Cerca

Under 14

Biassono-Leo Team: vittoria dei padroni di casa nel derby, che trionfano con la doppietta di Riva e una prestazione super da parte di Massimo

Il Biassono fa bottino pieno in una gara controllata per larghissimi tratti contro una Leo Team che parte bene ma non riesce a tenere i ritmi degli avversari

Biassono, Under 14

I titolari della squadra vincente, il Biassono

Ottimo risultato per il Biassono che segna quattro gol e mantiene la porta inviolata nel derby con la Leo Team. Una soddisfazione enorme, dunque, per Mendez e per i ragazzi, reduci dalla sconfitta bruciante della scorsa settimana. A smuoversi non è solo la classifica allora, ma anche qualcosa dentro la squadra, che ha reagito in maniera praticamente perfetta al brusco stop. Rammarico invece per la Leo Team, con la squadra che torna stanca e affaticata negli spogliatoi dopo aver assistito sostanzialmente ad una lezione di calcio. Va detto che la squadra di Scrugli a dato il massimo, ma questa volta gli avversari sono stati semplicemente superiori. In particolare, a cambiare nettamente l'andamento della gara è stata la prima rete di Riva, che ha rallentato soprattutto psicologicamente gli avversari, che si sono poi definitivamente spenti al gol di Messina: al triplice fischio è dunque 4-0 per il Biassono, che si aggiudica così il derby.

Avvio fuorviante. All'avvio di gara è la Leo Team che sembra avere i numeri per vincere: gli ospiti sono scattanti, attenti, convinti su ogni contrasto, per provare a passare subito in vantaggio e mettere sui binari giusti la gara. Di contro, il Biassono sembra essere dormiente, difendendosi in maniera quasi passiva, come se stesse andando a risparmio energetico. La svolta arriva grazie a Massimo, certamente il più veloce in campo: il difensore prende letteralmente la partita in mano, instradandola da solo verso la vittoria. Il ragazzo, infatti, è il migliore dei suoi fino a quanto è in campo, al netto di alcuni piccoli inconvenienti fisici sul finale di gara. È lui a dare il via all'azione che porta al vantaggio del Biassono: recuperata la palla, Massimo ara la fascia, guadagna il fondo, alza la testa e trova Riva con lo sguardo e con la palla, permettendo all'attaccante di finalizzare nel migliore dei modi, facendo 1-0 grazie alla perfetta interpretazione da parte dei due tenori dei loro ruoli. I padroni di casa esultano, soddisfatti, e suona invece la sveglia per la Leo Team, che probabilmente capisce quanto la gara potrà essere difficile ora che gli avversari sono in vantaggio. Come detto in apertura, dunque, gli ospiti abbassano quei ritmi sorprendenti avuti nei primi minuti. All'11', sugli sviluppi di un calcio d'angolo e nella mischia generale, la testa di Messina va più in alto di tutti, colpendo bene il pallone per il 2-0 che conferma quello che sarà il copione della gara.

Solo in una metà campo. Se il primo tempo ha visto un avvio più energico da parte della Leo Team, la ripresa incomincia subito con il Biassono in fase di spinta. Gli ospiti vivono la partita in maniera troppo passiva, non riuscendo a mantenere il possesso nemmeno a ridosso della propria area di rigore, facendosi schiacciare da un Biassono decisamente più sciolto ma al tempo stesso compatto. Dopo una manciata di secondi arriva il terzo gol, con Mendicino che approfitta di un attimo di poca lucidità di Calderon e pesca il jolly vincente per il 3-0. Anche in questa seconda frazione continua ad essere dominante Massimo, con il solito andamento che lo vede recuperare palla e cercare il fondo per scaricare poi sui compagni a rimorchio: la difesa della Leo Team però intuisce le intenzioni e riesce ad arginare queste situazioni. C'è un moto d'orgoglio tra gli ospiti, che però si concretezza più in un difendersi in maniera strenua per non subire ancora, piuttosto che provare a ribaltarla. Purtroppo, nel cercare di evitare altri gol, arriva un tocco sanzionato dall'arbitro in area di rigore, con conseguente posizionamento della palla sul dischetto: a battere c'è Riva, che spiazza il portiere e segna il 4-0 quando le lancette indicano il 18' del secondo tempo. Da questo momento in poi i ritmi calano anche da parte dei padroni di casa, che si limitano ad amministrare la partita, respingendo senza troppi patemi d'animo i timidi tentativi offensivi della squadra di Biassono.

