Cerca

Under 14

Leone XIII-Settimo Milanese: Gelmetti alla Quagliarella per il ruggito che vale i tre punti

Una bella partita fra due squadre che erano appaiate in classifica, agli ospiti non basta la rete dell'1-1 di Valeri

Leonardo Gelmetti Leone XIII Under 14

Leonardo Gelemtti, autore di una rete tanto bella quanto pesante per la vittoria del Leone XIII

Una gemma allo scadere del primo tempo in stile Quagliarella di Gelmetti consegna al Leone XIII tre punti importanti che permettono ai padroni di casa di salire a 12 punti. Rimane tre lunghezze più indietro il Settimo Milanese che era riuscito a pareggiare l’iniziale vantaggio di Silvestri con il zampata di Valeri. A sigillare la vittoria il terzo gol firmato da Cartella con un bel destro al volo. Moduli speculari per le due squadre che si schierano entrambe con un 4-3-3 molto aggressivo in fase di non possesso, specialmente il Leon XIII, che non permette un’uscita facile da dietro al Settimo.

Gelmetti d’autore. Prima occasione per i arancioblù che ha iniziato la gara con una pressione alta per mettere in difficoltà i difensori ospiti in fase di impostazione. Al 3’ da una rimessa laterale Iacometti dalla sinistra mette sul secondo palo dove arriva Monacelli, ma il destro al volo dal vertice dell’area piccola non inquadra la porta. Non era facile fare di più visto che la mezz’ala è arrivata con il passo lungo su una palla molto tesa e veloce. È sempre dalla sinistra che i padroni di casa si rendono pericolosi. La sfera arriva a Ardigo che si coordina bene dal limite e calcia al volo di destro, attento Taccari a smanacciare. Settimo che si scrolla di dosso le difficoltà iniziali e al 13’ si fa vedere dalle parti di Aratri con una conclusione dai 20 metri di Pagani che il portiere avversario blocca in due tempi spostandosi velocemente alla propria sinistra. Poco dopo Donno trova una buona verticalizzazione per la velocità di Papa che prova il tiro di destro di prima intenzione da fuori sulla pressione di un difensore, ma il suo tiro termina abbondantemente fuori. Ma se l’attacco dà i primi segni di vita una disattenzione collettiva della fase difensiva costa agli ospiti il gol dello svantaggio al 16’. Un campanile di alleggerimento diventa un assist per Silvestri che dopo il rimbalzo in piena area è il più veloce di tutti e di testa insacca mettendo alle spalle di Taccari. La reazione al gol subito è affidata a un’azione confusa ma efficace di Papa che riesce a entrare in area e servire con un lob Valeri, la coordinazione della punta è molto buona ma non riesce a colpire bene al volo il pallone che ballonzolando arriva fra le braccia sicure di Aratri. È il preludio al gol del pari che arriva al 25’ con una bellissima azione palla a terra del trio offensivo di Pevere. Papa riceve palla sulla trequarti, palla sulla destra a Ruotolo che arriva al limite, salta Cimino e serve splendidamente Valeri sul dischetto del rigore e sul filo del fuorigioco, il 9 controlla di sinistro e di destro batte Aratri. Leone che risponde subito con il solito pressing alto che porta Ardigo a recuperare palla ai 20 metri, scambio con Silvestri, e destro rasoterra da posizione angolata che Taccari respinge con le gambe. Altra grande occasione per i padroni di casa che alla mezz’ora vedono Iacometti scappare via sulla sinistra su gran suggerimento di Steffano, ma è bravissimo Taccari ad aspettare il tocco dell’attaccante e a far suo il pallone in uscita bassa. La rete si gonfia un paio di minuti più tardi sempre sullo stesso asse con Iacometti che serve Ardigò che insacca, ma l’arbitro segnala, in ritardo, il fuorigioco del numero 11. 30 secondi dopo il 35’ il Leone ritrova il vantaggio con un grandissimo gol di Gelmetti. Il numero 4 si coordina perfettamente su un pallone spiovente al limite e di destro in girata insacca sotto l’incrocio di destra della porta di Taccari, che non può assolutamente arrivarci. Applausi per il centrocampista anche da parte dei genitori della squadra avversaria.

