Cerca

Under 14

Villanueva incanta con la sua classe: voto 8; De Ruvo matchwinner alla Vinicius: voto 7.5

Per i padroni di casa ci crede fino all'ultimo Fiore, ben arginato Infrano: le pagelle di Masseroni-Alcione

Villanueva incanta con la sua classe: voto 8; De Ruvo matchwinner alla Vinicius: voto 7.5

Lorenzo "Lollo" Fiore, autore del gol del momentaneo pareggio e guerriero della Masseroni

Va all'Alcione l'andata della doppia sfida con la Masseroni per le semifinali. In via Madruzzo, infatti, i ragazzi di Beniamino Calderoli giocano un grande calcio e riescono a strappare la vittoria non senza fatica, visto che i bianconeri allenati da Vittorio Villa hanno un duplice ritorno di fiamma e acciuffano per due volte gli orange, salvo poi arrendersi al gol di De Ruvo. Al ritorno, dunque, si ripartirà da questo 2-3 che sorride all'Alcione: in palio c'è il pass per la finalissima.

MASSERONI

Ottaviano 6 Qualche indecisione di troppo su tutti i gol subiti. Un passo indietro nel primo e un passo in avanti negli altri due avrebbero potuto fare la differenza e determinare un risultato diverso. Prova a riscattarsi nel corso della gara con dei buoni interventi.
Zirilli 6.5 Il capitano lotta e cerca di tenere lontani i pericoli dalla sua zona di campo. Ci riesce per praticamente tutta la partita e non era cosa facile. Dalle sue parti non ci sono brividi particolari, perché è bravo lui a giocare con grande sicurezza.
Mangiarotti 7 Fa valere la fisicità quando ce n'è bisogno e tenta continuamente di anticipare i giocatori dell'Alcione. Avere a che fare con clienti come Jeon e Covelli, però, non è semplice. Si incarica di battere il calcio di punizione e pennella un pallone praticamente perfetto per il 2-2.
Rossi 6 Gara faticosa per lui, che non trova benissimo le misure ed è costretto a inseguire costantemente i giocatori orange perché non riesce mai ad anticipare l'avversario. In fase di possesso meglio, ma sarebbe servito più apporto da parte sua. 
Sassudelli 6.5 Aveva il preciso compito di stare addosso a Voceri per rompere sul nascere le trame dell'Alcione e per tutta la prima frazione lo marca sostanzialmente a uomo, evitando che l'avversario riesca ad impostare la manovra. Lo segue come un ombra ed è sempre pronto a mordergli le caviglie.
11' st Mollica 6.5 Si piazza a centrocampo a gara in corso e prova a portare un minimo di imprevedibilità alla manovra della Masseroni. Ci riesce a fasi alterne, dimostrando anche buone qualità tecniche in fase di controllo palla.
Balliano 6 Difficile la partita di oggi per lui, perché deve avere a che fare con le incursioni di Villanueva, Jeon e anche Covelli. Fa quel che può per respingere i pericoli assieme al resto del reparto, però gli avversari viaggiano veramente ad altri ritmi e si trovano splendidamente.
Ferrario 7 Non riesce a concludere molto, va detto, ma è un po' l'emblema della Masseroni: ci crede fino all'ultimo, lottando su ogni pallone anche per guadagnare una rimessa laterale a favore. Si sbatte tantissimo e il numero di palloni recuperati è veramente alto. Sul finire di gara, però, si fa infilare da De Ruvo e l'Alcione vince così, ma va anche detto che l'azione andava fermata molto prima, a centrocampo.
Lavatelli 6.5 Altro bianconero che gioca una gara di sostanza, cercando di fare densità a centrocampo e di riuscire a conquistare quante più volte possibile il possesso per affidarlo poi agli attaccanti.
Fiori 7.5 Un ariete in campo. Ci mette un po' a carburare, ma nel secondo tempo è sicuramente il più pericoloso dei suoi: spinge tantissimo in attacco e con grinta e cattiveria agonistica riesce a vincere un buon numero di contrasti. C'è del suo in entrambi i gol della Masseroni: uno lo segna lui, l'altro arriva su punizione che conquista con una percussione.
Infrano 6.5 Le sue accelerazioni non sono mancate nemmeno oggi. Ogniqualvolta ne ha l'occasione parte sgasando verso il pallone, ma Holovko e Ganci lo hanno tenuto bene per tutta la gara, anche perché superiori fisicamente. Lui, comunque, è sempre lì a punzecchiare la retroguarda orange.
Sala 6 Non lo si vede tantissimo in campo: fa un po' fatica a trovare la sua posizione e non è coinvolto a sufficienza nella manovra. Prova ad abbassarsi per dare una mano in fase di interdizione, ma i suoi compiti dovrebbero essere altri.
15' st Bonfiglio 6 Lui non lo sa, ma al suo ingresso la partita ha ancora tanto da dire. Lui entra con la giusta attitudine, ma nei fatti poi è difficile ambientarsi a gara in corso a ritmi del genere, con le squadre così lunghe.
All. Villa 6.5 La Masseroni gioca la partita che doveva giocare, di compattezza e ripartenze. Qualche sbavatura ha contribuito al risultato di 3-2 in favore dell'Alcione e adesso al ritorno servirà una prova ad altissimo tasso di concentrazione per riuscire a passare il turno. Difficile? Sì, ma non impossibile.

