Cerca

Under 14

Il tandem Piazzolla-Vedrerame regala spettacolo, Fattorusso re del centrocampo

Matera non basta a Rinaldi, il Carugate deve cedere alle forze biancoblù

Piazzolla, Fattorusso e Verderame

Piazzolla, Fattorusso e Verderame, i migliori in campo nella sfida contro il Carugate

Vince nettamente la Vigor Milano di Cattaneo contro il Carugate al termine di una partita davvero ricca di gol; 6-1 il punteggio finale. Il match si indirizza a favore dei biancoblù già dai primissimi minuti: ci vogliono infatti soltanto sei giri di lancetta perché il risultato si sblocchi. Dopo il gol i padroni di casa prendono fiducia e attaccano a pieno organico per tutta la durata della partita facendo vedere anche un buon calcio nonostante il campo non lo consenta a tratti. Timidi sono gli spunti ospiti, ma ad inizio ripresa la squadra di Rinaldo sfrutta un episodio importante per rientrare in partita; risponde immediatamente la Vigor alla minaccia e in pochi minuti chiude il discorso arrivando addirittura a sei gol fatti. Dominanti in mezzo al campo Fattorusso e Murillo; Pujanes e Verderame fanno il delirio davanti nel primo tempo, mentre la ripresa è tutta di Piazzolla che entra e fa tre gol, portandosi a casa anche il pallone.

APPROCCIO AGGRESSIVO

Si gioca su un campo abbastanza imprevedibile e i primi minuti sono piuttosto confusi; si fatica a trovare trame interessanti e ad esprimere buon calcio. Ad un tratto il lampo al 6’: grandissima azione personale sulla destra di Pujanes che dopo aver saltato secco Franchini mette il cross basso; sul secondo palo è pronto Fattorusso ad insaccare di prima e sbloccare il match. Poco dopo sfiorano subito il raddoppio i padroni di casa, che sembrano attaccare con molta più convinzione: il lancio per Pujanes però, è neutralizzato dall’ottima uscita ai 25 metri di Tudose. Intorno al 10’ Verderame riceve spalle alla porta, stoppa il pallone e si appoggia a Fattorusso che calcia ancora di destro da fuori, questa volta non trovando il bersaglio grande. Ci prova anche il Carugate con il primo spunto offensivo: buona l’azione personale di Camerlengo che entra in area, cerca di calciare, ma la scivolata tempestiva in uscita del portiere Yaser gli impedisce la conclusione. L’intelligenza tattica di Pujanes e Verderame è invidiabile: i due si capiscono a meraviglia e si esibiscono in giocate davvero spettacolari e in movimenti che creano spazi e liberano i compagni. Al 18’ lo schema da corner della Vigor premia Verderame che si ritrova al centro dell’area con il pallone tra i piedi dopo un colpo di testa; il numero nove biancoblù calcia in girata senza neanche pensare e spedisce il pallone sotto la traversa facendo 2-0. Non smettono di attaccare i padroni di casa in questa fase del match: Verderame ha un’altra occasione tra i piedi. Il centravanti si gira su se stesso più volte, ma non trova compagni per scaricare e va al tiro; la conclusione sfiora di poco il palo e la Vigor va molto vicina al tris. Prima vera grande occasione anche per gli ospiti a pochi minuti dalla fine del primo tempo, con un cross di prima intenzione a centro area di Donghi per la testa di Colangelo; il numero nove non trova però la porta con la sua incornata. Al 33’ una grandissima giocata in mezzo a due di Bortolotto premia l’inserimento centrale di Fattorusso che aggancia e prova ad andare di punta, non riuscendo a trovare la giusta forza per fare male; su questa emozione si chiude la prima frazione di gioco.

