Cerca

Under 14

Cattivelli e Zubani illudono Rigatuso: l'Ausonia Academy vola sulle ali di Dell'Acqua

I padroni di casa passano in vantaggio grazie al guizzo vincente del neo entrato, ma cedono il primato nel finale

Nicolò Dell'Acqua Ausonia Academy U14

Nicolò Dell'Acqua, ha deciso la partita in favore dell'Ausonia Academy

Il profumo di big match attira una buona cornice di pubblico sul campo di via Quintiliano e i tifosi non rimangono delusi. Partita emozionante ad alta quota tra Macallesi e Ausonia Academy che si giocano il primato nel gruppo B. Al termine di settanta minuti molto intensi sono gli ospiti a portarsi a casa il bottino pieno grazie al gol allo scadere di Nicolò Dell'Acqua che fissa il punteggio sul 3-2 finale. Un finale quasi impensabile, visti i primi venti minuti del primo tempo in cui la partita sembrava già essere nelle mani dei neroverdi, sopra di due reti. Con grande caparbietà, però, la squadra di Rigatuso ha avuto il merito di rimanere mentalmente in gara e trovare il pareggio nel corso della ripresa. I padroni di casa sono stati cinici e furbi ad approfittare degli errori avversari ma nulla hanno potuto nel forcing finale, quando gli ospiti sono riusciti a mettere le mani sulla partita. Per i ragazzi di Mantovani fanno quattro vittorie su quattro e testa della classifica. La formazione gialloblù, d'altro canto, trova il primo stop stagionale. Ciononostante, la sensazione è che sia troppo prematuro parlare adesso della classifica di un campionato che si preannuncia molto agguerrito. E la gara di sabato pomeriggio tra Macallesi e Ausonia Academy ne è la prova.

Senza esclusione di colpi. Già dai primissimi minuti del match si capisce che le due squadre non avrebbero perso troppo tempo a studiarsi. La Macallesi cerca di sfruttare i due attaccanti molto larghi sulle fasce, i cui inserimenti vengono favoriti dal lavoro di Pondini che si posiziona più indietro centralmente. Dall'altra parte l'Ausonia Academy si schiera con un 4-3-3 molto ordinato e prova fin da subito a far girare il pallone, in attesa del varco giusto sia per Ascia che per Della Porta, o addirittura per Nacli che inizia da mezz'ala. Nei primi 10 minuti entrambe le squadre vanno subito vicinissime al gol. Prima i padroni di casa con Cerri, che su un calcio d'angolo devia il pallone con il sinistro ma lo manda alto sopra la traversa di un soffio. Poco più tardi è Zubani per la Macallesi, che mette in mostra tutte le sue doti tecnico-atletiche e, dopo essersi lanciato sulla fascia, conclude con un diagonale che si spegne a lato di poco. Gli ospiti mantengono il pallino del gioco e cercano con insistenza il pertugio giusto, i padroni di casa rimangono ordinati e provano a sfruttare la velocità nelle ripartenze. Al 17' si stappa la partita. Nicolò Dell'Acqua sceglie benissimo il tempo su un calcio d'angolo e stacca imperioso in mezzo all'area: Lolli non può nulla sul colpo di testa del 9 avversario, vantaggio per gli ospiti. La Macallesi accusa il colpo e viene sopraffatta dagli avversari nei minuti successivi. Dopo appena tre minuti, infatti, arriva il gol del raddoppio. La pressione dei neroverdi funziona con Ascia che recupera palla sulla trequarti avversaria, si aggiusta la sfera sul sinistro e fa partire un bellissimo tiro a giro che si insacca all'incrocio dei pali. Super gol e doppio vantaggio. In questo momento i padroni di casa rischiano di capitolare e invece rimangono attaccati alla partita, anche grazie a un cambio forzato di Rigatuso che, al 25', deve togliere Vender infortunato. Al suo posto entra Cattivelli che si va a sistemare in avanti dando peso a un attacco fino a quel momento troppo leggero. Gli effetti del cambio tattico si vedono immediatamente. Belloukilia perde un pallone sanguinoso in fase di impostazione: Zubani non ci pensa due volte e calcia magnificamente. Reale è bravissimo a deviare il pallone sulla traversa ma non può nulla sul tap in vincente del neoentrato Cattivelli che rimette tutto in discussione. 

