Cerca

Lascaris-Bacigalupo All Stars Under 14: missile di Panaccione, la chiude Dimatteo

Chisola - Panaccione

Chisola - Panaccione

Al campo sportivo di Via del Castello a Vinovo si conclude con un sonoro 4-0 il match valido per gli ottavi di finale del torneo All Stars tra il Lascaris e il Bagicalupo. Dopo un avvio equilibrato con un paio di palle gol per ciascuna squadra, i bianconeri sbloccano il punteggio a pochi minuti dalla fine della prima frazione di gioco con un gran tiro da fuori di Panaccione. La ripresa invece è decisamente a senso unico: i nerazzurri guidati da Bisecco calano drasticamente di intensità e concentrazione, concedendo agli avversari di dilagare. Il risultato finale racconta di una gara per larghi tratti a senso unico, in cui la squadra di Pianezza dimostra maggiore maturità, oltre che grande compattezza difensiva e imprevedibilità negli ultimi trenta metri di campo. Al Baci non rimane che ripartire dall'ottimo approccio alla gara con cui nei primi venti minuti ha messo in difficoltà la compagine avversaria. Show Bianconero. Il Lascaris del tecnico Roberto Pepe si posiziona in campo con un 4-3-1-2, schierando un rombo a centrocampo che garantirà per tutta la gara il dominio della zona mediana: tra i pali c'è Coroama, Rollero terzino destro, Picheca e Breshak sono i due difensori centrali, Geme terzino sinistro; il vertice basso del centrocampo è Antonacci, affiancato dalle due mezze ali Botti e La Cava; sulla trequarti campo è libero di svariare il capitano Maniscalco, mentre il tandem offensivo è composto dal duo Vurchio-Nuocera. Dopo un avvio leggermente a rilento, giocato alla pari con gli avversari, i Bianconeri prendono in mano il pallino del gioco, sbloccando la gara nel finale di primo tempo per poi dilagare nella ripresa. Il gol del vantaggio è una pregevolissima conclusione da fuori di Panaccione, da poco in campo al posto di un Antonacci, che dal vertice sinistro dell'area trova una traiettoria perfetta con il destro a giro per battere D'Italia. Ad avvio ripresa i ragazzi di Pepe scendono in campo con il piglio di chi vuole subito archiviare il discorso qualificazione al turno successivo; così tra 8' e il 14' l'incolpevole portiere nerazzurro D'Italia si vede costretto a raccogliere per ben tre volte il pallone da in fondo alla rete. I cambi proposti dal tecnico di Pianezza funzionano alla grande, danno nuova linfa alla squadra e tengono altissima l'intensità: il primo a trovare il gol nella ripresa è Nisticò, abilissimo nel farsi trovare pronto al centro dell'area dopo una grande azione personale di Chiabotto; meno di due minuti più tardi è Geme a coronare una super prestazione con un bolide di mancino che taglia tutta l'area e si insacca all'angolino basso; una manciata di secondi più tardi Dimatteo chiude definitivamente il match con un gol da attaccante d'area, indisturbato è lucido nel trasformare in gol un altro assist al bacio di Chiabotto. Al triplice fischio non può che essere più che soddisfatto Roberto Pepe; i suoi avanzano ai quarti di finale dimostrando di essere una delle corazzate da tenere d'occhio in quest'ultima fase del torneo. Baci, secondo tempo da incubo. Il tecnico Filippo Bisecco sceglie di schierare i suoi ragazzi con un 3-4-1-2 per avere copertura al centro della difesa, senza rinunciare alla spinta sulle corsie laterali: l'estremo difensore è D'Italia, protetto dal pacchetto a tre composto da Novello, Sacco e Raviola; in mezzo al campo si posizionano capitan Serra e Goria, mentre i due esterni a tutto campo sono Scerbo e Donatiello; davanti spazio a Sanna e Cottino, sostenuti qualche metro più indietro da Pastore. L'approccio alla gare dei nerazzurri è decisamente la cosa migliore proposta oggi: squadra corta, attenta e pronta a fare male quando gli avversari lo concedono. Al 4', su una discesa splendida sulla fascia di Donatiello, il Baci sfiora addirittura il vantaggio ma sul cross dell'esterno sinistro Sanna non trova il tempismo giusto per ribadire in rete. Qualche minuto più tardi è ancora la squadra di Lingotto a rendersi pericolosa; questa volta è Cottino che lanciato a rete non riesce a capitalizzare la chance, finendo per calciare debolmente tra le mani di Coroama. Da qui in avanti i ragazzi di Bisecco allentano gradualmente il ritmo, indietreggiano il loro baricentro, fino a farsi schiacciare dagli avversari. La girandola di cambi nella ripresa non riesce a rivitalizzare un Baci tramortito dai 4 gol incassati in poco più di un quarto d'ora, a cavallo tra primo e secondo tempo. Nel finale ci vuole un miracolo di D'Italia che con un guizzo abbassa la saracinesca davanti a Dimatteo, salvando quantomeno l'onore del Baci. Sicuramente c'è molto da cancellare di questa prestazione per Bisecco e i suoi ragazzi, ma il primo quarto d'ora deve rappresentare un punto di partenza e dare la consapevolezza che con la giusta fame e la giusta concentrazione questa squadra può dare filo da torcere a chiunque.