BOTTA E.. CHE RISPOSTA

Inizia con un brivido la ripresa dei padroni di casa con Yaser che si fa scivolare dalle mani il pallone dopo una presa alta in area di rigore; per fortuna rimedia con un intervento di pugno da terra ad allontanare la sfera. Al quarto minuto arriva l’episodio che può cambiare la partita: Yaser sceglie male il tempo dell’uscita bassa e stende in area di rigore Varisco costringendo il direttore di gara a concedere al Carugate una massima punizione; dal dischetto è perfetto Matera che con il suo destro piazzato batte Yaser e accorcia le distanze. Servono pochi giri di lancetta ala Vigor per rispondere alla minaccia: all’8’ il nuovo entrato Piazzolla tocca uno dei suoi primi palloni al limite dell’area e dopo un controllo lo gira verso la porta da lontano, trovando una traiettoria incredibile che scavalca completamente Tudose e riporta i padroni di casa sui due gol di vantaggio. Spingono con insistenza i biancoblù in questi minuti e calano anche il poker sessanta secondi più tardi: il lancio per Verderame in profondità è perfetto per la sua corsa e giunto in area il centravanti colpisce di destro sul primo palo infilando Tudose. Piazzolla è entrato pienamente in partita: poco dopo è Murillo dalla destra a cercare il pallone al centro dell’area dove la testa del numero tredici colpisce facendo manita. Non c’è tempo per rilassarsi, i padroni di casa non hanno la minima intenzione di fermarsi ed esattamente due minuti più tardi è il corner di Murillo a cercare ancora una volta la testa di Piazzolla che salta sul secondo palo e fa tripletta, portandosi a casa il pallone. Nei minuti finali i padroni di casa non hanno la necessità di accelerare la manovra e gli ospiti possono provare ad affacciarsi dalle parti del nuovo entrato Fontana tra i pali della Vigor. In contropiede, però, sono molto pericolosi i ragazzi di Cattaneo e sfiorano il settimo gol ancora con Piazzolla di testa, vicino al clamoroso poker personale. Prova anche Cesino ad iscriversi al tabellino dei marcatori con un destro potente su punizione diretta, che termina alto di poco. Il triplice fischio dell’arbitro mette fine al match e consegna tre punti meritati alla Vigor Milano.

IL TABELLINO

VIGOR MILANO-CARUGATE 6-1
RETI (2-0, 2-1, 6-1): 6' Fattorusso (V), 18' Verderame (V), 4' st Matera (C), 8' st Piazzolla (V), 9' st Verderame (V), 12' st Piazzolla (V), 14' st Piazzolla (V).
VIGOR MILANO (3-5-2): Yaser 6.5 (28' st Fontana sv), Ghiotto 6.5, Trezzi 6.5, Bertoni 7, Barresi 7, Fattorusso 7.5 (12' st Audino 6.5), Rapillo 6.5 (15' st Cesino Russo 6.5), Murillo 7 (15' st Rossi 6.5), Verderame 7.5 (15' st Vergani 6.5), Bortolotto 7 (25' st Falqui sv), Pujanes 7 (1' st Piazzolla 8). All. Cattaneo 7. Dir. Bortolotto.
CARUGATE (4-3-3): Tudose 6 (30' st Susnea sv), Breno 6 (23' st Pigozzi sv), Franchini 6, Negri 6, Lamperti 6 (30' st Colombo sv), Matera 7, Varisco 6, Lomaglio 6.5 (25' st Banfi sv), Colangelo 6 (5' st Bompan 6), Donghi 6.5 (30' st Drera sv), Camerlengo 6.5 (1' st Pastori 6). A disp. Gumina, Moschin. All. Rinaldo 6. Dir. Breno.
ARBITRO: Cela di Saronno 7.

LE INTERVISTE

Cattaneo è ovviamente contento per i tre punti e per la prestazione, il tecnico pensa all'obiettivo di squadra, ma anche a perfezionare i suoi calciatori e le loro giocate: «Non siamo partiti bene nel secondo tempo, abbiamo concesso troppo e loro hanno avuto questa chance gigante per riaprire il discorso. Siamo stati noi bravissimi a rispondere e a chiudere tutto subito dopo, ma sono errori che non dobbiamo commettere. L'obiettivo è chiaramente quello di stare lì davanti e provare a dare più fastidio possibile alle formazioni che vogliono vincere il campionato; abbiamo sbagliato qualche partita, ma la strada è giusta».

Rinaldo è consapevole della differenza tecnica tra le due squadre e non ha niente da rimproverare ai propri ragazzi: «Sappiamo che siamo inferiori a molti, a livello di cattiveria siamo un po’ indietro e ci manca ancora qualcosa; ad esempio noi non abbiamo una punta che viene a giocare, abbiamo dei limiti in fase offensiva. La Vigor ha dimostrato di avere un attaccante più forte dell'altro. Ai miei ragazzi non ho nulla da rimproverare, stanno dando tutto; il nostro obiettivo era arrivare a questi regionali e provare a disputarli giocando a calcio, ci stiamo provando e non posso che essere felice del percorso che stiamo facendo. Ad inzio ripresa abbiamo dimostrato quanto poco basti per rientrare in partita; poi il 3-1 ci ha un po' spezzato le gambe».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400