Cerca

Under 14

La Gioia decisivo dalla panchina: voto 8; Brugnone il Modric dell'Enotria: voto 7.5

Cappelletti sembra il Buffon dei tempi d'oro, prendendole tutte: le pagelle di Enotria-Pavia

La Gioia decisivo dalla panchina: voto 8; Brugnone il Modric dell'Enotria: voto 7.5

Francesco La Gioia, entra e segna il gol del vantaggio rossoblù

Deve sudare, ma l'Enotria conquista il bottino pieno in casa contro il Pavia: la gara vede passare in vantaggio gli ospiti dopo pochi minuti grazie a Chiolini, ma Favaro a fine primo tempo sistema tutto. Nella ripresa è il subentrato La Gioia a trovare il gol del sorpasso e poco dopo sarà Favaro a ribadire nuovamente in rete per il 3-1 finale. Super prestazione di Brugnone, che trova due assist per i compagni, mentre lato Pavia è Cappelletti il protagonista assoluto: nonostante i tre gol subiti, il portiere sventa una quantità innumerevole di pericoli.

Maurizio Cappelletti, estremo difensore super in forza al Pavia

ENOTRIA

Pirani 6 In partita non è particolarmente sollecitato, perché quando il Pavia spinge non tira mai in porta. Tuttavia, si fa cogliere impreparato a inizio gara, con un'uscita azzardata, anche se in quel caso era forse l'unica cosa da poter fare per provare, in qualche modo, ad evitare il gol. Sfortunato, poi i compagni hanno reso meno grave il suo svarione. (30' st Giobbe sv).
Grotti 6.5 Il capitano chiude bene gli spazi nelle prime fasi di gara, poi al momento giusto inizia a mangiare il campo e carburare, facendo delle sgroppate il marchio di fabbrica della sua partita, riuscendo a dare il giusto apporto al forcing dell'Enotria.
Maruzzelli 6 Gioca solo una frazione, che chiude in crescendo come tutta quanto la squadra. In occasione del gol del Pavia non riesce a tamponare la situazione e lascia a Chiolini la possibilità di segnare. Lascia il campo ad Agogliati, perché serve a quel punto più presenza in avanti.
1' st Agogliati 6.5 Pronti-via, appena entrato si rende immediatamente pericolo. Poi non ha più particolari guizzi, ma ha il grande merito di essere sempre nel mezzo dell'azione e di essere presente nei momenti nevralgici del match.
Brugnone 7.5 Grandissima prestazione. Un po' come Modric nel Real Madrid, quando si accende lui si accende tutta quanta la squadra. Il primo gol dell'Enotria è un cioccolatino che mette sulla testa di Favaro, poi fa un assist involontario per La Gioia, ma va ovviamente detto che la sua giocata è stata determinante per la rete. Tante giocate e tanta qualità nei suoi piedi e, soprattutto, un ottimo tempismo nelle scelte.
D'Addona 6.5 Benissimo in difesa, riesce a fare alla grande a sportellate con gli avversari. A volte, però, gli avversari lo pressano in maniera asfissiante e lui va leggermente in difficoltà, avendo bisogno di un accorcio dei compagni per evitare guai.
Gorla 7 Una partita eccezionale: gioca tantissimo d'anticipo, senza paura di sbagliare gli interventi, dimostrando anche una grandissima personalità. Mette il fisico quando serve e il risultato è una performance pulita e ineccepibile, sotto ogni punto di vista.
Mondini 7 Probabilmente non ruba l'occhio come altri suoi compagni, ma quanto lavoro invisibile che fa il ragazzo con il numero 7 sulla schiena: molti recuperi, tanti movimenti per favorire gli scarichi e le fughe dei compagni, buone imbucate e anche una discreta capacità nel dribbling. Gli serve, forse, solo un po' di più coraggio nel provare la conclusione.
12' st Locurcio 6.5 Entra bene e si cala alla perfezione nel momento-forcing dell'Enotria, dando il suo supporto per metter pressione sulla trequarti campo del Pavia e riuscire a trovare gli spazi giusti per conquistare i tre punti. 
Cirasella 6.5 Fa densità in mezzo al campo e si dedica perlopiù alla fase di interdizione: anche grazie a lui l'Enotria, via via, diventa padrone del campo. Poche le proiezioni offensive, ma ogni tanto ci prova. (28' st Boara sv).
Bertolini 6.5 Ha un paio di ottime occasioni sui piedi prima per pareggiare e poi per portare in vantaggio i suoi: i movimenti per smarcarsi e fuggire dalla marcatura degli avversari sono perfetti, ma si fa ipnotizzare ogni volta da Cappelletti, che tira fuori una prestazione da Champions League.
12' st La Gioia 8 Entra e inizia subito a rendersi subito pericoloso, stando lì avanti per pungere e soprattutto far preoccupare gli avversari, che effettivamente cercano di marcarlo stretto. Lui però è un leone e si avventa sul primo pallone sporco che trova, lo pulisce spalle alla porta e infila finalmente Cappelletti, segnando quello che di fatto è il gol vittoria.
Favaro 8 Due gol: quello del pareggio e quello della sicurezza. Entrambi importantissimi, entrambi da sottomisura, a testimonianza delle ottime qualità di inserimento. Oltre a questo, cerca più volte di servire i compagni, in particolar modo Bertolini ma, come detto, l'estremo pavese aveva altri piani per oggi.
Benedini 6.5 Il più minuto in campo, non ha paura dei contrasti e si getta costantemente all'attacco per creare superiorità numerica. Scambia molto bene con i compagni e deve arrendersi solo alla fisicità dei difensori del Pavia, nonostante in un paio di occasioni riesca comunque ad andar via.
1' Luly Tommaselli 6.5 Fa valere il suo fisico importante, mettendosi al centro dell'attacco e catalizzando su di sé tutte le attenzioni degli avversari, in modo tale che i compagni riescano ad avere più spazi. La sua intelligenza tattica è importantissima nell'assedio rossoblù.
All. Baldissin-Greco 7 L'inizio dell'Enotria è shock e la squadra ci mette un po' a ritrovare la quadra. Con l'andare dei minuti, però, i loro ragazzi iniziano a macinare gioco e le scelte sulle sostituzioni sono tutte azzeccate, perché i tecnici hanno capito cosa ci voleva per cambiare radicalmente volto alla partita.

