Cerca

Under 14

Base 96-Bellusco: il canto di Galli manda i sevesini ai Regionali, il cammino dei ragazzi di Fedele si interrompe allo spareggio

Il playoff tra le due migliori seconde premia il tecnico Domenico Franzoni, la sua squadra domina nel primo tempo e resiste nella ripresa

Base 96-Bellusco Under 14

Thomas Mangia (Base 96) libera sull'attacco di Matteo Penati (Bellusco)

È fatta, la Base 96 è ai Regionali. Meritando e soffrendo, sbloccando lo spareggio delle migliori seconde contro il Bellusco nel primo tempo e resistendo ai tentativi avversari di rimonta nella ripresa. A decidere la promozione è Giacomo Galli, proprio lui, trascinatore durante questa prima parte della stagione e recuperato in extremis per la partita più delicata, la gara da dentro-fuori disputata sul sintetico di Carugate. Finisce 1-0, con i ragazzi di Franzoni che coronano il loro percorso quasi perfetto con l'approdo ai Regionali e con il Bellusco che cede a testa altissima: in avvio di gara la differenza tra le due squadre pareva evidente, e invece la formazione di Fedele nella ripresa ha preso il sopravvento cercando in ogni modo di riaprirla, seppur senza creare grosse occasioni da gol.

Dominio sevesino. La Base 96 sembra avere una marcia in più: merito del 4-4-2 quadrato e meglio messo in campo rispetto a un Bellusco che ci mette un po' per trovare le giuste posizioni in campo, merito di una linea difensiva impermeabile (grande partita di Lollo e Mangia) e di una fase offensiva che si appoggia alle idee di Copreni e Mangiacotti sugli esterni e al tandem Marceca-Galli là davanti; il resto - recuperare palloni e far girare il gioco - lo fanno i due centrali di centrocampo, Mastrapasqua e Rossi. Il predominio territoriale dei sevesini si traduce in una prima occasione clamorosa al 13', quando Galli supera Mazzei ma colpisce una clamorosa traversa con Pavesi che poi salva tutto su Marceca. È la prova generale del vantaggio, che arriva al 22': numero pazzesco di Copreni a sinistra che con una giocata funambolica fa fuori Scorti e Dozio prima di verticalizzare per Galli, che anticipa l'uscita di Mazzei e deposita in rete a porta vuota l'1-0. Il vantaggio fortifica ulteriormente la consapevolezza della Base 96 che controlla fino all'intervallo senza correre alcun rischio; il Bellusco accenna a una reazione, ma la conclusione da lontano di Penati è troppo debole per impensierire Mazzini.

Orgoglio rossoblù. Se il secondo tempo è meno scontato di quello che tutti pensavano, il merito va a un Bellusco capace di rimanere in partita fino alla fine. Nonostante la superiorità degli avversari, infatti, i ragazzi di Fedele compensano con un grande spirito combattivo e con le qualità di Matteo Penati che gira intorno a Franchella, centravanti di manovra capace di mettere sempre apprensione alla difesa avversaria con la sua fisicità: il piede educato di Fagiani e la presenza costante in mezzo al campo di Barili sono gli elementi a cui il Bellusco si aggrappa per cercare di recuperare il gol di svantaggio; la mossa tattica, quella di Leoni che gioca da centrocampista ma abbassandosi tra i due difensori centrali quando c'è da far partire l'azione, permette ai rossoblù di tenere bene il campo provando anche qualche sortita in avanti. La buona volontà però non si traduce in occasioni, anche perché la difesa della Base 96 è insuperabile: Borgonovo e Saronni lavorano alla grande sulle fasce, e così Mazzini può dormire sonni tranquilli. Blindata la difesa, rimarrebbe solamente da chiudere la partita: ci prova Mangiacotti con un destro fuori misura dopo un bel lancio di Mastrapasqua (27'), poi tocca a Copreni impegnare Mazzei con un colpo di punta da dentro l'area di rigore respinto di piede dal portiere (34'). Il raddoppio non arriva, ma il Bellusco non riesce mai ad arrivare pericolosamente al tiro nemmeno nel forcing finale. E così, dopo il triplice fischio di Gramegna scatta la festa rossoverde: in spogliatoio si canta «Ce ne andiamo ai Regionali». E il direttore Zambelli "gongola"…

IL TABELLINO

BASE 96-BELLUSCO 1-0
RETE: 22' Galli (Ba).
BASE 96 (4-4-2): Mazzini 6.5, Borgonovo 6.5, Saronni 7, Mastrapasqua 7.5, Lollo 8, Mangia 7, Mangiacotti 7.5, Rossi 6.5 (31' st Buran sv), Marceca 6.5 (20' st Di Nardo sv), Copreni 7.5, Galli 8 (8' st Zito 6.5). A disp. Pinel, Zanella, Vigorelli, Morano, Oberto, Caldarelli. All. Franzoni 7.5. Dir. Gioso.
BELLUSCO (4-2-3-1): Mazzei 6.5, Scorti 6 (11' st Ricco 6), Pulerà 6 (31' st Benaissi sv), Barili 6.5, Pavesi 7 (33' st Peragine sv), Dozio 6, Carzaniga 6 (11' st Stragapede 6), Penati 7, Franchella 6.5, Fagiani 6 (25' st Riva sv), Leoni 6.5 (25' st Vassalli sv). A disp. Ougasse. All. Fedele 6.5. Dir. Pulerà.
ARBITRO: Gramegna di Monza 7.5.
AMMONITI: Mastrapasqua (Ba), Copreni (Ba), Mangia (Ba).

