Cerca

L'intervista

Enotria, Claudio Baldissin è il nuovo allenatore dell'Under 14: «La società punta in alto e c'è tanta voglia di fare calcio»

Dopo aver fatto parte del settore giovanile rossoblù da calciatore, il tecnico torna in via Cazzaniga per allenare i classe 2008

Claudio Baldissin, Enotria

Claudio Baldissin, tecnico Under 14 Enotria

La nuova stagione è alle porte e tanti allenatori sono impazienti di iniziarla. Fra questi, c'è sicuramente Claudio Baldissin, che si appresta a cominciare un percorso diverso rispetto a quello intrapreso negli ultimi anni. Dopo l'esperienza al Cimiano e alla Calvairate, il tecnico allenerà infatti l'Under 14 dell'Enotria. A dire il vero, il mondo rossoblù non gli è del tutto nuovo. Oltre ad aver militato nel settore giovanile da calciatore, qualche anno fa c'erano già stati dei contatti per far sì che si accasasse in via Cazzaniga, ma poi non se ne fece nulla. L'occasione giusta è arrivata lo scorso aprile quando, dopo aver deciso di voler intraprendere una nuova sfida, Baldissin ha ascoltato le proposte ricevute e accettato quella di Giovanni Stringhini: «La sua è stata l'offerta più stimolante, ciò di cui avevo bisogno dopo il triennio in biancorosso. Non c'erano più i presupposti adatti per proseguire con il Cimiano. Mi sarebbe piaciuto andare avanti con i 2006, ma non c'è stata la possibilità e ciò che mi hanno proposto non mi stuzzicava».

Rossoblù. E quindi, ecco l'avventura all'Enotria. Una società che rappresenta un passo avanti nella carriera del tecnico, nella quale sta entrando in punta di piedi e della quale ammira soprattutto lo spirito collaborativo fra gli addetti ai lavori: «Tutti i dirigenti e gli allenatori si aiutano e collaborano per far funzionare qualsiasi cosa alla perfezione. C'è tanta voglia di fare calcio, specie dopo due stagioni nelle quali si è giocato pochissimo». Ripartire dai Giovanissimi non sarà di certo la più facile delle imprese, ma Baldissin non si spaventa, anzi. Avendo già avuto occasione di visionare i calciatori nelle ultime uscite dell'anno scorso, ne ha già tratto alcune indicazioni: «Il livello della squadra è buono, c'è una base importante. Ad una buona fisicità, è associata una discreta qualità in tutti i reparti».

Presente. Pur essendo un gruppo di buone speranze, Baldissin e la società rossoblù non hanno ancora discusso degli obiettivi stagionali, né tantomeno della durata del progetto. Ma ciò non disturba l'allenatore, che è concentrato esclusivamente sul presente: «Data la situazione di imprevedibilità, non penso al futuro. Sono focalizzato esclusivamente su questa stagione, poi si vedrà. Ma se uno lavora bene, viene sempre ripagato». E allora, l'ex Cimiano è pronto a rimboccarsi le maniche e a faticare con i suoi ragazzi, per dimostrare alla società che puntare su di lui è stata la scelta corretta. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400