Cerca

Under 14

Biassono-Folgore Caratese: primo tempo a reti bianche su campo ghiacciato, poi Impoco la sblocca e Mango la chiude, regalando il pass Regionali alla squadra di Saragozza

Sono i gol di Impoco e di Mango dalla panchina a decidere la gara della Folgore Caratese con il Biassono: gli ospiti chiudono il girone da imbattuti con statistiche incredibili

Biassono-Folgore Caratese: primo tempo a reti bianche su campo ghiacciato, poi Impoco la sblocca e Mango la chiude, regalando il pass Regionali alla squadra di Saragozza

Patrik Mango, doppietta per lui in maglia Folgore Caratese dopo esser subentrato dalla panchina

Con un 3-0 in casa del Biassono, la Folgore Caratese conclude il girone di Under 14 a punteggio pieno e strappa il pass per i Regionali riservato alle prime classificate. La squadra di Saragozza conclude questa stagione, dunque, con 52 reti fatte e appena 2 subite e, nella fase primaverile, calpesterà dunque il palcoscenico più importante e anche impegnativo dei campionati regionali. Nella partita conclusiva, decisiva per il passaggio, sugli scudi le prestazioni di Impoco, Cagnes e del subentrato Mango, tre giocatori che con il loro contributo hanno indirizzato la gara in favore degli ospiti. Ha dato il massimo ed ha poco da recriminare il Biassono di Mendez, che nel primo tempo disputa un buon match e riesce a mettere in difficoltà la capolista, salvo poi ritrovarsi a rincorrere dopo una manciata di minuti della ripresa. Il Biassono conclude il campionato al quarto posto e il tecnico è già con la testa alla seconda parte di stagione, in cui ci sarà in palio il titolo, perché al di là della classifica la sua squadra ha dimostrato di potersela giocare con praticamente chiunque.

Ghiaccio ed equilibrio. Primi ritmi scanditi da buoni ritmi, con le due squadre che si affrontano immediatamente a viso aperto, facendo girare bene il pallone, nonostante il campo ghiacciato – solo superficialmente. Prima vera occasione dopo circa una decina di minuti, con il Biassono che rende pericoloso grazie al tiro di Riva, che controlla palla, si gira e di poco non inquadra lo specchio, con la palla che finisce di poco sopra la traversa. Al quarto d’ora grande brivido per il Biassono, con la Folgore Caratese che sfiora il vantaggio con Bianchi, che pressa Perversi, intento a coprire un pallone sul quale può intervenire Del Re, che non blocca bene la sfera ma riesce comunque in due tempi ad evitare il peggio. Al 21’ grande intervento di Cagnes, che su un traversone esce con un tuffo spettacolare, prendendo la palla di pugno e riuscendo a liberare l’area. Ci prova Mariani al 27’ per il Biassono, con una bella pennellata da calcio di punizione poco distante dal vertice dell’area: la traiettoria è giusta, ma il pallone finisce a qualche centimetro dall’incrocio dai pali, spegnendosi sul fondo. La Folgore ci prova dalla distanza ad un minuto dalla fine del primo tempo con Vertemara, che sguscia in mezzo a tre avversari e conclude a rete, ma il tentativo è debole e la palla è facile preda tra le braccia del portiere della squadra di casa.

Direzione Regionali. In apertura di secondo tempo si rende subito pericolosa la squadra di casa con un tiro di Gasparello che finisce alto da buona posizione e poi, sul capovolgimento di fronte, è la Folgore a passare in vantaggio, con Impoco che raccoglie una bella diagonale e a tu per tu con Del Re, pressato, riesce con la punta ad anticipare tutti, portando in vantaggio gli ospiti con un gol potenzialmente pesantissimo. La partita si fa più fisica, con i giocatori che cercano spesso il duello fisico per contendere il possesso agli avversari, con l’arbitro che sembra perdere la situazione di mano, non ravvedendo diversi contatti che dalla tribuna sembrano irregolari. Al 16’ i padroni di casa sfiorano il pareggio con Colombo che dopo una serie di rimpalli in seguito ad un calcio d’angolo prova la conclusione al volo, ma la palla finisce di poco fuori. Cagnes salva il risultato al 27’, quando Mariani raccoglie una bella imbucata e al volo fa partire un bel pallonetto che il portiere, però, con ottimo scatto di reni riesce a buttare in angolo. Due minuti dopo colpisce la legge del gol ed è Mango a segnare il raddoppio per la Folgore Caratese, dopo il suo ingresso di qualche minuto prima. Dopo una manciata di minuti in cui il Biassono prova ad accorciare le distanze, arriva il tris firmato ancora da Mango al 36’, che conclude un contropiede portato avanti da Impoco, che al limite dell’area apre splendidamente per lui che, anche se goffamente, supera il portiere e fa 3-0, chiudendo definitivamente la partita. Al triplice fischio di Michelini la partita si chiude in maniera ufficiale e anche questa prima parte di stagione di Under 14, con la Folgore Caratese che esulta per il passaggio ai Regionali.