Fa tutto Dell'Acqua. Grazie alla rete di Cattivelli, il secondo tempo si rivela fin dalle prime battute molto caldo. La Macallesi ritrova fiducia ed entusiasmo e si affida soprattutto alla velocità e all'estro di Zubani. L'Ausonia Academy decide di spostare Di Matteo e Nacli: velocità e potenza al servizio della manovra offensiva neroverde. Questo permette a Dell'Acqua di spostarsi sulla sinistra, dove trova molto più spazio: infatti, nel primo tempo, nonostante una rete segnata, aveva trovato pochi spazi: a tu per tu con Lolli ha però troppa fretta e non inquadra lo specchio della porta. La Macallesi, memore dell'azione che ha portato al gol che ha riaperto la partita, continua a mettere pressione sul portatore di palla nel tentativo di far inceppare un'altra volta la manovra avversaria. In più di un'occasione gli ospiti escono dalla propria area con il brivido. Fino al 20' quando Docaj legge male un lancio lungo della difesa dei padroni di casa e si fa scippare il pallone dal solito Cattivelli. Il numero 15 entra in area dal lato corto e viene steso proprio dal difensore a cui aveva rubato il tempo. Per il signor Dei Rocini non ci sono dubbi, è rigore: dal dischetto si presenta Zubani che non sbaglia e firma il pareggio. L'ultimo quarto d'ora è caratterizzato da una grande tensione: entrambe le squadre vogliono portarsi a casa la partita e cercano di farlo rimanendo fedeli al proprio credo calcistico. La Macallesi con le ripartenze e i lanci lunghi su Cattivelli e Zubani, Mantovani e i suoi con i filtranti in profondità per Dell'Acqua e Di Matteo. A cinque minuti dalla fine, proprio il 9  ha una doppia occasione a distanza di pochissimo. Prima, lanciato a rete solo davanti a Lolli calcia troppo forte con il pallone che vola sul fondo, poco più tardi è servito al centro dell'area ma svirgola. L'occasione giusta per Dell'Acqua arriva al 33' quando, ancora una volta lanciato lungo l'out di sinistra, entra in area e con un tocco morbido delizioso batte Lolli in uscita. Il gol che manda in visibilio i tifosi e regala ai suoi tre punti pesantissimi.

IL TABELLINO

Macallesi-Ausonia Academy 2-3
RETI:
17' pt, 33' st Dell'Acqua Nicolò (A); 21' pt Ascia (A); 32' pt Cattivelli (M); 20' st Zubani su rig. (M).
MACALLESI (3-4-1-2):
Lolli 6, Amisano 7, Bahi 6.5, Vender 6 (25' pt Cattivelli 7.5), Merlotti 6 (32' st Banti sv), Vargiolu 6.5, Zubani 7.5, Collesei 6, Di Mastromatteo 6 (21' st Costante sv), Pondini 6, Piccolo 6 (14' st Madonini 6). A disp. Righetti All. Rigatuso 6.5. Dir. Mameli.
AUSONIA ACADEMY (4-3-3):
Reale 6.5, Di Matteo 7, Docaj 6.5, Belloukilia 6 (28' st Cardamone sv), Cerri 6.5 (17' st Tironi 6), Salazar Velasco 6.5 (21' st Giudici sv), Foti 6, Nacli 6 (21' st Mantovani sv), Dell'Acqua Nicoló 8, Ascia 7, Della Porta 6. A disp. Dell'Acqua Thomas, Bignami, Angelini, Micara. All. Mantovani 7. Dir. Reale.
ARBITRO:
Dei Rocini di Milano 7.
AMMONITI:
Ascia (A)

LE PAGELLE

MACALLESI
Lolli 6 Nonostante l'Ausonia Academy abbia tante occasioni, lui non è particolarmente impegnato. Sui gol può davvero poco e si rende protagonista di una bella parata su una punizione di Nacli.
Amisano 7 Ottima prestazione del laterale di destra che difensivamente è attentissimo e molto ordinato. Anche davanti, specie nel primo tempo, cercando di provocare danni nella metà campo avversaria.
Bahi 6.5 Gara attenta e di sostanza del difensore della Macallesi. Bravo nelle scelte di tempo e negli anticipi.
Vender 6 La sua partita dura solo venticinque minuti. Aveva comunque iniziato la gara con personalità. Gli auguriamo una pronta guarigione.
25' pt Cattivelli 7.5 Con il suo ingresso cambia il volto della sua squadra che riesce a trovare con più frequenza la profondità. Trova un gol da rapace d'area e, sempre come un rapace, ruba il pallone al difensore avversario e si conquista il rigore. Trascinante.
Merlotti 6 Soffre un po' la stazza degli avversari ma disputa ugualmente una partita attenta e precisa (32' st Banti sv).
Vargiolu 6.5 Dalla sua parte riesce ad arginare abbastanza bene Della Porta che fa fatica a sprigionare i suoi cavalli.
Zubani 7.5 Quando prende la palla e parte in velocità non viene quasi mai fermato. Accelerazione devastante che è la causa dei maggiori pericoli creati alla difesa ospite. Propizia la prima rete e trasforma il rigore del momentaneo pareggio. Determinante.
Collesei 6 Non riesce a emergere con continuità tra le maglie del centrocampo avversario. Nonostante questo sempre molto combattivo.
Di Mastromatteo 6 Nel primo tempo è troppo isolato dal resto della sua squadra. Nel secondo si fa vedere di più (21' st Costante sv).
Pondini 6 Il pallone passa spesso tra i suoi piedi e il 10 cerca sempre di essere il centro della manovra offensiva dei suoi. GLi manca però l'ultimo passaggio.
Piccolo 6 Avere Di Matteo come diretto concorrente non è una passeggiata: nel primo tempo lo argina bene, nella ripresa fa un po' più di fatica. 
Dal 14' st Madonini Inserito proprio per contrastare Di Matteo, cerca di fermarlo come può con le buone e con le cattive.
All. Rigatuso 6.5 Un peccato aver giocato con poca profondità nella prima mezz'ora. Indovina però il cambio di Cattivelli che rimette i suoi in carreggiata. C'è tanto talento su cui poter lavorare.

