Cerca

Under 14

Il sogno continua: la magia di Infrano e le parate di Vercellio regalano alla Masseroni la semifinale

La squadra di Villa piega quella di Baldissin, dopo una gara intensa e combattuta

Il sogno continua: la magia di Infrano e le parate di Vercellio regalano alla Masseroni la semifinale

Matteo Vercellio e Alessio Infrano: protagonisti assoluti del trionfo bianconero della squadra di Villa

Le parate di Vercellio, la magia di Infrano e, soprattutto, un cuore grande così. Sono questi i tre ingredienti che hanno permesso alla Masseroni di avere la meglio dell’Enotria e strappare il pass per la semifinale, in cui sfiderà la vincente della sfida fra Alcione e Caravaggio. Quello di via Madruzzo è stato un match intenso, combattuto su ogni pallone, che sembrava destinato allo 0-0. Fino a quando, a circa metà della ripresa, il dieci dei padroni di casa si è inventato la giocata decisiva, con una conclusione dai venticinque metri perfetta. A salvare il risultato, prima e dopo il gol partita, ci ha pensato l’estremo difensore della squadra di Villa, in particolare su un colpo di testa di D’Addona, a inizio ripresa. Nulla da fare, però: i guantoni di Vercellio oggi sono arrivati ovunque. E cosi, a proseguire la sua corsa nei playoff, è la Masseroni, che continua a sognare ad occhi aperti.

Al triplice fischio parte la festa Masseroni: i bianconeri sono in semifinale!

EQUILIBRIO

Nella prima frazione latitano le occasioni da rete: il ritmo è forsennato, l’intensità elevata, e per le due squadre è difficile creare pericoli. La formazione di Villa difende uomo contro uomo, rendendo agli avversari la vita impossibile. L’unico squillo in casa Enotria è un tentativo di Nourice dopo nemmeno sessanta secondi, alzato sopra alla traversa dal portiere avversario. Per la Masseroni, invece, prova a rendersi pericoloso Ferrario su assist di Lavatelli, anticipato però dall’uscita bassa di Chierico.

MAGIA

In avvio di ripresa, complice anche un dispendio energetico elevato del centrocampo bianconero nella prima frazione, sono i rossoblù ad avere il predominio territoriale, senza però riuscire a rendersi davvero pericolosi: il trio arretrato della Masse, formato da Zirilli, Balliano e Mangiarotti, non concede il minimo spazio, bloccando sul nascere ogni potenziale manovra offensiva degli ospiti. Diventano quindi decisive le palle inattive e, sugli sviluppi di una di queste, la squadra di Baldissin va a un passo dal vantaggio. Angolo di Favaro, incornata di D’Addona e risposta straordinaria di Vercellio, a negare lo 0-1. Qualche minuto più tardi, il risultato cambia. A segnare è però la Masseroni, con un destro da lontano di Infrano che fa impazzire panchina e tribuna bianconera. L’Enotria, a questo punto, carica a testa bassa in cerca del pari che le consentirebbe di passare il turno, ma senza successo. I bianconeri chiudono ogni pertugio, non rischiano nulla - solo un tiro di Mondini, terminato largo - e volano in semifinale.

IL TABELLINO

MASSERONI-ENOTRIA 1-0
RETI: 18' st Infrano (M).
MASSERONI (3-4-2-1): Vercellio 8, Zirilli 7.5, Mangiarotti 7.5, Rossi 7, Sassudelli 7 (16' st Turi 6), Balliano 7.5, Sala 7 (16' st Mollica 6), Ferrario 7 (34' st Clerici sv), Fiore 7 (34' st Cosi sv), Infrano 8, Lavatelli 7. A disp. Ottaviano, Ciangola, Santagostino Biet, Sanvito, Bonfiglio. All. Villa 8. Dir. Gerli - Zirilli.
ENOTRIA (4-3-2-1): Chierico 7, Grotti 7, Lusignani 7.5, Brugnone 7 (11' st Cirasella 6), D'Addona 7, Buzzerio 7, Luly Tommaselli 6.5 (27' st Copes sv), La Gioia 6.5, Nourice 6.5, Favaro 6 (27' st Bertolini sv), Mondini 6 (23' st Bonaita sv). A disp. Giobbe, Gorla, Maruzzelli, Locurcio, Benedini. All. Baldissin 7. Dir. Rizzo.
ARBITRO: Crespi di Busto Arsizio 7.
AMMONITI: Buzzerio (E), Nourice (E), D'Addona (E), Zirilli (M), Turi (M).