IL TABELLINO

Chisola - Picheca
Chisola - Picheca

LASCARIS-BACIGALUPO 4-0 RETI: 28' Panaccione (L), 8' st Nisticò (L), 9' st Geme (L), 14' st Dimatteo (L). LASCARIS (4-3-1-2): Coroama 6.5, Rollero 6 (5' st Ainardi 6), Geme 7, Antonacci 6.5 (22' Panaccione 7.5), Picheca 7.5, Breshak 6.5, Botti 6.5 (1' st Milito 6.5), La Cava 6.5 (1' st Dimatteo 7.5), Nucera 6 (5' st Nisticò 6.5), Maniscalco 6.5 (15' st Speranza 6), Vurchio 6.5 (1' st Chiabotto 7). All. Pepe 7. Dir. Di Noia - Geme Domenico. BACIGALUPO (3-4-1-2): D'Italia 6.5, Novello 6 (10' st Loffredo 6), Sacco 6.5, Raviola 6, Scerbo 6 (1' st Zaccaria 6), Serra 6, Goria 6 (8' st Mosso 6), Donatiello 6.5 (1' st Usurelu 6), Pastore 6 (16' st Cincinnato 6), Sanna 6 (5' st Lusitano 6), Cottino 6. A disp. Piredda. All. Bisecco 6. Dir. Donatiello - Goria.

