Cerca

Under 14

Scocca il decimo minuto di recupero ed ecco il gol-vittoria

Gli ospiti, passati in vantaggio ad inizio ripresa, si vedono ribaltati nel finale dal colpo di testa di Anesa

Alessandro Brunetti Allenatore Schuster B Under 14

Alessandro Brunetti, tecnico dello Schuster

Il turno infrasettimanale ci ha mostrato come possa essere intrattenente e spettacolare, regalandoci partite ricche di gol, suspense ed emozioni. Rientra sicuramente in questa categoria la gara, terminata 2-1, che ha visto opposte Schuster e Atletico CVS, inizialmente prevista come prima giornata del Girone G e che invece si è disputata lo scorso 12 aprile. Ad affrontarsi, due formazioni che stanno provando, con risultati ben diversi, tenere testa alla capolista Vigor Milano, che a sua volta sta piazzando l'accelerata decisiva per staccare le dirette concorrenti. Da una parte quindi i neroverdi di Brunetti secondi in classifica, dall'altra i rossoblù di Mazzocchi, in settima posizione.

Dopo una buona parte di primo tempo in cui a tenere maggiormente il pallino del gioco sono stati gli ospiti, che grazie al loro compatto e organizzato 4-2-3-1 e con delle buone giocate in mezzo al campo, hanno messo in difficoltà i padroni di casa ma senza mai impensierire seriamente la retroguardia avversaria. Nella seconda frazione di gara lo Schuster schiaccia il piede sull'acceleratore e parte immediatamente alla ricerca del gol e la rete si gonfia, ma a passare è l'Atletico CVS: al 5' minuto Autiero sfrutta una punizione calciata dalla trequarti, si inserisce e incrocia il piazzato portando in avanti i suoi.

A cinque minuti dal termine i neroverdi provano il tutto e si schierano con il 3-4-3 e con Anesa-De Natali-Maione davanti, strategia che si rivela tremendamente vincente. In pieno recupero, infatti, Maione avanza portando palla sulla fascia e serve al centro dell'area proprio De Natali, che vince un rimpallo e poi scarica il sinistro a porta sguarnita pareggiando i conti. Match che sembra dunque avviarsi verso un pareggio che scontenterebbe entrambe, ma "Partita finisce quando arbitro fischia": al decimo minuto di recupero i ragazzi di Brunetti conquistano un calcio d'angolo e a batterlo va Ferracane, che scodella il pallone nel cuore dell'area di rigore pescando Anesa, difensore sovrastato e colpo di testa da due passi che non lascia scampo al portiere. Palla in porta e tre punti in tasca che tengono in vita lo Schuster, ora a sole tre lunghezze dalla Vigor Milano.

Soddisfatto ma pragmatico l'allenatore dello Schuster, Alessandro Brunetti: «Prima di tutto ci tengo a fare i complimenti ai ragazzi dell'Atletico CVS e al loro allenatore, sono una delle migliori squadre del girone e con tanti elementi interessanti, meriterebbero ben altra classifica. Quanto alla nostra partita, invece, dopo un primo tempo difficile nell'intervallo ho detto ai miei giocatori di stare tranquilli e di pensare solo a giocare il pallone come sanno, alla fine il nostro impegno ci ha premiato nel migliore dei modi».

Il tecnico si è espresso anche in merito ai proprio obiettivi e stimoli nell'allenare una così detta "Formazione B": «La mia personale missione è quella di creare un gruppo con più calciatori possibili che possano aspirare a raggiungere, in breve tempo, i Giovanissimi Regionali. Per me e il mio staff sarebbe un grande motivo d'orgoglio vedere così tanti giovani fare il salto di categoria. Voglio trasmettere a tutti i ragazzi una sana e immancabile mentalità vincente, in modo che si approccino nel modo corretto alle sfide che si troveranno ad affrontare.

Sul duello con la Vigor Milano ha poi risposto: «Finché la matematica non ci condanna abbiamo il dovere di crederci fino alla fine, perché sappiamo di poter battere i nostri avversari e lo abbiamo già dimostrato battendoli 3-1 ad inizio campionato. La nostra crescita in questa fase primaverile è sotto gli occhi di tutti e si vede dai risultati, penso che se siamo stati in grado di ribaltare una partita in questo modo e con un avversario di tale portata, allora abbiamo quel qualcosa in più che ancora ci può tenere aggrappati al sogno della vittoria finale. Vogliamo crederci a tutti i costi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400