Cartella chiude i giochi. Ripresa che vede il Leone più aggressivo anche per merito del gol del 2-1 a fine primo tempo. La fascia sinistra con la coppia Cimino-Iacometti che mette sul campo tutta la velocità e la progressione a disposizione, ma manca sempre l’ultimo tocco per trovare il tris. Il solito pressing avanzato porta i gli arancioblù ad armare il destro di Gelmetti, ma è bravissimo Taccari a distendersi sulla propria destra e a deviare in angolo. Il pressing offensivo del Leone scema alla metà del secondo tempo e permette al Settimo di alzare il proprio baricentro, anche se Aratri non si deve mai sporcare le mani. A tenere in vita i suoi ci pensa al 26’ il portiere Taccari che esce bene sui piedi di Ardigò che era riuscito a smarcarsi in area per tentare la conclusione di destro, bene dal numero uno ospite. A chiudere i giochi è il destro al volo dal limite di Cartella che insacca sul palo lontano dopo aver raccolto la respinta di pugno di Taccari. Finisce così una partita divertente e che è stata impreziosita dalla giocata di Gelmetti che ha indirizzato, a fine primo tempo, la gara a favore dei padroni di casa che salgono così a 12 punti in classifica.

IL TABELLINO

Leone XIII-Settimo Milanese 3-1
RETI (1-0, 1-1, 3-1): 16' Silvestri (L), 25' Valeri (S), 36' Gelmetti (L), 31' st Cartella (L).
LEONE XIII (4-3-3): Aratri 6.5, Devenuto 6.5 (12' st Faina 6), Cimino 7 (37' st Mottinelli sv), Gelmetti 8 (14' st Colla 6.5), Guicciardi 6.5, Cattabeni 6.5, Ardigò 7 (37' st Coppola sv) Silvestri 7.5, Steffano 7 (27' st Mantovani sv), Monacelli 7 (18' st Cartella 7), Iacometti 7.5. A disp. Frova. All. Armada 7. Dir. Pacces.
SETTIMO MILANESE (4-3-3): Taccari 7, D'Avino 6, Damato 6.5, Zefi 6.5, Porta 6 (34' st Durante sv), Gernone 6 (37' st Zilio), Pagani 6 (14' st Smanno 6), Donno 6.5 (34' st Del Moro sv), Valeri 7.5, Papa 7, Ruotolo 7 (28' st Capuano sv). A disp. Pilozo, Tavecchia, Cerruti. All. Pevere 6.5.
ARBITRO: Stagnani di Milano 6.5.
AMMONITO: Porta (S).

LE PAGELLE

LEONE XIII
Aratri 6.5
I suoi difensori avranno il mal di testa per tutta la serata di sabato visto quanto urla per dare indicazioni e tenere alta la concentrazione della sua squadra. Bene con i piedi e quando chiamato in causa.
Devenuto 6.5 La tecnica di Papa lo mette in difficoltà nel breve ma lui è sempre bravo a rimanere attaccato all'avversario per non farlo andare via troppo agevolmente. (12' st Faina 6).
Cimino 7 Viene superato da Ruotolo in occasione del pareggio del Settimo. Si riscatta alla grandissima con delle discese, sia sulla fascia che in zona centrale, che non vengono mai arginate dagli ospiti. Quando scatta ricorda vagamente Theo Hernandez per la potenza e la conduzione della palla. (37' st Mottinelli sv).
Gelmetti 8 La perla che di fatto indirizza i tre punti verso casa Leone XIII basterebbe da sola a giustificare il titolo di migliore in campo. Lui sfiora un'altra rete nella ripresa e ci mette tanta 'garra' quando la gara lo richiede in mezzo al campo. (14' st Colla 6.5).
Guicciardi 6.5 Attento agli strappi in profondità di Valeri ed effettua qualche bella uscita palla al piede che rilancia immediatamente l'azione offensiva dei suoi.
Cattabeni 6.5 Una bella coppia difensiva con Guicciardi. Si completano bene con lui che dei due è il centrale di marcatura.
Ardigò 7 Tanta corsa e giocate sulla destra e non fa mai mancare il suo contributo in fase difensiva. Va vicino alla gioia personale con qualche inserimento sul secondo palo che non trova il bersaglio grosso per poco. (37' st Coppola sv).
Silvestri 7.5 Ci mette il ciuffo biondo per portare avanti i suoi e sbloccare la marcature. Ha il merito di credere su un pallone che sembrava ormai preda della difesa avversaria. Tanta grinta quando il Settimo prova ad alzare i giri del motore.
Steffano 7 Si fa apprezzare più da uomo assist che da vero e autentico finalizzatore. Lancia nello spazio per due volte Iacometti, che per una cosa o un'altra non riesce mai a trovare la via della rete. (27' st Mantovani sv)
Monacelli 7 Fa girare il centrocampo arancioblù con precisione e i giusti tempismi. Si alza molto, quasi in posizione di trequartista, per aumentare ancora di più la tecnica presente nel reparto offensivo dei suoi.
18' st Cartella 7 Entra e dà subito l'impressione che con la panchina centra poco. Trova il punto esclamativo che manda in archivio una partita che poteva complicarsi nel finale avanti solo di una rete.
Iacometti 7.5 Quando strappa sulla sinistra non lo prendono mai. Corre per 70 minuti sprecando pochissimi palloni e dialogando bene con i compagni. Gli manca solo il killer instict sotto porta per coronare una prova comunque di altissimo livello.
All. Armada 7.5 Pressing alto e idee chiare quando si ha il pallone fra i piedi. La giovanissima età, 27 anni, gli dà ancora più merito visto che allena una squadra ben organizzata e che ha anche qualche elemento di molto al di sopra della media del campionato sotto il punto di vista tecnico.