IL TABELLINO

Biassono-Leo Team 4-0
RETI: 6’ Riva (B), 11’ Messina (B), 1’ st Mendicino (B), 18’ st rig. Riva (B).
BIASSONO (4-3-3): Del Re 6, Felici 6, Messina 7, Galbiati 6 (8’ st Vimercati 6), Massimo 7.5, Mendicino 7 (12’ st Perversi sv), Gasparello 6.5 (31’ st Tornaghi sv), Riva 7.5 (31’ st Usuelli sv), Mariani 6, Dini 6.5 (31’ st Frison sv), Cuozzo 6.5. A disp. Talocchi. All. Mendez 6.5.
LEO TEAM (4-3-3): Calderon Malacatus 6 (23’ st Villa sv), Bortolaso 6 (1’ st Casiraghi 6), Nagahawatta 6 (1’ st Vitali 6), Longhi 6 (26’ st Rivolta sv) , Acquati 6.5 (29’ st De Santctis sv), Desimini 6, Sidoni 6.5 (23’ st Cristofalo sv), Lena 6, Milesi 6 (23’ st Iannantuoni sv), Sala 6, Protopapa 6.5. A disp. Vertemati. All. Scrugli 6.5.
ARBITRO: Consonni di Seregno 6.5.
AMMONITI: Frison (B), Acquati (L).

LE PAGELLE

BIASSONO
Del Re 6. Per lui le occasioni di farsi notare sono veramente poche, c'è da dire che le pochissime palle arrivate fino alla sua porta sono state neutralizzate.
Felici 6 Non riesce nemmeno lui ad emergere completamente, ma riesce bene a incastrarsi negli ingranaggi della squadra e funziona bene.
Messina 7 La scioltezza con cui ha giocato è stata davvero da ammirare, si percepisce il suo talento anche dai movimenti. Riesce in primis a fare gioco di squadra più che puntare a farsi notare.
Galbiati 6 Anche lui funziona molto bene nel grande macchinario che è la squadra del Biassono. Ottimo elemento di supporto.
8’ st Vimercati 6 La sua è stata una partita in crescendo, entrando solo nel secondo tempo, man mano prende confidenza con l'andamento, più variabile, del match.
Massimo 7.5 Gioca come se fosse una molla a scatto, decisamente il più veloce e quello che si è speso di più. Difensore sì, ma il suo apporto in attacco è sostanziale.
Mendicino 7 Fondamentale in partita per i compagni di squadra, ha avuto un ruolo di supporto per tutto il primo tempo rendendosi necessario, emergendo specialmente nel secondo. (12’ st Perversi sv).
Gasparello 6.5 Lui emerge specialmente nel secondo tempo, dimostrandosi davvero veloce e attento. (31’ st Tornaghi sv).
Riva 7.5 La doppietta della partita gli ha fatto riceve le lodi meritate. È uno degli attaccanti che i compagni cercano di più. (31’ st Usuelli sv).
Mariani 6 A spiccare è il collega di reparto, lui recita più che altro il ruolo del comprimario. Comunque sia, sbaglia quasi nulla.
Dini 6.5 Un altro giocatore necessario, ha decisamente fatto la differenza durante la partita, giocando parecchi palloni buoni. (31’ st Frison sv).
Cuozzo 6.5 Nel secondo tempo diventa una molla, pieno di energie e scattante. Si percepisce quanto si stia divertendo in campo, questo lo ha reso un'ottima risorsa per la squadra sia nel primo sia nel secondo tempo.
All. Mendez 6.5 Sprona i suoi ragazzi a fare sempre meglio, ma sopratutto guarda più al comportamento e alla correttezza in campo che a ottenere a tutti i costi dei buoni risultati. Una strategia e una morale che hanno ripagato enormemente.

