Cerca

Under 14 B

Seconde squadre a chi? L' Alpignano di Marco Noce

I biancazzurri hanno concluso il girone d'andata al terzo posto. Primo obiettivo in vista della ripresa: migliorare nella finalizzazione sottoporta, nonostante i 5 gol di Riccardo Raimondo

Seconde squadre a chi? L' Alpignano di Marco Noce

L' Alpignano di Noce

La rubrica dedicata ai secondi gruppi dell'under 14 sbarca con la sua terza puntata ad Alpignano, dove la squadra allenata da Marco Noce ha concluso il girone di andata al terzo posto con 14 punti, dietro solo a Lascaris e Lucento. Unica sconfitta proprio nello scontro diretto contro i bianconeri, segno di grande solidità e unità di intenti, con un occhio alla vetta della classifica e uno alla promozione nel primo gruppo, allenato da Gianluca Baseggio.

L'allenatore prova a fare il punto su questo inizio di stagione: «Alleno questi ragazzi da maggio dell'anno scorso e mi posso definire soddisfatto dei progressi fatti. L'obiettivo primario era quello di creare un gruppo coeso e determinato, che affrontasse l'impegno e che si approcciasse a questo campionato con grande entusiasmo: l'esultanza di tutti i ragazzi che entrano in campo dopo un gol nel finale di qualche settimana fa dimostra che da questo punto di vista abbiamo fatto grandi progressi. Rispetto a inizio anno siamo migliorati molto nel creare occasioni da gol, ma spesso siamo poco freddi e raccogliamo poco rispetto a quanto meriteremmo. In questa sosta spero di poter lavorare con i ragazzi proprio sulla finalizzazione sottoporta, unico neo di questo inizio di stagione».

Durante il girone di andata appena terminato, la squadra biancazzurra ha spesso utilizzato un solido 4-4-1-1, dimostratosi congegniale alle caratteristiche dei ragazzi di Noce, che fa dell'alternanza di tutti i ragazzi presenti in rosa un mantra necessario per agguantare i risultati. Difendono la porta alternandosi di settimana in settimana Gabriele Rondina e Leonardo Rapisardi, che con i soli 6 gol subiti rendono l'Alpignano la terza difesa meno battuta del girone. Il reparto arretrato è comandato da Manuel Rossano, centrale di difesa che abbina alla sua grande fisicità una velocità non indifferente per il ruolo, e Luca Mezzapesa. Il centrale ha evidenziato dei miglioramenti importanti da inizio stagione, così come i due esterni di difesa Darius Istoc Nicolas Goffredo, che con la sua propensione a svolgere diligentemente entrambe le fasi vede da vicino le porte del primo gruppo. Simone Celotti si è guadagnato la fascia da capitano grazie al carisma e alla carica emotiva con cui guida i compagni e insieme a Gabriele Gabbiani compone un tandem di centrocampo che non risparmia una goccia di sudore per la causa. A destra Fabio Cittadino crea scompiglio nelle difese avversarie e la sua velocità è già stata più volte a disposizione di Gianluca Baseggio, mentre a sinistra Emanuele De VietroLuciano Sorrentino ed Edoardo Pecchio si giocano un posto per tre a furia di sprintate sulla fascia. Riccardo Raimondo ha già messo a segno 5 gol che lo rendono il giocatore più prolifico della rosa e mette a disposizione la sua tecnica giocando alle spalle di uno tra Stefano Manca, ex portiere che dimostra di conoscere già bene i movimenti del reparto avanzato, e Vittorio Pettigiani, abile dribblatore.

In attesa di riprendere il campionato a febbraio contro il Barcanova quarto in classifica, i biancazzurri si alleneranno durante la sosta con due tornei, il primo dei quali a Chieri intorno alla prima metà di dicembre. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400