Cerca

Under 14

Madon da Pallone d'Oro: Accademia Inter ai quarti di finale con un poker

Gran partita della squadra di Corti, che supera gli ottavi finale in casa del Cittadella

Diego Madon

L'ala dell'Accademia, Madon, autore di un gol e un assist

Termina 4-0 per gli ospiti la gara valevole per gli ottavi di finale tra Cittadella 1945 e Accademia Inter. I padroni di casa hanno a disposizione 2 risultati su 3 in virtù del miglior posizionamento in classifica durante la stagione, ma l'Accademia, tuttavia, parte subito forte e fa capire che darà il tutto e per tutto per la vittoria. E infatti, dopo soli dieci minuti, si porta in vantaggio. Il Cittadella prova a rientrare in partita e non demorde mai, nemmeno dopo aver subito il gol del 2-0. In seguito al terzo gol invece, la squadra di Maiorano si disunisce e concede anche il quarto. Gli ospiti vanno più volte vicini ad arrotondare ancora di più il punteggio, ma alla fine la gara termina 0-4.

PRIMI DUE GOL

Gli allenatori scendono in campo con due moduli a specchio: 4-3-3 per entrambi. Per Maiorano tridente composto da Gazzolo, Panasci e Conti mentre per Corti ci sono Madon, Giuliani e Gallo: insomma, le rispettive squadre si affidano ai propri arieti offensivi protagonisti della regular season. Defezione dell'ultimo minuto, parlando di protagonisti, per gli ospiti, con il terzino sinistro Vai che ha un attacco di febbre: al suo posto Maggini titolare. Dopo i primi 10 minuti di studio, il risultato si sblocca a favore degli ospiti: l'Accademia colpisce al primo errore degli avversari; Tagliabue sbaglia il rilancio, che viene intercettato da Giuliani al limite dell'area. Il centravanti non ci pensa due volte e calcia da fuori area con il numero 1 ancora fuori dai pali e trova il gol dell'1-0. Al Cittadella basterebbe il pareggio per passare il turno e, consapevole di questo, la squadra dopo aver subito il primo gol non si scompone e prova a costruire azioni pericolose per trovare la rete. Tuttavia, i ragazzi di Maiorano non riescono a sfondare in avanti e allora sono ancora gli ospiti a colpire. Ad una manciata di istanti dalla mezz'ora, infatti, calcio di punizione molto defilato sulla destra, quasi all'altezza del corner: parte un cross molto profondo sul secondo palo; arriva Calia, che svetta di testa e sigla il gol del 2-0.

Il Cittadella, al secondo gol subito, vedendo la qualificazione compromessa, iniziano a preoccuparsi e si riversano in avanti in maniera spregiudicata, alla ricerca del gol che riaprirebbe l'incontro e il passaggio del turno. Il più brillante di tutti è il solito Gazzolo, che scatena la sua velocità sulla fascia e mette in apprensione la difesa avversaria, che spesso è costretta a rifugiarsi in corner. Proprio dagli sviluppi di un calcio dalla bandierina il pallone giunge fuori area dove Calori aggancia e lascia partire un destro molto potente indirizzato sotto la traversa. In questo caso è molto bravo il portiere Tommasi a bloccare il tiro e neutralizzare il pericolo. Poco prima del termine del primo tempo, però, è ancora l'Accademia a spingere in avanti, ancora con Giuliani che stoppa al limite dell'area, si gira e calcia rasoterra, ma la palla sfila di poco fuori.

ACCADEMIA AI QUARTI

Nel secondo tempo il Cittadella deve provare ad andare alla riscossa e Maiorano sostituisce Zani con Gini per dare una svolta alla manovra offensiva. Ma anche nel secondo tempo gli ospiti appaiono più brillanti e Madon si conquista subito un calcio di punizione dal limite. Lo stesso numero 11 va a battere con sinistro e il pallone viene deviato dalla barriera, terminando di poco a lato. Anche Corti decide di effettuare il primo cambio e sostituisce Gallo con Zekatrinej, attaccante che ha già saputo dimostrare di poter far male a gara in corso. Infatti, proprio lui al 22' viene lanciato a rete e si trova tutto solo col portiere, il subentrato Rossi. Zekatrinej se la porta sul destro e cerca l'angolino, ma il numero 12 del Cittadella è bravissimo a deviarla in corner. L'estremo difensore sembra aver salvato la situazione, ma dagli sviluppi del calcio d'angolo si crea una mischia in area da cui esce con il pallone Madon, che calcia in porta senza pietà e trova il gol del 3-0.