LE PAGELLE

Lascaris  Coroama 6.5 Mantiene la sua porta inviolata grazie anche ad una buona parata nel primo tempo su Cottino. Rollero 6 Gara attenta ed ordinata; concentrato più sulla fase difensiva che su quella offensiva. 5' st Ainardi 6 Entra in campo nel miglior momento dei suoi e mette lo zampino sui gol accompagnando con grande continuità le azioni offensive sull'out di destra. Breshak 6.5 Perfetto in marcatura su Sanna; concede pochissimo all'avversario, fatta eccezione per una chance in avvio. Picheca 7.5 Partita da leader della difesa; grande forza fisica, ottimo tempismo. Marca Cottino senza concedergli nulla. Geme 7 Viaggia su e giù per la corsia sinistra senza stancarsi mai; trova anche il gol a coronamento di una splendida prestazione. Antonacci 6.5 Ottimo avvio ma poi, probabilmente per via del caldo, ha un malore che lo costringe a lasciare il campo. 22' pt Panaccione 7.5 Splendido gol e grande classe in mezzo al campo in ogni giocata. Botti 6.5 Abbina bene qualità e quantità in mezzo al campo nel primo tempo. 1' st Milito 6.5 Entra con la giusta concentrazione e scambia molto bene con Ainardi e Dimatteo. La Cava 6.5 Gioca quasi sempre a due tocchi dando ritmo e velocità alla manovra dei suoi. 1' st Dimatteo 7.5 Un gol, un assist e diverse altre giocate che fanno impazzire i difensori nerazzurri. Maniscalco 6.5 Nel primo tempo agisce alle spalle delle punte per poi essere dirottato sulla linea mediana; gara nel complesso più che positiva e di grande personalità. 15' st Speranza 6 Quando entra in campo ormai il match è decisamente già indirizzato; lui comunque mostra buona tecnica e personalità. Nucera 6 Tiene alta la squadra e lavora bene di sponda. 5' st Nistico 6.5 Trova il gol del raddoppio che apre lo show bianconero del secondo tempo. Vurchio 6.5 Il funambolo bianconero cerca spesso l'uno contro uno per creare superiorità negli ultimi trenta metri di campo. 1' st Chiabotto 7 Mette in mostra una velocità ed una tecnica palla al piede invidiabili; sfrutta bene le sovrapposizioni di Ainardi per creare due contro uno pericolosi. All.Pepe 7 La prestazione dei suoi è pressoché perfetta per la qualità del gioco proposta e per la cattiveria agonistica dimostrata nei momenti decisivi. Bacigalupo D'Italia 6.5 Nonostante i quattro gol incassati, è tra i più positivi dei suoi; con un paio di ottimi interventi riesce a evitare che il passivo diventi eccessivamente pesante. Raviola 6 Parte centrale di sinistra della difesa a tre per poi chiudere il match come esterno di centrocampo, sempre sulla sinistra. Gara attenta ma poco intraprendente. Sacco 6.5 Cerca di coordinare i movimenti difensivi dei compagni; molto bene il primo tempo, nel secondo cala come il resto della squadra. Novello 6 Primo tempo preciso ed efficacie nel limitare Vurchio. 10' st Loffredo 6 Con il suo ingresso il Baci passa alla difesa a 4; lui si posiziona in mezza al campo per fare densità e contenere la manovra avversaria. Scerbo 6 Buona gamba; nella prima fase della gara cerca di spingere per dar maggiore peso alle sortite offensive del Baci. 1' st Zaccaria 6 Entra con la giusta personalità e cerca di creare superiorità sulla corsia di destra; peccato che i suoi siano nettamente in calo in questa fase. Donatiello 6.5 In avvio mette in mezzo un cross da sinistra solo da spingere dentro che però i suoi compagni non capitalizzano; per il resto gara sufficiente, cala nella ripresa prima di essere sostituito. 1' st Usurelu 6 Si posiziona in difesa, a fianco a Sacco; bene nel gioco aereo, un po' meno nei posizionamenti difensivi, dove non sempre si fa trovare ben allineato ai compagni. Goria 6 Nel primo tempo cerca di mettere ordine davanti alla difese e dare geometria e lucidità alla manovra offensiva. 8' st Mosso 6 Posizionato davanti alla difesa prova a dare disciplina ai suoi quando però la squadra nerazzurra pare in balia degli avversari. Serra 6 Il capitano nerazzurro corre e lotta su tutto i palloni ma fatica ad imporsi davanti all'organizzazione del centrocampo bianconero. Pastore 6 Gioca a sostegno delle punte e nei primi minuti sembra poter svolgere un ruolo chiave nella gare; con l'andare dei minuti si spegne leggermente. 16' Cincinnato 6 Al suo ingresso i giochi sono praticamente fatti; lui comunque prova a dare freschezza alla fase offensiva nerazzurra. Sanna 6 Sciupa una buona palla gol nel primo tempo ma comunque gioca una gara di buona personalità e tecnica fino a quando viene sostituito ad inizio ripresa. 5' st Lusitano 6 Cerca di dare nuova verve alla manovra offensiva dei suoi ma finisce per essere travolto dall'impeto degli avversari. Cottino 6 Si da molto da fare, fino all'ultimo non si arrende; la marcatura di Picheca però è assolutamente ineccepibile e così l'attaccante nerazzurro fatica ad essere pericoloso. All. Bisecco 6 I suoi ragazzi giocano un terzo di gara, dopodiché spariscono. Diversi errori individuali nelle ripresa, uniti ad un atteggiamento collettivo troppo superficiale.      
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400