Cerca

Under 14

J.Cusano-Orione: Rovelli e Marchini aprono le danze, Cardamone la chiude nel secondo tempo

I ragazzi di Alessandretti controllano la partita, creano molte occasioni e riescono a mantenere la porta inviolata e ora basta un punto per arrivare alla Fase 2

J.Cusano Under 14

La formazione del J.Cusano prima del fischio di inizio

Seconda giornata del triangolare giocata a ritmo elevato e con tante occasioni quella tra J.Cusano e Orione, coi padroni di casa che sono autori di una splendida prestazione e vincono segnando due reti nella prima frazione, con Rovelli e Marchini, e una nella seconda con capitan Cardamone che chiude il match. Gli Orange ottengono così una vittoria tanto bella quanto meritata e molto importante per cercare l'accesso ai Regionali al via in primavera.

Primo tempo a senso unico. Dopo i primissimi minuti di gestione del possesso da parte degli ospiti, sono i ragazzi di Alessandretti ad impadronirsi del campo e del gioco, grazie all'enorme disponibilità dei centrocampisti, che si abbassano a ricevere palla e cercano i compagni in posizioni ottimali, alle sovrapposizioni dei terzini, bravi a creare spesso superiorità numerica e alle qualità tecniche abbinate al cinismo degli attaccanti che, giocano bene per la squadra ma sanno anche essere freddi sotto porta. La prima occasione arriva dopo soli cinque minuti, con la splendida discesa di Beretta che dalla sinistra prova ad incrociare sul secondo palo con una rasoiata, l'ottimo intervento di Vecchi pare non bastare perchè sul pallone è bravo ad avventarsi prima di tutti Marchini, ma il suo destro a botta sicura vede superarsi un'altra volta Vecchi, autore di due miracoli consecutivi. La pressione del J.Cusano aumenta costantemente di minuto in minuto. Al 15' Beretta è bravo a guadagnarsi un calcio di punizione in una zona pericolosa, ma il suo tiro potente vede l'attenta risposta di Vecchi, ancora una volta prontissimo e abile a deviare in calcio d'angolo. Al 19' gli sforzi degli Orange vengono premiati: il calcio d'angolo a rientrare battuto alla perfezione da Marchini, trova Rovelli sul secondo palo che si libera alla grande dalla marcatura e insacca con un gran colpo di testa sotto la traversa, dove Vecchi non può arrivare, portando avanti i ragazzi di Alessandretti. L'onda arancione travolge la formazione ospite nel finale di primo tempo; al 28' una serpentina dalla destra di Sanna conclusa con un destro potente, vede ancora superlativo Vecchi, il quale però nulla può sul piazzato di Marchini che bacia la traversa e si infila alle sue spalle.

La magia di Cardamone. Nella seconda frazione i ragazzi di Uggeri provano ad alzare il ritmo nei primi minuti, aumentando la pressione sul portatore di palla avversario, accorciando la linea difensiva ed aumentando la qualità dei passaggi. Il risultato è una grande occasione capitata tra i piedi di Riccardo Pirri bravo a dialogare con Imparato, il quale è autore di un'ottima sponda, ma il tiro del terzino biancoblù trova pronto Benin, che devia in calcio d'angolo e rimprovera i suoi compagni richiedendo l'attenzione vista nel primo tempo. L'occasione subita dà la scossa al J.Cusano, che ritorna nell'arco di pochissimi minuti sui ritmi forsennati della prima frazione e con un lampo trova il gol che chiude definitivamente la gara: capitan Cardamone - dopo una rimessa laterale battuta da Cecere - è bravo a lasciar scorrere la palla e contare i rimbalzi prima di lasciar partire un destro potentissimo che si insacca sotto l'incrocio. Lo splendido gol del capitano Orange è anche l'ultima vera occasione della partita, che vede il J.Cusano ottenere una grande vittoria davanti al suo pubblico.

IL TABELLINO

J.Cusano-Orione 3-0
RETI: 19’ Rovelli (J), 28’ Marchini (J), 10’ st Cardamone (J).
J.CUSANO (4-4-2): Benin 7, Barbieri 6.5, Cecere 6.5, Cardamone 7.5, Carraro 7, Carboni 7, Sanna 6.5, Marchini 7.5 (15’ st Bucci 6), Palomba 6.5, Beretta 7 (11’ st Saccani 6), Rovelli 6.5. A disp. Cavallini, Sigillo, Chiametti, Mastrippolito, Belli. All. Alessandretti 7, Dir. Fallilotti.
ORIONE (4-3-3): Vecchi 7.5, Mercalli 6, Pirri R 6.5, Del Vacchio 6 (12’ st Darecchio 6), Betto 6 (20’ st Murtas 6), Giulini 6, Volpini 6.5, Lanfranchi 6, Imparato 6.5, Pirri T 6, Todini 6 (12’ st Balboni 6). A disp. Luoni, Alessandra, Pirotta. All. Uggeri 6, Dir. Balboni.
ARBITRO: Zampollo di Milano 7.
AMMONITI: 13’ Todini (O), 35’ Mercalli (O)

