Cerca

Under 14

Aldini ad un passo dalla vittoria del campionato grazie ad una splendida punizione

Ci pensa Tedone con una pennellata dal limite: grossa ipoteca sul primo posto?

Tedone e Arisci

Tedone e Arisci, la coppia che scoppia

Aldini, è quasi festa! La capolista vince 0-1 sulla Caronnese di Benedusi, ma quante occasioni sciupate da entrambe le parti. Le due avversarie scendono in campo per vincere, ma gli ospiti hanno quel qualcosa in più, forse la fame di chiudere un campionato e vincerlo in anticipo. La partita si sblocca solo a metà del secondo tempo, quando il pittore Tedone dipinge un gol perfetto su punizione, finendo nel sette della porta rossoblù. Tuttavia, il campionato non è ancora vinto matematicamente: bisognerà aspettare lo scontro della Castellanzese di domani sera alle 20:15 contro l’Accademia Inveruno per capire se si potrà già festeggiare prima del weekend.

TEMPO DI STUDIO

La Caronnese di Benedusi scende in campo con un fresco 4-4-2, puntando tutto sull’accoppiata Saccardi-Cecco, trascinata dietro dal veloce e attento Callea lungo la fascia destra. Viceversa, l’Aldini risponde con un 4-1-4-1. Dietro, i due difensori centrali Marnati-Mariani chiudono ogni spazio possibile ai rossoblù; più spostato in avanti, Tedone, il playmaker basso che gestisce ogni sfera; in avanti, spostato sulla fascia sinistra è il motorino Ricci, che con i suoi dribbling fa faticare (e non poco) il rossoblù Suigo. Durante i primi 10’, l’Aldini inventa azioni interessanti, avvicinandosi all’area avversaria con più facilità rispetto alla Caronnese che, invece, con verticalizzazioni (un po’ confusionarie) ingrana a fatica. Non a caso, dagli spalti come dalla panchina, sono parecchie le urla per riportare i rossoblù all’attenzione da sempre dimostrata in questo campionato. E, infatti, la prestazione di casa cresce grazie alla spinta dei sostenitori, ma non splende come al suo solito. A trascinare le poche azioni in avanti, i dribbling e la tenacia di Saccardi. Tuttavia, un giocatore non può compensare per 11 e i padroni di casa faticano a ingranare la marcia giusta. I minuti proseguono con un Aldini pericoloso, complici le conclusioni dal limite di Statzu, Nova e Ricci che, ribattute, non macchiano il risultato parziale all'intervallo.

TEDONE CON IL METRO

La seconda frazione di gioco si apre senza alcun cambio per i 22 schierati in campo, ma con tanta grinta da entrambe le parti. L’unico spostamento da segnalare è in casa, e vede lo scambio tra i due difensore esterni Suigo e Macchi. Come un fulmine a ciel sereno (in tutti i sensi) l’Aldini riesce a portarsi in vantaggio quasi al quarto d’ora. Sulla punizione dal limite è il numero 4 Tedone a dipingere un quadro perfetto che si colora sul sette di Miglierina: 0-1 a Caronno ed esplosione di gioia per l'Aldini. Entrambe le squadre si assestano con opportuni cambi: prima gli ospiti, con l’ingresso di Vitali per Ceravolo, poi i rossoblù con De Brasi al posto di Macchi. La Caronnese si portano in avanti a denti stretti, trovando diverse punizioni che, tuttavia, non hanno seguito. L'Aldini va vicino al raddoppio quasi allo scadere, quando in area Di Palo, dopo diversi rimpalli, incocca una pesantissima traversa. I minuti di recupero sono 3', ma non cambiano il risultato già maturato: finisce 0-1 al comunale di Caronno.

IL TABELLINO

CARONNESE-ALDINI 0-1
RETE: 12’ st Tedone (A).
CARONNESE (4-4-2): Miglierina 7, Suigo 6.5, Colombo 6.5, Zanni 6 (23’ st Paviani sv), Caruso 7, Macchi 6 (12’ st De Brasi 6), Callea 7, Cumbo 6, Cecco 6.5, Saccardi 7, Bregani 6.5. A disp. Bando, Guaraldo, Paviani, Rotigliano, Riggio, Rosano, Ficicchia. All. Benedusi 6.5.
ALDINI (4-1-4-1): Musazzi 7, D’Amato 7, Statzu 7.5, Tedone 8, Marnati 6.5 (20’ st Caglio sv), Mariani 7, Ceravolo 6.5 (12’ st Vitali 6.5), Nova 7, Di Palo 6.5, Arisci 6.5, Ricci 7 (35’ st Laudari sv). A disp. Scarcelli, Ciccarello, Gatti. All. Valtolina 7.
ARBITRO: Gallazzi di Busto Arsizio 6.5.
AMMONITI: Saccardi (C), Marnati (A), Caruso (C), Miglierina (C).