IL TABELLINO

Biassono-Folgore Caratese 0-3
RETI: 2' st Impoco (F), 29' st Mango (F), 36' st Mango (F).
BIASSONO (4-4-2): Del Re 6.5, Perversi 6.5, Messina 6, Felici 6, Cuozzo 6, Massimo 6.5 (30' st Mendicino sv), Gasparello 6.5, Dini 6.5, Colombo 6.5 (32' st Frison sv), Riva 7, Mariani 6. A disp. Talocchi, Loreti, Galbiati, Tornaghi. All. Mendez.
FOLGORE CARATESE (4-2-3-1): Cagnes 7.5, Stirpe 7, San Martin 7, Vertemara 7, Valerin sv (16' Milenkov 6.5), Sironi 7, Moscatelli 7 (30' st Corapi sv), Critelli 6.5, Bianchi 6.5 (23' st Mango 8), Cuelho 6.5, Impoco 8. A disp. Aveni Cirino, De Marco, Zangari. All. Saragozza 7.
ARBITRO: Michelini di Seregno 6.
AMMONITI: Riva (B).

LE PAGELLE

BIASSONO
Del Re 6.5 Buone le uscite e sicuro di sé su praticamente tutti i palloni, riesce a trasmettere sicurezza alla linea difensiva, che gioca molto alta e rischia di farsi infilare, ma lui è costantemente vigile.
Perversi 6.5 Partita attenta in difesa, in cui concede poco anche grazie alla sua fisicità e alle sue buone doti in anticipo degli attaccanti.
Messina 6 Va un po’ in sofferenza quando gli attaccanti sfrecciano dalle sue parti, ma lui in un modo o nell’altro riesce comunque ad arginarli e fare il suo, evitando che la squadra corra particolari pericoli.
Felici 6 Contro la punta avversaria fa un po’ fatica, perché i suoi scatti sono brucianti. Lui cerca di contenerlo come può, seppur con qualche sbavatura.
Cuozzo 6 Per gran parte della partita il più battagliero in difesa perché lotta su ogni pallone e cerca di concedere poco. Purtroppo, il gol arriva dalla sua fascia, in una delle poche occasioni in cui viene colto di sorpresa.
Massimo 6.5 Motorino di centrocampo e difensore aggiunto nei momenti di difficoltà per la sua squadra. Jolly dei padroni di casa, che in lui hanno un uomo in grado di svolgere nel migliore dei modi le due fasi. (30’ st Mendicino sv).
Gasparello 6.5 Nel primo tempo fa un po’ fatica e lo si vede poco. Nel secondo avanza un po’ il suo raggio d’azione ed è più protagonista, anche se non riesce a capitalizzare nel migliore dei modi le azioni che capitano tra i suoi piedi.
Dini 6.5 In campo è il più minuto dal punto di vista fisico, ma anche il più battagliero: morde le caviglie di continuo agli avversari e non molla mai il portatore di palla avversario quando passa dalle sue zone. Nel secondo tempo si spegne perché la partita si fa più fisica.
Colombo 6.5 In tutti i modi ci prova ad inventare e fare del suo meglio per mandare in porta i compagni e, in generale, creare pericoli. Purtroppo, non è troppo supportato dai compagni di squadra e quindi deve mettersi in proprio. (32’ st Frison sv).
Riva 7 In attacco, specialmente nel primo tempo, corre tantissimo e porta via gli avversari per liberare gli spazi in favore dei compagni. Nell’arco di tutta la partita dimostra un buon senso tattico
Mariani 6 Punta più statica rispetto al compagno di reparto, con la sua fisicità riesce comunque a mettere in difficoltà i difensori che, comunque, in un modo o nell’altro riescono ad arginarlo.
All. Mendez 6.5 La sua squadra gioca bene nel primo tempo e in realtà anche nel secondo. Gli avversari sono più cinici e ai suoi manca un po’ di quella cattiveria agonistica necessaria in queste partite.

