Cerca

Under 14

Acc.Pertusa-Beiborg Grande Slam : l'eurogol di Siliato non basta, ciclone Torraco-Vernacchia-Limpitelli travolgente!

Vittoria roboante dei ragazzi di Manuguerra che spazzano via la capolista e sperano ancora nel passaggio alla fase finale del Grande Slam.

Tridente Acc.Pertusa

Il tridente dell'Acc.Pertusa formato da Limpitellii Torraco Vernacchia.

Sconfitta indolore per il Beiborg di Roberto Militello travolto da un' Accademia Pertusa straripante che mette le ali grazie ad un Mattias Torraco in giornata di grazie con una tripletta d'autore e alle doppiette di Limpitelli e di Vernacchia subentrato dalla panchina nella seconda frazione di gioco. A poco serve se non a dare un briciolo di speranza alla squadra di Militello il pirotecnico "tiraggiro" di Siliato stabilendo il momentaneo 1-1 che chiude i primi 25'. Nel secondo parziale i ragazzi di Manuguerra dilagano con un parziale di 6-1 con il gol della bandiera allo scadere del subentrato Mazzotta con un bel destro sotto la traversa.
Si trova all'"Arturo Bendini" di Collegno per la terza giornata del Grande Slam per lo scontro diretto tra l'Accademia Pertusa in casacca biancoblù e il Beiborg in casacca gialloverde, forte del primo in classifica e della qualificazione già in tasca. Militello dà dunque il via agli esperimenti con u 4-4-2 nel quale spiccano le qualità del centrocampista centrale Alessandro Constantinescu, dell'esterno sull'out di sinistra Federico Lentiti e del bomber Siliato praticamente solo contro tutta la retroguardia a 3 dell'Accademia sceso in campo con un futuristico 3-3-1-3 con il rombo a centrocampo dietro le tre punte dove Torraco e Lampitelli si prendono tutte le luci della ribalta.

Occasioni a valanga. E' una prima frazione di gioco non adatta a deboli di cuore con ritmi altissimi fin dalle prime battute : si parte col botto con il calcio d'angolo dalla sinistra di Federico Lentini che colpisce il palo con l'estremo difensore avversio Luca Caradonna battuto e salvato solo dal legno e dai colleghi di reparto che riescono prontamente a pulire l'area di rigore e a lanciare il contropiede fulminante di Torraco che dalla sua trequarti scatta seminando in velocità Prudente e Barbero involandosi verso la porta difesa da Bombardiere che si supera miracolosamente sul destro incrociato dell'ala di Manuguerra salvando il risultato. E' un vero proprio forcing quello della squadra di casa che per la prima metà del primo tempo colisce ben due legni in 5' e assedia il Beiborg nella sua metà grazie ad una costante pressione recuperando spesso palla nei pressi dell'area avversaria e ripartendo con combinazioni e triangoli veloci palla a terra a cui i ragazzi di Militello non riescono a prendere le misure. Un pressing che all'11' porta i suoi frutti ma con un'azione fotocopia a quella che in precedenza aveva portato al miracolo di Bombardiere: corner di Lentini questa volta bloccato da Caradonna che lancia di fretta e furia Torraco con delle praterie di fronte, il 7 biancoblù sfrutta l'errore di valutazione sul rinvio dei difensori gialloverdi e si ritrova nuovamente faccia a faccia con il numero 1 avversario, questa volta l'esterno non sbaglia e porta in vantaggio i suoi concretizzando la grande superiorità a centrocampo e le buone cose viste fin lì. I ragazzi di Militello non ci stanno e continuano a spingere sull'out mancino ricoperto da un Lentini in grande spolvero nel primo tempo creando più di un grattacapo agli avversari. Il gol però si fa attendere e al 21' trovando il gol, e che gol: Siliato riceve nei pressi del vertice sinistro dell'area e copre palla col corpo mantenendo di mestiere il marcatore a debita distanza, il centravanti gialloverde si porta palla sul piede buono e col mancino dai 20 metri spara verso la porta un tiraggiro imprendibile che si spegne sotto il sette. E' pareggio e sugli spalti grondano gli applausi per l'eurogol dell'attaccante del Beiborg.

