Cerca

Under 14

Nichelino Hesperia-Pro Collegno Grande Slam: Pedrollo lancia la rimonta e Aceto infallibile! La coppa è biancoblù!

Una grande prestazione dei ragazzi in biancorosso di Fratello non basta. Alla batteria dei rigori la spunta la caparbietà dei ragazzi di Giuliano

Anchisi e Pedrollo

Pedrollo e Anchisi lanciano la Pro Collegno alla vittoria del Grande Slam

All'Arturo Bendini di Via Antica di Rivoli 15 è la Pro Collegno di Davide Giuliani a diventare il nuovo campione del Grande Slam, categoria Under 14, contro un grande Nichelino Hesperia uscito a testa altissima e fra gli applausi. Dopo una partita tiratissima condotta per 1-0 dai ragazzi Giuseppe Fratello grazie alla rete dal dischetto di Luca Balbiano nel primo quarto d'ora di gioco, gli "ospiti" pareggiano i conti all'ultimo respiro con il gol di Anchisi da calcio di punizione diretto, complice un infortunio del portiere Saulino. Una rete che vuol dire solo una cosa: batteria dei rigori. Percorso perfetto per la Pro che fa tre su tre grazie alle segnature di Pedrollo, Mariuzzo e Aceto potendo finalmente esultare dopo il terzo errore, questa volta decisivo, su tre rigori del capitano dell'Hesperia Urbano che spedisce la sfera alta sopra la traversa dando il via alla festa in campo e negli spogliatoi dei ragazzi di Giuliani.

Avanti Hesperia. E' un Nichelino Hesperia nel complesso superiore quello visto nella prima frazione di gioco, una formazione scesa in campo con un coraggioso 4-2-3-1 provvisto di una solida spina dorsale formata dal portiere Coco, dal centrale difensivo Urbano, Mendez, centrocampista centrale, Balbiano trequartista mancino tutto qualità e dal centravanti Scogliamiglio a finalizzare l'azione. Più pericolosi e pungenti, i ragazzi di Fratello, conquistano subito metri di campo costringendo la retroguardia alta di Giuliani, con Grasso e Deacon in particolare, a rincorrere Scogliamiglio, Ardizzoni e Di Ciancia all'indietro serviti dalle precise verticalizzazioni di Mendez e Balbiano.
Sono biancorosse infatti le prime occasioni del match con l'attaccante numero 9 che semina il panico fra i difensori avversari con le sue fughe in velocità spaventando Bello con una insidiosa conclusione all' 8' sul quale il portiere si rifugia in corner. Dagli sviluppi del calcio piazzato il pallone arriva sulla testa dell'indisturbato Biz che da due passi non inquadra lo specchio e spedisce alto sopra la traversa.
Breve seppur veemente e pericola reazione della Pro che con un costante pressing mette in difficoltà Coco e compagni, col portiere che deve superarsi almeno in due occasioni consecutive su Mariuzzo e Costa per salvare il risultato. E' un Collegno in difficoltà che fatica a costruire un'azione elaborata palla a terra, risultando pericoloso dalla distanza provando a scavalcare le teste del centrocampo e della difesa nemica.
Dopo una parentesi biancoblù una ripartenza veloce di Ardizzoni porta in vantaggio la squadra di casa: progressione palla al piede del numero 11 sul binario di sinistra che arriva fino in area di rigore finendo per essere sgambettato da Grasso. Per il fischietto Notario è rigore. Sul dischetto si presenta il fantasista Luca Balbiano che col sinistro gonfia la rete, nonostante Bello intuisca. 1-0 che chiude il primo tempo con l'Hesperia che concretizza la superiorità.

