Cerca

Under 14

Gashi e Vezzoli trasformano Ravasi in Lord

La squadra orobica parte subito forte e fa suo il primo round, poi vede il ritorno granata ma lo gestisce

Gashi Bekim

Gashi Bekim, l'autore della prima rete del Caravaggio

Un Caravaggio convincente passa sul bresciano piegando il Ghedi 2-0. Nel turno infrasettimanale di recupero della seconda giornata, i bergamaschi con una rete per tempo supera i Falchi a domicilio. Le grandi prestazioni di Gashi e Vezzoli hanno la meglio sulle resistenze dei locali, partiti in sordina prima di ritrovarsi nella seconda parte di gara. I tentativi granata però sono tardivi e non evitano la terza sconfitta della fase regionale contro un Caravaggio che adesso vola alto in seconda piazza a pari merito col Desenzano Calvina (12 punti). Prestazione convincente quella della squadra di Marco Ravasi, al terzo successo di fila dopo quelli ottenuti contro Rigamonti, Montichiari e Mapello nelle prove precedenti. Stavolta bene il reparto difensivo che è riuscito a garantire all’estremo Rovida l’imbattibilità. Qabili, Baban, Tabaku e Galletta sono sempre attenti e aldilà di qualche rischio calcolato trovano sempre le giuste marcature sugli attaccanti di casa. Peccato per Vezzola, uno dei marcatori, uscito per lo scontro col portiere prima del fischio finale.

A FREDDO

Squadre in campo con moduli differenti, 3-5-2 iniziale per la squadra locale e 4-3-3 per gli ospiti. Ma l’inizio è subito in salita per i Falchi visto il recupero in extremis operato da capitan Conti sulla linea dopo la conclusione di Riboni a Zambelli ormai battuto. Grande spavento e Caravaggio subito arrembante. Non passa molto dal secondo grande brivido, quando Toti si inventa una magia per tagliare fuori D’Angelo e poi dopo sparare a botta sicura: palo pieno. Il gol è nell’aria e allora sarà Gashi a concretizzare il grande forcing orobico cogliendo il bersaglio grosso da fuori (0-1). Sul cronometro sono soltanto trascorsi 5 giri di lancette. Una rete che galvanizza i bergamaschi spronandoli a continuare in quella direzione, così ottima prova nel mezzo di Ciavirella, Cremonesi e Gashi, che continuano a fare gioco. Altri buoni tentativi ospiti sono per Zani che sbatte sul portiere a porta sguarnita dopo un preciso traversone da sinistra, e ancora per Toti che salta il portiere ma non trova il bersaglio. Ghedi pericoloso invece nel finale di frazione grazie al crescendo di Bolzoni. Lui sprigiona la sua velocità in qualche situazione e prima regala l’illusione della rete con un tiro da destra, poi ci riprova dal limite su assist di Cristoni ma la conclusione è debole. Anche Mosaid ci prova dalla distanza senza successo.

SCOSSA GHEDI

Sicuramente la strigliata del tecnico ghedese deve aver sortito il suo effetto perché la squadra torna in campo con un piglio più convincente al rientro dagli spogliatoi. Il Caravaggio non imperversa più come prima ed anzi si vede anche contrattaccato dai granata in più d’una circostanza. Sempre Bolzoni è tra i più reattivi in questa fase e chiama subito in causa la risposta di Rovida dopo una bella incursione della destra. L’intervento dell’estremo orobico ha quasi del miracoloso. Intanto il Ghedi nel tentativo di rimetterla in carreggiata cambia diversi assetti, dall’iniziale 3-5-2 al finale 4-3-3 come quello avversario, ma passando pure per il 4-3-1-2 in corso d’opera. Altra buona occasione per chiudere i conti capita a Vezzoli che fa tutto giusto sulla destra avvicinandosi pericolosamente al portiere ma tardando il momento della conclusione e quindi perdendo anche l’attimo. La gara però si accende da una parte e dall’altra, e a far le prove generali di raddoppio sono prima Gashi (punizione alta), e poi Riboni con un tiro alto da fuori. Sono però le prove generali perché a chiuderla è Vezzoli dopo che Riboni salta il portiere e gliela mette dentro dalla sinistra per il piattone a porta sguarnita facile facile. Game over.

IL TABELLINO

GHEDI-CARAVAGGIO 0-2
RETI: 5’ Gashi (C), 26’ st Vezzoli (C).
GHEDI (3-5-2): Zambelli 6.5, Canesi 6.5 (30’ st Panigara 6), Pagnoni 6.5 (24’ st Spada 6), Maestri 6 (1’ st Massetti 6), D’Angelo 6.5, Conti 7, Belussi 6, Le Fosse 6, Cristoni 6 (24’ st Vattioni 6), Mosaid 6, Bolzoni 6.5. A disp. Silvestro, Pea, Rubes. All. Antonio Torriello 6 (Nicholas Fassoli squalificato).
CARAVAGGIO (4-3-3): Rovida 6.5, Qabili 6.5, Baban 6.5, Ciavarella 7, Tabaku 6.5, Galletta 6.5, Zani 6.5 (3’ st Vezzoli 7.5, 36’ st Bignone sv), Cremonesi 7 (12’ st Martinetti 6), Toti 7.5, Gashi 7.5, Riboni 7. A disp. Previtali, Tagliabue, Haddioui, Castellini, Magni, Bignone. All. Marco Ravasi 7.
ARBITRO: Formichella di Cremona 6.

