Cerca

Under 14

Derthona - Acqui: Gemme apre le danze, Pinna le chiude. Nulla da fare per i termali

Una gara dominata per almeno tre quarti del tempo dai leoncelli, soprattutto sul piano fisico, ma meritevoli anche sul piano tecnico-tattico. In verità i primi ad andare vicino al gol sono stati gli acquesi, ma Furlan con un prodigioso intervento nega il gol a Ferrari.

Doppietta per Gemme (Derthona)

Doppietta per Gemme (Derthona)

Al 4-3-2-1 del Derthona, l'Acqui risponde con un 4-1-3-2 che potrebbe sembrare più audace, con due punte, rispetto a quello degli avversari. Ma aldilà dei moduli ciò che fa la differenza in campo è la  strategia, cioè l'aggressività e la determinazione e soprattutto il gioco sulle fasce. Nell'intero arco della partita i tortonesi hanno fatto valere una maggiore fisicità, intesa come pressing e grinta nel conquistare palloni e lanciarsi poi subito a rete. Il primo gol  è frutto proprio di questa strategia e, sebbene nella seconda frazione di gioco gli acquesi, per almeno quindici minuti, abbiano messo alla frusta la retroguardia di casa, non sono mai riusciti a rendersi pericolosi. Se non in occasione di una rete segnata da Ferrari che l'arbitro annulla, fischiando una punizione per gioco pericoloso. A pochi minuti dalla fine Pinna tarpa le ali agli ospiti, in completa tenuta nera, mettendo a segno il raddoppio.

Illusione iniziale Si gioca da pochi minuti quando Ferrari, uno dei migliori in campo tra i suoi, fa partire da pochi metri una botta angolata che Furlan vola a neutralizzare nel sette. Ma dopo questa ghiotta opportunità l'Acqui non spaventa più, anzi subisce le giocate dei ragazzi di Monfredini, nella nuova divisa azzurra fiammante sempre con i numeri in oro "zecchino". Padrone del campo il Derthona anticipa, apre sulle fasce, tiene botta quasi con spavalderia. Gemme in attacco si rende molto spesso pericoloso ma non riesce a trovare il tempo e lo spiraglio giusto per battere a rete, per il traffico intenso in area termale. E così comincia a pensare, forse, che solo un tiro da lontano potrebbe aprire una breccia nel muro avversario. Ciò che poi si avvera al 18' quando, servito da Massone all'indietro sulla lunetta, con un bel destro a giro batte imparabilmente Visconti. I padroni di casa con sicurezza tengono in mano le redini della gara, ma bisogna aspettare gli ultimi cinque minuti per spaventare ancora gli ospiti. Al 30' un tiro  da fuori area impegna il portiere che non trattiene, la palla finisce sui piedi di Gottardis che in rovesciata non sorprende Visconti. Un minuto dopo Ricci quasi dalla linea di fondo confeziona un traversone che diventa un tiro in porta che si stampa sulla fronte della traversa, palla in campo ma nessun compagno è pronto al tap-in, libera la difesa.

Metamorfosi improvvisa La ripresa inizia con i leoncelli ancora protesi in avanti che costruiscono con metodicità fino al limite dell'area avversaria. Ma quei pochi palloni indirizzati in porta finiscono in bocca al portiere oppure sul fondo per la poca freddezza degli avanti tortonesi. Infatti all'11' Giangrasso ben servito in area da Ricci, mette a lato di poco. Improvvisamente l'Acqui, quasi assopito per buona parte della partita, si sveglia dal torpore e comincia a macinare gioco. Per contro si addormentano i leoncelli che lasciano campo  e tempo agli avversari. Il primo ad entrare in area tortonese è Ferrari, che viene anticipato di un soffio da Ricci, il quale gli strappa la palla dal piede al momento del tiro. Dopo due minuti è la volta di Daniele a presentarsi in area palla al piede, contrastato dalla veloce rimonta di Massone che gli impedisce il tiro. Al 19' il ritorno repentino sulla fascia di Giangrasso è più che opportuno per impedire a Violato la conclusione verso la porta difesa da Furlan, E due minuti dopo un mezzo miracolo lo fa Moro intervenendo in anticipo su Ferrari. Lo stesso giocatore si vede al minuto ventidue negare il gol dall'arbitro per gioco pericoloso, molto dubbio, su Trivellato. Il solito dubbio: è più fallo per chi alza la gamba o per chi abbassa la testa? Nulla cambia! "L'unica certezza sono i gol che l'arbitro fischia indicando il centro del campo". Scampato il pericolo il Derthona esce dal letargo momentaneo e si rende di nuovo pericoloso, sfiorando il gol al 27' con il mancato aggancio del pallone, davanti alla porta, di Massone. Non sbaglia al 34' Pinna che, approfitta di un batti e ribatti in area, e mette nel sacco con un forte tiro il raddoppio della sicurezza.

