Cerca

Under 14

Bigioggero e Midolo decidono lo scontro diretto e il campionato

La doppietta del numero nove e l'eurogol nel finale consegnano la vittoria all'Atletico CVS, che supera l'Ausonia Academy e vola alle Fasi Finali

Bigioggero Atletico CVS Under 14

Emozioni a non finire nella gara decisiva nel girone B. Alla fine vince l’Atletico CVS, che festeggia, mentre l’Ausonia Academy ha i volti in lacrime dei ragazzi di Mantovani, che fino all’ultimo provano a tenere vivo il sogno primo posto. Ai neroverdi sarebbe servita una vittoria per sperare ancora nello spareggio, ma sono gli ospiti a portarsi a casa i tre punti, chiudendo il loro campionato con un bel 3-2. E pensare che, dopo 8 minuti, il CVS è già avanti 2-0 grazie a Bigioggero e i sogni dell’Ausonia sembrano infrangersi sulla traversa di Nacli dagli undici metri. Gli ospiti, però, la rimettono in piedi nella ripresa con Ascia e Dell’Acqua, salvo poi cadere nei minuti finali per un gol fantastico di Midolo che scatena la festa dell’Atletico CVS, matematicamente primo in classifica alle finali del campionato provinciale.

PARTENZA FLASH

Cinquantaquattro secondi. Tanti ne servono all’Atletico CVS per passare in vantaggio con Bigioggero, bravissimo a sfruttare un’indecisione di Cerri dopo un’ottima azione di Leone. L’avvio dei ragazzi di Marchini è a ritmi forsennati, tanto che al 3’ viene anche annullato un gol ad Autiero, colto in fuorigioco. L’ondata blu, però, non si ferma e Bigioggero, dopo una grande imbucata di Orsenigo per Bonetti, in otto minuti firma la sua doppietta. E per la festa sembra solo questione di tempo. È qui che l’Ausonia, colpita nell’orgoglio, si risveglia. Davanti c’è un Everest, ma ai ragazzi di Mantovani arriva un assist: Bonetti stende Micara in area. Rigore. Nacli si prende la responsabilità del tiro, ma il suo destro si infrange sulla traversa (proprio mentre Emil Audero ipnotizza Mimmo Criscito al 96’ del derby di Genova: destino?). L’errore pesa sul morale dei ragazzi di Mantovani e, come lo stesso tecnico dichiarerà nel post-partita, taglia un po’ le gambe. Soprattutto a Nacli, che, al 23’, liscia un pallone d’oro di Ascia, imbeccato a sua volta da Micara. C’è tempo ancora per l’ultima occasione del primo tempo, con Dell’Acqua che calcia fuori dopo un lancio di Cerri e un liscio pericoloso di Capolongo.

L'AUSONIA ACADEMY RISORGE, MA NON BASTA

Nella ripresa l’Ausonia Academy cambia atteggiamento tattico e mentale. Mantovani passa dal 4-3-3 al 3-5-2 e gli effetti si vedono subito. L’ingresso di Mariella porta freschezza e, nel giro di sessanta secondi, i padroni di casa riaccendono la speranza. Al 7’ Ascia gira in porta su azione di calcio d’angolo e, in un baleno, Dell’Acqua vola su un lancio ancora di Ben Loukilia e anticipa D’Ario: 2-2. Incredibile. Gli spalti di via Bonfadini sono una bolgia, la posta in palio è altissima e, soprattutto, l’Atletico trema dopo essere stata in vantaggio di ben due gol. I ritmi si alzano e l’Ausonia ci crede ma non riesce ad avere occasioni nitide. Dell’Acqua ci prova, mentre a sinistra Di Matteo, più libero si spingere, insiste, ma non riesce a mettere i compagni nelle condizioni di segnare. E così, dopo 15 minuti di predominio, i cambi dell’Atletico fanno la differenza e l’inerzia si ribalta ancora. Con le squadre che si allungano Tironi e Midolo vanno a nozze, ma il numero 16 spreca due contropiedi nei minuti finali che potrebbero suonare beffardi. Al 35’, però, dopo aver sbagliato i gol facili, Midolo si inventa un bolide da 30 metri che manda la palla all’incrocio e l’Atletico alle finali. Dopo i 4 minuti di recupero è il momento della gioia per gli ospiti e delle lacrime per i padroni di casa, che possono recriminare per il rigore sbagliato, ma che devono trarre esperienza da questa delusione. Si cresce anche così.

