Cerca

Under 14

Fossano-Cuneo Olmo: Marconi, Lubatti e Boaglio ribaltano Scavone e gli azzurri di Garavagno

Il Cuneo Olmo esce dal difficile campo del Fossano accorciando in classifica proprio sugli azzurri in virtù di un 1-3 in rimonta maturato nella seconda frazione di gioco

Lubatti-Boaglio-Marconi Cuneo Olmo U14

A sinistra l'MVP Lubatti, autore della rete del 1-2, poi Boaglio autore di un gol nel finale e del rosso per doppio giallo e a destra Marconi, autore del gol del pari.

É una partita d’alta classifica quella in scena al Pochissimo di Fossano, e che vede l’Under14 azzurra affrontare il Cuneo Olmo, per un finale di 1-3 che lascia decisamente delusi i ragazzi in maglia azzurra per come è maturato. Parte subito forte il Cuneo Olmo che imprime al match un pressing asfissiante, ma la risposta dei ragazzi di Garavagno è una costruzione dal basso che rende vano il pressing ospite. Il Fossano poi esce e dal 5’ al 20’ assistiamo ad una partita davvero vivace, ma di occasioni nette non se ne vedono, salvo qualche contropiede isolato. Dal 20’ il Cuneo gestisce meglio le energie, e il loro pressing riesce a tenere chiusa nella sua metà campo la squadra avversaria, che risponde con qualche lancio lungo. Il finale di primo tempo è invece tutto da godere, con i 2’ di recupero che si trasformano in un thriller. Il secondo tempo si capovolgono gli equilibri, con il Fossano che parte forte e segna e il Cuneo che aspetta e riparte, ma che una volta trovato il pari ritorna alla tattica del pressing. Di contro il Cuneo Olmo troverà dapprima la rete dell’1-2, non senza proteste, e poi chiuderà il match nel recupero. La partita dunque finisce poi 1-3 ma c’è tanto da divertirsi nel vederlo, perchè le due squadre non si risparmiano un colpo. 

Pari divertente È un Fossano d’alta classifica quello che dopo 11 giornate si ritrova a quota 22 punti con 7 vittorie, 1 pari e solo 4 KO, forte dei suoi 41 gol fatti e con solo 14 subiti. Per gli avversari il bicchiere deve comunque essere mezzo pieno perchè la classifica li vede a quota 18 con 6 vittorie e 5 volte 0 punti, ma se loro la difesa funziona, imbarcate a parte, con sole 17 reti subite, è l’attacco a fare fatica con soli 19 gol. E proprio di imbarcate si parla perchè il Cuneo è reduce da due KO pesanti con 4 reti subite per ogni match, per un totale di 8 palloni raccolti in fondo alla rete. Il Fossano non sorride nemmeno da questo punto di vista, perchè l’ultimo turno in trasferta ha visto il Chisola capolista vincere e allungare in classifica. Parte subito fortissimo il Cuneo, con un pressing altissimo che costringe due volte all’errore il Fossano, per fortuna senza conseguenze. Di contro al 7’ è il Fossano a rispondere con Dardanelli che soffia il pallone a Vespier, il quale poi interviene nuovamente per rimediare al proprio errore. Sul corner guadagnato dai padroni di casa si avventa però Ghivarello scappando in contropiede e venendo fermato solo al limite dell’area da un ottimo Diani. Al 10’ è ancora il Fossano ad ottenere il secondo corner del match dopo aver preso le misure al pressing avversario, ma la difesa cuneese respinge in corner dal lato opposto il traversone che si stava facendo pericoloso. Da destra è Shita ad avventarsi sul pallone e per un soffio non riesce a ribadire a rete, contrastato ottimamente dalla difesa ospite che respinge ancora una volta dalla bandierina. Al terzo giro è Vespier a spedire via coi pugni la sfera e il Cuneo ritorna a respirare un po’. Non tarda a rispondere la squadra ospite al 14’ ma il direttore non concede il corner. Di sicuro c’è che il primo quarto d’ora di questa partita è davvero su ritmi altissimi e ambedue le squadre stanno giocando bene senza paura e quindi rendendo il match davvero gustoso da guardare. Di contro il Cuneo, dai numeri poco leggibili sulla schiena, aumenta il pressing vertiginosamente e quindi intorno al 20’ di gioco ci troviamo un Fossano molto più chiuso nella sua metà campo che fatica leggermente ad uscire, anche se va detto che riesce a sostenere il pressing ospite senza farsi travolgere e cadere in errore. Proprio al 20’ è Kollcaku a prendere una traversa direttamente da punizione sulla trequarti, con Sacco che non ci sarebbe mai potuto arrivare. Dal 22’ al 26’ il Cuneo ha tirato tre volte in direzione di Sacco, con l’estremo difensore di casa che ha bloccato tutte e tre le occasioni da rete in presa sicura. Di contro il Fossano fatica a costruire, anche se il pressing del Cuneo costa energie ai ragazzi di Ourabi. Il Fossano, di contro, quando si distende risulta molto pericoloso, ma dal corner guadagnato al minuto 32’ è Vespier ad uscire vincitore con la sfera saldamente tra i guantoni. Sul finire della prima frazione di gara abbiamo ancora un corner per il Cuneo Olmo, ma un tocco di mano in attacco vanifica tutto. Chiude i 2’ di recupero una bella azione in contropiede di Moise a cui risponde un bellissimo contropiede del Cuneo Olmo con tiro di Ghivarello sul quale è miracoloso Sacco che con un balzo felino strozza l’urlo di gioia dei cuneesi e manda le squadre al riposo sullo 0-0.

