Cerca

Under 14

Sala stampa: le dichiarazioni del weekend. Lampignano: partita perfetta

Rea del Pozzomaina: difficile competere col Lascaris, dobbiamo vincere con Rosta e Bruinese

Sala stampa: le dichiarazioni del weekend. Lampignano: partita perfetta

Daniele Barbera, allenatore della Sca Asti fa i complimenti alla Novese

Quarto appuntamento con Sala Stampa Under 14, il nuovo luogo in cui escono le voci dai campi di Under 14 non pubblicate sul giornale. Una delle novità dedicate ai nostri abbonati e ai lettori del giornale - cartaceo o digitale - del lunedì. Come raccontato a questo link, da quest'anno vi basterà scannerizzare un qualsiasi qr-code del giornale per diventare utenti premium della nostra applicazione, con la possibilità di leggere - sempre sulla nostra app - articoli come questo e le partite a pagamento seguite il weekend successivo.


GIRONE A

CAMERI 2-2 IVREA BANCHETTE

Arriva il primo punto per il Cameri di Lorenzo Sodero nella sfida casalinga con l’Ivrea Banchette. Un punto con un filo di amaro nel retrogusto visto il doppio vantaggio firmato Luca Ceraolo e Alessandro Tedesco recuperato poi dalla doppietta di matias Torredimare. «Per ora la classifica è bugiarda - spiega Lorenzo Sodero - Sulla partita è giusto il pari in quanto abbiamo fatto un tempo a testa, anche se nella prima frazione dopo il 2-0 abbiamo avuto occasioni per chiuderla. Abbiamo fatto una bella battaglia e un ottimo primo tempo». Vede più il bicchiere mezzo vuoto Lorenzo Chioso, tecnico degli eporediesi: «Sono incazzato nero. Non abbiamo giocato per un tempo e nello spogliatoio sono sbroccato. L’abbiamo ripreso e bene così, però i ragazzi si impegnano in base alla classifica dell’avversario e questo non va bene. Col Verbania avevi paura e col Cameri ti senti un fenomeno. Non siamo una squadra esperta e se l’arbitro sbaglia gli vai dietro».


BAVENO 2-1 ACCADEMIA BORGOMANERO

La ribalta Filippo Bellingheri e il Baveno rimane attaccato al trenino di testa. A passare in vantaggio è l’Accademia Borgomanero con la rete di Andrea Milanesio, poi crescono i padroni di casa legittimando il risultato anche per il tecnico rossoblù Claudio Valentini: «Male il risultato, ma lo avevo messo in previsione. Hanno meritato di vincere e c’è poco da dire. Sono però contento che siamo andati a giocarcela, facendogliela sudare. Non hanno trovato tante soluzioni, ma hanno meritato di vincere». In casa Baveno c’è soddisfazione per la reazione e l’ottenimento di un bottino meritato: «È stata una partita soffertissima - spiega Pierpaolo Oliveto - Sono passati in vantaggio su un fuorigioco di tre metri. Ci siamo messi a rincorrere e siamo stati sempre sulla loro trequarti. Questa settimana è andata molto bene, abbiamo insistito sui vari obiettivi e questa volta finalmente ci siamo ripresi quello che ci spettava».

CASALE 3-1 CRESCENTINESE

Punti d’oro per il Casale che migliora la classifica anche se la rimonta firmata Alessandro Napoli, Mattia Rossetto e Lorenzo Mazzeo non soddisfa appieno, a livello di gioco, il tecnico Stefano Clementini: «Non una bellissima partita. Abbiamo giocato il più brutto primo tempo da quando ci sono io. Abbiamo sbagliato l’insbagliabile. Sono cose che non ci appartengono, errori gratuiti e ripetuti. Insomma, male male male. Nella ripresa abbiamo cambiato registro e abbiamo messo tutto a posto. Bene vincere perché porta entusiasmo e voglia. Quello che mi consola è che quando abbiamo perso non lo abbiamo mai fatto demeritando». Mastica amaro Stefano Perino, tecnico della Crescentinese, che dopo il vantaggio di Simone Tappari giudica immeritata la rimonta subita: «Risultato troppo ingiusto. Abbiamo chiuso in vantaggio il primo tempo e a inizio ripresa abbiamo avuto l’occasione per chiuderla. Loro sono stati più determinati nel secondo tempo, però han trovato i primi due gol su cavolate nostre. Stiamo iniziando a crescere e non guardiamo la classifica».