LEO TEAM

Calderon Malacatus 6 Qualche disattenzione in meno avrebbero decisamente aiutato. C'è da appuntare comunque che molte palle sono state parate in maniera decisamente buona. (23’ st Villa sv).
Bortolaso 6 Gioca solo nel primo tempo e non emerge né per gravi scivoloni né per azioni eclatanti. Anche lui in alcuni momento perde totalmente grinta.
1' st Casiraghi 6 Come il collega non riesce ad emergere particolarmente. In compenso neanche a lui sono da attribuire errori grossolani.
Nagahawatta 6 Non riesce fare totalmente il suo dovere come difensore: gli attaccanti avversari lo mettono in seria difficoltà.
1' st Vitali 6 Anche lui non riesce a neutralizzare tutti gli attacchi, riuscendo solo verso la fine a trovare un certo equilibrio per non farsi sommergere.
Longhi 6 Gioca molto verso la fascia, ma non riesce a prevalere sulla squadra avversaria, trascinandosi fino al momento della sostituzione, avvenuta perché non riesce più a tener testa a livello fisico. (26’ st Rivolta sv).
Acquati 6.5 Uno dei pochi che si è speso completamente cercando di non farsi abbattere mentalmente dalle reti subite e pensando più a trarne voglia di riscatto. Comprende infatti il gioco degli attaccanti avversarsi riuscendo a neutralizzare alcuni dei loro tentativi. (29’ st De Santctis sv).
Desimini 6 Fa il suo in mezzo al campo, senza particolari picchi, né in senso negativo né in senso positivo.
Sidoni 6.5 Uno dei cardini della squadra, dai suoi piedi passano i palloni più importanti, anche se pochi, visto il ritmo dei suoi. (23’ st Cristofalo sv).
Lena 6 Bravo e sufficientemente concentrato da non commettere sbavature rilevanti.
Milesi 6 Attaccante sempre presente nelle prime battute. Il suo carattere battagliero viene meno quando gli avversari salgono in cattedra. (23’ st Iannantuoni sv).
Sala 6 Gioca molto bene nel primo tempo, riuscendo anche a far vedere cose interessanti all'inizio. Nel secondo, però, si perde decisamente di spirito.
Protopapa 6.5 Un attaccante estremamente deciso, sopratutto nel primo tempo dove ha dato davvero il massimo.
All. Scrugli 6.5. Consapevole e schietto, sprona i suoi ragazzi a dare il loro meglio. Si capisce che punta in primis a migliorare a livello di mentalità.

ARBITRO
Consonni di Seregno 6.5
 Fa decisamente bene il suo lavoro, con esperienza. Lascia fare ai ragazzi il loro gioco e fischia quando è necessario, dando sempre letture esatte, a dispetto degli animi caldi sugli spalti. 

LE INTERVISTE

BIASSONO
L'allenatore Mendez è decisamente contento. La partita, a suo dire, è stata giocata bene e con intensità, dovuta sopratutto alla sconfitta della settimana precedente. «Arriviamo da una sconfitta con il Bovisio, dovevamo recuperare. Non è difficile a questa età cambiare le teste e quindi siamo riusciti a migliorarci sia con l'atteggiamento sia con il gioco. Hanno giocato bene, hanno fatto quello che gli abbiamo insegnato e devo fare i complimenti ai ragazzi. Complimenti anche alla Leo Team per aver giocato una partita decisamente leale, senza nessuno screzio fra i ragazzi. Non è una cosa scontata». Gli aspetti da migliorare sono comunque tanti, come è giusto che sia: «L'esperienza ci porterà poi a migliorare sempre di più».

LEO TEAM
Anche l'allenatore Scrugli si dice tutto sommato soddisfatto. Riconosce la superiorità degli avversari ed è sicuro di poter portare i suoi ragazzi ad un livello simile nel futuro prossimo: «Siamo partiti bene, abbiamo approcciato nel modo giusto. Abbiamo subito quel gol verso il decimo ed è iniziato il black-out da cui non siamo riusciti a riprenderci. Giustamente loro erano superiori, hanno fatto la loro partita e l'hanno portata a casa bene. Dobbiamo lavorare sulla fase difensiva e dobbiamo crescere a livello tecnico. Poi un po' di malizia in più perché siamo molto inesperti sotto quel punto di vista. Così facendo possiamo arrivare al livello del Biassono, ma c'è un po' da lavorare».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400