I titolari dell'Enotria prima dell'inizio della partita

PAVIA

Cappelletti 8 «Mamma mia», cantavano gli ABBA. E «mamma mia» verrebbe da dire guardando la sua prestazione. Subisce tre gol - sui quali non poteva far nullaa - ma ne evita almeno il doppio, mettendo in mostra tutto il repertorio: uscite alte, uscite basse, parate in tuffo, uno-contro-uno, tutto. Decisamente il migliore in campo del Pavia: una presenza imprescindibile ormai per la squadra di Luviè. (26' st Dita sv).
Balzan 6 Bene in anticipo quando il Pavia ha il controllo nel match nella prima parte del primo tempo. Quando l'Enotria prende in mano il pallino del gioco fa un po' di fatica a contenere le maglie bianche dei rossoblù.
Donato 6.5 Buona partita di contenimento da parte sua: cerca di limitare come meglio può gli avversari e rimane concentrato per tutto il tempo della durata del match. Quando c'è da spingere, fa vedere buone cose.
Baroni 6 Bene con le geometrie a inizio partita, però quando è l'Enotria padrone del gioco sparisce un po', non riuscendo a imporsi come vorrebbe e come, probabilmente, dovrebbe.
Quattrini 7 Attentissimo per tutta la partita, il fortino del Pavia regge per gran parte della gara anche grazie a lui, che è costantemente sul pezzo e gioca bene d'anticipo. Gli attaccanti dell'Enotria, non a caso, devono manovrare lontani dall'area di rigore.
Rovati 7 Anche lui fa molto bene, giocando con un'aggressività agonistica ottima e ben dosata per tutto il tempo. Il castello crolla verso fine partita, ma per tutte le azioni precedenti il livello di concentrazione è altissimo.
De Marinis 6.5 Bene in copertura per aiutare la squadra, si muove bene nella sua zona di campo e in progressione fa vedere buone cose.
10' st Montanino 6 Entra nel momento più difficile della gara ma ci prova in tutti i modi a dare una mano alla sua squadra, con le sue accelerazioni che fanno sudare abbastanza la difesa dei padroni di casa.
Prandini 6 A centrocampo si muove bene e prova a dare il suo contributo, però non riesce a convincere con le sue giocate, che non si concretizzano mai.
Iacona 6 Un po' fuori dalla manovra del Pavia, anche perché viene marcato veramente stretto e gli arrivano poche palle giocabili dal resto della squadra. Mantiene sempre, però, la posizione, pronto a sfruttare le prime occasioni importanti.
10' st Gentile 6.5 Porta tantissima grinta in campo e non è un caso se quando lui inizia a carburare la sua squadra alzi il propri baricentro. Purtroppo si accende tardi e non riesce ad incidere sul risultato finale, nonostante la voglia non manchi.
Gegaj 6 Un primo tempo veramente all'insegna del sacrificio, della corsa e dello spirito di squadra. Nel secondo tempo, purtroppo, sparisce e non riesce più a dare una mano ai compagni, probabilmente anche per via della stanchezza. (26' st Dossena sv).
Chiolini 7.5 Il più in palla del Pavia tra i giocatori di movimento. Fa bene a pochi minuti dall'inizio: a freddo è altrettanto freddo mentalmente da trovare un gol palesatosi all'improvviso. Nel resto del primo tempo cerca di ripetersi, ma non ci riesce, arretrando poi il suo raggio d'azione per il bene della squadra. (10' st Pisano sv, Spanò sv).
All. Luviè 6.5 Mette splendidamente il Pavia in campo, infatti la prima parte di gara è tutta di marca ospite. Poi la squadra dimostra di saper soffrire, ma gli episodi condannano la squadra e quindi i suoi escono dal campo senza punti, ma comunque con un'ottima prestazione. 

La rosa del Pavia prima della gara

ARBITRO

Ricciutelli di Milano 6 Gestione timida da parta della direttrice di gara, che più di una volta dà l'impressione di non avere in pugno il match e non riesce a dimostrarsi autorevole davanti ai giocatori.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400