Cuore collegnese. Nei secondi 25' la Pro entra con un piglio diverso: pressing alto e verticalizzazioni che costringono il Nichelino per buona parte della ripresa nella sua metà campo. E' un Nichelino a cui piace giocare col fuoco: Saulino e compagni insistono con una pericolosa costruzione palla a terra correndo più di qualche rischio con l'intero Collegno che pusha in avanti per trovare il pareggio.
Il primo tiro del secondo tempo però è ancora di Scognamiglio al 10': il numero 9 scatta sul filo del fuorigioco in profondità alle spalle di Deaconu e dalla destra spara in diagonale verso Bello, uno dei migliori dei sui a fine match, che attento si rifugia in angolo.
Il primo squillo dei ragazzi di Giuliani arriva attorno al quarto d'ora con Biz che dagli sviluppi di corner battuto da Pedrollo rischia di insaccare nella sua porta con una deviazione pericolosa, ma Saulino, sulla traiettoria, blocca fra le mani. La Pro alza i ritmi facendosi sempre più pericoloso dalle parti di Urbano e Saulino, prima con Costa, servito da Pedrollo, che da pochi metri e senza marcatura colpisce sporco con la fronte non inquadrando lo specchio e poi con lo stesso Pedrollo che dopo un pallone recuperato grazie al pressing alto, riceve sulla mattonella dei 30 metri, controlla col pallone che rimbalza e conclude al volo sul secondo palo sorprendendo Saulino, salvato in extremis dal legno alla sua destra che ricaccia la sfera in campo. 
L' 1-0 resiste e Scognamiglio avrebbe di nuovo la chance di chiudere la partita ma strozza il tiro che finisce sul fondo. All'ultimo dei 5' di recupero arriva la doccia gelata in casa Hesperia: Aceto scappa sulla sinistra e finendo per essere atterrato da La Terza a pochi metri dalla bandierina sinistra del campo. Sul calcio piazzato va lo specialista Anchisi che disegna una traiettoria che supera la barriera, viene bloccata inizialmente da Saulino, ma il pallone gli sfugge dalle mani finendo inesorabilmente in rete a pochi secondi dal triplice fischio. 1-1 Anchisi. Tocca ai rigori.

Parte la Pro Collegno col migliore del secondo tempo, Pedrollo, che spiazza Saulino. Risponde Biz per l'Hesperia, ma il difensore apre troppo il piatto calciando sul fondo. Tocca di nuovo ai biancoblù con Maruozzo che non sbaglia e allunga le distanze. Avversari che sprecano di nuovo la chance per accorciare il punteggio con Mendez, autore di una grande prestazione, traversa piena e si rimane sul 1-3 per la Pro. Aceto, per il terzo rigore del Collegno, non sbaglia il primo match point, passando la patata bollente a Urbano, al rigore decisivo che può dare il Grande Slam alla Pro Collegno: il pallone pesa, eccome se pesa, il capitano conta i passi ma nel momento decisivo alza troppo la mira spedendo il pallone sopra la traversa.
E' festa biancoblù. E' festa Pro Collegno. E' tornato finalmente il Grande calcio.

IL TABELLINO

N.HESPERIA-PRO COLLEGNO 1-4 RETI (1-0, 1-1): 15' rig. Balbiano (N), 29' st Anchisi (P).
N.HESPERIA (4-2-3-1): Coco (1' st Saulino), Zanellato (16' st Laterza), Zito (6' st Tomasulo), Biz, Urbano, Parizia (10' st Percoco), Di Ciancia, Mendez, Scognamiglio, Balbiano, Ardizzoni (7' st Boscolo). A disp. Di Leo, Impelluso. All. Fratello. Dir. Tummolo.
PRO COLLEGNO (4-4-2): Bello, Mariuzzo, Boreggio (14' st Aceto), Grasso, Deaconu, Pedrollo, Di Gianni (12' st D'Urso), Anchisi, Costa, Bor, Lomartire (7' st Giuliani). A disp. Mastronicola, Franzino, Brucato. All. Giuliani. Dir. Di Gianni - Gilberti. AMMONITI: 8' st Boscolo (N).
SEQUENZA RIGORI: Pedrollo (C) gol. Biz (N) fuori, Mariuzzo (C) gol, Mendez (N), traversa, Aceto (C) gol, Urbano (N) alto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400