Cerca

Villa-Rozzano Under 14: Maggi e Di Tomaso gemelli del gol, Batistini e Villa giocate di classe

Maggi e Di Tomaso, attaccanti Rozzano

Maggi e Di Tomaso, attaccanti Rozzano

Uno sfavillante 5-5 è il risultato finale di una partita infinita che ha visto il Rozzano rincorrere dall’inizio alla fine ma che, grazie alla super intesa di Maggi e Di Tomaso, riesce a conquistare un pareggio incredibile. Il Villa domina a tratti la gara portandosi prima sul 3-1 e poi sul 5-3, ma pecca in fase di controllo e gestione del pallone, lasciando spazio e campo ai biancoverdi che dalla trequarti in avanti non perdonano. I bianconeri sfornano una prestazione dai due volti, la fase offensiva è pressoché perfetta, si trovano tutti a meraviglia tra Ghirri, Mola e Fischetti nel primo tempo a Batistini e Capozzo nella ripresa, tutti supportati dalla strepitosa performance in mezzo al campo di Alessandro Villa. I ragazzi di Passè patiscono molto la fisicità e lo spunto individuale dei bianconeri ma Susanni e Bertolotti formano una diga in mezzo al campo che pone delle restrizioni alla qualità avversaria. Oltre a Maggi e Di Tomaso anche Ciummei e Ciceri, entrati a gara in corso, dispensano giocate interessanti a servizio di un Rozzano mai domo, alla ricerca sempre della gioia del gol. Ghirri apre le danze. A inizio gara le due squadre sembrano studiarsi a vicenda e nessuna delle due sembra prevalere, con il Villa a innescare subito i suoi esterni d’attacco e il Rozzano, con fraseggi ragionati, a trovare Maggi e Di Tomaso. Proprio questi ultimi sono i più pericolosi, si trovano alla perfezione e confezionano un paio di occasioni potenziali che non sono però concretizzate. Al 7’ però il punteggio si sblocca in favore dei bianconeri: Mola si invola lungo la fascia lasciando sul posto Biondino e arrivato sul fondo serve un pallone delizioso che Ghirri deve solo spingere in rete. La reazione dei biancoverdi non si fa attendere e nasce da un’incomprensione tra Pavanello e Mazzotta che lasciano il pallone a Maggi, ma il suo tiro termina di pochi centimetri ai lati del palo. Al 20’ il Villa trova il 2-0, ancora una volta grazie all’ottimo lavoro sulla fascia, questa volta la destra. Mazzotta crossa un bel pallone al centro dell’area dove nessun difensore riesce ad intervenire, Fischetti è posizionato ottimamente sul secondo palo ed è un gioco da ragazzi per lui segnare il raddoppio. Al colpo subito il Rozzano risponde ancora, sempre con Maggi che, servito da un filtrante preciso di Ciummei, non riesce a punire Pavanello in uscita. A 5’ dal duplice fischio i ragazzi di Passè riesco a trovare la via del gol che vale il 2-1. Al termine di un’azione infinita, in mezzo a un paio di pali colpiti, Di Tomaso fa la voce grossa e riesce a insaccare e accorciare le distanze. Festival del gol. La ripresa è molto più divertente, frizzante e ricca di occasioni da gol rispetto alla prima frazione. Nei primi minuti il Villa prova subito a mettere in chiaro le cose e aumenta il gap con gli avversari trovando subito il 3-1. Azione fotocopia a quella dell’1-0 ma stavolta vede protagonisti Batistini e Capozzo con il primo che serve un assist al bacio al secondo. Il Villa, a vantaggio consolidato, sembra un po’ adagiarsi e il Rozzano invece ne approfitta organizzando una rimonta per certi versi inaspettata. Succede tutto in pochi minuti, dal 14’ al 16’ e i protagonisti sono ancora Maggi e Di Tomaso, a dir poco incontenibili. Il 3-2 lo firma il numero 9 che, assistito da Ciceri, sorprende ancora la difesa del Villa e non perdona. Il 3-3 invece è una prelibatezza ad opera del numero 10 che con uno scavetto preciso batte il portiere in uscita. Il festival del gol però non termina, anzi i ragazzi di Pellegrini trovano ancora la forza di portarsi due volte in vantaggio, grazie alla doppietta di Batistini che dal suo ingresso in campo semina il panico tra le maglie biancoverdi. Il 4-3 lo firma con una bella girata di destro su assist di Mazzotta e il 5-3 lo realizza con un diagonale mancino che si insacca alla spalle dell’incolpevole Di Lernia. Ancora una volta però la partita cambia e i minuti finali sono ancora a favore del Rozzano che trova, per l’ennesima volta nella partita, il coraggio e la determinazione di pareggiarla. Neanche a farlo apposta i gol portano il nome di Maggi e Di Tomaso che si ergono senza dubbio come i migliori in campo. I due attaccanti di Passè confezionano due gol praticamente identici, avventandosi sulla seconda palla lasciata dai difensori bianconeri e poi, come dimostrato nell’arco dei precedenti 60’ di gara, davanti al portiere sono una sentenza.