SETTIMO MILANESE
Taccari 7 Cala due bellissime parate nella ripresa che mantengono i suoi in partita fino alla rete di Cartella. In occasione della prima rete subita doveva essere più reattivo, magari a non prendere il pallone, ma a svegliare la sua difesa con qualche urlaccio.
D'Avino 6 Il gap fisico con Iacometti non lo ferma e combatte con tutte le energie che ha in corpo. Quando l'11 avversario apre la falcata diventano guai, ma sicuramente lo sarebbe per quasi la totalità dei terzini della categoria.
Damato 6.5 Combatte e trova anche qualche buona sortita offensiva, specialmente nel primo tempo. Bello il duello con Ardigò.
Zefi 6.5 Segue come un'ombra Steffano per tutta la propria metà campo e se il numero 9 non ha possibilità di liberare il tiro per tutta la gara, il merito va dato soprattutto a lui.
Porta 6 La pressione altissima del Leone XIII lo manda in difficoltà. Passato il momento buio prova, ed esegue, qualche bel cambio gioco che dà respiro alla manovra dei suoi. (34' st Durante sv)
Gernone 6 Quando Steffano e Iacometti si accendono deve per forza di cose dar man forte al compagno D'Avino. Pomeriggio difficile anche per lui, anche se non si arrende fino alla sostituzione. (37' st Zilio sv)
Pagani 6 Fatica a entrare in partita. Dovrebbe toccare moltissimi palloni ma il ritmo imposto dalla pressione avversaria non gli permette di gestire la palla come gli chiede il proprio alllenatore. (14' st Smanno 6)
Donno 6.5 Tiene in bolla il centrocampo con la sua esuberanza che lo porta a fare la 'guerra' con chiunque del Leone gli passi in zona. Finisce con la spia della benzina accesa. (34' st Del Moro sv)
Valeri 7.5 Si fa trovare pronto nel cuore dell'area e insacca il gol del pareggio grazie anche a un ottimo controllo che gli apre tutta la porta. Sponde aeree e non solo che però non sempre vengono colte dai compagni che nella ripresa gli sono un po' troppo lontani.
Papa 7 Tecnica ne ha molta, a volte pecca nel non scaricare il pallone a un compagno quando ne ha l'opportunità. Dai suoi piedi nasce l'azione del pareggio.
Ruotolo 7 Assist perfetto per Valeri che porta all'1-1. È il più pericoloso dei suoi nel primo tempo. Cala di una tacca nella ripresa quando anche i suoi compagni faticano a trovarlo sulla fascia. (28' st Capuano sv).
All. Pevere 6.5 L'eurogol di Gelmetti a primo tempo ormai scaduto sembra togliere le energie ai suoi per il secondo tempo. Nonostante il pressing altissimo non chiede mai alla sua squadra di lanciare il pallone per superare la metà campo ed è sicuramente un merito, che gli porta a creare più di un pericolo.

ARBITRO
Stagnani di Milano 6.5 Gara che non ha nessun episodio dubbio e importante. Deve migliorare nel farsi sentire in campo, ma è comunque un buon inizio.

L'INTERVISTA

Non può che essere soddisfatto il tecnico del Leone XIII, Federico Armada, a fine gara: «Una bellissima prestazione, con i ragazzi che hanno dimostrato una grandissima determinazione per raggiungere la vittoria. Il primo tempo è stato più in equilibrio, ma poi siamo riusciti a uscire fuori bene e a mettere sul campo quello che avevamo preparato, come la pressione alta per impedire al Settimo di impostare dal basso».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400