LE PAGELLE

CARONNESE

Miglierina 7 Attento durante la prima frazione di gioco sulle conclusioni avversarie, così come nei secondi 35’. Sul gol subito non può niente, visto che una punizione nel sette è inprendibile anche dai migliori.
Suigo 6.5 Oggi ha un compito difficile: marcare l’11 avversario che, sulla fascia, gli sfila più di una volta. Proprio per questo viene spostato durante la seconda frazione di gioco, andando sulla fascia opposta dove svolge meglio il suo compito.
Colombo 6.5 Molto meglio la seconda frazione di gioco, in cui prende le giuste misure per chiudere le mire espansionistiche avversarie.
Zanni 6 Qualche volta c’è, altre volte meno. Perde i duelli e fa un po’ fatica ad ingranare, essendo un po’ molle sui contrasti. (23’ st Paviani sv).
Caruso 7 Colossale. Il difensore non prende alcun rischio, anzi, chiude perfettamente le azioni avversarie con scivolate precise.
Macchi 6 Piccolo, ma si fa rispettare dicendo la sua. Le chiusure sono perfette, si lascia cogliere impreparato poche volte. Viene spostato dal lato opposto nella seconda frazione, ma poi sostituito. (12’ st De Brasi 6).
Callea 7 Veloce. Il difensore esterno corre sulla fascia senza freni, l’importante è fermarlo e, purtroppo, oggi gli ospiti lo riescono a fare a dovere. Lui, però, ci prova di continuo ed è un grande merito.
Cumbo 6 Manca un po’ oggi a centrocampo ed è un grande peccato per un giocatore come lui. Meglio la seconda frazione.
Cecco 6.5 Un po’ spento e contratto durante la prima frazione di gioco, è più presente indietro che in avanti.
Saccardi 7 Poco presente durante i primi minuti, la sua prestazione migliora in quelli successivi, con belle giocate sulla fascia destra e dribbling riusciti. Secondo tempo contratto.
Bregani 6.5 Ha dal canto suo la grinta, ma non sempre basta in queste occasioni. Seconda frazione completamente assente.
All. Benedusi 6.5 La Caronnese entra bene in partita, grintosa e giusta come sempre. Ma la qualità dell’Aldini – nonostante non brilli al 100% - sovrasta la squadra nel secondo tempo. Da segnalare, la bella difesa di casa durante la seconda frazione di tempo.


 
ALDINI

Musazzi 7 Spettatore non pagante, è sollecitato pochissimo nella prima frazione di gioco. Nella seconda il discorso non cambia e si dedica all'ordinaria amministrazione.
D’Amato 7 Con lui si può stare tranquilli, la difesa è in buone mani. Preciso e attento, non prende mai nessun rischio.
Statzu 7.5 Difensore perfetto. E nelle ripartenze, che figura fa! Ci mette anche la zampa nelle conclusioni dal limite, peccato la potenza superi la precisione.
Tedone 8 Il playmaker basso gioca splendidamente: le sfere lanciate in avanti sono perfette, andando a ispirare la corsa dei compagni del reparto avanzato. Ci mette la firma sul gol segnato che apre e chiude la partita. Che giocatore!
Marnati 6.5 Insieme a Mariani è un faro in difesa, non lasciando passare mai nessuno. Peccato per un po’ di nervosismo nei minuti finali della gara che lo costringe ad un giallo e sostituzione conseguente. (20’ st Caglio sv).
Mariani 7 Stesso discorso del compagno Marnati, ma non c’è il nervosismo addosso. Il giocatore non prende rischi, e le sbavature non si possono nemmeno cercare nella prestazione.
Ceravolo 6.5 Prestazione sufficiente, anche se non splende come gli altri compagni di reparto. Perde qualche pallone di troppo nei contrasti. (12’ st Vitali 6.5).
Nova 7 Grinta e caparbietà, il giocatore ha la meglio su ogni contrasto e, in avanti, offre assist al bacio che mettono in difficoltà i rossoblù. Prestazione da applausi!
Di Palo 6.5 Becca una traversa che gli nega il gol. Nella prima frazione di gioco è un po’ assente, cresce durante la seconda.
Arisci 6.5 Corre e offre sfere interessanti ai compagni di reparto, partita di sacrificio in cui si rende poco pericoloso. Ma la prestazione c’è.
Ricci 7 Elettrico. L’11 ospite tenta la conclusione dal limite in più di un’occasione, ma è sfortunato nel trovare rimpalli che rendono il tiro troppo debole e centrale. Forse tra i migliori in campo e, soprattutto, da tenere d’occhio per il futuro. (35’ st Laudari sv).
All. Valtolina 7 L’Aldini entra bene in gara, peccato che non riesca a trovare la giocata decisiva durante il primo tempo. Meglio la seconda frazione di gioco, più fluida, in cui sblocca finalmente la gara che potrebbe valere un primo posto a questo.

ARBITRO

Gallazzi di Busto Arsizio 6.5 Qualche fuorigioco e qualche contrasti non visto e sul quale poteva fare meglio. Per il resto, una conduzione di gara più che sufficiente: si fa rispettare anche negli ultimi minuti ad alto coefficiente di nervosismo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400