Cerca

Under 14

I lampi di Liuzzo e Paiva nella ripresa chiudono col sorriso la stagione rossonera

La formazione ospite dopo un primo tempo di studio, si fa trovare cinica nella ripresa e batte ottimo Vighignolo

Niccolò Cattaneo Lombardia Uno Under 14

Niccolò Cattaneo, migliore in campo nel successo della Lombardia Uno

È stata una partita a scacchi e di ritmi contenuti quella tra Vighignolo e Lombardia Uno, con gli ospiti che dopo un primo improntato maggiormente sulla fase difensiva, escono con cinismo e caparbietà nel secondo, ottenendo una bella vittoria nell'ultima gara della stagione. 2-0 in favore dei ragazzi di Merico il risultato finale.

SPAZI INTASATI

Il match comincia su ritmi non particolarmente alti, lo si deve in particolare all'alta temperatura al momento del fischio d'inizio del direttore di gara. Entrambe le squadre durante le prime battute faticano a trovare precisione nei passaggi, attaccando poco gli spazi e quindi, limitandosi a tenere il pallone ma senza creare particolari occasioni da gol. La prima chance è per i padroni di casa e arriva dopo undici minuti di gioco con il colpo di testa ben assestato di Gritti dagli sviluppi di un calcio d'angolo, il quale vede però respingersi il pallone sulla riga di porta da D'Orto. La seconda e ultima occasione del primo tempo è ancora per i ragazzi di Benenati con la splendida imbucata di Mastracchio per Riera, che si presenta solo davanti a Ndoka, ma col destro apre troppo il piatto e la sua conclusione si spegne a pochi centimetri dal palo.

RIPARTENZE LETALI

Durante la seconda frazione i ragazzi di Merico cambiano completamente atteggiamento, entrando in campo con maggior convinzione e anche con una freschezza che non sembravano avere ad inizio gara; la qualità del loro possesso palla aumenta così come l'intensità nell'andare a recuperare il pallone. Dopo solo quattro minuti dall'inizio della ripresa Tsaran effettua col contagiri un lancio di venticinque metri che Liuzzo mette giù con eleganza: il numero 11 alza la testa, si rende conto di avere solo il portiere davanti a se, lo salta con una rapidità di gambe notevole e insacca il pallone alle sue spalle sbloccando il risultato. I biancazzurri reagiscono immediatamente e vanno vicino al gol del pareggio ancora dagli sviluppi di un calcio d'angolo, con il colpo di testa a centro area di Casiraghi che termina a lato di pochissimo. Durante la fase centrale del secondo tempo i ritmi si abbassano nuovamente, complice ancora una volta la stanchezza data dalle temperature elevatissime. L'unica vera occasione è quella che di fatto porta al gol che chiude definitivamente la gara e vede protagonista ancora una volta Liuzzo, che al termine di un'azione corale serve a Paiva il pallone all'altezza del dischetto del rigore, il numero 14 della formazione ospite è bravo a trafiggere Cardenas e a mettere a caratteri indelebili il proprio nome sul tabellino dei marcatori. La partita termina sul risultato di 2-0 in favore degli ospiti della Lombardia Uno, con entrambe le squadre però meritevoli di complimenti vivissimi, per aver onorato fino in fondo una stagione giocata ad altissimi livelli.

IL TABELLINO

VIGHIGNOLO - LOMBARDIA UNO 0-2
RETI: 4' st Liuzzo (L), 32' st Paiva Raposo Ahren (L).
VIGHIGNOLO (4-3-3): Cardenas 6.5 (25' st Cobelli sv), Isernia 6, Gritti  7, Casiraghi 6.5, Galassi 6.5, Zufolo 6, Canoro 6 (30' Deda 6, 30' st Bassi sv), Mastracchio 6.5 (23' st Cimbro 6), Riera 6 (4' st Sanza 6), Reniero 6 (11' st Vainiglia 6), Greco 6. All. Benenati 6.5. Dir. Bassi.
LOMBARDIA UNO (4-2-3-1): Ndoka 6.5 (8' st Delicato 6), Solano 6.5, D'Orto 6.5 (4' st Paiva Raposo Ahren 7), Bonanno 7, Giambusso 7, Balan 7, Tsaran 6.5, Bellali 6 (23' st Brambilla 6), Bullita 6.5 (18' st Savatteri 6), Cattaneo 7, Liuzzo 7. A disp. Nardotti. All. Merico 7. Dir. Bonanno.
ARBITRO: Pettinato di Milano 6.
AMMONITI: Bellali (L), Mastracchio (V).