IL TABELLINO

SG Derthona-Acqui 2-0
RETI: 18' Gemme (S), 34' st Pinna (S).
SG DERTHONA (4-3-2-1): Furlan T. 7, Ricci 6.5 (24' st Callegher sv), Carakciev 6.5, Santoro 6.5, Moro 6.5, Trivellato 7, Giangrasso 6 (31' st Furlan L. sv), Massone 6.5, Gemme 7 (35' st Costantini sv), Gottardis 6 (8' st Maiolo 6), Simoniello 6 (16' st Pinna 6.5). A disp. Dall'Oglio, Catanzariti, Gueorguiev. All. Monfredini Gio. 6.5.
ACQUI (4-1-3-2): Visconti Davide 6.5, Barbirolo 6, Violato 6.5, Raimondo 6, Cagno 6.5, Pucci 6 (40' st Lakhal sv), Riccone 6 (38' st Priarone sv), Boccassi 6 (26' st Siri 6), Daniele 6 (26' st Barletto 6), Maiello 6.5 (38' st Quaglia sv), Ferrari 6.5. A disp. Cornelli, Addabbo, Patrone, Bracco. All. Rovera 6.
ARBITRO: Lava di Alessandria 6.5.

LE PAGELLE

Derthona

Furlan 7 Una sola parata strepitosa che salva il risultato e, forse, l'andamento della gara. Comunque una sicurezza tra i pali.

Ricci 6.5 Molto utile la fase offensiva sulla fascia destra aggiunta ad un buon lavoro di copertura difensiva.

Carakciev 6.5 Sicurezza nei contrasti e tanto lavoro in difesa su un Ferrari davvero in gran spolvero.

Santoro 6.5 Mediano centrale davanti alla difesa mette ordine e detta i tempi della ripartenze e aperture sulle fasce.

Moro 6.5 In alcune occasioni i suoi interventi difensivi sono stati veramente risolutivi. Dimostra sicurezza.

Trivellato 7 Chiusure e raddoppi sempre efficaci, portare la testa verso il calcio di Ferrari gli è valso l'annullamento del gol.

Giangrasso 6 Buon lavoro di costruzione di gioco, ma poco lucido nelle conclusioni a rete.

Massone 6.5 Tanti palloni distribuiti in avanti, ma quello più importante al 18' sul piede di Gemme che castiga l'Acqui.

Gemme 7 Dimostra personalità nel trattare la palla e negli inserimenti in avanti, gran gol al 18' che sblocca la gara.

Gottardis 6 All'ombra di Gemme, a volte ne limita i movimenti, meglio quando ripiega creando spazi per il compagno.

8' st Maiolo 6 Lavoro di copertura.

Simoniello 6 Poco appariscente il lavoro sulla fascia destra, la sua sostituzione porta fortuna a Pinna che raddoppia.

16' st Pinna 6.5 Al 34' mette termine ai patemi di mister Monfredini.

All. Monfredini 6.5 Squadra volitiva e ben inquadrata, soffre per quindici minuti ma poi alla fine si riprende col gol di Pinna.

Acqui 

Visconti 6.5 Poche responsabilità sui due gol, ma anzi una paio di parate che hanno limitato i danni.

Barbirolo 6 Non avendo punti di riferimento potrebbe dare una mano sulla fascia di sua competenza. Cosa che non fa.

Violato 6.5 Nei quindici minuti in cui l'Acqui si risveglia c'è anche il suo zampino sulla fascia sinistra.

Raimondo 6 In fase difensiva nella parte centrale dell'area mostra qualche sbavatura.

Cagno 6.5 E' il solo a mantenere la calma sotto gli assalti dei leoncelli. Buona anche la padronanza della palla.

Pucci 6 Forse avrebbe potuto fare di più sulla botta di Gemme in occasione del primo gol. 40' st Lakhal sv

Riccone 6 Non sempre opportuno e costante il suo apporto sulla fascia destra. 38' st Priarone sv

Boccassi 6 Riesce a brillare nei soli quindici minuti che nel secondo tempo la squadra si è svegliata dal torpore.

26' st Siri 6 nei pochi minuti finali dà man forte al pressing.

Daniele 6 A corrente alternata nella zona più nevralgica del campo.

26' st Barletto 6 Cambia poco in attacco.

Maiello 6 In coppia con Ferrari riesce a confezionare una paio di azioni che solo per l 'attenzione della difesa tortonese non si riesce a concretizzare.

Ferrari 6.5 Tanta determinazione e personalità in area, sfortunato in occasione del gol che l'arbitro gli annulla.

All. Rovera 6 Quando decidono di giocare i suoi ragazzi mettono in mostra una buona tecnica. Forse hanno subito il fattore casalingo.

LE INTERVISTE

Monfredini, all. Derthona: Abbiamo giocato un buon primo tempo, imponendo la nostra strategia ed il nostro gioco, non raccogliendo molto per la troppa fretta. Nella ripresa abbiamo abbassato il baricentro ed i nostri avversari, giustamente, ne hanno approfittato. Ma abbiamo limitato i danni ed in chiusura abbiamo chiuso la gara col raddoppio di Pinna.

Rovera, all. Acqui: Il loro portiere ha fatto un parata, nei primi minuti, strepitosa, poi sono venuti fuori con la loro fisicità e noi non abbiamo saputo opporre la giusta resistenza per poter contrattaccare. Sono un po' rammaricato per il gol annullato, che voleva dire il pari ed un cambiamento di rotta, visto come stavamo attaccando.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400