Cerca

Strambinese Under 14: il tecnico Riccardo Cacciatore: «Società dalla mentalità positiva»

Cacciatore-Riccardo
Il progetto tecnico della Strambinese Under 14, squadra del comitato valdostano impegnata nel campionato Giovanissimi Provinciali, era chiamato quest'anno al salto di qualità. La società di via I Maggio aveva già mosso passi importanti verso un cambio di rotta all'inizio di questo 2021, venendo inserita tra le Scuole Calcio Élite esattamente il 23 febbraio. Un riconoscimento notevole, testimonianza di una società che vuole migliorarsi e puntare sempre più in alto. Proprio in virtù di questo desiderio di miglioramento, la gestione dei ragazzi dell'Under 14 della Strambinese era stata affidata, all'inizio di questa nuova stagione calcistica, all'allenatore Riccardo Cacciatore. Purtroppo, tanto per la società, quanto per i giocatori di Cacciatore, l'appuntamento è posticipato a data da destinarsi. «In partenza, l'idea della dirigenza era esattamente quella di affidarmi questo gruppo per poterli far crescere e per potenziare soprattutto i loro aspetti più tecnici e tattici - spiega Cacciatore -. Sono anni di estrema importanza per ragazzi di quest'età, anni in cui imparano e assimilano i fondamentali del gioco a un livello più serio. Mi dispiace profondamente per i ragazzi però, guardando la questione da un punto di vista esclusivamente sportivo, ne risentono in modo esagerato a livello fisico, hanno bisogno di allenarsi: dispiace dirlo, ma sono anni persi». Nelle prime uscite stagionali sono comunque arrivati segnali positivi da parte della squadra di Cacciatore, nonostante il poco tempo avuto a disposizione per prepararla. Gli unici tre incontri hanno portato la squadra ad un quarto posto in classifica, con un complessivo di quattro punti. Dopo la prima vittoria, esordio stagionale contro il Quart, arrivata a tavolino, la Strambinese ha pareggiato per 2-2 contro il Grand Combin, infine ha perso alla terza e ultima giornata disputata contro il Vallorco, capolista del girone di Aosta insieme al Grand Paradis. Indubbiamente, poche le occasioni per Cacciatore di riuscire ad avere un'idea complessiva della squadra, delle sue reali potenzialità, ma ad ogni modo abbastanza per riuscire in più occasioni ad alternare soluzioni diverse, sperimentare più moduli: «Prediligo moduli offensivi. Tendenzialmente, quello che uso o che cerco di usare con tutte le squadre è il 4-3-3, ovviamente poi bisogna sempre adattarsi alle caratteristiche della squadra. Fin dai miei primi inizi come allenatore ho sempre optato per questo modulo, forse sono stato tra i primi a usarlo a questi livelli e gli sono molto affezionato, ma non per questo ne sono ossessionato. Per esempio, con i ragazzi ho già più volte adottato il 4-5-1: ho preferito in alcune occasioni avere una maggiore copertura a centrocampo e permettere ai difensori di giocare con maggiore tranquillità. In generale però, sono un tipo che preferisce offendere, piuttosto che difendere. Diciamo che preferisco un calcio più propositivo, più dinamico, potremmo dire alla Gasperini, mentre amo meno il gioco che, per fare un nome, caratterizza quello dell'Inter di Antonio Conte». Date le circostanze, non resta che guardare al futuro, pianificando nel migliore dei modi il futuro e, sotto questo aspetto, la società di Strambino pare avere le idee molto chiare: «Sono molto felice di questa realtà societaria, non posso che parlarne bene. Il direttivo ha voglia di crescere ed è di una serietà incredibile. Soprattutto, vuole far crescere i giocatori. Quando possibile, abbiamo sempre cercato di allenarci, senza mai lesinare nulla per i ragazzi. L'obiettivo dichiarato è sicuramente quello di portare tutte le categorie ai Regionali e so che la società non è di quelle che si accontenta facilmente. Proprio per questo, sono felice di essere qui».

LA ROSA 

PORTIERE: Tommaso Sergi. DIFENSORI: Cristian Amadio, Lorenzo Bortolato, Andrea Cesare, Federico Madiotto, Jacopo Ozzello. CENTROCAMPISTI: Pietro Grassi, Thomas Jacquemod, Michele Marziano, Emil Milani, Pietro Nolfo, Gabriele Procopio, Matteo Urzia. ATTACCANTI: Filippo Bonino, Matteo Broglio, Mattia Cantisani, Edoardo Ginestrone, Davide Lo Bianco, Francesco Nesci, Gabriele Porro. ALLENATORE: Riccardo Cacciatore. DIRIGENTE: Antonio Sergi

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400