Partita che può dirsi virtualmente chiusa, anche perché i padroni di casa escono mentalmente dalla gara e lasciano molti spazi scoperti. A metà del secondo tempo uno scatenato Madon mette alla prova i riflessi di Rossi ben due volte. Prima con un sinistro a giro in contropiede e dopo con un tiro ravvicinato da dentro l'area. In entrambi i casi il portiere tiene a galla i suoi, negando la doppietta all'attaccante dell'Accademia Inter. Al 27' arriva anche l'occasione per il Cittadella di trovare il gol, la prima vera occasione del secondo tempo: il sinistro di Gini finisce di poco a lato però. Sull'azione successiva gran giocata di Madon sulla destra e cross in mezzo precisissimo per Zekatrinej che deve solo spingerla in porta. Gol del 4-0 e partita non solo virtualmente ma anche praticamente chiusa per l'Accademia. L'allenatore dei padroni di casa effettua qualche ultimo cambio per mettere in campo forze fresche, ma ormai non c'è più tempo di recuperare il risultato e la gara termina con un deciso 4-0 per l'Accademia Inter: vittoria e passaggio del turno per i ragazzi di Corti, che adesso dovranno andare a fare la voce grossa in casa dell'Aldini.

IL TABELLINO

CITTADELLA-ACCADEMIA INTER 0-4
RETI: 11’ Giuliani (A), 28’ Calia (A), 22’ st Madon (A), 28’ st Zekatrinej (A).
CITTADELLA (4-3-3): Tagliabue 6 (15’ st Rossi 7), Calori 6.5, Pozzi 6.5 (36’ st Pirino sv), Pannella 6, D’Onofrio 6, Vago 6, Gazzolo 7 (29’ st Daverio sv), Bruno 6 (15’ st Rollo 6), Panasci 7 (29’ st Cavadini sv), Zani 6 (1’ st Gini 6), Conti 6.5 (29’ st Frigerio sv). A disp. Beretta, Fattori. All. Maiorano 6.5.
ACCADEMIA INTER (4-3-3): Tommasi 6.5, Calia 7, Maggini 6, Volpi 7, Marrone 6.5, Conversa 6.5, Gallo 6.5 (15’ st Zekatrinej 7), Bucciero 6.5 (32’ st Pitissi sv), Giuliani 7 (26’ st Zanin sv), Durante 6.5 (23’ st Marconi sv), Madon 7.5 (29’ st Crapanzano sv). A disp. Goldin, Espinoza, Vai. All. Corti 7
AMMONITI: Zanin (A).



LE PAGELLE

CITTADELLA

Tagliabue 6 Una buona partita partita, ma l'errore sul rilancio che porta al gol dell'1-0 degli avversari pesa molto sulla sua valutazione.
15’ st Rossi 7 Entra e subisce due gol, ma fa altrettanti miracoli e tiene a galla la sua squadra. Gran prestazione.
Calori 6.5 Il capitano si impegna molto, corre e lotta sulla fascia. È anche pericoloso con un tiro da fuori nel primo tempo.
Pozzi 6.5 Ottima partita, gioca in varie zone del campo e spinge molto quando è sulla fascia. Corre tantissimo e si spende per la squadra. (36’ st Pirino sv).
Pannella 6 Si impegna molto a centrocampo, ma non trova mai l'imbucata giusta per i compagni, venendo a mancare un po' nei momenti più importanti. Bene in fase di pressing.
D’Onofrio 6 Difensore centrale solito e fisico, gioca un'ottima gara. Dopo il terzo gol subito si spegna un po', come tutta la squadra.
Vago 6 Altra ottima prestazione del difensore centrale della formazione di Maiorano.
Gazzolo 7 Decisamente il migliore in campo dei suoi. Quando accelera rischia sempre di creare occasioni da gol. Grandissima la sua velocità, che viene messa al servizio della squadra sia in fase offensiva che difensiva. (29’ st Daverio sv).
Bruno 6 Nel primo tempo gioca molto avanzato, nonostante sia un centrocampista. Si butta in attacco ogni volta che ce n'è occasione e occupa bene gli spazi. Non riesce, però, ad incidere come vorrebbe.
15’ st Rollo 6 Entra quando la sua squadra è già sotto nel punteggio. Ha pochi palloni a disposizione e quindi poche occasioni di dare il suo apporto.
Panasci 7 Uno di quelli che ci crede di più. Conosce bene i movimenti che deve fare un attaccante. Molto bene sia quando viene incontro a duettare, sia quando si lancia in profondità. Gli manca solo il gol. (29’ st Cavadini sv).
Zani 6 Non la sua miglior partita, gioca solo un tempo e senza molti palloni giocabili, regalando pochi spunti non solo ai presenti, ma anche alla sua squadra.
1’ st Gini 6 Entra, ma non rende meglio del compagno. Va vicino al gol nell'unica occasione del Cittadella nel secondo tempo, ma la mette di poco al lato.
Conti 6.5 Ala molto veloce, tantissimo spirito di sacrificio per lui, che inizia come esterno d'attacco offensivo e poi ripiega come centrocampista centrale. Molto bene in entrambi i ruoli. (29’ st Frigerio sv).
All. Maiorano 6.5 
I suoi sono posizionati bene in campo, ma vengono superati in manovra dagli avversari. I cambi fatti per provare a dare una svolta si dimostrano azzeccati, ma l'Accademia viaggiava ad un altro ritmo.