Reti tutte nella ripresa Il secondo tempo inizia col Fossano che mette il turbo e scappa con Moise lungo la fascia destra e ottiene un corner dal quale il colpo di testa esce di poco. Ci vogliono solo 6’ per trovare la prima rete del match: azione spettacolare di Moise sulla destra, palla in mezzo e Scavone la raccoglie preparando il tiro e calciando a giro dove un incolpevole Vespier non può arrivare! Golazo dell’1-0 del Fossano che cambia l’inerzia del match, fin lì in equilibrio, anche se il Cuneo aveva creato di più. Il Cuneo non ci sta e prova a reagire immediatamente, ma la punizione è egregiamente parata da un Sacco che sin qui sembra insuperabile. Ma non basta perchè la formazione ospite insiste e ottiene un’altra punizione dalla trequarti ma il tiro di Kollcaku viene, neanche a dirlo, neutralizzato da un Sacco in formato super. Ma non basta quando al 10’ è il cuneo a provarci ancora e Marconi tira una sberla sulla quale nemmeno un Sacco così può nulla. Pur avendola toccata il pallone si insacca e sigla il pari: 1-1 e palla al centro. Molto bella da vedere la costruzione dal basso del Fossano che qualche volta risulta un po’ pericolosa, ma che fin ora ha permesso al Fossano di aggirare il pressing cuneese con gran maestria. I miracoli non finiscono qui perché al 21’ il Cuneo si porta al tiro ma un difensore azzurro prima, e Sacco poi, impediscono che gli ospiti raddoppino. Negli ultimi 10’, dal 20’ al 30’, è molto spesso il fuorigioco a frenare le azioni delle due squadre, ora un po’ lunghe, che comunque non si nascondono dietro alla stanchezza e continuano a regalare un match di altissimo profilo. E proprio mentre il match sembra destinare a finire in parità ecco il colpo di scena: lancio in profondità e Lubatti, che riceve da Scavone, è davanti a Sacco ed incrocia per un 1-2 che fa male nel morale di un Fossano che protesta per un presunto fuorigioco non segnalato dal direttore. Il match è poi destinato a chiudersi con l’1-3 su erroraccio della retroguardia di un Fossano veramente abbattuto nel morale. Basta infatti poco per Boaglio per trafiggere un incolpevole Sacco. C’è poi spazio per un rosso a Ciocoiu della panchina cuneese, con gli ospiti che trovano di nuovo i tre punti dopo due giornate faticose dal punto di vista del risultato. Il prossimo match vedrà i padroni di casa impegnati contro la Saviglianese in trasferta, mentre il Cuneo Olmo avrà in casa la Cheraschese, rispettivamente ottava e nona nel campionato e che non sono mai facili da affrontare. 


IL TABELLINO

FOSSANO-CUNEO OLMO 1-3

RETI: (0-0, 1-3): 6’ st Scavone (F), 10’ st Marconi (C), 31’ st Lubatti (C), 35’ st Boaglio (C)

FOSSANO (4-3-3): Sacco 6.5, Diani 6.5, Borsotto 6, Giachino 5.5, Tomatis 5.5, Shita 6, Macheda 6.5 (14’ st Boubker 6), Dardanello 6, Belli 5.5 (20’ st Robaldo 5.5), Scavone 8, Moise 7. All. Garavagno Federico 6

A disposizione: Graffino, Fea, Brungaj, Lumaj, Taricco, Terzaghi

CUNEO OLMO (4-3-3): Vespier 6, Garro 6, Civalleri 6.5, Dutto 5.5, Ghivarello 6.5, Curti 6, Marconi 7.5, Ciocoiu 6.5 (32' st Revello 6), Bahbaz 5.5 (29’ st Lubatti 8 ), Kollcaku 7, Gaboardi 6, (32’ Boaglio 7). All. Ourabi Ahmed 6.5

A disposizione: Maccario, Donadio, Petrelli, Baudino

ARBITRO: Crivelli Igor di Bra 6

AMMONITI: 15’ st Ciocoiu (C), 28’ st Scavone (F), 34’ st Boaglio (C)

ESPULSI: 37’ st Ciocoiu (C)


LE PAGELLE 


FOSSANO (4-3-3)

Sacco 6.5 Miracoloso sul finire del primo tempo con un colpo di reni impeccabile, attento per tutto il primo tempo con 3 prese plastiche non semplici, incolpevole sui gol. 