Alessandro Villa, centrocampista bianconero del Villa
Alessandro Villa, centrocampista bianconero del Villa

IL TABELLINO

VILLA-ROZZANO 5-5 RETI: 7’ Ghirri (V), 20’ Fischetti (V), 29’ Di Tomaso (R), 4’ st Capozzo (V), 14’ st Maggi (R), 16’ st Di Tomaso (R), 20’ st Batistini (V), 25’ st Batistini (V), 32’ st Di Tomaso (R), 34’ st Maggi (R). VILLA (4-3-3): Pavanello 7 (16’ st Alberto 6) Mazzotta 7, Mantuano 6.5, Villa 7.5 (1’ st Celano 6), Sabatino 6 (1’ st Bonometti), Maffa 6, Fischetti 7 (1’ st Batistini), Benvenuti 6.5, Ghirri 7 (1’ st Capozzo), Federico 6.5 (1’ st Gullì), Mola 7. All. Pellegrini 7. ROZZANO (4-2-3-1): Rossini 7 (1’ st Di Lernia 7), Biondino 6 (21’ Ciummei 6.5), Gatti 6, Susanni 7 (9’ st Caravaglia 6), Salerno 6, Maestrini 6 (13’ st Benessib 6), Curci 6 (32’ Ciceri 6.5), Bertolotti 7, Maggi 8, Di Tomaso 8, Colombi 6.5 (25’ st Forcinito sv). All. Passè 7.

