Cerca

Under 14

Chieri-SG Derthona 3-2: sbuca Garbellini, vanificata la rimonta di Gottardis

I collinari di Vallarelli vincono anche il secondo scontro diretto. La reazione dei tortonesi beffata al fotofinish

Chieri-SG Derthona:

Fabio Garbellini incendia il Rosato e sbuca nel finale per il decisivo 3-2

Se Gottardis firma i due gol dei leoni che profumano di impresa (da 2-0 a 2-2), il tornado Garbellini al 2' di recupero dice la sua ristabilendo il vantaggio chierese e mandando in vacanza Nizza e compagni nel modo più dolce: con una prova di forza vinta, uno scontro diretto guadagnato e una vetta ben consolidata. Gli azzurri di Vallarelli girano a +4 sulla Sisport e +7 proprio sui leoni di Monfredini che però portano a casa la consapevolezza sempre più granitica che non devono temere nessuno, nemmeno il Chieri in casa sua. 

Camino avvolge il Derthona. Spesso al Rosato di Chieri i primi minuti sono contraddistinti dal dovuto timore reverenziale degli ospiti di turno e, ancora più spesso, Palumbo e compagni non perdonano. Anche in questo anticipo il Derthona sembra scendere in campo un po' distratto, ma non abbastanza per andare sotto. I collinari dal canto loro piantano le tende e fanno frullare la palla pericolosamente attorno all'area bianconera. Subito Dabija setta il piede mettendo un cross insidioso per Palumbo che però non conclude bene. La mediana chierese ha il controllo di ritmo e gioco con Camino più a trazione anteriore, tanto da proiettarsi spesso sull'out di destra andando a mettere in difficoltà Loris Furlan: al 10' proprio Camino mette un bel cross su cui Thomas Furlan si avventa e dopo non aver trattenuto guadagna un fallo di carica da Dabija. Lo spartito si delinea: il Chieri sta lì, ma Moro e Trivellato fanno buona guardia su Palumbo e compagni e il Derthona, che col passare dei minuti trova coraggio e precisione, si fa vedere in avanti con qualche fiammata: al 15' combinazione Gemme-Gottardis-Gemme con un tiro a lato; al 20' tiro da fuori di Furlan. Il baricentro di Monfredini si alza di poco e Vallarelli prova ad invertire gli esterni Dabijia e Garbellini, con quest'ultimo che al 23' mette in mezzo un cross interessante per Palumbo che però sbuccia la volée. La chiave per scassinare la cassaforte mandrogna è al 29': punizione dalla sinistra da cui nasce un mischione; Palumbo calcia ma viene murato sulla riga alzando una palombella per Garbellini che prova la rovesciata; Furlan neutralizza ma la palla arriva sui piedi di Dabijia che a porta sguarnita non perdona. 1-0.

L'orgoglio, Gottardis e la beffa. Con lo svantaggio qualcosa nel cuore dei leoni si smuove e già prima dell'intervallo Moro si ritrova da solo in area a mandare alto un colpo di testa sull'angolo di Carakciev. Alla ripresa la tensione offensiva è simile e sempre il terzino Carakciev libera un mancino che esce di poco. Il Derthona si infrange su un Chieri ben schierato e gestito da capitan Nizza che si abbassa, ma non soffre e anzi, allunga con un pizzico di fortuna. Punizione da lontanissimo di Camino che scaraventa in area e su una palla diretta verso i guanti di Thomas Furlan interviene Moro che sfortunatamente devia alle spalle del suo portiere. 2-0. Il raddoppio non chiude la gara, ma la accende ancora di più con Monfredini che dà riserva a cambi offensivi e il Chieri che non si snatura e va vicino al 3-0 con un'incornata di Palumbo al 15' che però è letta bene da Furlan. Dal 20' in avanti saltano gli schemi e si accende Gottardis: prima ruba palla e manda il duo Simoniello-Gemme a concludere alto di poco, poi sale in cattedra e segna la doppietta che pareggia l'incontro: colpo di genio di Santoro in verticale e conclusione da fuori sotto la traversa (2-1); punizione dal limite nell'angolo basso al 36', forse con un errore di posizionamento della barriera (2-2). Il tempo regolamentare è scaduto e il pareggio in rimonta ha già un gusto dolce nelle bocche ospiti, ma l'orgoglio e la mentalità del Chieri non si assopiscono. A recupero già inoltrato arriva il colpo di coda: apertura bellissima di Palumbo per Dabija che per evitare l'uscita di Furlan calcia come può a incrociare. La palla è lenta e vaga nell'area piccola dove sbuca Garbellini che segna e chiude la contesa. 3-2. Il Chieri allunga e va sotto l'albero col sorriso e la consapevolezza di poter puntare alle stelle.

