Cerca

Under 14

Alpignano - Chisola finale SuperOscar: spiderman Luca Santoro, Vinovo esulta ancora coi rigori

Tanto gioco e poche occasioni affidano il verdetto agli undici metri, dove il portiere di Garrone annulla Curri e Molon

Alpignano - Chisola finale SuperOscar: spiderman Luca Santoro, Vinovo esulta ancora coi rigori

Il SuperOscar dei rigori è il SuperOscar del Chisola. I 2008 vinovesi trionfano nella loro categoria vincendo l’ennesima sfida dal dischetto (è solo di pochi giorni fa la serie di 13 penalty vinta col Lucento) contro l’Alpignano di Gianluca Baseggio. Se il risultato di 0-0 finale sembrava chiamato dall’elegantissimo quanto spuntato ritmo tenuto nei 40’ di tempi regolamentari, altrettanto non si può dire della sfida di nervi finale dove brilla la stella di Luca Santoro tra i pali.

Il numero uno vinovese, come il collega Traversi, è stato poco impegnato con la palla in movimento. Garrone e Baseggio sono a capo di due delle squadre più talentuose sul piano tecnico di tutta la categoria, ma che ancora devono lavorare negli ultimi metri. Entrambi, il Chisola nel primo tempo, l’Alpignano maggiormente nel secondo, scelgono di privilegiare la spinta sulla catena di sinistra. Per i padroni di casa Franzé e Nazeraj lubrificano bene nella prima frazione, ma comunque tenendo un occhio sulla gamba di Donadio in campo aperto. L’Alpignano invece, complice anche un gigante Curri a fare da schermo, prova qualcosa in più nel secondo tempo: Sumin picchi, gioca nello stretto e propone e Fioccardi… beh fa Fioccardi, tentando giocate di qualità in spazi angusti e mettendo palle in mezzo sempre insidiose.

Anche se l’Alpignano ha fatto il callo con la batteria dei rigori, il Chisola ha l’arma in più e si chiama Luca Santoro che neutralizzando due rigori (nientemeno che a Molon e Curri) e con l’aiuto della traversa con Fioccardi fa esultare tutta Vinovo e suo nonno, mancato da poco che però è sicuramente fierissimo di suo nipote, miglior giocatore della finale, miglior giocatore del torneo e che questa serata la dedica a lui.

 

IL TABELLINO

ALPIGNANO-CHISOLA   1-3 dcr

ALPIGNANO (4-3-3): Traversi 7, Sumin 8.5, Calliero 6.5 (11' st Zanella 6.5), Amorosi 7, Miceli S. 7, Curri 8, Donadio 7, Miceli D. 6.5 (13' st Ciliberti 6.5), Ledda 6.5, Fioccardi 7.5, Molon S. 7. A disp. Greco, Covacci, Dilettoso, Cittadino. All. Baseggio 7. Dir. Ledda - Donadio.

CHISOLA (4-2-3-1): Santoro 9, Duò 7, Franzè 8, Scarangella 7.5, Cammarata 7.5, Bianchi 7.5 (8' st Macrì 7), Nazeraj 7.5 (14' st Cappelli 7.5), Mallamace 7, Arcudi 7 (11' st Lazzarin Rizzo 7), Giambertone 7, Chessa 7.5 (7' st De Notarpietro 7.5). A disp. Prato, Alliu, Centinaro, De Robertis, Rizza. All. Garrone - Puglisi 8.5. Dir. De Notarpietro.

ARBITRO: Bosio di Collegno 7.

SEQUENZA RIGORI: Fioccardi (A) traversa, Mallamace (C) parato, Donadio (A) gol, De Notarpietro (C) gol, Molon (A) parato, Cappelli (C) gol, Curri (A) parato, Cammarata (C) gol.

LE PAROLE A FINE GARA

Renato Garrone, allenatore del Chisola: «Ho perso circa 10 chili con tutti sti rigori. Sono veramente contento dei ragazzi perché il merito è tutto loro. Voglio però fare anche i complimenti all'Alpignano perché è una bella bella bella squadra. Sono arrivate in finale le due squadre migliori, anche se non si è vista una partita ricca di occasioni. Quando si arrivava negli ultimi metri mancava qualcosa sia a noi che a loro. Hanno vinto le difese. Sono anche contento di vincere il SuperOscar al mio esordio nel settore giovanile. C'è ancora molto da crescere e tra due giorni comincia il campionato. Lavoriamo».

Gianluca Baseggio, allenatore Alpignano: «Un peccato perdere ai rigori per tutto quello che abbiamo fatto in questo torneo. Sei partite in cui i ragazzi sono cresciuti, abbiamo subito solo due gol e abbiamo un gioco ben definito. Sono contento di come sta lavorando il gruppo e di come sta crescendo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400