Diani 6.5 Una chiusura stellare che chiude un contropiede ospite ostico nel primo tempo. 

Borsotto 6 Una partita che gioca ordinatamente senza sbavature. 

Giachino 5.5 Un po’ sottotono, fatica nel primo tempo e viene spesso scavalcato, meglio nella ripresa ma non basta. 

Tomatis 5.5 Attento per tutto il primo tempo, si fa scappare Ghivarello in occasione della parata di Sacco alla fine primo tempo. 

Shita 6 Si rende pericoloso in un paio di occasioni, è vivace ed ha corsa, ma nel secondo tempo cala alla distanza. 

Macheda 6.5 Cercato spesso dai compagni, ingaggia spesso duelli 1vs1 sulla fascia, vincendone anche diversi. 

14’ st Boubker 6 Entra per un compagno stanco e fa quel che gli chiede il mister senza sbavature.

Dardanello 6 parte forte, poi inizia a calare e soffrire leggermente il pressing avversario. 

Belli 5.5 il meno pericoloso davanti, fatica a crearsi uno spazio per colpire. 

20’ st Robaldo 5.5 non un ingresso memorabile, tocca pochi palloni ed è saltato in apertura dell’azione dell’1-3.

Scavone 8 Un gol fondamentale sicuramente, ma anche di pregevole fattura e sprattutto un secondo tempo da leone, peccato non basti ad ottenere i 3 punti. 

Moise 7 Pericoloso in alcune occasioni, è lui a scappare subito ad inizio ripresa portando un pericolo non indifferente, poi sulla sconfitta ha poche responsabilità. 

All. Garavagno Federico 6 I suoi ragazzi non si fanno abbindolare dal pressing di un ottimo cuneo e sanno quando colpire, manca però un po’ di cinismo sotto porta oggi, peccato perchè il passivo è pesante e meritavano almeno il pari.

CUNEO OLMO (4-3-3)


Vespier 6 Incolpevole sul gol, è attento quando il Fossano sale e non si fa mai trovare impreparato. 

Garro 6 Attenzione massima e tanta corsa, ma l’azione del gol parte dal suo lato, anche se va sottolineato che è più merito degli avversari che demerito della sua squadra. 

Civalleri 6.5 Ordinato e soprattutto pulito coi piedi, non sbaglia praticamente mai il passaggio. 

Dutto 5.5 Qui le colpe in occasione della rete sono un po’ di più perché non copre le linee di passaggio all’avversario che difatti ha tutto il tempo di passare la sfera in mezzo. 

Ghivarello 6.5 Grinta, corsa e anche un paio di tiri pericolosi, con l’occasione sul finir del primo tempo che grida vendetta, ma sul quale più di così non poteva fare. 

Curti 6 Partita a due facce, un primo tempo molto sostanzioso, un secondo un po’ in difficoltà. 

Marconi 7.5 Gioca bene e in velocità e in un paio di occasioni va via all’avversario con delle mosse abilità degne di un videogioco, poi il gol del pari è pura potenza. 

Ciocoiu 6.5 Lo vediamo giganteggiare nel primo tempo, con una generosità verso i compagni che si vedono recapitare da lui ottimi palloni. 

Bahbaz 5.5 Fatica a rendersi partecipe dell’azione, nel secondo tempo è un po’ distante dalla squadra, con un paio di errori che ne offuscato la prestazione. 

29’ st Lubatti 8 M.V.P. a mani basse, entra corre, recupera palloni e dopo 2’ trova il gol del sorpasso che vale oro.

Kollcaku 7 senza dubbio il più pericoloso dei suoi nel primo tempo e la traversa ancora trema. 

Gaboardi 6 Una partita onesta senza errori, corre, passa e si procura un paio di tiri dalla distanza niente male. 

32’ Boaglio 7 si fa trovare al posto giusto, al momento giusto e la chiude quando serve chiuderla, poi un rosso segnato a referto dal direttore per doppio giallo.

All. Ourabi Ahmed 6.5 La sua squadra gioca indubbiamente bene, con tanto pressing e tanto sacrificio da parte di tutti, ma manca quel cinismo che permetterebbe loro di avere molti più gol fatti, anche se oggi comunque nel referto ne risultno siglati 3.

Arbitro Crivelli Igor di Bra 6 Direzione senza troppe sbavature, ferma spesso il gioco ma così facendo non si incattivisce il match che rimane corretto e pulito fino alla fine.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400