Accademia Pertusa dilagante. I secondi 25' sono però tutti a senso unico direzione Accademia Pertusa con la squadra di Manuguerra che pianta stabilmente le tende nella metà campo del Beiborg. Dopo un equilibrio iniziale iniziano a fioccare le occasioni gialloverdi: apre le danze Lampitelli servito da una scucchiaiata di Torraco che premia il taglio del compagno alle spalle di Alikaj per impegnare Bombardiere che si supera di nuova e salva in due tempi sulla deviazione del numero 11 biancoblù. Al 4' però i padroni di casa mettono la freccia e passano aprendo la strada per la goleada: calcio d'angolo per i biancoblù ma la retroguardia Beiborg non riesce a pulire l'area di rigore con la sfera che rimane nei pressi del dischetto sul quale ci si fionda Vernacchia da vero rapace d'area di rigore insacca nel traffico.
Le maglie della formazione di Militello cominciano ad allungarsi insieme ai troppi errori in face di impostazione da parte dei 2 centrali di difesa e di centrocampo, imprecisione che avevano caratterizzato anche il primo tempo. E' un vero e proprio dominio quello dell'Accademia Pertusa che schiaccia il Beiborg nella sua trequarti con rare scorribande di Siliato e Lampitelli nella metà campo avversaria. I ragazzi di Manuguerra infatti continuano a spingere prendendo allungando le distanze con gli avversari prima col solito Torraco al quarto d'ora su assist splendido di Bastianini, poi 3 giri di orologio più tardi con la girata di Vernacchia servito da Torraco, dopo un giro d'orologio conclude si iscrive al tabellino dei marcatori anche Lampitelli lestissimo a trasformare in gol una seconda palla persa al limite dell'area dai centrocampisti gialloverdi, in contropiede al 21' Mattias Torraco completa la tripletta concretizzando una ripartenza veloce dell'Accademia aprendo il piattone e battendo un incolpevole Bombardiere. Chiude le danze per i biancoblù Lampitelli che si procura e trasforma un calcio di rigore spiazzando il neo entrato Troilo con un destro potente che porta il risultato sul 7-1 a un minuto dalla fine. Nel 1' di recupero il Beiborg trova il gol della bandiera con Mazzotta che sfrutta un liscio di Vallero e a tu per tu con D'alessandro lo fulmina con una conclusione potende che si infila sotto la traversa. 7-2 finale che lancia l'Accademia a pari punti con il Beiborg in testa alla classifica in attesa della partita del Nichelino Hesperia contro il Carmagnola. Brutta battuta d'arresto per la squadra di Militello che dovrà resettare e recupare le forze in fretta in vista delle prossime partite della fase finale del torneo, prestazione da incorniciare invece per i ragazzi di Manuguerra che riaccende le speranze per il passaggio al turno successivo del Grande Slam come miglior terza.

IL TABELLINO

ACC.PERTUSA-BEIBORG 7-2 RETI (1-0, 1-1, 7-1, 7-2): 7' Torraco (A), 21' Siliato (B), 4' st Vernacchia (A), 14' st Torraco (A), 17' st Vernacchia (A), 18' st Lampitelli (A), 21' st Torraco (A), 24' st rig. Lampitelli (A), 26' st Mazzotta (B). ACC.PERTUSA (3-3-1-3): Caradonna 6 (1' st D'alessandro 6), Marson 6.5, Burcà 6.5, Beneventi 6 (11' st Vallero 6), De Simone 6.5, Macchiarola 6, Bastianini 6.5, El Aceb 6.5, Lampitelli 7, Pitzianti 6 (1' st Vernacchia 7), Torraco 8. All. Manuguerra 6.5.
BEIBORG (4-4-2): Bombardiere 6.5 (21' st Troilo sv), Idà 5.5 (16' st Oliva sv), Prudente 5.5 (2' st Tosini 5.5), Cabras 6 (25' Galiasso 5.5), Barbero 5.5, Alikaj 5.5, Salatino 5.5 (21' Mazzotta 6), De Luca 5.5 (7' st Fiore 5.5), Siliato 6.5, Costantinescu 6 (13' st Crisafulli 5.5), Lentini 6. A disp. Guri, Ripepi. All. Militello 6.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400