Cerca

Alcione Under 14, il tecnico Calderoli e la sua filosofia: «I miei ragazzi devono capire il calcio»

Calderoli-AlcioneU14
Il volto al centro del nostro approfondimento di oggi è quello di Beniamino Calderoli, tecnico della formazione Under 14 dell’ Alcione. Di indole sportiva, Calderoli racconta così la sua carriera fino ad oggi: «Come calciatore ho giocato poco. Sono arrivato fino agli Allievi e ho smesso per dedicarmi alla mia passione per il Taekwondo. Ho iniziato ad allenare nel 2009 sulla panchina della Lombardia 1 prendendo in mano la squadra dei Pulcini 2002, che poi ho ritrovato come Esordienti. Quattro anni fa mi sono trasferito all’Alcione, una società dove ho trovato la mia dimensione e ho fatto un salto di qualità. Qui ho seguito tre generazioni di Esordienti A e quest’anno sono rimasto con il gruppo che è adesso l’Under 14. Gli Esordienti sono la categoria in cui mi sono specializzato e che mi piace tanto: è un’età in cui i ragazzi sono molto recettivi e dunque l’allenatore può e deve dare il massimo. Si affacciano per la prima volta al calcio a 11 e insegnare loro gli aspetti tecnici è fondamentale per farli crescere bene come calciatori». La rosa che Calderoli allena è in continuità con gli Esordienti dell’anno scorso, ma presenta novità e innesti importanti: «Siamo 21 effettivi di cui una decina sono nuovi, frutto del processo di selezione portato avanti durante la stagione passata. Sia i nuovi arrivati sia quelli che erano già qua hanno la consapevolezza di avere un enorme potenziale e di poter puntare in alto. Sono tutti in grado di poter crescere in Alcione e di poter fare del percorso coi nostri colori. Siamo un gruppo che fisicamente è superiore alla media e questa caratteristica ci aiuta molto. Purtroppo abbiamo potuto giocare poco, ma nella partita di campionato e nelle sfide coi pari età di Atalanta, Milan e Virtus Bergamo i ragazzi avevano fatto molto bene. Sono molto soddisfatto e sono convinto che il mio gruppo abbia tutti i mezzi per fare molto bene e puntare alla vittoria del campionato». [caption id="attachment_263053" align="aligncenter" width="900"] Alcione-Under14 I ragazzi dell'Alcione Under 14 allenati dal tecnico Beniamino Calderoli.[/caption] Il tecnico degli Orange vanta una sua peculiare filosofia calcistica, che racconta così: «Ho un modo di allenare molto particolare. Prediligo il gioco collettivo: è fondamentale che tutti siano coinvolti nell’azione e per questo motivo è difficile che il singolo emerga. Voglio che i miei ragazzi apprendano anche concetti “da adulti”, devono capire il perché di ciò che fanno, poiché solo capendo saranno in grado di gestire al meglio la situazione in partita. Ricerco un possesso palla che non sia fine a sé stesso o solamente bello da vedere, l’obiettivo di segnare deve essere sempre ben presente. Il calcio è uno sport caotico, in cui qualsiasi situazione di gioco è diversa, anche solo per una minima variabile. Per questo motivo non mi piace provare le azioni possibili in allenamento, ma mi impegno affinché i ragazzi sviluppino i mezzi cognitivi per saper leggere e risolvere quanto accade in campo. In definitiva i miei ragazzi devono sviluppare un’ottima tecnica che gli permetta di capire il calcio e il mio compito è che si possa giungere a questo obiettivo nel miglior modo possibile».  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400