Cerca

Under 14

Cit Turin-Rosta: uragano Broggio-Tafuni, Alessandria incassa fieno salvezza

I biancorossi tengono botta qualche minuto con Grosso, ma le armi migliori sono spuntate.

Cit Turin-Rosta

L'abbraccio di Franchini a Broggio dopo il gol del momentaneo 1-0 per il Cit Turin

L'uragano Broggio si scaglia sul Rosta e il Cit prende tre punti d'oro. Tre punti che danno fieno in cascina per la lotta salvezza, tre punti da scontro diretto, tre punti che fanno rialzare la testa dopo il poker subito con il Lucento. Il Rosta paga, oltre a un disorientamento in seguito alle decisioni arbitrali, un primo tempo già pericoloso, ma bloccato sui due punti di forza dei lupi biancorossi: il palleggio nella zona centrale del campo e la spinta sugli esterni. La prima pressione del Cit Turin funziona e le invenzioni di Broggio, in tandem perfettamente armonico con Tafuni, decidono la gara in direzione rossoverde. 

Batti e ribatti. Se a partire meglio, per approccio, per gamba, per contrasti, sembra essere il Cit Turin, é subito il Rosta ad essere veramente pericoloso e recriminare per un gol annullato. Nelle primissime battute i padroni di casa ostacolano bene l'uscita dei lupi dalla loro metà campo, che però quando ci riescono vanno subito in gol. Pescato Vettorello tra le linee, palla filtrante per Grosso che batte Chen ma per l'arbitro é stata commessa un'irregolarità. I ragazzi di Alessandria non si scompongono e continuano con lo stesso ritmo di prima. Tante palle al tandem Raduni-Broggio, intensità sugli esterni dove Grasselli e Marino a destra e Garelli e Prochet a sinistra arginano bene i biancorossi e buona grtina sulle seconde palle. Proprio dagli esterni arriva il vantaggio torinese. Palla rubata sull'out destro (vigorose proteste del Rosta per un contrasto), Tafuni scappa a destra e appoggia in mezzo per Broggio che a porta sguarnita proprio non può sbagliare. 1-0. De Nigris e compagni, subita la doccia ghiacciata, ci mettono qualche minuto ad uscire con regolarità dal pressing casalingo ben orchestrato da Chiantia e Franchini. La qualità però c'è e basta una palla per ripetere, anche se con sfumature differenti, l'azione del gol annullato. Vettorello trova un altro corridoio filtrante per Grosso sfuggente a sinistra. Il tiro cross del numero 9 trova una deviazione che beffa Chen (anche ostacolato dai suoi compagni) e pareggia i conti. Ora il Rosta è più deciso in palleggio, ma ancora soffre il pressing, specie sugli esterni e di nuovo dall'out sinistro arriva l'azione del raddoppio. Ancora sulla stessa fascia, ancora Tafuni ad assistere centralmente Broggio che questa volta però deve piazzarla sotto la traversa. 2-1. 

Una timida reazione. Campisi deve ricaricare i suoi negli spogliatoi e già dalle prime battute i segnali sembrano essere relativamente positivi. Il palleggio è più certo, i contrasti sono più vincenti e questo libera molto di più gli esterni ad andare sul fondo. Il Cit dal canto suo abbassa il baricentro per aprire più spazi in campo aperto, ma lo fa con attenzione e concedendo al Rosta solo qualche cross su cui Vettorello e Surdo arrivano timidamente di testa. Chen tiene tutto sotto controllo. Gli spazi si allargano Franchini lotta sulla trequarti al 12' rubando un pallone (su cui è chiamato fallo da parte del Rosta) e lo utilizza per lanciare Tafuni che trova anche la gloria personale incrociando il tiro e battendo Fortuna. 3-1 che stende definitivamente il Rosta che continua a spingere anche sulle ali dei cambi, ma creando poche occasioni pericolose dalle parti di Chen. L'unica nota finale è un'espulsione per fraintendimento a capitan Piacquadio del Cit Turin. 

IL TABELLINO

CIT TURIN-ROSTA CALCIO 3-1
RETI (1-0, 1-1, 3-1): 11' Broggio (C), 17' Grosso (R), 29' Broggio (C), 12' st Tafuni (C).
CIT TURIN (4-4-2): Chen 6.5, Garello 7, Grasselli 7.5, Piacquadio 6.5, Balan 6.5, Franchini 7.5 (27' st Titolo sv), Martino 7 (17' st Hernandez 6.5), Chiantia 7, Tafuni 8, Broggio 8.5 (34' st De Sica sv), Prochet Pietro 7 (37' st Pizzarelli sv). A disp. Muffo, Gaeta, Rebuffo. All. Alessandria 7.5. Dir. Muffo - Chiantia.
ROSTA CALCIO (4-3-1-2): Fortuna 6, Soldano 6 (22' st Barardo 6), Carretta 6 (29' st Melillo sv), Varacalli 6.5 (17' st Mucci 6.5), De Nigris 7, Dabeni 6 (24' st De Lorenzo sv), Surdo 6, Burlui 6.5, Grosso 6.5, Vettorello 6.5, De Salve 6.5 (15' st Alotto 6.5). A disp. Micheletti, Demo. All. Campisi 6. Dir. Surdo - Burlui.
ARBITRO: Piccinino di Torino.
ESPULSI: 32' st Piacquadio (C).