LE PAGELLE

VIGHIGNOLO
Cardenas 6.5 Incolpevole in occasione dei gol, disputa una buona gara tra i pali (25' st Cobelli sv).
Isernia 6 Prima frazione di grande qualità e sacrificio, nella seconda pecca un po' di stanchezza e si fa vedere poco in fase offensiva
Gritti  7 Il migliore in assoluto dei suoi e il migliore in campo nel primo tempo. Un'autentica spina nel fianco per la difesa avversaria, è bravo a metterla in difficoltà con delle ottime sovrapposizioni.
Casiraghi 6.5 Gigante nel primo tempo, cala leggermente nel secondo ma disputa ad ogni modo un'ottima gara nella zona centrale del campo.
Galassi 6.5 Annulla gli attaccanti avversari giocando spesso d'anticipo. Non si fa saltare e scivola bene in copertura.
Zufolo 6 Ultimo ad arrendersi, va in difficoltà nelle verticalizzazioni avversarie, ma fa di tutto per recuperare e far respirare la squadra.
Canoro 6 Non si vede tantissimo, ma fa un ottimo lavoro sporco, volto a recuperar palloni sottraendoli agli avversari che provavano a creare superiorità nella parte centrale del campo (30' Deda 6, 30' st Bassi sv).
Mastracchio 6.5 Mette in difficoltà la difesa durante la prima frazione, si abbassa e spegne la sua potenza offensiva nella seconda frazione, ma offre comunque una buona partecipazione al gioco (23' st Cimbro 6).
Riera 6 Poco lucido nell'unica occasione capitatagli tra i piedi. Disputa comunque una gara di sacrificio e cerca di aiutare la squadra tenendo palla e allargando sulle fasce (4' st Sanza 6).
Reniero 6 Con le sue qualità tecniche poteva sicuramente crear maggior scompiglio nella difesa avversaria nonostante i pochi palloni giocabili capitati tra i suoi piedi (11' st Vainiglia 6).
Greco 6 Non sempre nel vivo della manovra, tuttavia gioca una partita con molta predisposizione al sacrificio e con buona qualità tecnica.
All. Benenati 6.5 I suoi ragazzi si passano bene il pallone e cercano sempre l'opzione migliore per il passaggio. Qualche disattenzione della sua squadra nel secondo tempo gli costa la possibilità di vincere o almeno pareggiare la gara.

LOMBARDIA UNO
Ndoka 6.5 Comanda bene la difesa dando sicurezza a tutto il reparto, attento in occasione delle conclusioni avversarie (8' st Delicato 6).
Solano 6.5 Si da un gran da fare sulla fascia destra, combatte su ogni pallone e ne recupera molti cercando di far ripartire la squadra.
D'Orto 6.5 Salva un gol dopo pochi minuti e disputa una gara di attenzione e qualità sulla fascia.
4' st Paiva Raposo Ahren 7 Entra a tutto ritmo scompigliando i possibili piani di rimonta del Vighignolo. È freddo nell'insaccare il pallone da due passi che chiude definitivamente i giochi.
Bonanno 7 Gestisce tutti i palloni nella zona mediana del campo, bravo a verticalizzare verso gli attaccanti e ad aspettare le sovrapposizioni dei terzini.
Giambusso 7 Insuperabile in quasi tutte le circostanze. Dialoga bene cn il compagno di reparto e dimostra di grande personalità.
Balan 7 Leader della difesa, imposta bene da dietro servendo i centrocampisti che si abbassano, non permette alcuna scorribanda offensiva agli avversari.
Tsaran 6.5 Serve un assist geniale in occasione del primo gol. Gioca una partita di sacrificio e non si ferma nemmeno per un instante. Bravo in entrambe le fasi.
Bellali 6 Troppo irruento in alcune circostanze, ma da comunque una mano alla squadra nella fase di interdizione (23' st Brambilla 6).
Bullita 6.5 Ottimo partner d'attacco, non trova la via del gol ma è prezioso per la squadra. Ogni suo movimento mette in difficoltà la difesa avversaria (18' st Savatteri 6).
Cattaneo 7 Leader tecnico del centrocampo della formazione di casa, crea sempre superiorità numerica e serve ottimi palloni in profondità per gli attaccanti.
Liuzzo 7 Sicuramente tra i migliori in campo. Segna un gol di pregevole fattura e serve l'assist che chiude la gara. Qualità e quantità per tutta la partita.
All. Merico 7 Schiera una squadra ordinata e cinica. Nel primo tempo scelgono di abbassarsi e far giocare maggiormente gli avversari, per poi esplodere nella seconda frazione innescando le qualità migliori degli attaccanti

LE INTERVISTE

Al termine della gara, il tecnico del Vighignolo, Mauro Benenati, si è voluto complimentare con i suoi ragazzi per l'ottima annata disputata: «È il momento di ringraziare tutto il mio gruppo, hanno dato il massimo per tutta la stagione. Oggi non era giusto perdere, abbiamo avuto buone occasioni, gli avversari sono stati cinici a sfruttare le poche occasioni che abbiamo concesso».

In seguito al fischio finale, l'allenatore della Lombardia Uno, Dario Merico, si è dichiarato soddisfatto dell'ottimo secondo tempo disputato dai suoi ragazzi: «Eravamo rimaneggiati ma sono molto soddisfatto della prestazione e della vittoria che abbiamo ottenuto oggi. C'è un po' di rammarico per come sono andate queste fasi finali, ma abbiamo disputato un'ottima stagione».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400