IL TABELLINO

CHIERI-SG DERTHONA 3-2
RETI (2-0, 2-2, 3-2): 29' Dabija (C), 8' st aut. Moro (S), 26' st Gottardis (S), 36' st Gottardis (S), 37' st Garbellini (C).
CHIERI (4-3-3): Breshak 6.5, Rambelli 6.5 (20' st Contu 6.5), Orso 7, Nizza 7, Siclari 7, Giglio Andrea 6.5, Garbellini 8, Camino 7.5, Palumbo 6.5, Malberti 7 (22' st Pennone 6.5), Dabija 7 (38' st Gatti sv). A disp. Bertoncin, Mullaj, Raccosta, Rao, Fiorio, Gradia. All. Vallarelli 7. Dir. Pennone.
SG DERTHONA (4-5-1): Furlan T. 6.5, Furlan L. 6 (10' st Giangrasso 6), Carakciev 7.5, Santoro 7.5, Moro 7, Trivellato 6.5, Ricci 6 (16' st Callegher 7), Massone 6.5, Gemme 6.5 (37' st Pareti sv), Gottardis 7.5, Pinna 6.5 (5' st Simoniello 6.5). A disp. Caratozzolo, Maiolo, Costantini. All. Monfredini Gio. 6.5. Dir. Furlan - Bertoni.
ARBITRO: Stanchi di Nichelino 7.
AMMONITI: Vallarelli (C), Palumbo (C), Garbellini (C).

PAGELLE

CHIERI

Breshak 6.5 L'unico neo di una partita sempre attenta su molti traversoni è nella posizione della barriera. per il resto sempre lesto, sempre attento. 
Rambelli 6.5 Pinna o chi per lui spinge spesso e la sua prova prettamente difensiva è concreta e molto utile.  20' st Contu 6.5 La gamba e la cattiveria con cui entra meritano una nota di merito. Spinge e dà nuova linfa alla corsia destra. 
Orso 7 La corsia sinistra sin dai primi istanti è quella più calda e gran merito è suo e della sua intesa con Dabija. Fa subito capire a Ricci che da quella parte la via è chiusa e il piede con cui crossa e spinge mette in apprensione Loris Furlan. 
Nizza 7 Architetto di una difesa che tiene alla grande fino a che Gottardis non trova due grandi conclusioni da fuori. Marca a uomo Gemme e se nel primo tempo qualche volta scappa le misure poi arrivano e gli cuce addosso una marcatura in vecchio stile. 
Siclari 7 Agisce con più libertà a chiudere gli inserimenti e a raddoppiare quando serve su Gemme. Ruolo che interpreta alla grande.
Giglio 6.5 Compiti oscuri svolti con efficacia silenziosa. Non appare moltissimo nella manovra, ma aiuta a recuperare tantissimi palloni. 
Garbellini 8 Sguscia con slalom eleganti, attacca, crossa, tira. Inarrestabile qualsiasi sia la fascia su cui va a seminare terrore. Prima procura il vantaggio con una rovesciata bene parata da Furlan, poi continua a scattare in avanti fino a trovare il meritato gol che chiude la contesa. 