LE PAGELLE

VILLA Pavanello 7 Un paio di interventi decisivi, sia in uscita che tra i pali, in cui dimostra grande sicurezza. Qualche indecisione sparsa, anche nell’episodio da cui nasce il gol del 2-1 avversario. 16’ st Alberto 6 Non può nulla sui 2 gol subiti nel finale, non commette sbavature ed è sempre attento anche nelle uscite. Mazzotta 7 Patisce un po’ la spinta degli esterni offensivi avversari, ma i due assist forniti a Fischetti e a Batistini sono di grande importanza e di ottima fattura. Mantuano 6.5 Difende con ordine e grande attenzione. Viene spesso chiamato in causa e risponde evitando di farsi superare. Gioca una partita di sostanza, proponendosi ogni tanto anche nella metà campo avversaria. Villa 7.5 Imposta l’azione con intelligenza, evitando il pressing avversario talvolta con giocate di alta scuola. Fulcro del gioco della squadra da cui poi hanno origine tutte le azioni bianconere (1’ st Celano 6). Sabatino 6 Contro gli attaccanti biancoverdi non è facile uscirne vincitori, ma i duelli sono spesso avvincenti e combattuti. Spesso sorpreso alle spalle da Maggi&Co. e anche nel finale, quando rientra, non è brillante. 1’ st Bonometti 6 In difficoltà contro l’attacco agile e fisico dei biancoverdi. Si lascia sfuggire in più di un caso la marcatura degli attaccanti perdendo i duelli in velocità. Maffa 6 Complessivamente gioca una buona gara anche se pesano gli errori di marcatura che permettono a Maggi di involarsi spesso contro il portiere o controllare il pallone e giocare di sponda. Fischetti 7 In occasione del gol si trova nel posto giusto al momento giusto e firma il raddoppio. Sempre utile il suo apporto alla manovra offensiva della squadra, posizionato sul secondo palo o al limite dell’area, con tempo e licenza di offendere. 1’ st Batistini 7.5 Entra in campo e la qualità che dispensa è da giocatore di altra categoria. Lascia sul posto qualsiasi difensore gli capiti a tiro e in mezz’ora serve un assist e sigla una doppietta. Chapeau. Benvenuti 6.5 Fondamentale sia in fase di proposizione ma soprattutto in quella di ripiegamento. Non riesce a rendersi protagonista con occasioni pericolose ma il suo apporto alla squadra è essenziale. Ghirri 7 Primo tempo cinico, pochi palloni toccati ma tutti di grande qualità, uno di questi vale anche l’1-0. Ha in canna un altro paio di chance per timbrare ma il colpo di testa non sembra essere il suo forte. 1’ st Capozzo 7 Dopo pochi minuti segna subito il gol del 3-1, dimostrando comunque di occupare bene l’area di rigore. In un’altra occasione si fa ingolosire dalla doppietta e ignora i compagni ben appostati al centro. Federico 6.5 È il giocatore offensivo un po’ più in ombra tra i ragazzi di Pellegrini, gli manca sempre quel guizzo e quel tocco finale che potrebbe scaturire un assist o un gol. Mola 7 Vera mina vagante bianconera, soprattutto nel primo tempo, in cui mette a ferro e fuoco la forza avversaria. Prezioso in fase di assistenza ai compagni (1’ st Gullì 6). All. Pellegrini 7 Purtroppo la vittoria è mancata di un soffio ma non ci devono essere rimpianti, è un amichevole e la squadra dal primo all’ultimo minuto ha fatto il massimo per regalarsi il sorriso a fine match. ROZZANO Rossini 7 Superlativo in un paio di interventi, sulle uscite è sempre sicuro e agguanta il pallone. Sui due gol subiti c’è poco da fare. 1’ st Di Lernia 7 Purtroppo gli spazi concessi agli avversari lo mettono nella condizione di dover fare i miracoli e ci riesce solo in un paio di occasioni. Biondino 6 Soffre lo spunto e la qualità tecnica degli esterni offensivi bianconeri, viene spesso lasciato sul posto e non è neanche fortunato con qualche rimpallo che gli avrebbe permesso di vincere qualche contrasto. 21’ Ciummei 6.5 Entra subito bene in partita mettendo Maggi da solo davanti al portiere con un filtrante perfetto. Nella ripresa cala un po’ di ritmo ma non smette mai di rincorrere gli avversari. Gatti 6 Le fasce restano in apnea per tutta la partita e anche lui, prima a sinistra e poi a destra, non riesce a invertire la marcia e le mosse per arginare i guizzi bianconeri sono introvabili. Susanni 7 Si muove con estrema eleganza in mezzo al campo, protegge bene il pallone e senza affanno lo serve con intelligenza sempre al compagno più vicino. È bravo anche in situazioni in cui c’è da verticalizzare e la qualità di passaggio è ottima (9’ st Caravaglia 6). Salerno 6 Non sempre arriva col tempo giusto nei suoi interventi e la conseguenza è lasciare ampio spazio alla velocità degli avversari. Prova a mettere apposto l’intero assetto guidando la difesa, ma solo raramente si tira il fiato. Maestrini 6 In apnea per larghi tratti della gara come del resto tutto il reparto difensivo. 5 gol subiti sono parecchi ma contro quest’attacco era veramente un’impresa uscirne indenni (13’ st Benessib 6). Curci 6 Gioca una prima mezz’ora piuttosto opaca, non riesce a mettersi in luce più di tanto, solo qualche fiammata sulla sinistra che impegna Mazzotta ma in maniera molto leggera. 32’ Ciceri 6.5 Entra in partita con il piglio giusto, tante azioni personali ma sempre con l’intenzione di innescare una delle due punte in stato di grazia. A referto mette anche un assist che vale il gol del 3-2. Bertolotti 7 Insieme a Susanni formano una coppia formidabile davanti alla difesa, sempre attenti e con la giocata giusta da compiere. Bravo nella protezione del pallone e con la scelta di passaggio sempre corretta. Maggi 8 Veramente incontenibile, sigla una doppietta ma avrebbe potuto farne anche quattro. Nel primo tempo si muove tanto e ha due occasioni per segnare, una piuttosto nitida da solo contro Pavanello. Nella ripresa serve due assist e firma una doppietta da grande centravanti, da applausi. Di Tomaso 8 Con Maggi è il vero protagonista di giornata, autore di una splendida tripletta. A fine primo tempo accorcia le distanze e dà una speranza alla squadra, nella ripresa sale in cattedra e mette in mostra tutte le sue qualità, sia realizzative che di assistman. Colombi 6.5 Molto bravo a ricoprire più ruoli, sia da esterno offensivo che da terzino. Purtroppo nel secondo caso commette qualche errore, ma contenere Batistini è impresa solo per pochi (25’ st Forcinito sv). All. Passè 7 Una squadra che non molla mai, neanche con due gol di svantaggi in ben due occasioni. Il coraggio è ripagato da una prestazione generosa e straordinaria.
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400