IL TABELLINO

Ausonia Academy-Atletico CVS   2-3
RETI (0-2, 2-2, 3-2): 1’ Bigioggero (C), 8’ Bigioggero (C), 7’ st Ascia (A), 8’ st Dell’Acqua (A), 35’ st Midolo (C)
AUSONIA ACADEMY (4-3-3): Reale 6 (1’ st T. Dell’Acqua 6.5), Cerri 6 (1’ st Mariella 6), Ben Loukilia 8, Docaj 6.5 (31’ st Mantovani sv), Di Matteo 6.5, Foti 6 (18’ st Della Porta sv), Salazar 7, (37’ st Cardamone sv) Micara 7 (7’ st Giudici 6), Ascia 7.5, Nacli 6 (1’ st Tironi 6.5), N. Dell'Acqua 7.5. A disp.: Raspanti, Angelini. All. Mantovani 6.5.
ATLETICO CVS (4-2-3-1): D'Ario 7, Leone 7, C. Sforza 6.5 (14’ st Lonardi 6.5), N. Sforza 7, Capolongo 6 (13’ st Gorogolschi 7), Marceca 7.5, Autiero 7.5 (27’ st Redaelli sv), Orsenigo 7.5, Bigioggero 8.5 (1’ st Agati 7), Zaghen 6.5 (15’ st Moresco 6.5), Bonetti 7 (6’ st Midolo 7.5). A disp.: Ciriaco, Gorogolschi, Lonardi, Agati, Midolo, Moresco, Redaelli. All. Marchini 7.5.
ARBITRO: Palamara di Milano 7.
AMMONITO: Docaj (A)

Ausonia Academy-Atletico CVS: foto dell'AtleticoI ragazzi dell'Atletico CVS che, dopo aver vinto il girone, si giocheranno il Titolo Provinciale

LE PAGELLE

AUSONIA ACADEMYA
Reale 6 Sfortunato sul primo gol, non è perfetto sul raddoppio. È bravo, però, a non farsi abbattere e mantenere la concentrazione fino all’intervallo.
1’ st T. Dell’Acqua 6.5 Più impegnato del compagno, si fa notare per alcune uscite molto rischiose, ma da cui esce sempre vincitore. Si arrende solo al capolavoro di Midolo.
Cerri 6 Si fa sorprendere nell’azione del raddoppio, ma con il passare dei minuti prende le misure a un pericoloso Autiero.
1’ st Mariella 6 Il suo ingresso porta vivacità per il primo quarto d’ora. Poi esce di nuovo l’Atletico e lui fatica.
Ben Loukilia 8 È senza dubbio il migliore dei suoi. Sempre preciso nelle chiusure, non si fa mai saltare e con i suoi lanci crea costante apprensione alla difesa avversaria. Dal suo piede nasce il 2-2.
Docaj 6.5 Chiude con precisione su alcune sbavature di Di Matteo nel primo tempo. Non si fa sorprendere dai movimenti di Bigioggero. (31’ st Mantovani sv).
Di Matteo 6.5 Nel primo tempo fatica tantissimo da terzino. Ha il merito di restare in partita e riscattarsi nel secondo tempo, quando ha più libertà di spingere sulla fascia.
Foti 6 Cerca di mettere ordine, ma soffre i ritmi altissimi del primo tempo, non riuscendo a imporsi come vorrebbe. (18’ st Della Porta sv).
Salazar 7 Motorino. Corre dall’inizio alla fine, recuperando un’infinità di palloni. La grande corsa gli fa perdere un po’ di lucidità in fase di impostazione, ma, per la partita che gioca, è un dettaglio. (37’ st Mantovani sv).
Micara 7 Ha qualità e lo dimostra con alcune imbucate molto interessanti. È sempre presente e, anche all’interno di una partita molto veloce, cerca sempre di mettere ordine in mezzo.
7’ st Giudici 6 Dovrebbe portare fisicità, ma non incide nella partita.
Ascia 7.5 Il gol della speranza alza il voto della sua prestazione. Assente per lunghi tratti dell’incontro, si fa trovare pronto nell’unica occasione che gli capita.
Nacli 6 Per sbagliare un rigore ci vuole il coraggio di tirarlo. Lo ha sbagliato Criscito (e decideva un derby, una salvezza), lo può sbagliare lui. Si riscatterà!
Dell’Acqua 7.5 Il più vivo del reparto offensivo. Ci prova con testardaggine (anche troppa) e trova il gol della speranza. Poi finisce la benzina.
All. Mantovani 6.5 L’Ausonia ci prova fino alla fine, ma il sogno si infrange. Può rimproverare ai suoi ragazzi l’approccio alla gara, con due reti subite nei primi otto minuti.