Galli salta il portiere e deposita in rete il gol della vittoria

LE PAGELLE (in aggiornamento)

BASE 96
Mazzini 6.5
Nessun vero intervento ma una gestione in sicurezza di tutto ciò che gli capita tra le mani. Con lui la difesa dorme sonni tranquilli.
Borgonovo 6.5 Controlla la sua zona e non fa passare nessuno, gara precisa anche senza spingere particolarmente: lascia il compito a Mangiacotti guardandogli le spalle.
Saronni 7 Superarlo è una missione praticamente impossibile. Fisicamente superiore, ottime chiusure e buon piede in fase di ripartenza dell'azione.
Mastrapasqua 7.5 Un mastino in mezzo al campo, tampona ogni spazio che si crea e detta la sua legge sia quando c'è da fare filtro sia quando c'è da proporre. Alterna chiusure intelligenti a lanci millimetrici per i compagni.
Lollo 8 Sontuoso, diagonali perfette e una marcatura asfissiante su chiunque passi dalle sue parti. Guida la difesa come fosse un veterano.
Mangia 7 Al fianco di Lollo funziona a meraviglia. I due si capiscono al volo, dove non c'è uno c'è l'altro. Anche per lui una grandissima partita.
Mangiacotti 7.5 Lampi di genio a profusione, è il più pirotecnico dell'attacco: va anche al tiro nel secondo tempo, ma la mira è sbagliata. Avrebbe meritato il gol.
Rossi 6.5 Bene in entrambe le fasi, si nota poco ma la sua presenza è fondamentale: pulisce i palloni sporchi e asseconda Mastrapasqua nel giro-palla. (31' st Buran sv).
Marceca 6.5 Ha una buona occasione dopo la traversa di Galli ma viene fermato all'ultimo. Lavora bene spalle alla porta e apre spazi in cui Galli va a nozze. (20' st Di Nardo sv).
Copreni 7.5 La giocata con cui manda in porta Galli in occasione del gol partita è un capolavoro. Fa fuori due avversari uno dietro l'altro e manda in porta il compagno con un filtrante da playstation. Grandi giocate anche nel secondo tempo, soprattutto nel finale quando si aprono gli spazi.
Galli 8 Prima la traversa, poi il gol cui regala alla Base 96 i Regionali. Dominante spalle alla porta, devastante quando si lancia in campo aperto. Il gol è un mix di furbizia e fiuto, si apre la strada per segnare a porta vuota e firma il gol più importante dell'anno.
8' st Zito 6.5 Rimpolpa la mediana in un momento delicato della gara.
All. Franzoni 7.5 Missione compiuta, anche se con qualche brivido non preventivato almeno dopo il grande primo tempo dei suoi. Il suo capolavoro è stato quello di tenere la squadra sul pezzo dopo la sconfitta alla prima giornata contro la Folgore Caratese: da quel momento in poi bisognava vincerle tutte, e così è stato. Applausi.

La formazione della Base 96

BELLUSCO
Mazzei 6.5 Nulla da fare sul gol di Galli, tenta l'uscita ma viene anticipato dall'attaccante. Bella la parata nel finale su Copreni con la quale tiene in gara in suoi.
Scorti 6 Dalla sua parte Copreni è inarrestabile, prova a fermarlo ma non è una cosa semplice. Bravo comunque a provare a tenere basso il terzino suo dirimpettaio. (11' st Ricco 6).
Pulerà 6 Mangiacotti fa il fenomeno, ma lui non abbocca facilmente. Bravo tutto sommato a contenerlo più che può. (31' st Benaissi sv).
Barili 6.5 Un paio di pasticci, ma un'ottima prova per caparbietà e presenza in mezzo al campo.
Pavesi 7 Il migliore della difesa, lavora benissimo sulle punte e va spesso a chiudere i varchi lasciati dai compagni. Se non ci fosse lui probabilmente la squadra avrebbe incassato più gol. (33' st Peragine sv).
Dozio 6 Si fa saltare in occasione del gol decisivo, ma per meriti altrui e non per colpe sue. Anzi, è bravo a sbrogliare un paio di situazioni complicate.
Carzaniga 6 Un po' esterno e un po' in mezzo al campo, posizione ibrida che non lo aiuta ma che riesce a tenere in maniera pulita. (11' st Stragapede 6).
Penati 7 Grande cuore e buona tecnica, gioca a tuttocampo ed è quello che impensierisce maggiormente la difesa avversaria. Purtroppo per il Bellusco non basterà, ma la sua prestazione è davvero ottima.
Franchella 6.5 Dà fastidio con il fisico, viene spesso incontro e poi manda in profondità per i compagni. Non arriva mai al tiro ma il livello di sbattimento è altissimo.
Fagiani 6 Il piccoletto ha proprio un bel piede. Intelligenza tattica e buona tecnica, anche se alla lunga il centrocampo avversario ha la meglio. (25' st Riva sv).
Leoni 6.5 Lavoro centrale preziosissimo. Si abbassa quando c'è da far partire l'azione e poi affianca Barili nel cuore della mediana. (25' st Vassalli sv).
All. Fedele 6.5 Più di così forse non si poteva fare, peccato magari per essere entrati in partita un po' in ritardo. Di fronte però aveva una Base 96 superiore, alla quale ha tenuto testa come meglio si poteva.

La formazione del Bellusco

ARBITRO
Gramegna di Monza 7.5 L'arbitro perfetto per una partita delicata. Fa valere l'esperienza dirigendo con precisione e senza sbagliare nulla. Forse un filo fiscale con i cartellini gialli (due su tre per proteste), ma anche alcune chicche niente male: azzecca delle rimesse laterali impossibili e non sbaglia nemmeno un fuorigioco.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400