Cerca

Under 14

Dalla panchina gli assi nella manica: la svolta arriva grazie ai cambi

I Leoni di Gusmeroli giocano un super primo tempo, ma la Campagnola nella ripresa è un'altra squadra e inchioda il risultato sul pari

Campagnola, che ripresa! Abrusci e Meoli riportano l'equilibrio

Tommaso Taurino (di spalle) e Jacopo De Leo, della Football Leon

Pareggio ricco di emozioni quello regalato da Football Leon e Campagnola: i padroni di casa, così come successe due settimane fa contro il Muggiò, si vedono nuovamente rimontare il doppio vantaggio maturato nella prima frazione di gioco con il 2-2 ospite che arriva al tramonto della ripresa. Gusmeroli assapora così i primi 3 punti, che anche oggi gli sfuggono dalle mani a causa di un calo drastico, a livello fisico, che porta i suoi ad una serie di ingenuità che premiano, in qualche modo, la ripresa di carattere della Campagnola. La svolta per Smaniotto passa dalla panchina e dal cambio modulo. Dopo un primo tempo deludente e contratto, la difesa a 3 adoperata nella ripresa porta maggiori soluzioni in fase offensiva e ad una svolta nella tenuta del campo, che permette di limitare i tanti spazi concessi inizialmente ai padroni di casa.

Padroni di casa avanti. La voglia della Football Leon di trovare i primi 3 punti del suo campionato è tanta: le prime tre uscite hanno fatto registrare altrettante sconfitte, spesso di misura, per un morale atterrito a causa della mancanza di risultati a seguito di prestazioni comunque positive. Come successo contro il Muggiò, anche la gara contro la Campagnola vede l’avvio deciso da parte dei ragazzi di Gusmeroli, da subito proiettati in fase offensiva nel tentativo di sbloccare da subito il match. Il più ispirato è Lumicisi, bravo nelle prime battute di gioco a cercare il lampo utile per aprire le danze. Ci prova infatti prima con una grande conclusione al volo di prima, su assist al bacio di Simeone, trovando però la splendida parata di Arosio. La sensazione è che sia solamente questione di tempo e difatti bastano 7 minuti di gioco perché arrivi il meritato vantaggio. Calcio d’angolo proprio per il numero 11, che pesca sul primo palo il taglio preciso e la deviazione vincente del classe 2009 Wickramarathne per il gol dell’1-0. La Campagnola è scossa ma riesce quantomeno a rispondere: poco dopo il momentaneo vantaggio dei padroni di casa ci pensa Abrusci a trascinare i suoi, con una bella incursione sulla destra premiata con un penalty a seguito dell’intervento scomposto di Lamberti. Numero 9 che dal dischetto è però poco fortunato, con il palo colpito che permette alla Football Leon di tirare un sospiro di sollievo. Serve chiudere i conti o quanto meno indirizzare meglio la gara. Il forcing dei padroni di casa è deciso e produce alla lunga i suoi effetti: il gol del 2-0 arriva a conclusione di una lunga fase di possesso chiusa con la conclusione di potente di Taurino che trova l’incrocio dei pali.

Rimonta Campagnola. In termini di occasioni create e intensità il match sembra ben indirizzato: la Football Leon ha chiuso infatti il primo tempo riversata nella metà campo avversaria, per un tiro a segno verso la porta di Arosio dove spesso a fare la differenza è stato il poco cinismo nel trovare la via del gol. Arma a doppio taglio che nella storia del calcio ha spesso prodotto risultati avversi e gare dove, chi la faceva da padrona, ha dovuto arrendersi al ritorno deciso di chi non ha mai demorso. Una storia che si ripete anche in questa occasione e dove i protagonisti sono i ragazzi di Smaniotto. La Campagnola infatti torna in campo con un animo diverso e più battagliero; la carica vera arriva in primis da Formenti e Imbrogno, cambi adoperati dal tecnico lissonese che portano da subito ad un cambio di rotta. Sul piano tattico è poi decisivo il passaggio alla linea difensiva a 3, a favore di una maggiore fantasia in fase offensiva. I primi 2 minuti sono di pura marca ospite: il pressing alto porta i ragazzi in verde a creare da subito due grandi palle gol dalle parti di Mugnai che prima riesce a salvare il tutto, salvo poi vedere spinta a rete da Abrusci la respinta corta su un’azione convulsa nell’area di rigore lesmese. Football Leon che prova a respingere affidandosi alla fisicità di Simeone, poco fortunato però visto che le due successive conclusioni verso la porta di Arosio fanno la barba al palo terminando di poco a lato. Il match da qui prosegue su binari tranquilli: la Football Leon tiene botta e trova una buona concretezza, puntando tutto sull’attacco alla profondità con i propri terminali offensivi; la Campagnola invece continua a cercare il guizzo utile per pareggiare un match. Ci va vicino al 2-2 al 27’, quando Mugnai temporeggia nel rilanciare la sfera andando a colpire in pieno Abrusci; la palla rotola verso la sua porta con il numero 1 di casa chiamato ad un colpo di reni provvidenziale a togliere dalla rete un gol già fatto. La beffa mancata arriva però poco più tardi, al minuto 33’, quando il corner della formazione ospite trova sul secondo palo Meoli, lasciato indisturbato dalla difesa di casa. Il 17 si coordina bene e trova il sinistro vincente che vale il pareggio finale: Gusmeroli esce con l’amaro in bocca; Smaniotto, invece, si gusta una rimonta che pareva utopia ed una ripresa di puro carattere dei suoi.

IL TABELLINO

Football Leon-Campagnola 2-2
RETI (2-0, 2-2): 7' Wickramarathne Aditha (F), 18' Taurino (F), 2' st Abrusci (C), 33' st Meoli (C).
FOOTBALL LEON (4-3-3): Mugnai 6.5, Aitibi 6 (21' st Razhdanov Georgi 6), Ferri 6.5, De Leo 6.5 (21' st Capone 6), Corneo 6 (9' st Panzeri 6), Lamberti 6, Zeqiri 6 (9' st Curtotti 6), Taurino 7, Simeone 6.5 (26' st Denci 6), Wickramarathne Aditha 7, Lumicisi 7 (26' st Ferrara Giulio sv). All. Gusmeroli 6.
CAMPAGNOLA (4-4-2): Arosio 6, Romeo 6.5, Redaelli 6 (29' st Simonetti sv), Beltrami 5.5 (1' st Imbrogno 6), Persico 5.5 (1' st Formenti 6.5), Franzini 6 (29' st Oggianu sv), Bugini 6.5, Romeo 6 (21' st Meoli 7), Abrusci 7, Pepe 6, La Gamba 6 (15' st Colzani 6). A disp. Pelucchi, Meloni. All. Smaniotto 6.5.
ARBITRO: Megna di Seregno 7.
AMMONITI: Franzini (C).

La gioia del Campagnola al 2-2 di Meoli

LE PAGELLE

FOOTBALL LEON
Mugnai 6.5 Nella ripresa rischia la frittata su Abrusci trovando però una grande parata con un gran colpo di reni. Viene messo più volte a dura prova e riesce sempre a rispondere presente.
Atibi 6 Ordinato e sempre attento a livello difensivo sbaglia poco o nulla. Può fare qualcosa in più per quanto riguarda la fase offensiva dove può dare maggiore spinta. (21’ st Razhdanov 6).
Ferri 6.5 Trova un buon equilibrio nelle due fasi di gioco trovando tante buone indicazioni e soluzioni. Nel secondo tempo si propone spesso in avanti con risultati non sempre eccelsi.
De Leo 6.5 Lì in mezzo detta ottimi tempi di gioco trovando tante buone soluzioni per i compagni quando si tratta di aprire il gioco per far ripartire i suoi. (21’ st Capone 6).
Corneo 6 Oggi resta dietro in difesa e tiene botta facendosi valere specie in fase di impostazione dal basso. (9’ st Panzeri 6).
Lamberti 6 Qualche errore che non fa parte del suo bagaglio tecnico-tattico. Prima l’errore sul rigore di Abrusci, poi poca personalità in certi frangenti dove può fare decisamente meglio.
Zeqiri 6 Tende spesso ad essere fumoso in certi frangenti dove ha la possibilità di azzardare giocate più efficaci. Offre buone soluzioni ai compagni, specie nella fase di non possesso. (9’ st Curtotti 6).
Taurino 7 Da limare qualche situazione nella gestione del pallone dove rischia di essere macchinoso e poco pulito. Splendido il gol del 2-0 con una conclusione violenta e precisa che va ad infilarsi sotto l’incrocio dei pali.
Simeone 6.5 Solita prova di sacrificio e sostanza: battaglia su tutti i palloni attaccando la profondità alla meraviglia. Sottorete pecca di poco cinismo con le tante occasioni create che finiscono sul fondo di poco. (26’ st Denci 6).
Wickramarathne 7 Esordio dei migliori: dopo pochi minuti si iscrive da subito a referto, poi colleziona una prestazione maiuscola anche quando viene spostato al centro della difesa.
Lumicisi 7 Guida i suoi inizialmente con una prova di gran carattere. Si porta spesso in avanti trovando tante ottime soluzioni per i compagni peccando a volte di troppa generosità, specie quando attacca l’area. (26’ st Ferrara sv).
All. Gusmeroli 6 Paga il calo fisico dei suoi nella ripresa, situazione che già si era palesata nella sfida contro il Muggiò. Grande amaro in bocca per un primo tempo ottimo, dove alla fine paga il poco cinismo dei suoi.

CAMPAGNOLA
Arosio 6 Apre con un intervento meraviglioso sulla conclusione al volo di Lumicisi. Sui due gol può ben poco e nel complesso la sua è una prova positiva anche se rimane qualche frangente dove pare poco convinto negli interventi.
Romeo Christian 6.5 La difesa resta in piedi grazie alle sue ottime giocate in marcatura e nei duelli fisici a contrasto. Contiene al meglio Simeone, avversario parecchio scomodo contro cui però sa farsi sempre valere.
Redaelli 6 A livello tattico spesso si fa trovare fuori posizione con l’attacco di casa che riesce a passargli spesso alle spalle, attaccando lo spazio che concede. (29’ st Simonetti sv).
Beltrami 6 Lumicisi, in avvio di partita, gli va via quando e come vuole. Le difficoltà vere arrivano quando ad avanzare è anche Ferri, per 2 vs 1 che lo mette spesso in seria difficoltà.
1’ st Imbrogno 6 Si prende le chiavi del centrocampo dettando tempi di gioco e soluzioni in fase offensiva sempre utili per i movimenti dei compagni.
Persico 6 Per sua fortuna Zeqiri lo punta poche volte e questo limita i suoi compiti in fase difensiva. Resta però una prova opaca e timida dove non mette in mostra tutto il suo potenziale.
1’ st Formenti 6.5 Una vera spina nel fianco da contenere visto il gran dinamismo offerto in avanti, dove va a lottare su ogni pallone vacante che passano dalle sue parti.
Franzini 6 Mantiene una buona posizione di equilibrio sulla sinistra dando una gran mano a Romeo in fase di contenimento. In avanti ha poche volte modo di farsi valere. (29’ st Oggianu sv).
Bugini 6.5 Nel primo tempo tiene in piedi il centrocampo con una prova maiuscola quanto a tecnica e quantità, specie per quanto riguarda la fase di recupero palla e riciclo per i compagni.
Romeo Gabriele 6 Come Franzini è chiamato a tenere una posizione intermedia di supporto alla fase difensiva. Regge bene e soffre il giusto trovando qualche buona soluzioni per far ripartire i compagni.
21’ st Meoli 7 Al primo pallone giocabile utile trova il gol che vale il pari finale. Una zampata decisiva che permette ai suoi di rimontare il doppio svantaggio iniziale.
Abrusci 7 Qualità da giocatore pronto per il salto di qualità: oltre al gol trova tante ottime giocate sia in fase di possesso che quando si tratta di andare a pressare e recuperare la sfera.
Pepe 6 Rispetto ad Abrusci fatica lì in avanti andando raramente a creare effettivi pericoli dalle parti di Mugnai. Cerca di farsi valere come può ma alla fine la sua è una prova opaca.
La Gamba 6 Meglio quando viene spostato più largo sulla fascia, dove ha modo di agire più liberamente e con maggiore efficacia. (15’ st Colzani 6).
All. Smaniotto 6.5 Premiato il carattere mai arrendevole dei suoi. Rimane però un primo tempo giocato sotto tono e con poca personalità.

ARBITRO
Megna di Seregno 7 Partita di semplice amministrazione: giusta la doppia chiamata sul rigore Campagnola, per il resto è sempre presente nel vivo dell’azione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400