. Dopo i primi 10 minuti a senso unico, il Club Milano trova il primo gol della partita. L’azione è personale e portata in avanti da Giannattasio, che dopo essersi smarcato arriva al limite dell’area, alza la testa e calcia: rete spettacolare e imprendibile per Daloiso. Ancora ospiti in avanti, con un’occasione che potrebbe regalare il bis: il filtrante del numero 10 lancia in porta Magrini, ma Daloiso esce riuscendo a respingere in extremis di piedi: palla che tocca il palo e regala solo un calcio d’angolo. Il Club Milano continua ad ingranare e regalare azioni interessanti, con scambi puliti e spunti succulenti. La seconda dose arriva al 19’ con una rete che nessuno si aspetta, nemmeno Calicuri: la punizione è da più di 30 metri, ma al posto che finire sulla testa di qualche compagno, vola direttamente nell’angolino della rete. Bastano due giri d’orologio per triplicare la dose. A portare in avanti l’azione in contropiede è Gamarra, che vede liberissimo Magrini: davanti a Daloiso sposta il peso sul piede e calcia di sinitro, 3-0. Passa un minuto e il copione è lo stesso: ancora Magrini in avanti, dal lato destro alza la testa e calcia con potenza di punta, portiere spiazzato che non può farci nulla. Gli ospiti calano la manita al 29’, con un altro gol che fa alzare il pubblico. L’azione è ancora sulla fascia destra, a portarla in avanti è Aprile, che sposta il tiro sul piede sinistro e la butta ancora una volta sul palo esterno.

Equilibro, ma il Crivelli la chiude. La seconda frazione di gioco si apre con una Pregnanese più caparbia e tenace, che tenta di costruire qualcosa. Il match diventa infatti più equilibrato, ma, nonostante ciò, gli ospiti riescono sempre a creare quel qualcosa in più. La prima grande azione arriva dopo 5 minuti, quando sul calcio d’angolo salta più in alto di tutti Crivelli, che non riesce però ad insaccarla al massimo. Arriva la primissima occasione per la Pregnanese proprio al 15’, con un tiro dal limite del numero 10 che si stoppa tra le braccia del portiere avversario. Ospiti che rispondono con una bellissima azione corale: il colpo di tacco al limite dell’area di Todaro serve e smarca Magrini, che calcia di potenza ma non inquadra sfortunatamente il quadro della porta. Entrambe le squadre si assestano con opportuni cambi per poter rinforzare le formazioni e dare maggior freschezza. Ci continuano a provare gli ospiti, con bellissimi tiri dal limite che portano la firma di Giannattasio. Ancora Club Milano pericoloso, quando dal gomito dell’area la calcia di punta il neo-entrato Tuveri, impegnando in due tempi l’attento Daloiso. Dopo parecchie occasioni, arriva la sesta rete per gli ospiti. La punizione  è dalla fascia sinistra, i metri sono 15 , a batterla è il difensore Crivelli: palla centrale che buca i guantoni di Daloiso, 0-6 a Pregnana Milanese. Gli ospiti non mollano un colpo né il fiato, e ci provano dopo due giri d’orologio con la potenza di Rossi che impegna in due tempi il portiere. A cinque minuti dalla fine arriva il calcio di rigore procurato dallo stesso Rossi, a batterlo è proprio lui, ma la potenza supera la precisione e la sfera vola troppo alta oltre la traversa. 

IL TABELLINO

Pregnanese-Club Milano 0-6
RETI: 12' Giannattasio (C), 19' Caliciuri (C), 22' Magrini (C), 24' Magrini (C), 31' Aprile (C), 28'st Crivelli (C).
PREGNANESE: Daloiso 7.5 (29'st Ammirati sv), Sanna 6.5, Rota 6, Bosani 6, Prestinari 6, Brescia 7, Gaeta 7, Rafi 6.5 (1'st Grassi sv), Ferrari 6.5, Bongiorno 6.5, Toponi 7.5 (10'st Maruzzi sv). All. Cogliati 6.5.
CLUB MILANO: Grifa 7.5 (1'st Tuveri Manuel sv), Matrone 7 (1' st Schrievers sv), Caliciuri 8.5, Gamarra 8, Crivelli 7, Acs 7, Aprile 8 (16'st Montesano sv), Giannattasio 8.5, Magrini 9 (12'st Paolini sv), Todaro 8 (16'st Tuveri Daniele sv), Mihajlovski 7.5 (1'st Rossi sv). All. Schirru 8.5.
ARBITRO: Castelnovo di Saronno 7.

LE PAGELLE

PREGNANESE

Daloiso 7.5 Nonostante il risultato più che negativo, il ragazzo salva in più di un'occasione i suoi compagni, dimostrando tanta attenzione e intelligenza (29' st Ammirati sv).

Sanna 6.5 La sua statura non l'aiuta in confronto a quella degli avversari, ma dal canto suo ha la rapidità e perspicacia davanti alle situazioni difficili.

Rota 6 Bene durante i primi minuti, ma più il tempo passa più si innervosisce lasciandosi prendere un po' anche dallo sconforto dei gol. Meglio nel secondo tempo.