LE PAGELLE

MASSERONI

Vercellio 8 Sicuro nelle uscite, decisivo sul colpo di testa ravvicinato di D'Addona. Se i suoi fossero andati sotto, chissà se avrebbero raggiunto la semifinale. Decisivo.
Zirilli 7.5 Braccetto destro della difesa a tre, disputa un ottima gara in fase difensiva, vincendo ogni duello.
Mangiarotti 7.5 Sul centro-sinistra è una garanzia. I suoi precisi tackle sono parte del motivo per cui la Masseroni chiude la gara senza subire gol.
Rossi 7 Tanta corsa in mezzo al campo, a pressare come un matto per tutti e settanta i minuti.
Sassudelli 7 In coppia con Rossi davanti alla difesa, si preoccupa soprattutto di dare manforte ai tre dietro, schermando le linee di passaggio.
16' st Turi 6 Prosegue quanto di buono fatto dal compagno.
Balliano 7.5 Si francobolla a Nourice e non lo lascia respirare. Non era per niente un compito facile, partita sontuosa.
Sala 7 Generoso sulla fascia, sempre a fare su e giù per supportare entrambe le fasi.
16' st Mollica 6 Forze fresche sulla destra negli ultimi venti minuti.
Ferrario 7 Si inserisce coi tempi giusti quando i bianconeri attaccano e pressa a centrocampo quando la sua squadra deve difendere. (34' st Clerici sv).
Fiore 7 Gara di sacrificio la sua, a cercare di sgomitare fra D'Addona e Buzzerio. Non sempre riesce a proteggere palla, ma ci mette tanto impegno. (34' st Cosi sv).
Infrano 8 Non sembra essere la sua partita a lungo, poi si inventa la gemma che vale la semifinale: contro, siluro sotto la traversa e palla in fondo al sacco.
Lavatelli 7 Sulla sinistra si sbatte tanto. È uno dei più piccoli in campo, ma si fa rispettare sempre ed è importante in fase di copertura.
All. Villa 8 I suoi giocano una grande gara, di intensità e sacrificio, e la portano a casa nella ripresa con una gran giocata individuale.

Gli 11 titolari mandati in campo da Villa

ENOTRIA

Chierico 7 Bene nelle uscite e sicuro nei tentativi flebili della Masse. Non può opporsi, però, al bolide di Infrano.
Grotti 7 Primo tempo super, sia in fase difensiva che offensiva. Spinge meno nella ripresa, ma resta una garanzia dietro.
Lusignani 7.5 Spaventoso nello stretto: quando parte palla al piede è impossibile fermarlo, anche negli spazi più angusti. 
Brugnone 7 In una gara dove di trame di gioco ce ne sono ben poche, è l'unico che prova a mettere un po' di ordine a centrocampo.
11' st Cirasella 6 Dentro per garantire maggiore fisicità in avanti, ma viene servito poco.
D'Addona 7 Bene dietro, senza affanno. Va vicino al gol con un gran colpo di testa, ma Vercellio gli dice no.
Buzzerio 7 Le palle alte sono tutte sue, e non solo quelle. Ordinato e sicuro, non sbaglia nulla in difesa.
Luly Tommaselli 6.5 Utile il suo lavoro in fase di copertura. Va sempre a raddoppiare, dando una mano a Grotti sulla destra (27' st Copes sv).
La Gioia 6.5 Corre e lotta in mezzo al campo, in una partita dove in quella zona si poteva fare poco altro.
Nourice 6.5 Dopo nemmeno un minuto va alla conclusione, deviata in corner. Poi passa la partita a lottare contro il trio di difensori avversario, dandosi parecchio da fare.
Favaro 6 Buone traiettorie da palla ferma, ma poco altro. Non riesce ad entrare mai realmente in partita. (27' st Bertolini sv).
Mondini 6 Oltre che per un tiro smorzato finito a lato, non si mette in luce per altro. (23' st Bonaita sv).
All. Baldissin 7 Giocare in un campo così piccolo non era facile. I suoi pareggiano l'intensità degli avversari, ma vengono eliminati da un golazo.

La formazione dell'Enotria poco prima del fischio d'inizio

NON PERDERTI IL GIORNALE LUNEDÌ IN EDICOLA CON UNA MEZZA PAGINA DEDICATA A DICHIARAZIONI E CONTENUTI SULLA PARTITA

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400