LE PAGELLE

JUVE CUSANO
Benin 7 Poco impegnato nella prima frazione. Rimane concentrato e nel secondo tempo compie un grande intervento.
Barbieri 6.5 Ordinato in fase di impostazione e propositivo con delle sovrapposizioni.
Cecere 6.5 Terzino con mentalità offensiva, gioca molto in verticale cercando gli attaccanti sempre in movimento.
Cardamone 7.5 Partita da capitano vero, cerca sempre il compagno meglio posizionato e recupera immediatamente il pallone per far ripartire l’azione. Corona la sua prestazione con un gol stupendo da fuori area.
Carraro 7 Nonostante le qualità dei centrocampisti avversari si fa trovare sempre pronto, rimane addosso all’avversario e non lo fa respirare.
Carboni 7 Leader della difesa, bravo a impostare da dietro e attentissimo nelle marcature. Insuperabile.
Sanna 6.5 Brucia la fascia destra numerose volte, e bravo ad aiutare i compagni anche in fase difensiva.
Marchini 7.5 Prima assistman, poi Goleador, prestazione da incorniciare la sua. Concentrato per tutto l’arco della partita e instancabile in mezzo al campo. (15' st Bucci 6).
Palomba 6.5 Cercato spessissimo dai compagni, è bravo a smarcarsi e puntare i difensori avversari. Subisce molti falli e crea pericolo in area avversaria. Gli manca solo il gol.
Beretta 7 Gioca una prima frazione di alto livello esprimendo molta qualità, determinante in occasione del primo gol. (11' st Seccani 6).
Rovelli 7.5 Segna il gol che apre le marcature, mette in costante difficoltà la difesa avversaria con i suoi strappi, creando superiorità numerica
All. Alessandretti 7 Schiera una squadra compatta, decisa e con cattiveria agonistica. La cosa più importante è che i suoi ragazzi hanno ben chiaro ciò che lui chiede.

ORIONE 
Vecchi 7.5 Il migliore in assoluto dei suoi, compie due veri e propri miracoli nel primo tempo ed è incolpevole in occasione dei gol subiti.
Mercalli 6 Soffre molto le scorribande di Rovelli sull’ out di destra e di conseguenza non riesce a farsi vedere molto in fase offensiva.
Pirri R 6.5 L'unico a rendersi veramente pericoloso dopo pochi minuti dall'inizio della ripresa. E' bravo a compiere sovrapposizioni per tutta la gara e cercare di creare superiorità numerica in fase offensiva.
Del Vacchio 6 Il centrocampo avversario lo mette in difficoltà e compie molti errori in fase di impostazione, ma cerca di uscirne pressando costantemente. (12' st Darecchio 6).
Betto 6 Ultimo ad arrendersi, va in difficoltà nelle verticalizzazioni avversarie, ma fa di tutto per recuperare e far respirare la squadra. (20' st Murtas 6).
Giulini 6 Soffre le grandi doti fisiche e atletiche degli attaccanti avversari, ma contiene bene e non disdegna a lanciare lungo cercando la profondità.
Volpini 6.5 Tiene benissimo il campo duellando ad armi pari col centrocampo avversario, gioca una partita di grande sacrificio.
Lanfranchi 6 Non si vede tantissimo, ma fa un ottimo lavoro sporco, volto a recuperar palloni, sottraendoli agli avversari che attaccano in massa.
Imparato 6.5 Uno dei migliori della formazione ospite, da battaglia per tutto l’arco della gara e si muove bene tra le linee.
Pirri T. 6 Con le sue qualità tecniche poteva creare maggior pericolo alla retroguardia avversaria, ad ogni modo serve bene i compagni in profondità.
Todini 6 Poco supportato dai compagni fa fatica ad entrare in partita ed impensierire la porta avversaria. Cerca spesso l’uno-due coi centrocampisti. (12' st Balboni 6).
All. Uggeri 6 I suoi ragazzi rimangono sempre in partita, ma spesso arrivano secondi sul pallone e mancano di brillantezza offensiva.

ARBITRO
Zampollo di Milano 7 Dirige al meglio la gara tenendola sotto controllo.

L'INTERVISTA

Al termine della gara, il tecnico del J.Cusano Alessandretti, si è dichiarato estremamente soddisfatto per l'approccio e l'intensità messa in campo dai suoi ragazzi: «La partita è stata in assoluto controllo fin dall'inizio, ho chiesto di essere da subito aggressivi e di uscire dalla pressione con qualità. Siamo stati bravi anche nel secondo tempo a gestire la situazione nel momento in cui gli avversari si sono affacciati nella nostra tre quarti. Il terzo gol ha chiuso i giochi e ci ha portato la vittoria».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400