FOLGORE CARATESE
Cagnes 7.5 Inoperoso per quasi tutta la gara perché gli avversi inquadrano poco lo specchio della porta. Ha il grande merito però di farsi trovare pronto quando la grande conclusione arriva, sventandola nel migliore dei modi.
Stirpe 7 Buona la sua partita, perché concede veramente poco agli avversari, sia nel primo che nel secondo tempo, vigilando la sua zona di campo con estrema concentrazione e tanto agonismo.
San Martin 7 Sulla fascia una bella gara, fatta da tante chiusure puntuali nei confronti degli avversari che, al di là del risultato, ci hanno provato spesso. Bene anche nei momenti di spinta.
Vertemara 7 Cerniera di centrocampo davanti alla difesa, cerca di rompere le trame degli avversari e di mettere poi subito a disposizione il pallone ai compagni del reparto offensivo. Quando c’è da mettere il fisico, non si tira indietro.
Valerin sv Esce dopo un quarto d’ora circa a causa di una botta rimediata che non gli consente di continuare la gara.
16’ Milenkov 6.5 Buttato nella mischia a causa di un infortunio del compagno, inizia in maniera molto timida ed è un atteggiamento che mantiene per tutta la partita, ma comunque fa il suo e riesce a dare la giusta copertura laddove ce n’è bisogno.
Sironi 7 Al centro della difesa controlla agilmente quasi tutte le situazioni, non facendosi mai cogliere di sorpresa e prendendo sempre le decisioni giusta, in fatto di interventi e giocate con la palla.
Moscatelli 7 Motorino di centrocampo, recupera tantissimi palloni e fino all’ultimo la sua corsa è fondamentale per mettere i bastoni tra le ruote ai giocatori della squadra di casa. (30’ st Corapi sv).
Critelli 6.5 Parte a rilento, con un primo tempo abbastanza opaco anche perché in quella frazione la partita era difficile da interpretare. Nella ripresa cresce assieme a tutta la squadra, riuscendo a rendersi protagonista con alcune belle giocate.
Bianchi 6.5 Tantissima corsa per lui, che va costantemente a pressare il primo portatore di palla avversario. Anche in fatto di attacco poi si rende concreto, dimostrandosi un pericolo per la retroguardia della squadra di casa.
23’ st Mango 8 Sin dal suo ingresso in campo si capisce che ha voglia di lasciare il segno e infatti, nel poco tempo a disposizione, segna il gol del raddoppio e quello della sicurezza, rendendosi uno dei protagonisti assoluti della partita.
Cuelho 6.5 Buona partita fatta di sacrificio più che di fantasia. Una prestazione più da numero 8 che da numero 10, ma al di là del suo dorsale, è utile a tutta la manovra della Folgore Caratese, che su di lui conta molto.
Impoco 8 Una partita clamorosa per lui, che chiude nel migliore dei modi questa prima parte di stagione. Un gol e un assist a impreziosire una gara disputata in maniera maiuscola e quasi senza alcun tipo di sbavature.
All. Saragozza 7 La Folgore Caratese nel primo tempo è un po’ imballata, anche perché gli avversari sono battaglieri. Nel secondo tempo il gol arriva praticamente subito e la partita si mette in discesa, controllandola in maniera abbastanza agevole.

ARBITRO
Michelini di Seregno 6 Una conduzione di gara timida, durante la quale si è fatto influenzare dalle lamentele dei giocatori in campo e non ha saputo avere il polso giusto quando sono arrivati spintoni e trattenute eccessive.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400