GIRONE B

LEINI’ 0-4 RIVAROLESE

Pieno di soddisfazione Renato Beltrani dopo la vittoria netta in casa del Leinì che gli permette di staccare le ultime tre posizioni. «Partita che sulla carta sembrava facile, ma non c’è mai niente di facile. I ragazzi hanno fatto una prestazione di carattere con un ottimo approccio. Ora pensiamo alla prossima e col Settimo sarà tosta perché sono una squadra che perde sempre di poco, ma se la vinciamo saremo ancora più fiduciosi».


BORGARO 2-0 VENARIA

Una vittoria che vale doppio per il Borgaro per come si è messa subito la gara contro il Venaria. Dopo neanche un giro di lancette i gialloblù rimangono in 10 uomini per l’espulsione di Matteo Rosso. Ciononostante i gol di Manuele Nicotra e Alessio Albero mettono la gara in discesa per i ragazzi di Michele Ricco che esulta: «Vittoria importantissima con carattere. Ho visto una voglia e un atteggiamento spaventosi. Non commento l’arbitraggio perché dopo un solo minuto sul portiere ci poteva stare al massimo il giallo. Detto questo siamo andati molto meglio». Decisamente deluso Michael Carella, tecnico del Venaria: «È la prima volta quest’anno che dico: male, male, male. In superiorità numerica per tutta la partita, abbiamo preso un gollonzo e non siamo riusciti a riprenderci. Loro più cattivi su ogni pallone e han vinto tutti i duelli individuali. Oltre a un paio di occasioni siamo riusciti a a produrre solo tiri inutili da fuori».


PRO EUREKA 2-2 IVREA

La Pro Eureka non approfitta dello scontro al vertice tra Gassino e Volpiano per accorciare e viene frenata dall’Ivrea di Marco Moro che festeggia per il quarto punto in due partite giocate contro squadre più in alto in classifica: «Il bicchiere è decisamente mezzo pieno. Stiamo mettendo ottimo fieno in cascina. Molto contento del primo tempo, mentre nel secondo sono usciti un po’ più loro». Con un po di rammarico commenta la partita Marco Ferreri, tecnico della Pro Eureka: «Nella prima frazione il campo non ci ha permesso di fare molto. È stata una brutta partita e bene il nostro pareggio su punizione nel primo tempo. Poi siamo passati in vantaggio con Shaker e abbiamo preso il pari da una situazione di angolo. C’è del rammarico, ma usciremo».

VIRTUS CIRIÈ 3-2 AYGREVILLE

Primo tempo pirotecnico a Ciriè che finisce 2-2 in una sfida tra bomber di razza come Michele Metta e Elia Bionaz. Sfida che viene vinta dall’attaccante nerazzurro che sigla la tripletta a 5’ dalla fine facendo esultare Gianluca Serripierri: «Dopo il nostro vantaggio su punizione abbiamo subito preso il pareggio e abbiamo perso la testa. Per fortuna l’abbiamo ripareggiata subito quando siamo andati sotto ed è emersa la voglia di vincere. A parte questi due svarioni il nostro portiere non ha fatto una parata, quindi sono soddisfatto della bella gara contro una buona squadra».