LE PAGELLE

CIT TURIN

Chen 6.5 Spesso chiamato a tenere sottocontrollo tiri non troppo pericolosi del Rosta. Beffato dai suoi nell'occasione del momentaneo pareggio è bravo a farsi trovare sempre attento.
Garello 7 La prestazione è completa in entrambe le fasi. Copre anche se soffre più di Grasselli per la scelta del Rosta di spingere più dalla sua parte. Si fa apprezzare anche in fase di sostegno a Prochet. 
Grasselli 7.5 Superbo. Soldano non trova mai spazio per affondare e il merito è tutto suo e del tandem perfettamente orchestrato con Martino. Esce da situazioni spinose spesso con la palla al piede grazie a giocate di intelligenza superiore. 
Piacquadio 6.5 La linea tiene bene e si fa bucare soltanto due volte, nonostante i centimetri da pagare al reparto offensivo biancorosso. L'espulsione finale è un malinteso perché spazza un pallone vivo addosso a Piccinino di Torino che pensa sia un gesto volontario.
Balan 6.5 Intesa puntuale e precisa con Piacquadio che frutta e rende la pressione del secondo tempo ben gestibile. 
Franchini 7.5 Primo play dell'azione rossoverde. Giocate sempre intelligenti e gamba mai tolta lo rendono un valore aggiunto della mediana di Alessandria. Jolly mobile.  27' st Titolo sv
Martino 7 Corre, picchia e fa sudare cento camicie a Burlui, Surdo, Soldano e chiunque capiti dalle sue parti. Ha anche il fiato per provare qualche affondo, ma la lode la prende in difesa.
17' st Hernandez 6.5 Il momento della partita è difensivo e i suoi compiti li assolve egregiamente. Vigoroso nei contrasti dai quali esce anche acciaccato.
Chiantia 7 Comanda e guida il pressing con sapienza ed efficacia. Motore di un'ottima prima pressione. 
Tafuni 8 Guardando i centimetri della coppia offensiva si penserebbe che lui è il realizzatore e Broggio l'uomo assist. La prima è giusta, perché comunque al tabellino si iscrive col definitivo 3-1, ma la seconda va corretta perché si appende al petto anche la stellina di uomo assist servendo due cioccolatini a Broggio solo da scartare. 
Broggio 8.5 La classe al potere. Sin dai primi attimi di partita si carica l'ariosità e l'efficacia della manovra offensiva senza però rinunciare a lottare su ogni pallone in fase difensiva. Tante spallate maliziose quante palle giocate con classe visionaria. Sottoporta non perdona e il Cit incassa 3 punti pesantissimi nella corsa salvezza.  34' st De Sica sv
Prochet 7 Il tandem di destra funziona talmente bene che ogni tanto si lascia vedere generosamente anche in mezzo all'area per cercare gloria personale. Gara attenta ed produttiva.  37' st Pizzarelli sv
All. Alessandria 7.5 Gara magistralmente interpretata e giustamente portata a casa. La perdita del capitano per una o più partite potrebbe risultare una nota negativa con strascico lungo, ma intanto tre punti sono in cassaforte. 

Dir: Muffo - Chiantia.

ROSTA

Fortuna 6 Su tutti i gol ha poche responsabilità e anzi, qualche buona parata come quella al 27' del secondo tempo su Tafuni evitano un passivo peggiore. 
Soldano 6 Martino spesso spinge, ma in fase difensiva si passa poco o niente dalla sua parte. È in uscita che questa volta trova maggiori difficoltà. 
22' st Barardo 6 Vuole dare manforte al tentativo disperato di rimonta e lo fa con caparbietà. 
Carretta 6 Il primo tempo è in seria difficoltà sulle incursioni casalinghe anche se le proteste sul primo gol lo scagionano. Migliora col passare dei minuti anche se non riesce mai a strappare come sa.  29' st Melillo sv
Varacalli 6.5 Come un paraspifferi si trova dappertutto a coprire palloni sporchi, a contrastare e a recuperare palloni. 
17' st Mucci 6.5 Va a buttarsi davanti a fare da falso nueve e giocare palloni spalle alla porta che danno aria al fraseggio.
De Nigris 7 Con rudezza, carisma e volontà lotta su ogni pallone battagliando come un gladiatore. 
Dabeni 6 Insieme a De Nigris dà al solito garanzie la dietro e le imbucate arrivano da azioni laterali. Perde qualche contrasto in più del solito, ma la prestazione è sufficiente.  24' st De Lorenzo sv
Surdo 6 Al solito si danna l'anima per trovare gli spazi giusti a liberare la sua qualità e la sua falcata, ma, vuoi per qualche imprecisione, vuoi per meriti torinesi, non riesce a trovarla. 
Burlui 6.5 Non può uscire dal campo senza aver fatto di tutto per aver creato più volte possibili superiorità numerica con trame intelligenti o dribbling secchi a creare spazi.
Grosso 6.5 Cavalca, cavalca e cavalca. Con la sua falcata si trova più volte a concludere. Il primo gol gli viene tolto, il secondo, con un pizzico di rimborso dalla dea bendata, no. 
Vettorello 6.5 Naviga tra le linee dove riceve pochi palloni che riesce comunque a far fiorire.
De Salve 6.5 Parte con qualche difficoltà ma col passare dei minuti il coltellino svizzero di Campisi ritrova un di affilatura delle lame. Perde fiato e quando comincia a calare viene sostituito.
15' st Alotto 6.5 Gamba e volontà li garantisce e li porta.
All. Campisi 6 Qualche decisione arbitrale condiziona una gara comunque non approcciata come voleva lui. Nella prima frazione vengono meno le migliori qualità del gruppo e quando riappaiono il passivo è duro da recuperare. 

Dir: Surdo - Burlui.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400