Camino 7.5 Il più offensivo del reparto mediano. Spinge con costanza andando a fare l'ala aggiunta e mette nell'area numerosi palloni interessanti, da cui, con un pizzico di fortuna, nasce anche il 2-0.
Palumbo 6.5 Trova una marcatura ispida da cui fatica a uscire e nei due o tre palloni buoni in area non riesce a brillare. Alla sua classe basta però un secondo per brillare e poco importa se sia l'ultimo. Il 3-2 nasce da una sua sventagliata da destra a sinistra che ha del genio.
Malberti 7 Tanti tocchi ravvicinati fatti sempre a testa alta. Gioca così così tutta la partita fungendo da cervello di una manovra avvolgente e offensiva.  22' st Pennone 6.5 La gamba e lo spirito che serve per il rush finale. 
Dabija 7 Sforna cross che nascono da affondi velocissimi e timbra il cartellino con un gol di rapina e un assist. Che dire? decisivo quando serve.  38' st Gatti sv
All. Vallarelli 7 Altra tacca sulla cintura: secondo scontro diretto vinto con una prova di qualità (al solito) e di carattere tanto da reagire ad un gol quasi allo scadere. Vacanze meritate, vacanze dolci.

SG DERTHONA

Furlan T. 6.5 Sventa numerose mezze palle che potrebbero diventare pericolose se non ci fosse lui. Con coraggio si butta anche su palle basse evitando guai peggiori. Mezzo miracolo su Garbellini, anche se poi Dabija non sbaglia il tap-in. 
Furlan L. 6 L'avvio è complicato perché il Chieri spinge nella sua fascia di competenza. Col passare dei minuti trova spazio e coraggio per uscire dal guscio, ma i suoi cross non sono irresistibili.  10' st Giangrasso 6 Prova a dare aria e gamba all'assalto finale. 
Carakciev 7.5 Mortaio e motorino. È la vera variabile della sua fascia dove quando accelera fa da padrone e da dove sforna palloni insidiosi in mezzo all'area. 
Santoro 7.5 Parte da paraspifferi in una mediana in difficoltà raddoppiando bene su Palumbo mettendolo in una morsa. Palla tra i piedi fa da architetto della manovra fino al colpo di genio che libera con un passaggio corto verticale Gottardis al gol che riapre i giochi. 
Moro 7 Sulle palle aeree domina sempre e ovunque e tiene una marcatura su Palumbo non irrilevante. Sfortunato in occasione dell'autogol.
Trivellato 6.5 Intesa vincente con Moro. I Gol del Chieri arrivano su mischia e su episodio sfortunato. 
Ricci 6 Comincia con qualche buona sgroppata e buon lancio, ma col tempo perde un po' di verve, anche se sa usare bene la sua fisicità.  16' st Callegher 7 Dà linfa alla fascia destra chiudendo bene in più occasioni e mettendo anche il naso in avanti. 
Massone 6.5 Sinonimo di pulizia nelle giocate e posizionamento efficace. Anima.
Gemme 6.5 Battagliero: non disdegna sfidare Nizza e Siclari in fisico e velocità, ma le giocate migliori le fa vedere andando incontro e giocando spalle alla porta.  37' st Pareti sv
Gottardis 7.5 Sempre sul pezzo, ma la scintilla del campione scatta nel finale. Due gol dalla distanza che incendiano il Rosato.
Pinna 6.5 Parte ordinato sulla linea di mediana per poi scattare spesso in avanti a fare un 4-3-3 nella linea di primo pressing. Si muove bene e spesso dialoga in modo fruttuoso coi compagni.  5' st Simoniello 6.5 Ha pochi palloni, ma li sfrutta bene creando un potenziale assist per Gemme e contrastando con carisma. 
All. Monfredini Gio. 6.5  Il Derthona esce con 0 punti ma con l'ennesima dimostrazione che se la può giocare con chiunque. Grande reazione in casa di una supercapolista. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400