Cerca

Villa Under 14, parla Francesco Torricelli: «Il portiere deve essere un po' matto»

Torricelli-Villa-Under14
È risaputo che il ruolo del portiere è uno dei più difficili nel gioco del calcio. Sicuramente la responsabilità dell’ultimo difensore non ha eguali: se un attaccante sbaglia quattro gol davanti al portiere e poi ne segna finalmente uno, le ovazioni del pubblico non mancano; se un portiere compie quattro “miracoli” e poi sbaglia un intervento causando un gol avversario ecco che il voto in pagella sarà con molta probabilità una bocciatura. Per questo motivo è sempre un piacere poter dar voce ai migliori prospetti coi guantoni del panorama calcistico giovanile milanese e oggi i riflettori sono puntati sul giovane numero uno del Villa Under 14, Francesco Torricelli. Il giocatore racconta così la sua pur breve carriera: «Ho iniziato a giocare quando avevo 5 anni e sono sempre stato al Villa. In passato ho giocato due anni in attacco, ma poi sono tornato tra i pali, il ruolo che preferisco. Non so dire come mi sia nata questa passione, ma sento che è parte del mio DNA. Quello del portiere è un ruolo un po’ matto e io lo sono di sicuro. Adoro tuffarmi e quando ero attaccante questo era un problema». La società bianconera di via Ussi è dunque ormai da anni una seconda casa per Torricelli, che descrive così il suo rapporto con la squadra: «Mi trovo benissimo con tutti, sia coi miei compagni che con il tecnico e lo staff. Siamo un gruppo davvero unito e coeso e c’è grande amicizia oltre che complicità in campo». [caption id="attachment_261107" align="aligncenter" width="900"] Torricelli-Villa-Under14-porta Francesco Torricelli in azione con la maglia del Villa.[/caption] Per conoscere meglio che tipo di portiere sia Torricelli, ascoltiamo le parole del diretto interessato: «Una delle mie caratteristiche principali è che sono uno “studioso” del mio ruolo. Appena ho tempo mi piace vedere video di grandi portieri e prendere ispirazione da loro, cercando poi di imitarli in campo. Dal punto di vista tecnico, penso di aver raggiunto un buon livello per quanto riguarda la gestione del lato destro dello specchio della porta, mentre ho ancora da migliorare su quello sinistro. Un’altra cosa a cui devo fare attenzione sono i momenti morti della partita, in cui spesso perdo la concentrazione e non dovrei». Il tecnico della squadra, Roberto Acquati, parla così del suo portiere titolare: «Francesco è dotato di un’ottima personalità, cosa rara alla sua età. È bravo a comandare la difesa ed è il primo a sollecitare e spingere i compagni. Sta lavorando molto bene sull’elasticità e sulla reattività e sono molto soddisfatto. Dal punto di vista fisico c’è da migliorare, è ancora giovane e aspettiamo che cresca di statura». Il giovane portiere bianconero è molto motivato e ambizioso per il futuro e dice: «Il sogno più grande è quello di giocare in serie A e fin quando non smetto continuerò a sognare. Do il massimo in ogni allenamento, sono consapevole che l’impegno è l’unico modo per puntare in alto. Il mio idolo e punto di riferimento è Gigi Donnarumma. Ricordo benissimo quando ha esordito nel 2015 e io, essendo del 2007, calcisticamente sono “cresciuto” con lui». Questa la rosa del Villa Under 14: Portieri Torricelli Francesco Semprini Federico Difensori Capellini Daniele Cattivelli Alessandro Iachetta Lorenzo Mazzucchelli Alessandro Rodolico Daniele Tedesco Michele Viganò Federico Centrocampisti Castillo Marlon Ciccioni Niccolò Gazzi Claudio Gioffré Diego Infantes Luigi Pacifici Elia Ragazzini Lorenzo Russo Gabriel Attaccanti Merli Nicolò Papagna Pietro Ziccolella Alessandro Staff Tecnico Acquati Roberto (Allenatore) Frigerio Carlo (Vice-Allenatore)
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400