Cerca

Under 14

La Vigor conquista il girone: le aquile direttamente alla seconda fase dei playoff

Con un largo successo sul campo della Cambiaghese i biancocelesti sono già certi del primato nel raggruppamento

Vigor Milano Under 14

La Vigor Milano è ufficialmente testa di serie alle finali di categoria

Missione compiuta, la Vigor Milano centra il suo obiettivo stagionale qualificando entrambe le formazioni alle fasi finali. Dopo il primo posto dei 2008 impegnati sotto età nel campionato provinciale, anche il collettivo allenato da Cattaneo blinda il primato in vista della postseason. La ciliegina sulla torta arriva grazie al 9-1 sul campo della Cambiaghese, nella gara che metteva di fronte due squadre all'inizio escluse dal Regionale di categoria per la filiera incompleta. Tre mesi dopo entrambe hanno ottenuto ciò che meritavano: i biancorossi hanno ben figurato legittimando la qualificazione invernale, i biancocelesti hanno invece confermato la bontà del progetto.

La Vigor festeggia anche con il presidente Giovanni Esposito

L'AUTOGOL SPIANA LA STRADA

In panchina per la Vigor c'è il presidente Giovanni Esposito, che sostituisce per l'occasione Cattaneo. I viaggianti si schierano con il 3-5-2 capace di creare superiorità numerica a centrocampo rispetto al 4-4-2 compatto scelto da Speranza. Le due mezz'ali milanesi, specialmente Bertoni, riescono a creare vari grattacapi al duo mediano della Cambiaghese, composto da Tirtja e Ferrari. La sgroppata individuale sembra essere il metodo più efficace, visto che la palla in profondità verso le punte, Pujanes e Piazzolla, viene sistematicamente letta dalla coppia centrale Bertini-Donadei. L'episodio che aiuta la Vigor arriva subito, ed è l'autogol di Cortiana sul sinistro di Bertoni: la palla, recuperata benissimo da Pujanes, sbatte sul palo e beffa il portiere cambiaghese. I biancorossi non si scompongono e continuano a pressare i portatori di palla avversari, stando attenti a non lasciare praterie. In attacco i ragazzi in maglia bianca si affidano alle ripartenze, appoggiandosi su Ferrari e su Sanapo, abili a duellare contro le tenaglie di calzettoni blu. Ferrari vede respinta una punizione centrale dai venti metri, poi si assiste al primo calo dei padroni di casa. Piazzolla inizia a salire in cattedra spostandosi più verso l'esterno ed è lui a finalizzare lo stupendo assist di tacco di Audino con un diagonale millimetrico. La Cambiaghese si spegne e non riesce più a vincere i duelli individuali sulle corsie, ci pensano allora i due centrali a mettere una pezza per evitare il tracollo.

ESPLODE LA FESTA

Sfortunatamente per i brianzoli, la debacle matura nella ripresa, specialmente a livello psicologico. Un avvio incoraggiante, con l'opportunità sui piedi di Ferrari in contropiede, stoppata dall'uscita di Yaser, cede il posto allo scoramento dopo l'uno-due con cui la Vigor ipoteca il primato nel girone. Bertoni veste i panni dell'assist-man con l'imbucata a tagliare per la corsa di Audino, Patalano in ritardo e destro su cui Cortiana non è impeccabile. L'esterno ripete in fotocopia l'azione pochi minuti dopo, questa volta su punizione battuta velocemente da Fattorusso. Poi spazio alla lunga girandola di cambi che addormentano la gara. La Cambiaghese trova il punto della bandiera con il colpo di testa dalla bandierina di Donadei, un gol che vale il premio alla stagione dei ragazzi di Speranza. Poi però i biancocelesti spingono fino in fondo e rendono il passivo estramemente severo, sempre con la complicità di Cortiana ormai sfiduciato. Bertoni buca la rete dai venticinque metri, Fattorusso sigla la doppietta sia in tap-in che in volée. Completano la festa il subentrato Cesino (destro su palla vagante nell'angolino) e Pujanes, che riesce a togliersi lo sfizio di esultare dopo aver sudato le tradizionali sette camice. A fine gara grande gioia insieme al folto pubblico delle aquile accorso a Cavenago: ora però non bisogna avere la pancia piena.

Solo applausi per la Cambiaghese di Speranza, qui al completo

IL TABELLINO

CAMBIAGHESE-VIGOR MILANO 1-9
RETI (0-4,1-4,1-9): 7' Bertoni (V), 23' Piazzolla (V), 5' st Audino (V), 11' st Audino (V), 24' st Donadei (C), 28' st Bertoni (V), 30' st Fattorusso (V), 32' st Cesino (V), 34' st Fattorusso (V), 37' st Pujanes (V).
CAMBIAGHESE (4-4-2): Cortiana 6, Capuano 6.5 (4' st Fonti 6), Patalano 7 (18' st Ghislanzoni sv), Tirtja 7, Bertini 7, Donadei 7.5, Ferrari M. 7.5, Ferrari N. 7, Sanapo 7 (11' st Vezzoli sv), Sala 6 (6' st Menini 6.5), Caloni 6.5 (26' st Sinisi sv). A disp. Birelli. All. Speranza 7.
VIGOR MILANO (3-5-2): Yaser 6.5, Rapillo 7.5, Trezzi 7 (13' st Barresi sv), Fattorusso 7.5, Ghiotto 8, Bertoni 7.5 (29' st Ndiaye sv), Castoldi 7 (18' st Vergani sv), Murillo M. 7 (13' st Rossi sv), Pujanes 7, Piazzolla 7.5 (26' st Ortiz M. sv), Audino 7.5 (18' st Cesino 7). A disp. Fontana. All. Esposito 8.
ARBITRO: Gervasoni di Treviglio 6.5.