Cittadella u14Gli 11 del Cittadella 1945

ACCADEMIA INTER

Tommasi 6.5 Una buona prova per l'estremo difensore, non molto impegnato: gestisce bene i palloni che capitano dalle sue parti, senza fatica.
Calia 7 Gran partita del terzino destro, che nel corso della stagione ha abituato a questo tipo di prestazioni. In questo ottavo di finale, poi, si concete anche il gol con un colpo di testa che vale il 2-0.
Maggini 6 Non doveva giocare, ma poi viene chiamato in causa dopo il problema del compagno. Una partita ordinata da terzino sinistro.
Volpi 7 Uno dei migliori dei suoi, gestisce il pallone sempre con grande calma da mediano davanti alla difesa. Ottima visione di gioco anche in questa partita. Snodo centrale della manovra.
Marrone 6.5 Difensore centrale solido, ottima gara. Alza il muro difensivo e non passa nessuno: prende le misure immediatamente agli avversari e non va mai in difficoltà.
Conversa 6.5 Come il compagno, anche lui difende molto bene. Ottime letture difensive, grandi doti d'anticipo e chiusura e anche una buona capacità di impostare l'azione dal basso.
Gallo 6.5 Una buona prova del numero 7, che si inserisce sempre in area coi tempi giusti. Non riesce a trovare il gol, ma la sua prova è molto più di questo: tanta qualità al servizio del collettivo.
15’ st Zekatrinej Lui invece il gol lo trova. Entra, ha subito un'occasione ma si fa ipnotizzare dal portiere. Al secondo tentativo invece colpisce e chiude la partita. Dalla panchina è ancora un fattore: il Muriel di Corti.
Bucciero 6.5 Ottima partita per il centrocampista. Gestisce sempre con tranquillità i palloni che gli vengono recapitati dalla difesa ed è bravo a impostare il gioco. Come se non bastasse, ogni volta che ne ha l'occasione, si butta in avanti in avanti. (32’ st Pitissi sv).
Giuliani 7 Trova il gol che sblocca la partita con un tiro da fuori area molto preciso. Rischia di farne un altro allo scadere del primo tempo. In generale gioca una gara in cui si muove sempre molto bene sia con il pallone che senza. (26’ st Zanin sv).
Durante 6.5 Primo tempo un po' anonimo per il diez, poi nel secondo gioca decisamente meglio. Ottime qualità nei lanci lunghi, sempre precisi e di ottima fattura. Oggi il suo apporto è questo, a brillare ci pensano gli altri, ma lui è presente. (23’ st Marconi sv).
Madon 7.5 È lui il man of the match! Fa un gol, realizza un assist e va vicino alla rete in altre due occasioni. È praticamante immarcabile per la difesa avversaria e fa la differenza ogniqualvolta si mette in testa di pungere o affondare. (29’ st Crapanzano sv).
All. Corti 7 La sua squadra aveva un solo risultato su tre per passare e infatti i suoi ragazzi scendono in campo molto motivati fin da subito. La sbloccano ma non si distraggono e continuano ad attaccare e a fare gol. Ottima prova e ottima impostazione della gara: passaggio del turno meritato.


Accademia u14I titolari dell'Accademia

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400