Cerca

Under 14

BM Sporting-Carugate: succede tutto nella ripresa, Pastori regala con un successo di misura il sogno dei Regionali a Rinaldo

Emozioni che solo uno spareggio può regalare a Vimercate: in una ripresa al cardiopalma è un gol dalla panchina a portare il Carugate ai Regionali

BM Sporting-Carugate

Carugate Under 14 esulta, si va ai Regionali!

E fu così che il buon Pastori guidò le sue pecore ai Regionali... La semi-citazione biblica è d'obbligo per raccontare lo spareggio tra BM Sporting e Carugate, con la vittoria ospite firmata da uno stacco, appunto, di Andrea Pastori, che entrato dalla panchina nella ripresa si è rivelato l'uomo della provvidenza, portando in paradiso i suoi e all'inferno un BM Sporting che per la partita e per la stagione disputata avrebbe sicuramente meritato di più: ma uno spareggio è uno spareggio, e anche stavolta ha regalato tutte le emozioni opposte che solo partite del genere sanno regalare.

Paura di sbagliare. Emozioni che però tardano ad arrivare nei primi minuti: le due squadre sentono tremendamente il peso della posta in palio, con gli errori di misura che si susseguono senza sosta e la gara che fatica ad entrare nel vivo, instaurando una fase di studio interrotta soltanto al 6', quando Postiglione in azione personale entra in area e manda fuori da posizione invitante. Ma l'invenzione del 9 viola resta per molto tempo l'unica della gara: le difese ben organizzate di Urzi e Rinaldo dominano sugli attacchi, con il cartello divieto di transito a campeggiare su entrambe le trequarti. Un balsamo per i puristi della tattica, mentre per chi ama lo spettacolo è come una minestrina riscaldata quando si ha molta fame. Un destro di Gentili da fuori al 21', comodamente bloccato da Tudose, è l'unico tiro in porta di un primo tempo davvero ingessato, in cui i ritmi col passare del tempo invece di alzarsi si abbassano: le due squadre rimangono bloccate, timorose nello scoprirsi e quasi più interessate a difendere lo 0-0, aspettando l'arrivo della stanchezza o di un episodio per trovare il varco giusto per far male.

Tutto nella ripresa. In una gara del genere, l'intervallo può essere più decisivo del campo, perché spesso capita che una delle due squadre esca dagli spogliatoi magicamente rivitalizzata: è proprio quello che succede al Carugate che, quasi inoffensivo nel primo tempo, passa in vantaggio alla prima azione della ripresa. È Varisco a firmare il vantaggio degli uomini di Rinaldo, ritrovandosi la palla dei sogni su una mischia in area, pronta per essere depositata in rete da pochi passi. I bianco-rosso-verdi cercano di sfruttare l'abbrivio dato dal vantaggio per qualche minuto di feroce pressione, ma il BM si riorganizza velocemente, intenzionata ad impostare un assedio alla ricerca del pareggio guidato soprattutto dalla forza di un'impellente disperazione. Al 13' Gentili riesce a guadagnare la linea di fondo, ma arrivato nei pressi dell'area piccola decide per la conclusione al posto dell'appoggio in mezzo, rendendo semplice l'intervento di Tudose. Il capitano del BM Sporting si impone però come protagonista assoluto di questa fase della partita, e al 16' vince un duello in area contro Negri, che vistosi battuto lo atterra: rigore netto, realizzato con freddezza da Pizzuti che spiazza Tudose per l'1-1. Il pareggio cambia definitivamente la trama della sfida: il BM si butta in avanti, ma il Carugate dopo un fisiologico momento di difficoltà trova soprattutto nel contropiede l'arma per reagire e rendersi pericoloso, apparecchiando la tavola per un finale senza esclusione di colpi, con lo spettro dei rigori che fa sentire sempre più vicina la sua presenza. Al 28' un'azione prolungata porta al tiro di Moschin, deviato brillantemente in angolo da un grande riflesso di Andreoni. L'estremo difensore dello Sporting non può però nulla sul successivo calcio d'angolo, quando Pastori lasciato colpevolmente solo incorna il colpo di testa dell'1-2. Shock totale per gli uomini di Urzi, che un minuto dopo rischiano di subire il colpo del K.O. con Varisco, che va via a Fogli e trova un tirocross che attraversa tutta la linea di porta prima di uscire sul fondo. Ma il Carugate può comunque cominciare a esultare: gli avversari non trovano più le forze per reagire, e al triplice fischio esplodono la gioia dei ragazzi di Rinaldo e le lacrime di quelli di Urzi, in un momento in cui il calcio diventa una metafora della vita. L'1-2 finale regala quindi ai carugatesi l'accesso ai Regionali, in una di quelle gare che nessuno avrebbe meritato di perdere, ma in cui la meravigliosa crudeltà di uno spareggio è stata la cornice perfetta per il successo degli uomini di Rinaldo.

IL TABELLINO

BM Sporting-Carugate 1-2
RETI: 1' st Varisco (C), 16' st rig. Pizzuti (B), 28' st Pastori (C).
BM SPORTING (4-3-3): Andreoni 6, Vimercati 6.5, Fogli 6.5 (32' st Mastrolonardo sv), Pizzuti 6.5, Riva 6, Gentili 7, Calvi 6 (21' st Bettiga 6), Piazzolla 6 (1' st Debdeb 6), Postiglione 6.5 (32' Origo 6), Patalano 6.5, Verderio 6.5 (29' st Padella sv). A disp. Farina, Ciraci, Mariani. All. Urzi 6.5.
CARUGATE (4-2-3-1): Tudose 6.5, Viani 7, Petrozza 6.5 (18' st Pastori 7.5), Negri 6, Pigozzi 7, Matera 6.5, Donghi 6 (14' st Lomaglio sv, 29' st Banfi sv), Lamperti 6.5, Varisco 7.5, Bompan 7, Colangelo 6.5 (8' st Moschin 6.5). A disp. Susnea, Breno, Capozzi, Colombo, Gumina. All. Rinaldo 7.
ARBITRO: Fontana di Monza 7.