LE PAGELLE

CAMBIAGHESE

Cortiana 6 Giornata particolarmente difficile. Un po' di sfortuna, come sul gol di apertura, un po' di ingenuità, come sulla doppietta di Audino. Il cappellino probabilmente non aiuta come dovrebbe.
Capuano 6.5 Rimane sul pezzo sempre e comunque, concedendo pochissimo sull'uno-contro-uno.
4' st Fonti 6 Un tempo di discreta intensità con qualche distrazione sui lanci in verticale.
Patalano 7 Nel primo tempo frena più di una iniziativa di Audino, usando bene il fisico e mettendo la gamba nei contrasti. Propositivo in avanti. (18' st Ghislanzoni sv).
Tirtja 7 Sia lui che Ferrari sono chiamati a un lavoro complicato e dispendioso, nel tentativo di non lasciare scoperti i centrali. Ci riescono per quaranta minuti.
Bertini 7 Agisce con sicurezza finché deve marcare l'attaccante spalle alla porta, fa invece maggiore fatica se la palla scorre verso il proprio specchio.
Donadei 7.5 Rispetto a Bertini aggiunge ulteriore garanzia in copertura. Non è un caso che Pujanes rimanga fuori dalla gara per larghi tratti, lo obbliga agli straordinari.
Ferrari M. 7.5 Isolato da solo contro un trio di difensori davvero arcigni. Bravissimo a non scoraggiarsi e a mantenere corti i reparti, super lavoro per il collettivo.
Ferrari N. 7 Sfuma la grande chance su punizione, per il resto combatte in mediana pagando il passo diverso rispetto ai centrocampisti biancazzurri.
Sanapo 7 Si occupa prevalentemente della fase offensiva, lasciando un po' troppo campo in difesa. Riesce a raccordare con efficacia, almeno finché c'è aria. (11' st Vezzoli sv).
Sala 6 Tolto il cross iniziale è una prestazione alquanto anonima. Non riesce a interpretare il match.
6' st Menini 6.5 Inserito largo a sinistra commette qualche errore ma è lucido nei rinvii.
Caloni 6.5 Partita durissima contro Rapillo, capace di limitarlo. Una discreta gara in copertura, poi nella ripresa cala insieme al resto dei compagni. (26' st Sinisi sv).
All. Speranza 7 La sconfitta ferisce l'orgoglio ma non il castello di consapevolezze costruite fin qui. Vietato scoraggiarsi in vista dell'ultima di campionato.

VIGOR MILANO

Yaser 6.5 Sul gol subìto viene beffato dalla traiettoria sporca, per il resto è protetto da una sontuosa copertura. Bene anche la gestione dei rinvii dal basso.
Rapillo 7.5 Gran partita del capitano milanese, che usa gli arti superiori con efficacia ed esperienza. Non si fa problemi a sganciarsi in avanti con buone fortune.
Trezzi 7 Soffre tremendamente i palloni in profondità contro avversari più veloci. Meglio sulle letture, dove non fa passare palloni pericolosi. (13' st Barresi sv).
Fattorusso 7.5 Nel primo tempo lascia che siano le due mezz'ali a prendere l'iniziativa, nella ripresa sale in cattedra e traghetta l'ondata biancoceleste.
Ghiotto 8 Eccellente partita del centrale difensivo, è lui ad avere le chiavi in mano. Non si fa mai prendere dall'ansia, essendo lucido e determinato al tempo stesso.
Bertoni 7.5 Ficcante e incisivo quando si tratta di creare superiorità. Puntuale e preciso nelle verticalizzazioni, solo qualche piccolo leziosismo. (29' st Ndiaye sv).
Castoldi 7 Rispetto ad Audino garantisce un altro tipo di caratteristiche, più difensive. Partecipa comunque alle triangolazioni sull'out mancino. (18' st Vergani sv).
Murillo M. 7 Agisce sul lato di Castoldi contribuendo soprattutto al possesso palla. Pochi guizzi personali ma è l'equilibratore che serve. (13' st Rossi sv).
Pujanes 7 Litiga con i centrali biancorossi ma è abile e lesto nel recupero che apre la contesa. Poi insiste e persiste nella soddisfazione personale, riuscendoci.
Piazzolla 7.5 Ha caratteristiche complementari a Pujanes, ed è più duttile del compagno. A questo giro finalizzatore più che suggeritore. (26' st Ortiz M. sv).
Audino 7.5 Parte un pochino con il freno a mano tirato, timoroso dell'avversario. Cresce gradualmente e segna una doppietta con la complicità del portiere.
18' st Cesino 7 Unico tra i subentrati a trovare la gloria nella festa della ripresa.
All. Esposito 8 Il presidente biancoceleste mette il punto esclamativo al lavoro di Cattaneo, dopo un pari deludente. Un traguardo che sa di punto di partenza.

ARBITRO

Gervasoni di Treviglio 6.5 Nel complesso una gara semplice da dirigere, fa il suo e riesce a gestire bene tutti i momenti.

L'INTERVISTA

Esprime grande soddisfazione il presidente della Vigor Giovanni Esposito: «Abbiamo costruito la squadra tre anni fa, prima della pandemia con un open day. Essere qui oggi a commentare due vittorie così è un grande risultato, ma noi vogliamo coltivare anche le altre annate che stanno facendo bene. Un punto di partenza che vuole vedere la Vigor tra le protagoniste del calcio lombardo. Finali? Non smettiamo di sognare».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400