ATLETICO CVS
D’Ario 7 Reattivo nelle uscite e bravo nelle poche occasioni in cui viene chiamato in causa. La seconda rete dell’Ausonia è un concorso di colpe con i centrali.
Leone 7 Pronti, via e l’1-0 nasce dalla prima delle sue cavalcate. Spinge molto, soprattutto nel primo tempo, mentre nella ripresa – spostato a sinistra – pensa più a difendere.
C. Sforza 6.5 La vivacità di Dell’Acqua lo mette un po’ in difficoltà, soprattutto nel primo tempo, ma riesce, in qualche modo, a cavarsela.
14’ st Lonardi 6.5 Ci mette la grinta che serve al momento giusto. Lotta su tutti i palloni e alza il muro sulla fascia destra.
N. Sforza 7 Inizia un po’ timido, per poi uscire con il passare dei minuti. La sua interdizione è fondamentale quando l’Ausonia prova a prendere campo dopo il 2-2.
Capolongo 6 Sbaglia la lettura sul 2-2, ma nel primo tempo è praticamente perfetto. Sfrutta il fisico per non farsi superare.
13’ st Gorogolschi 7 Entra e l’Ausonia non si rende mai pericolosa. Non è un caso.
Mareca 7.5 Nel gol del 2-2 ha anche lui le sue colpe, ma da grande capitano, si riscatta. Gioca un’ultima parte di partita con grande personalità, prendendosi anche qualche rischio in dribbling vicino alla sua area.
Autiero 7.5 Vivace e in partita sin dal primo minuto. Meriterebbe il gol, che l’arbitro – giustamente – gli annulla. Si rende utile, però, con un grande lavoro sulla fascia. (27’ st Redaelli sv).
Orsenigo 7.5 La palla da cui nasce il 2-0 di Bigioggero è semplicemente perfetta. Danza a centrocampo, giocando sempre a testa alta. A volte commette l’errore di tenere troppo il pallone.
Bigioggero 8.5 Un rapace. Segna due gol di rapina, di quelli che avrebbe potuto fare Pippo Inzaghi nei tempi d’oro. Ha due occasioni e le sfrutta, mettendo subito la partita sui canali giusti. SuperTommi.
1’ st Agati 7 Regge quasi da solo il reparto, dando il via a diversi contropiedi, che Midolo non sfrutta come potrebbe.
Zaghen 6.5 Si vede più in fase difensiva che in quella offensiva. Ha il grande merito di guidare il primo pressing sui centrocampisti dell’Ausonia.
15’ Moresco 6.5 Entra nel momento più difficile e non trema. Al posto giusto.
Bonetti 7 Un attaccante nella propria area di rigore è sempre pericoloso. E infatti commette il fallo da rigore. Prima e dopo, però, si fa vedere sia in avanti che in fase difensiva e si guadagna un ottimo voto.
6’ st Midolo 7.5 Dopo aver sprecato due contropiedi, pesca dal cilindro una magia che manda l’Atletico alle finali.
All. Marchini 7.5 La vince con i cambi. I suoi ragazzi, però, devono stare attenti ai cali che, come a inizio ripresa, rischiano di costare carissimo.

ARBITRO
Palamara di Milano 7 
Nonostante i ritmi alti, la partita è corretta. Giusto fischiare il rigore.

LE INTERVISTE


Ausonia Academy-Atletico CVS: Marchini e Putelli, allenatore e vice dell'AtleticoDopo l'Under 15, in sostituzione di Luca Perego, Putelli porta anche i suoi 2008 alla conquista del campionato di categoria

A fine gara l'allenatore dell'Ausonia AcademyMantovani, insieme al capitano Ascia, ha commentato la sconfitta: «Siamo entrati in campo molli nel primo quarto d'ora. Abbiamo concesso due ripartenze e sono arrivati due gol. Poi abbiamo reagito e, nel primo tempo, abbiamo avuto più occasioni noi. Nella ripresa siamo passati al 3-5-2 e abbiamo fatto subito il 2-2, dominando per 25 minuti. I cambi e l'eurogol hanno fatto la differenza».

Per l'Atletico CVS parla l'allenatore in seconda Putelli, accompagnato dal tecnico Marchini: «Noi approcciamo sempre bene, loro hanno sempre giocato con palle lunghe. Abbiamo dominato, commettendo solo tre ingenuità: i due gol e il rigore. Nel secondo tempo i cambi hanno dato una mano. Il merito di questo successo è tutto dei ragazzi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tironi.m

    01 Maggio 2022 - 00:28

    La pagella di Tironi????? artefice fin dal suo ingresso della reazione dell'ausonia. Alza la squadra, argina i contropiedi avversari, lancia gli attaccanti e salva sulla linea di porta un gol già fatto......grazie

    Report

    Rispondi

  • tironi.m

    01 Maggio 2022 - 00:24

    La pagella di Tironi????? artefice fin dal suo ingresso della reazione dell'ausonia. Alza la squadra, argina i contropiedi avversari, lancia gli attaccanti e salva sulla linea di porta un gol già fatto......grazie

    Report

    Rispondi

  • tironi.m

    01 Maggio 2022 - 00:24

    La pagella di Tironi????? artefice fin dal suo ingresso della reazione dell'ausonia. Alza la squadra, argina i contropiedi avversari, lancia gli attaccanti e salva sulla linea di porta un gol già fatto......grazie

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti