Cerca

Ausonia-Club Milano Under 14: grandissimo poker dei neroverdi trascinati da Rossi, Cortese e Briani

WhatsApp Image 2021-05-22 at 19.02.16
Finalmente si torna a parlare di calcio giocato anche per le categorie giovanili, e sia Ausonia, che Club Milano, dimostrano sul campo quanto gli sia mancato giocare a pallone. Un amichevole di lusso tra due grandi società che possono contare su un eccellente settore giovanile. Una partita emozionante e combattuta, soprattutto nel primo tempo, con le due squadre che mettono in mostra diversi giocatori degni di nota. A vincere è l'Ausonia, che si impone sul Club Milano con un perentorio 4-1 firmato da Rossi, Cortese e Briani. La testa di Rossi. La partita è subito briosa, con i ragazzi di Meduri in classica tenuta biancorossa, che amministrano la partita, ipnotizzando gli avversari con un efficace giro palla, anche se l'Ausonia non sta di certo a guardare, ripartendo in contropiede e provando a pungere in velocità. La prima occasione del match capita agli ospiti al 10' di gioco, quando un ispirato Canino sfrutta un incertezza della retroguardia verde e calcia in porta dal limite dell'area, ma la sua conclusione termina a lato di poco. Ausonia che comincia a premere sull'acceleratore dal 15' e in un paio di minuti i verdi confezionano qualche buona azione da gol. Prima Memola calcia da fuori area cercando di sorprendere il portiere leggermente fuori dai pali, poi un azione insistita guidata da Panebianco e Cortese, con quest'ultimo che riesce a concludere in porta ma troppo debolmente. Il Club Milano prova a replicare con la qualità dei due centrocampisti centrali, Mauri e Manzatto, che in mezzo al campo si rendono protagonisti di alcune giocate degne di nota. Il match stenta a sbloccarsi, con le due formazioni che combattono soprattutto nella zona centrale del campo, rendendo il match maschio e ricco di duelli individuali. Al 31' capita l'episodio che cambia la partita: Memola batte un calcio d'angolo delizioso, su cui si avventa Rossi, che saltando più in alto di tutti insacca il pallone, sbloccando il match e portando avanti i suoi. Ausonia che appare decisamente in controllo, imponendo i propri ritmi sugli avversari che sembrano accusare il gol subito. Si conclude così un primo tempo equilibrato, con l'Ausonia che dopo un inizio complicato è riuscita a dettare legge chiudendo la prima frazione di gioco meritatamente in vantaggio. Valanga verde. Seconda frazione di gioco che comincia con il Club Milano all'attacco. La prima occasione arriva subito, al 2' di gioco grazie all'iniziativa di Canino che calcia dal limite dell'area, ma il suo tentativo non è fortunato. Nonostante un inizio arrembante è ancora l'Ausonia a trovare la via del gol, grazie ad una bella iniziativa di Stan sulla fascia destra, con il terzino dell' Ausonia che al 7' serve cortese in mezzo all'area, e il numero 10 di casa insacca agevolmente di testa. Ausonia nettamente in controllo e con grande fiducia, mentre il Club Milano dopo il secondo gol appare demotivato. Ne approfittano i padroni di casa, che al 14' trovano per la terza volta la via del gol. Il neoentrato Briani riesce a crossare dalla destra, Cortese si inserisce con i tempi giusti e segna un gol facile facile, portando a 2 il suo bottino personale. Quando oramai sembra che la partita possa essere chiusa, ecco che il Club Milano accorcia le distanze al 20', quando Ciriello, nel duello con Frascolla, insacca involontariamente il pallone nella sua rete. Un autogol che però non intacca la sua buona gara, nè tanto meno la prova dell'Ausonia, che si dimostra una squadra davvero in forma. I padroni di casa riescono a segnare ancora una volta, grazie ad un bellissimo schema da calcio d'angolo che libera la concusione di Briani, che con un destro chirurgico infila il pallone nell'angolino basso. Si conclude così una partita molto intensa, in cui il maggior numero di cambi a disposizione ha fatto il gioco dell'Ausonia, che nel secondo tempo si è presa con forza e volontà questa partita, vincendo da vera squadra. Gli uomini in verde sono riusciti a riprendersi dopo i primi 10 minuti di incertezza,e lo hanno fatto alla grande, da gruppo unito e compatto. Per il Club Milano c'è stato poco da fare, con gli avversari che hanno giustamente meritato di vincere, anche se la qualità del gruppo e di alcuni singoli in particolare resta indiscutibile.

IL TABELLINO

AUSONIA-CLUB MILANO 4-1 RETI: 31' Rossi (A), 7' st Cortese (A), 14' st Cortese (A), 20' st aut. Ciriello (A), 29' st  Briani (A). AUSONIA (4-3-3): Moggi 7.5 (1' st Donato 7), Rossi 8 (4' st Anfusa 6.5) , Maestri 6.5 (4' st Stan 7.5), Bortolati 6.5, Ciriello 7.5, Pavia 6.5, Costantino 7.5, Panebianco 7 (10' st D'Auria 7.5, Senestraro 7, Cortese 8, Memola 7 (10' st Briani 8). All. Campelli 6.5. CLUB MILANO (4-3-3): Porta 6, Canino 6.5, Gjergji 6, Marchetti 7, Bajetta 6, Bronte 6, Frascolla 6.5, Giampaolo 6, Mauri 6.5 (16' st De Virgilis 6), Manzatto 6, Di Falco 7 (16' st Vavalle 6). All. Meduri 6. ARBITRO: Di Brisco di Milano 6.

LE PAGELLE

AUSONIA Moggi 7.5 Sicuro tra i pali, fa sentire la propria voce ai compagni guidandoli dalla difesa. 1' st Donato 7 Buona gara macchiata solamente da un autogol sfortunato. Unico neo. Rossi 8 Terzino fisico e dotato di grande gamba. Attacca e difende con continuità per tutta la fascia. Il gol è la ciliegina sulla torta di una prestazione superlativa. 4' st Anfusa 6.5 Entra bene in campo dimostrando di essere sul pezzo. Grande lavoratore che riesce a fare bene le due fasi. Maestri 6.5 Sulla sinistra gioca una partita di contenimento in cui non perde un contrasto. Duro e tignoso, riesce a farsi valere contro un avversario ostico. 4' st Stan 7.5 Entra in partita divinamente. Un martello pneumatico sulla fascia, dove attacca e difende con continuità. Bortolati 6.5 Il cervello del centrocampo dei neroverdi. Tutti i palloni passano dai suoi piedi e lui sa sempre cosa farne. Ciriello 7.5 Fisicamente imponente, vince tutti i duelli in cui è impegnato. Centrale difensivo dalle grandissime potenzialità. L'autogol è un episodio sfortunato che non pregiudica la sua gara, né quella dell'Ausonia. Pavia 6.5 Centrale abile nella marcatura a uomo. Riesce a tenere botta nei contrasti dimostrandosi affidabile e preparato. Costantino 7.5 Mezzala rapida e brevilinea. Sempre pronto a ripartire e pungere la difesa avversaria in contropiede. Buona gara. Panebianco 7 Centrocampista offensivo che fa la voce grossa negli ultimi 30 metri del campo. Tenta spesso la conclusione ed è sempre pronto a supportare la manovra offensiva della sua squadra. 10' st D'Auria 7.5 Il suo ingresso in campo è la cosa giusta al momento giusto. Bravissimo nel gestire il pallone, fa da collante tra attacco e difesa. Senestraro 7 Tanta corsa e sacrificio per una punta fisica e grintosa. Gli manca solamente il gol. Cortese 8 Tecnicamente molto dotato e abile nel dribbling. Sulla fascia riesce a farsi valere grazie a delle giocate belle ed efficaci. Bravo a insaccare di testa in occasione del gol. Bravo ad essere pronto in occasione della doppietta. Match winner. Memola 7 Grande fisico e tanta personalità. Prova spesso la giocata personale con buoni risultati. Pregevole l'assist in occasione del gol. 10' st Briani 8 Il migliore tra i subentrati. In pochi minuti riesce a fare un gol e un assist, dimostrandosi sul pezzo ed affidabile. Grandissima prova. All. Campelli 6.5 Ottima gestione dei ragazzi, soprattutto dei subentrati che hanno spezzato in due la partita. Ha a disposizione un grande gruppo, con tanta qualità. CLUB MILANO Porta 6 In occasione dei gol subiti era onestamente difficile fare qualcosa in più. Nonostante tutto si dimostra presente in partita. Canino 6.5 Si vede a sprazzi ma quando si accende è davvero pericoloso. Gli manca solo un po' di continuità per essere devastante. Gjergji 6 In mezzo al campo quasi tutti i palloni passano dai suoi piedi. Sa come gestire il pallone. Marchetti 7 Difensore centrale abile e molto tecnico. Convincente la sua prestazione. Bajetta 6 Come il compagno di reparto è abile tecnicamente ma vacilla leggermente in area piccola. Bronte 6 Gioca sulla fascia sinistra e disputa una gara di contenimento. Non riesce ad incidere in attacco ma effettua bene la fase di ripiegamento. Frascolla 6.5 Velocissimo e bravo nel dribbling. Soffre la fisicità di Ciriello ma ne propizia l'autogol. Devastante a campo aperto. Giampaolo 6 Buona prestazione in cui si distingue per una grande abilità con il pallone tra i piedi. Mauri 6.5 Qualità indiscutibile. Protagonista di alcune giocate di gran livello. Da tenere d'occhio per il futuro. 16' st De Virgilis 6 Entra bene in partita, facendo il suo senza particolari problemi. Manzatto 6 Fisicamente importante e di grande corsa. Si sacrifica alla grande e forse è per questo che pecca un po' di lucidità. Di Falco 7 Si destreggia in avanti, non disdegnando la fase difensiva. Si fa spesso vedere per far salire la squadra. 16' st Vavalle 6 Prestazione sufficiente per un centrocampista pulito e ordinato. Non sbaglia nulla quando entra in campo. All. Meduri 6 La panchina corta non lo aiuta. Nel momento in cui dovrebbe fare i cambi non ne ha la possibilità. Peccato perché la squadra è valida. ARBITRO Di Brisco di Milano 6.5 Arbitra senza troppi problemi una partita corretta, lasciando correre molto.
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400