Cerca

Under 14

Che forza l'Accademia Inter: tiki-taka nerazzurro e poker

La gara con la Caronnese è un assolo dei ragazzi di Corti, che controllano il match: doppietta per Giuliani

Che forza l'Accademia Inter: tiki-taka nerazzurro e poker

Antonio Giuliani, autore di una doppietta: il secondo gol è un pallonetto dai venti metri

Un poker per continuare a restare lì in alto in classifica e che dice tanto della qualità dell’Accademia Inter. I ragazzi di Corti si portano a casa la vittoria nella gara con la Caronnese giocando un grande calcio e non rischiando mai nulla. Gran parte della prova passa dai piedi di Durante e Bucciero, i due fantasisti in maglia nerazzurra che a controcampo – grazie alla carta bianca lasciata loro dal tecnico – muovono il pallone come vogliono e dettano i tempi a tutto il reparto offensivo, che oggi ha potuto contare anche su un ispirato Giuliani e su un’ala aggiunta, ovvero Calia. Niente da fare per la Caronnese di Benedusi, che si è dovuta arrendere all’avversaria, che oggi non ha concesso veramente nulla, pur coprendo bene gli spazi in difesa: non a caso, infatti, tre dei quattro gol segnati dall’Accademia sono arrivati dalla distanza.

TIKI-TAKA NERAZZURRO

Ci mette meno di dieci minuti l’Accademia per passare in vantaggio, grazie al gol segnato da Gallo che ha sfruttato nel migliore dei modi la discesa sul fondo di Calia, il quale in area ha saltato un uomo e poi ha scaricato a rimorchio, determinando così la rete (8’). Del resto, con un inizio arrembante come quello dei padroni di casa c’era da aspettarselo: i ragazzi di Corti infatti giocano un ottimo calcio, trovando ottime combinazioni e trame soprattutto con le geometrie di Durante e le rifiniture di Bucciero: i due infatti palleggiano benissimo nel 4-3-3 dell’Accademia Inter, impreziosito dalle sgroppate del già citato Calia ma anche da alcuni gesti tecnici di grande livello dei singoli. Di contro, la Caronnese fatica a uscire dalla propria metà campo, schiacciata dalla manovra nerazzurra. Quando i padroni di casa abbassano i ritmi per provare ad addormentare la frazione, però, gli ospiti provano a pungere, soprattutto con Bregani, che in area ruba il tempo a Marrone e tira, ma la conclusione è debole e facile preda di Tommasi (19’). Nel finale di primo tempo si registra anche una doppia occasione sui piedi di Volpi, prima su uno scarico del solito Calia (30’) e poi da calcio di punizione (32’), ma in un’occasione la palla è fuori, nella seconda è attentissimo Miglierina.

 

STESSO COPIONE

I primi istanti della ripresa sono di marcatura Caronnese, che ha una reazione dettata dall’agonismo più che dall’assetto in campo. Quest’entusiasmo però dura poco, perché i padroni casa dopo pochi minuti ricominciano a macinare gioco e trovano immediatamente il raddoppio con Giuliani che sgancia la sassata dal limite dell’area su un pallone vagante, gelando Miglierina (4’). I nerazzurri continuano a spingere perché vogliono chiuderla e circa al quarto d’ora trovano il tris: Bucciero va in pressing sul portiere – la gamba è alta ma il direttore di gara decide di non fischiare – che sbaglia e consegna palla all’Accademia, con Durante che tira fuori dal cappello il jolly del 3-0 con un bel tiro dalla distanza (12’). Il dubbio arbitrale getta nello sconforto i ragazzi della Caronnese, che non riescono più a compattarsi e, soprattutto, ad uscire dalla propria trequarti. I ragazzi di Corti, invece, continuano a trovarsi molto bene in campo, lasciandosi anche andare a diversi preziosismi. Nell’ultimo arco di gara Giuliani firma la doppietta personale e il poker di squadra: contropiede portato avanti da Maggini: il giocatore pesca in mezzo la punta che controlla, vede Miglierina fuori dai pali e lascia partire un pallonetto delizioso dai 20 metri che si deposita dolcemente in rete (24’). I due tecnici optano per una girandola di cambi, per dare spazi a tutti Corti, per provare a dare una scossa Benedusi: l’andamento della gara però non cambia e dopo sei minuti di recupero l’arbitro fischia la fine di un match controllato ampiamente dall’Accademia Inter.

IL TABELLINO

ACCADEMIA INTER-CARONNESE 4-0
RETI: Gallo (A), 4' st Giuliani (A), 12' st Durante (A), 24' st Giuliani (A).
ACCADEMIA INTER (4-3-3): Tommasi 6.5, Calia 7, Espinoza Londono 6.5 (14' st Maggini 6.5), Volpi 7, Marrone 6.5 (32' st Falappi sv), Gibelli 6.5, Gallo 7.5 (24' st Zekatrinej 6.5), Durante 8 (30' st Pitissi sv), Giuliani 8 (26' st Zanin sv), Bucciero 7 (19' st Conversa 6.5), Madon 6.5 (28' st Crapanzano sv). A disp. Trezzi , Pop. All. Corti 7.5. Dir. Tridico.
CARONNESE (4-3-3): Miglierina 6, Callea 6.5, Colombo 6 (24' st Velis Rivas sv), Zanni 6 (1' st Saccardi 6.5), Caruso 6, De Brasi 6, Suigo 7 (30' st Ficicchia sv), Cumbo 6.5 (30' st Guaraldo sv), Cecco 6 (30' st Riggio sv), Airaghi 6.5, Bregani 6.5 (17' st Macchi 6.5). A disp. Bando , Rotigliano, Paviani. All. Benedusi 6. Dir. Riggio.
ARBITRO: Mosca di Saronno 6.
AMMONITI: Bucciero (A), Caruso (C), Zanni (C), Cecco (C), Bregani (C).

LE INTERVISTE

Decisamente soddisfatto della prova della squadra, più che del risultato, Andrea Corti, tecnico dell'Accademia Inter: «Continua la nostra striscia positiva e questa è la cosa che più mi importa. Abbiamo fatto una gara molto ordinata, a centrocampo ci siamo trovati bene. Io lascio sempre carta bianca ai miei ragazzi, l'importante è che facciano girare la palla. Vogliamo continuare così: abbiamo avuto tre scivoloni gravi, ma non possiamo pensarci: l'obiettivo è continuare a fare il nostro, senza pensare agli altri o al nome delle squadre contro cui giochiamo».

Rammaricato dalla sconfitta ma consapevole era invece Federico Benedusi, allenatore della Caronnese«Oggi sapevamo che sarebbe stata una partita tosta. Poco da dire e poco da rimproverare ai miei ragazzi: l'Accademia Inter è una squadra molto forte. In settimana abbiamo giocato con l'Accademia Varesina e abbiamo fatto una grande partita, dando il massimo. Oggi credo che il nostro massimo non sarebbe bastato. Quando gli avversari sono più forti c'è da ammetterlo. Hanno meritato la vittoria, al di là di qualche episodio arbitrale dubbio».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400