Bosani 6 Ha qualche colpa su alcune verticalizzazioni, non riuscendo a chiudere bene gli spazi. Più attento nel secondo tempo.

Prestinari 6 Stesso discorso di Bosani, il giocatore commette qualche errore evitabile ma riesce a migliorare la sua prestazione durante il secondo tempo.

Brescia 7 Il più attento in zona difensiva, dimostra anticipi puliti e uscite intelligenti, mettendoci sempre grinta e tenacia. 

Gaeta 7 Gioca bene il pallone e lo muove bene in campo, riuscendo durante la seconda frazione di gioco a trovare soluzioni interessanti.

Rafi 6.5 Fa un po' fatica ad ingranare a centro campo, complice la qualità di quello avversario. Viene spesso sovrastato perdendo diversi palloni (1' st Grassi sv).

Ferrari 6.5 Sulla fascia destra corre e si smarca come può, ma il difensore Caliciuri lo sovrasta in più di un'occasione e non gli lascia scampo.

Bongiorno 6.5 Un po' spento nel primo tempo, meglio nel secondo in cui amministra meglio il gioco e la spinge più in su.

Toponi 7.5 Il migliore in campo oggi, ha grinta e tenacia da vendere, si butta su ogni pallone provandoci fino all'ultimo (10' st Maruzzi sv).

All. Cogliati 6.5 Nonostante l'esordio più che positivo, i giocatori della Pregnanese oggi hanno davanti a sé un avversario d'eccezione. Si difendono benissimo durante i primi minuti di gioco, poi i gol arrivano a valanga e l'umore inizia a spegnere a poco a poco. Meglio la seconda frazione di gioco.

CLUB MILANO

Grifa 7.5 Poco impegnato, forse solo su due tiri nella seconda frazione di gioco a cui risponde presente (1'st Tuveri Manuel sv).

Matrone 7 Nessuna difficoltà, il giocatore dimostra classe ed eleganza lungo la fascia, chiudendo qualsiasi specchio possibile (1' st Schrievers sv).

Caliciuri 8.5 Forse il migliore in difesa, il giocatore ha il fisico e la tecnica giusti per poter far male. Non lascia scampo a nessun attaccante, ottima prestazione.

Gamarra 8 Che tecnica per questo giocatore che oggi è il regista assoluto insieme a Giannattasio del suo team. Giocate da sogno e lanci precisi, ottima gara.

Crivelli 7 L'altezza è dalla sua parte e ovviamente lo facilita, il difensore compie scivolate precise e non sbaglia nulla, anzi la butta anche in rete.

Acs 7 Difensore preciso, stesso discorso per i suoi compagni di reparto. Non commette alcuna svista, prestazione più che sufficiente. 

Aprile 8 Altro giocatore che con i piedi ci sa fare, e non poco. Sigla un gol pazzesco, ci mette il fiato finché può (16'st Montesano sv).

Giannattasio 8.5 Il centrocampo è il suo regno, e il pallone non glielo toglie dai piedi nessuno. Ha classe, tecnica, intelligenza, non sbaglia un colpo ma colpisce e basta la porta avversaria, rendendosi pericoloso in più di un'occasione.

Magrini 9 Regala anche oggi una prestazione da urlo, che fa applaudire e basta gli spalti. Man of the match dal primo tempo fino all'ultimo minuto (12'st Paolini sv).

Todaro 8 Piccolino ma che velocità per questo giocatore! Ha i piedi più che buoni, regalando assist al bacio (16'st Tuveri Daniele sv).

Mihajlovski 7.5 Anche oggi ottima gara, non si lascia scappare nessun pallone, pericoloso in fase offensiva con ottime giocate (1'st Rossi sv).

All. Schirru 8.5 Il Club Milano si conferma per ciò che già la carta dice. Il campo parla da solo: i ragazzi hanno qualità e tecnica, non ne sbagliano uno e anche i cambi non sono da meno. Riusciranno a mantenere sempre così alta l'asticella?

ARBITRO Castelnovo di Saronno 7 Conduzione positiva senza alcuna svista, nessun errore commesso.

LE INTERVISTE

Più che soddisfatto, a parlare dopo la partita è il tecnico del Club Milano Federico Schirru, che dichiara: «Si parte sempre dallo 0-0, il campo può presentare delle insidie anche perché era la prima volta sull'erba a dire la verità. Era un banco di prova perché ovviamente si fa più fatica. Sono soddisfatto perché è un percorso in cui si progredisce, ci sta che nel campionato trovi le partite un po' più difficili. Non vorrei sempre sottolineare il demerito degli avversari, ma anche il merito dei ragazzi. Prima di sbloccare ci abbiamo impiegato un po', loro si stavano difendendo e noi facevamo un po' più fatica. Poi ovvio che quando si sblocca il risultato, tu sei soddisfatto e gli avversari si demoralizzano. Siamo in rodaggio, stiamo cercando di portare tutti allo stesso livello nonostante sia paradossale dirlo, ci sono ragazzi con tanti margini arrivati quest'anno che vogliamo portare ancora avanti. Al di là del risultato e delle giocate, ci siamo messi in difesa a 3 per metterli un po' in difficoltà e vedere i ragazzi che attitudine avessero, le movenze sembrava che funzionassero bene».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400