Cerca

Under 14

Semifinale pazzesca: i bianconeri lottano, ma l'Alcione si porta a casa l'andata

Sotto per due volte, la Masseroni riesce a recuperare entrambe le volte, ma alla fine deve arrendersi agli orange di Calderoli

Semifinale pazzesca: i bianconeri lottano, ma l'Alcione si porta a casa l'andata

Riccardo Covelli, autore del gol del 2-1 e tra i migliori in campo degli orange

Un continuo botta e risposta tra le parti ha caratterizzato Masseroni-Alcione, semifinale d'andata vinta dagli orange per il risultato di 3-2. La squadra di Beniamino Calderoli ha infatti giocato un ottimo calcio, diventando padrona del campo per lunghissimi tratti di partita e producendo una mole di gioco tale che probabilmente i gol segnati sono stati pochi. Di contro, la Masseroni è stata protagonista a tratti, andando a compensare con la grinta e il cuore il divario tecnico e tattico con gli avversari: prima Fiore e poi Mangiarotti hanno infatti risposto a Holovko e Covelli, ma alla fine è stato il gol di De Ruvo a sistemare le cose per l'Alcione. Adesso occhi e testa a domenica, giornata del ritorno: gli orange ripartiranno da un risultato favorevole con tre gol segnati fuori casa - vale ancora la regola delle reti in trasferta - mentre la Masseroni dovrà tentare l'impresa per riuscire ad approdare in finale.

VILLANUEVA SHOW

Tamburi, cori, megafoni: il tifo sugli spalti è quello delle grandi occasioni ed è forte. Come forte è anche la partenza dell’Alcione, che sin dai primi istanti di partita ci tiene a mettere in chiaro quale sarà il copione che seguiranno gli orange: attaccare. La squadra di Calderoli, infatti, nel suo 4-3-1-2 di fabbrica costruisce ottime trame in attacco, con un Villanueva come al solito in grande spolvero e che gioca a tuttocampo, mettendo in difficoltà sostanzialmente ogni giocatore del centrocampo della Masseroni e sfiorando anche il gol in un paio d’occasioni, come anche Covelli, che tenta la gran botta dalla distanza verso l’incrocio dei pali, ma Ottaviano blocca senza problemi (15’). I padroni di casa di Villa, invece, giocano una prima parte di tempo molto ordinata, in cui si difendono con affanno sì, ma dando sempre l’impressione di poter arrivare sul pallone. Nella seconda fase, invece, quando l’Alcione alza i ritmi, la Masseroni fa fatica e si affida unicamente al faro Infrano per provare a creare pericolo, che però viene arginato bene da Ganci e Holovko. Ed è proprio Holovko a sbloccare il risultato, con il tap-in vincente sull’intervento non impeccabile di Ottaviano dopo una traiettoria pennellata da Jeon su calcio di punizione: il numero 6 orange è il più veloce di tutti, si avventa sul pallone e gonfia la rete da due passi (27’). I bianconeri provano ad avere una reazione, ma non riescono a portare pericoli dalle parti di Morazzoni e il primo tempo finisce 1-0 per la squadra ospite.

FIAMMA BIANCONERA, CONFERMA ORANGE

La seconda frazione è più accesa sin dai primi istanti, perché la Masseroni scende in campo con una mentalità più focalizzata sul trovare perlomeno il pareggio e infatti i padroni di casa si rendono subito pericolosi con Infrano, che impegna Morazzoni con un bel tiro da posizione defilata (4’). Non a caso, con pressione e una situazione di mischia, i ragazzi di Villa trovano il pareggio in mischia con Fiore (8’), ma una manciata di secondi dopo, sull’azione che parte dalla battuta a centrocampo è Covelli a ristabilire il vantaggio dell’Alcione, con un bel tiro al volo su un pallone buttato in area (9’). La partita è accesa e a metà secondo tempo Fiore vince una serie di contrasti, è lanciato a rete ma viene atterrato. Calcio di punizione: sulla battuta si presenta Mangiarotti, che prende la mira e mette dentro il pallone, per il 2-2 che riporta tutto in equilibrio (16’). Le due squadre in mezzo al campo iniziano a dare il tutto per tutto, anche a sfavore della tattica, anche perché i reparti si sono definitivamente allungati. Ma è proprio con un’azione manovrata che gli orange passano per la terza volta in vantaggio: una serie di triangoli che filtrano per De Ruvo in porta. Il numero 8, evitato l’intervento di Ferrario, piazza il piattone e fa 3-2 per l’Alcione (26’). Gli ultimi minuti scorrono senza ulteriori particolari emozioni e al triplice fischio del signor Jemouh di Treviglio sono gli ospiti ad esultare: il lavoro non è finito, ma domenica scenderanno in campo ripartendo da questo 3-2.

IL TABELLINO

MASSERONI-ALCIONE 2-3
RETI (0-1, 1-1, 1-2, 2-2, 2-3): 27' Holovko (A), 8' st Fiore (M), 9' st Covelli (A), 16' st Mangiarotti (M), 26' st De Ruvo (A).
MASSERONI (3-5-2): Ottaviano 6, Zirilli 6.5, Mangiarotti 7, Rossi 6, Sassudelli 6.5 (11' st Mollica 6.5), Balliano 6, Ferrario 7, Lavatelli 6.5, Fiori 7.5, Infrano 6.5, Sala 6 (15' st Bonfiglio 6). A disp. Cremascoli, Clerici, Santagostino, Turi, Sanvito, Cosi, Simini. All. Villa 6.5. Dir. Pinferetti-Gerli.
ALCIONE (4-3-1-2): Morazzoni 6.5, Chioetto 6.5, Garcia 6.5 (35' st Cicchinelli sv), Voceri 7 (22' st Rizzo 6), Ganci 7, Holovko 7.5, Covelli 7.5, De Ruvo 7.5 (30' st Fujita sv), Prodomi 6.5 (22' st Fumagalli 6), Jeon 7 (32' st Lavezzari sv), Villanueva 8. A disp. Costa, Boccotti, Mineo, Fabiano. All. Calderoli-Saccaggi 7.5. Dir. Saccaggi.
ARBITRO: Jemouh di Treviglio 7.
AMMONITI: Ganci (A), Jeon (A).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400