LE PAGELLE

BM SPORTING
Andreoni 6 Mezza incertezza sul primo gol, non può invece nulla sul colpo di testa di Pastori.
Vimercati 6.5 Suona la carica nel finale con alcuni dei suoi mille scatti, polmoni infiniti.
Fogli 6.5 Varisco è un cliente difficile ma lui attinge a ogni sua possibilità per limitarlo, rendendo il duello affascinante. (32' st Mastrolonardo sv).
Pizzuti 6.5 Prestazione ordinata e solida in mezzo, di ghiaccio sul rigore più importante dell'anno.
Riva 6 Uno dei principali responsabili sull'1-2, macchia di una gara altrimenti positiva.
Gentili 7 All'uscita di Postiglione diventa effettivamente tuttocampista, dominio fisico e rigore conquistato.
Calvi 6 Poche occasioni per spingere sulla fascia, quando riesce ad arrivare al cross manca di precisione.
21' st Bettiga 6 Dentro per attaccare, si trova più che altro a dover chiudere i contropiedi avversari.
Piazzolla 6 Impatto altalenante sulla gara, alterna buone cose a pericolose distrazioni.
1' st Debdeb 6 Bravo e lucido nello stretto, non trova però la giocata vincente.
Postiglione 6.5 Con la sua energia e forza fisica fa reparto da solo, sfortuna immensa l'infortunio nella partita decisiva.
32' Origo 6 Più funambolico di Postiglione in zona offensiva, crea però meno pericoli.
Patalano 6.5 Sbatte spesso contro l'attenta difesa avversaria, ma è sempre insidioso con la palla al piede.
Verderio 6.5 Cerca con continuità lo strappo che può svoltare la gara, tra i migliori nel miglior momento dei suoi. (29' st Padella sv)
All. Urzi 6.5 In una gara secca non c'è tempo per i se e i ma: la fortuna non lo premia, ma applausi alla stagione della squadra.

CARUGATE
Tudose 6.5 Smanaccia su un paio di situazioni pericolose, sempre attento quando chiamato in causa
Viani 7 Più di spada che di fioretto, sempre e comunque efficace sulla fascia, che diventa a tutti gli effetti "sua".
Petrozza 6.5 Lavoro sporco in chiusura senza dimenticare la fase offensiva, ordinato ed equilibrato.
18' st Pastori 7.5 Al posto giusto nel momento giusto per diventare l'hombre del partido, gol che non dimenticherà.
Negri 6 Cervello della squadra, governa i ritmi della partita ma perde quel duello con Gentili, costretto a concedere un rigore che per sua fortuna sarà ininfluente.
Pigozzi 7 Nel momento di maggiore difficoltà indica alla squadra la luce in fondo al tunnel, roccia pura.
Matera 6.5 Benedice l'uscita di Postiglione che lo stava facendo soffrire, da lì in poi prova sicura.
Donghi 6 Movimenti giusti e costanti, gli manca però lo spunto giusto per saltare l'uomo con continuità. (14' st Lomaglio sv, 29' st Banfi sv).
Lamperti 6.5 In difficoltà all'inizio, trova la posizione e il modo di incidere sulla gara col passare dei minuti.
Varisco 7.5 Sblocca la gara, sfiora un altro paio di volte il gol e fa impazzire in mille modi i difensori avversari.
Bompan 7 Giocate di qualità sopraffina sempre pronte, da vero 10 non perde mai la bussola, nemmeno nel finale.
Colangelo 6.5 Punta l'uomo un'azione sì e l'altra pure, non sempre lo salta ma è comunque un grattacapo.
8' st Moschin 6.5 Ingresso determinato, sa come rendersi pericoloso.
All. Rinaldo 7 L'accesso ai regionali è il giusto premio per una squadra che non molla mai, anche quando la partita sembrava poterle sfuggire di mano.

ARBITRO
Fontana di Monza 7
Mai facile gestire gare del genere, lo fa bene e non sbaglia la chiamata del rigore.

LE INTERVISTE

Amarezza sì, ma anche tanta consapevolezza nelle parole di Urzi a fine gara: «Sono molto dispiaciuto per i ragazzi, avrebbero meritato la qualificazione, ma purtroppo in queste partite secche a volte ti va bene e a volte ti va male, la dea bendata stavolta non ci è stata amica. Restano comunque l'orgoglio e la soddisfazione per quello che abbiamo fatto in questa stagione, insieme alle basi forti per ripartire subito»

"Felicissimo e stanchissimo" invece Rinaldo, il tecnico del Carugate può festeggiare un grande successo per la squadra e per la società: «Siamo ovviamente al settimo cielo: i ragazzi hanno dato tutto, e sono soprattutto stati molto bravi a non disunirsi dopo il pareggio, contro una squadra tostissima che ci ha messo più di una volta in difficoltà. È una grande soddisfazione per questo gruppo, che ora si prepara ad affrontare i regionali consapevole di non essere tra le favorite, ma pronto a dare ancora una volta il 200%».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400