GIRONE C

CENISIA 1-5 LUCENTO

Tiene un tempo il Cenisia di Stefano Riccetti che nella ripresa deve rendere l’onore delle armi ad un Lucento che fa ricorso al suo bomber Loris Cirri per mettere definitivamente in ghiaccio una vittoria che gli fa mantenere il secondo posto. «Abbiamo retto bene nella prima frazione - spiega Stefano Riccetti - Nel secondo poi ci hanno sovrastato. Se sono lassù c’è un motivo». Incassa la vittoria con moderata soddisfazione Alessio Rapisarda: «Primo tempo molto sottoritmo. Non mi ha soddisfatto. Poi abbiamo cambiato marcia dopo l’1-3 e abbiamo fatto qualche cambio. L’importante era fare punti. Quando fai diverse rotazioni ci può stare andare un po’ in difficoltà. Può capitare che spesso nel secondo tempo cambiamo ritmo e giochiamo meglio, ma non sempre ci può andar bene».


VANCHIGLIA 6-0 BARCANOVA

Finalmente un grande Vanchiglia. Dopo soli 2’ Francesco Giacosa sblocca la gara contro il Barcanova e la gara va subito in discesa per i granata di Giuseppe Lampignano: «La partita perfetta. Non posso dire veramente niente di più. Dopo 10’ gli hanno espulso il giocatore più forte. Dà morale vincere così». Ammette la superiorità Sabatino Ferrazzola: «Erano più forti e anche senza espulsione è molto probabile che avremmo perso lo stesso. Detto questo l’episodio ci ha messo alle strette. La squadra sta migliorando, anche se a livello di carattere siamo abbastanza indietro».

LASCARIS 3-0 POZZOMAINA

Vittoria non entusiasmante per Luca Meschieri che con il suo Lascaris supera 3-0 un Pozzomaina comunque ostico, come dimostra la sua posizione in classifica: «Mentre a volte abbiamo raccolto meno di quanto seminato, questa volta abbiamo raccolto di più. Per quanto mi riguarda è stata una brutta partita. Subito in vantaggio con Delle Cave ma abbiamo fatto tanta fatica quando avevamo la palla in possesso. Con i cambi la cosa si è aggiustata un po’». Si concentra già sul futuro Gino Rea che non drammatizza dopo la sconfitta: «Non è questa la partita in cui dobbiamo fare punti. Con queste squadre è difficile competere. Stiamo cercando di allungare la rosa. Dobbiamo salvarci e lo faremo, ma dispiace perché con qualche uomo in più potremmo ambire anche a qualcosa di diverso. Dobbiamo vincere con Rosta e Bruinese prima di Natale».


GIRONE D

GIOVANILE CENTALLO 2-2 MONREGALE

Secondo passo falso consecutivo per la Giovanile Centallo che pareggia 2-2 in rimonta contro la Monregale che invece inanella il secondo pareggio consecutivo e quindi il secondo punto in classifica. «Qualche titolare non si è allenato bene e abbiamo messo una formazione diversa - spiega Davide Parola, tecnico dei rossoblù - Ho già fatto dei cambi nel primo tempo perché alcuni proprio non erano entrati in partita. Abbiamo provato a rincorrere e siamo riusciti a raggiungerla. Sono contento perché stiamo recuperando Prati dopo l’operazione al piede, speriamo di rincorrere anche gli altri. Speriamo di finire questo periodo maledetto: la squadra c’è e il carattere anche. Abbiamo perso due punti, ma per come si era messa ne abbiamo trovato uno».

GIRONE E

NOVESE 3-4 SCA ASTI

Torna subito a vincere la Sca Asti dopo il ko interno con la Cbs anche se lo fa con una partita rocambolesca risolta dalla coppia gol Tabaku-Cussotto, con quest’ultimo che la decide all’ultimo. «Bene ma non benissimo - spiega Emiliano Ravera, tecnico della Novese - Siamo sempre stati lì con loro in vantaggio di un gol e noi che recuperiamo. Poi l’abbiamo persa sul filo di lana. Loro sono una bella squadra, più attrezzata di noi. Abbiamo fatto una bella partita e risultato a parte non posso lamentarmi». Incassa i punti e fa i complimenti alla Novese Daniele Barbera: «Alla fine è andata bene. Spiace per il portiere che non ha vissuta la miglior giornata. Comunque la Novese è una bella squadra che non merita quella classifica. Potrebbero essere più efficaci e invece talvolta sono un po’ scolastici, ma faranno un bel campionato».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400