LE PAGELLE

GHEDI

Zambelli 6.5 Partita complicata ma lui salva i suoi in più d’una circostanza, bene così.
Canesi 6.5 Resiste e si mette l’elmetto nella prima parte limitando i danni, poi meglio in ripresa (30’ st Panigara 6).
Pagnoni 6.5 Chiude bene finché ha ossigeno in corpo, alla fine esce con le bombole vuote.
24’ st Spada 6 Buon impatto sul match.
Maestri 6 Nel primo tempo patisce le incursione avversarie, ma scendono ovunque ed è difficile arginarle.
1’ st Massetti 6 Entra e ci mette del suo.
D’Angelo 6.5 Prova a resistere finché può all’assalto avversario, non ne esce male.
Conti 7 Salvataggio incredibile sulla linea di porta, è una della tante volte in cui mette in luce la sua determinazione.
Belussi 6 Cresce alla distanza come un diesel, all’inizio fatica a trovare le misure agli avversari poi meglio.
Le Fosse 6 Piano pieno si ritrova e inizia a masticare il suo solito gioco, prova di sacrificio e volontà.
Cristoni 6 Non era facile da solo davanti reggere il peso dell’attacco, ma appena innescato mostra buone cose (24’ st Vattioni 6).
Mosaid 6 Qualche buon tentativo non è mancato, gli è mancata fortuna.
Bolzoni 6.5 Tra i più reattivi dei suoi, dà il massimo per cerare di accorciare le distanze.
All. Torriello 6 Sostituisce Nicholas Fassoli e prova fin che può a scuotere i suoi.

La formazione del Ghedi a disposizione del tecnico Torriello



CARAVAGGIO

Rovida 6.5 Quando chiamato in causa risponde sempre presente, gara attenta fra i pali.
Qabili 6.5 Sulla destra corre molto e quando può si sgancia per alimentare la manovra offensiva. Molto bene.
Baban 6.5 Come per il collega sull’altro versante fa altrettanto, garantendo inoltre buone diagonali dietro.
Ciavarella 7 In mezzo è sempre una spina nel fianco e il suo dinamismo crea superiorità nella sua zona.
Tabaku 6.5 Sicurissimo dietro, non si concede sviste e anzi tiene sempre ordinata la linea arretrata.
Galletta 6.5 Sempre pulito e sicuro negli anticipi, legge le situazioni pericolose con grande tempismo garantendo sempre ottima solidità dietro.
Zani 6.5 Gioca nella parte di gara in cui ci sono i maggiori pericoli, ha sulla coscienza un gol mancato ma per il resto segue sempre bene le azioni e garantisce supporto.
3’ st Vezzoli 7.5 Entra nella ripresa a si fa trovare al posto giusto nel momento giusto, peccato per la storta nel finale nel contrasto, sfortunato (36’ st Bignone sv).
Cremonesi 7 Prova sontuosa nel mezzo, corre molto tanto e fa sempre la cosa giusta, prova davvero super (12’ st Martinetti 6).
Toti 7.5 Tra i migliori dei suoi, davanti è un autentico spauracchio e  gli manca solo il gol, il palo non ha aiutato.
Gashi 7.5 Gran gol dalla distanza e per il resto prova sempre di grande intensità.
Riboni 7 Fornisce l’assist del raddoppio e continua incessantemente e creare pericoli nella sua zona.
All. Ravasi 7 La squadra gioca bene e crea molte occasioni per segnare, tutti si divertono e pure il pubblico apprezza lo spettacolo.

La squadra del Caravaggio, allenata dal tecnico Ravasi

ARBITRO

Formichella di Cremona 6 Lascia molto correre in pieno stile inglese, arbitra da circa due mesi e la prova va premiata per il metro utilizzato, uguale per entrambe le squadre. 

LE INTERVISTE

Antonio Torriello sostituiva Nicholas Fassoli sulla panchina del Ghedi e così analizza al termine: «Bene la reazione nel secondo tempo anche se l'atteggiamento iniziale ci è costato molto caro. Dopo il gol in apertura potevamo subirne altri ma siamo stati fortunati. Poi però dopo la strigliata nell'intervallo la reazione c'è stata e dobbiamo ripartire da quella. Ma - ripeto - l'atteggiamento iniziale andrà migliorato. Se devo però dare un mezzo voto in più stavolta lo do a Marco Conti, il nostro capitano, che è stato uno dei pochi ad entrare con l’atteggiamento giusto e ci ha temuto a galla nel momento di difficoltà maggiore».

Al termine della gara, questo il commento di Marco Ravasi, tecnico Caravaggio: «Buonissimo primo tempo, atteggiamento giusto e subito in vantaggio. Peccato non aver realizzato qualche altra buona occasione avuta, ma comunque siamo stati sempre equilibrati. Nel secondo tempo si è aperta di più la partita, il ritmo era più alto ma le occasioni migliori sono state ancora nostre. Comunque bella partita mi sono divertito». Il tecnico chiude sottolineando la grande prova di Toti: «Buona prestazioni di Toti, sì, si è divertito ed è stato molto estroverso rispetto ad altre occasioni nelle quali ha giocato col freno a mano tirato. Peccato per il palo che ha preso all’inizio, di certo è cresciuto molto nell’arco della gara».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400