AUSONIA ACADEMY
Reale 6.5 I tiri in porta della Macallesi non sono moltissimi ma si dimostra sempre attento e sul pezzo. Bravo a leggere con puntualità i molti lanci lunghi degli avversari.
Di Matteo 7 Se nel primo tempo fatica a trovare spazio, nella ripresa viene messo più avanti e può scatenarsi. Potente e veloce crea più di un grattacapo alla retroguardia di casa.
Docaj 6.5 Prestazione solida dal punto di vista difensivo, macchiata dallo scivolone che lo costringe a spendere il fallo da rigore. Gioca comunque con autorità.
Belloukilia 6 Inizia bene e con personalità ma poi sembra accusare psicologicamente l'errore che porta alla prima rete della Macallesi (28' st Cardamone sv).
Cerri 6.5 Nei primissimi minuti è il migliore dei suoi: sfiora il gol e trova un paio di traversoni pericolosi. Gioca sempre a testa alta e verso la porta avversaria. Cala nella ripresa.
17' st Tironi 6 Prestazione sufficiente del terzino sinistro che entra per aiutare a contenere la potenza di Cattivelli.
Salazar Velasco 6.5 Personalità e carattere in mezzo al campo: non rifiuta mai il contrasto e recupera una grandissima quantità di palloni. Nella ripresa è stanco e viene sostituito (21' st Giudici sv).
Foti 6 Prima partita dopo un lungo infortunio. Deve ritrovare la forma migliore ma sono minuti che gli faranno bene.
Nacli 6 Anche per lui l'infortunio patito in autunno si fa ancora sentire. Va un po' a intermittenza, trovando spunti interessanti soprattutto quando si inserisce da mezz'ala (21' st Mantovani sv).
Dell'Acqua Nicolò 8 Doppietta da vero bomber con un colpo di testa e uno scavetto. In mezzo tante occasioni create e una continua pressione sulla difesa avversaria che non può permettersi di mollarlo nemmeno per un secondo. Decisivo.
Ascia 7 Nel primo tempo mette in mostra tutta la sua buona qualità, in particolare con un gol davvero molto bello. Nella ripresa cala un po', anche perché arretrato sulla linea mediana.
Della Porta 6 Prova qualche spunto nel primo tempo sfruttando la sua velocità. Del reparto offensivo dei suoi, però, è quello un po' più nascosto.
All. Mantovani 7 La sua squadra ha un'idea di gioco e si vede: provano a metterla in pratica anche su un terreno dalle condizioni non ottimali. Bisognerà lavorare sui cali di concentrazione.

ARBITRO 
Dei Rocini di Milano 7 Ottima conduzione di gara, sempre vicino all'azione e sempre disposto a dialogare in modo pacato ma fermo con i giocatori.

LE INTERVISTE

Rigatuso, allenatore della Macallesi: «Nel primo tempo abbiamo sbagliato l'approccio rimanendo troppo bassi. Con l'inserimento di Cattivelli abbiamo cambiato atteggiamento tattico e siamo riusciti a rimontare. Nel finale sono stati bravi loro anche se credo meritassimo qualcosa in più. Siamo una squadra giovane e cerchiamo sempre a giocare dal basso, non sempre è facile quando la partita si fa tesa ma ci proviamo».

Mantovani, allenatore dell'Ausonia Academy: «Un campo difficile, si fa fatica a giocare il pallone: in più abbiamo sbagliato troppi gol con i quali potevamo chiuderla molto prima. Loro sono una squadra forte che corre molto. Abbiamo sbagliato sui due gol subiti ma siamo una squadra giovanissima e che gioca bene il pallone: lavoreremo sulla concentrazione, c'è tempo per crescere».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400