Gli 11 bianconeri titolari

ALCIONE

Morazzoni 6.5 Impegnato poche volte oltre le occasioni dei gol, non arrivano particolari pericoli nella sua area e lui gestisce bene tutte le situazioni. Impossibile fare qualcosa sulle reti subite.
Chioetto 6.5 Buona gara fatta di concentrazione e attenzione: non si fa mai saltare e tiene botta nei confronti delle discese avversarie, dalle quali non si fa intimorire. Gestisce bene il possesso, anche se probabilmente potrebbe spingere un po' di più in avanti.
Garcia 6.5 Anche lui gioca una partita veramente buona, fatta di recuperi, chiusure e anche qualche sortita offensiva. In altre occasioni è stato veramente dominante, oggi è bastato quello che ha fatto per disputare una buona gara. (35' st Cicchinelli sv).
Voceri 7 Le geometrie che trova a centrocampo sono veramente ottime e dà il via a diverse azioni molto pericolose. Se l'Alcione costruisce così tanto è anche merito suo, che sa sempre cosa fare quando ha il pallone tra i piedi e sa sempre come recuperarlo quando invece ce l'hanno gli avversari.
22' st Rizzo 6 Quando entra, gli orange stanno spingendo per ritrovare il vantaggio e lui si limita a supportare la manovra d'azione, per far sì che ci sia un po' d'ordine in un campo in cui le squadre si sono definitivamente allungate.
Ganci 7 Non sbaglia praticamente nulla in difesa: argina alla perfezione un giocatore pericolosissimo come Infrano, non solo grazie alla tenuta fisica ma anche standogli al passo, a lui che fa delle accelerazioni il suo punto di forza. Dominante nei duelli aerei, una partita veramente incredibile.
Holovko 7.5 Stesso discorso fatto per il collega di reparto: una prova senza alcun tipo di sbavatura, che permette a Morazzoni di passare settantacinque minuti di relativa tranquillità. La sua gara, poi, viene impreziosita anche dal gol che sblocca il risultato: si fa trovare al posto giusto al momento giusto e la mette dentro.
Covelli 7.5 Nel primo tempo, dopo Villanueva, è sicuramente tra i più accesi e attivi. Ci prova prima dalla distanza al quindicesimo, poi veste i panni dell'assist-man e inizia a dialogare bene con il già citato Jeremy e anche con Jeon. Nella ripresa riesce a riportare in vantaggio i suoi con un gran bel gol.
De Ruvo 7.5 Non lo si vede tantissimo nel corso di tutta la partita, va detto. La sua è più una gara silenziosa, di rifinitura. Non brilla per appariscenza, a differenza di altri compagni, ma quando c'è da farsi trovare pronto risponde presente e sigla il gol - con un pizzico di fortuna - che vale la vittoria orange. (30' st Fujita sv),
Prodomi 6.5 Non lascia il segno sul match, però è sempre lì, pronto a dare pensieri alla difesa bianconera della Masseroni. Dialoga bene e in velocità con alcuni compagni e riesce a far passare un paio di imbucate interessanti che però non riescono a finire in rete.
22' st Fumagalli 6 Si inserisce bene nella manovra al suo ingresso e accompagna l'azione. Di più non riesce a fare, anche perché non ha tantissimo tempo a disposizione.
Jeon 7 A differenza di altre partite, oggi non è così dominante come ci si poteva aspettare. Gioca però un'ottima partita, fatta di sacrificio sia in fase di interdizione che quando c'è da costruire l'azione, perché si mette a totale disposizione della squadra. Becca un giallo a centrocampo, ma spende il fallo con astuzia, perché ferma una ripartenza che vedeva l'Alcione in inferiorità numerica. (32' st Lavezzari sv).
Villanueva 8 Sin dalle primissime battute si era capito che sarebbe stata la sua partita. Prima prova a cercare la via del gol, poi quella dell'assist, poi inizia a tenere palla o a recuperarla sui lanci lunghi: insomma, una prova totale da parte sua. Mette in seria difficoltà qualsiasi giocatore della squadra di casa ed è anche bravo a non rispondere - tranne in un caso, che però non porta a scintille - ai contrasti che avrebbero fatto perdere la pazienza ad altri giocatori.
All. Calderoli-Saccaggi 7.5 L'Alcione entra in campo risoluto e con in testa l'obiettivo di vincere. Non è la prima volta in stagione, anzi è sempre stata una costante questo atteggiamento da parte degli orange. La squadra segna tre gol in trasferta e anche se la partita al Kennedy sarà una storia a parte, il vantaggio accumulato è comunque qualcosa da cui partire.

L'Alcione pochi istanti prima del calcio d'inizio

ARBITRO

Jemouh di Treviglio 7 Dirige molto bene la gara, arbitrando in modo tale da favorire il flusso del gioco, senza interrompere troppe volte l'andamento del match. Coerente il metro di giudizio sui contrasti, attento anche sul fuorigioco.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400