Cerca

Under 14

Vigone-Cumiana Real 1-4: I gialloblù trascinati da un super Sciarra portano a casa lo scontro diretto

I padroni di casa giocano bene ma non riescono a concretizzare, gli ospiti ne approfittano e vincono la nona

Vigone-Cumiana: i gialloazzurri trascinati da un super Sciarra portano a casa lo scontro diretto

Nicholas Sciarra del Cumiana autore di una tripletta

Lo scontro più importante per entrambe le formazioni, è prima contro seconda, ma è anche la sfida tra le due squadre più convincenti del girone. Il Cumiana si presenta a Vigone con l'intenzione di consolidare i due punti di vantaggio in classifica ed ottenere la nona vittoria consecutiva, d'altro canto i rossoblù sanno che i tre punti varrebbero il primo posto e dimostrerebbero che l'unico stop con il Garino sia stata una casualità. Il tecnico Giovanni Signorino per il sorpasso si affida al 3-4-3 con una ricerca nel gioco degli esterni d'attacco di qualità, Kevin Lussiana risponde con un 4-3-3 più classico puntando molto sulla fisicità dei suoi interpreti.

Subito doccia fredda per i padroni di casa. La sfida inizia è ha subito l'impressione di essere infuocata, entrambe le formazioni puntano su dinamismo e pressing nei primi minuti. Sono i gialloblù però ad iniziare con maggiore convinzione, provando subito con Pietro Giachino un tiro da fuori dopo pochi istanti di match. Nemmeno il tempo di reagire per il Vigone che arriva lo svantaggio al 3': parte tutto da un'azione degli stessi padroni di casa che viene fermata dalla difesa avversaria, i rossoblù sono troppo sbilanciati e al fantasista Nicolas Sciarra viene affidato il pallone della ripartenza, prova allungandosi il pallone a saltare Alì Ainnouss che in velocità è bravo a chiudere ed a appoggiare al portiere; Bonino controlla ma pasticcia e regala la sfera allo stesso Sciarra che aveva proseguito la corsa per tentare il pressing, recuperato il pallone non può sbagliare a porta vuota. 0-1 e partita subito in salita per la seconda in classifica. 

Attraverso il gioco palla a terra provano i padroni di casa a trovare il pari, ma il Cumiana è attento nella fase difensiva e concede pochissimi spazi. Solidi come una roccia dietro, davanti non sono da meno e al 12' arrivano vicinissimi al raddoppio con un colpo di testa, dopo un cross da corner, di Lorenzo Mingirulli che deviato si stampa sul palo. Il Vigone è stufo di subire ed inizia a rendersi veramente pericoloso nell'aria avversaria, prima un angolo estremamente preciso di Davide Nicola non non trova la zampata di un suo compagno, poi un tentativo di Lorenzo Valè da fuori dopo un'ottima azione corale. C'è tempo per una rete annullata per fuorigioco a Alessandro Mirone prima dell'occasione che può cambiare le sorti della partita. Al 29' con l'arma preferita degli avversari, il contropiede, arriva la chance: Marco Tibaldo dà l'occasione, grazie ad un cioccolatino, a Alessandro Mirone di correre solo una trentina di metri per arrivare davanti al portiere, decide di piazzare di destro, quando potrebbe avvicinarsi ancora alla porta, e si vede negare la gioia del gol dall'attento Luca Rebaudengo che para in tuffo. Suona la prima sirena d'allarme tra gli ospiti. La seconda è ancora più rumorosa e indossa la divisa con il numero 10. Punizione dal limite, di destro a rientrare Tibaldo trova il giro perfetto ma la conclusione si stampa sulla traversa. Il calcio è severo e ti punisce quando non concretizzi ciò che crei, e così è arrivato lo 0-2. Ripartenza due giri d'orologio dopo la traversa dove Simone Marchisano, servito da un pallone orizzontale si trova fuori aria in una posizione non ottimale, si inventa una conclusione che sorprende tutti e finisce nel lato più lontano. Finisce così un grande primo tempo.

Il Vigone ci prova invano. Nonostante il risultato possa far pensare ad una partita chiusa non è così, i padroni di casa ci provano, vogliono riaprirla a tutti i costi. Dopo diversi tentativi da fuori arriva la rete che accorcia le distanze. Valè mette butta nella mischia una punizione dalla metà campo, sulla ribattuta Riccardo Cioffi è bravo nel crederci e nel crossare di mancino, sembra quel pallone essere diretto sui guanti di Rebaudengo eppure non è così, Ragusa subentrato al termine dell'intervallo lo anticipa di testa segnando l'1-2 meritatissimo. La squadra di Signorino fa un errore troppo grande, si sbilancia eccessivamente. Il nove Alessandro Giannone in ripartenza è incontenibile ed, oltre a essere fisicamente incontrastabile, è fenomenale nell'affrontare gli uno contro uno; infatti dai suoi dribbling nascono le occasioni. Il centroavanti salta due avversari e serve un pallone splendido a Pietro Giannino che davanti al portiere deve solo inquadrare lo specchio, incredibilmente mette fuori. Al 23' nel momento di massima spinta Vigonese arriva il terzo gol. Giannone scappa alle spalle della difesa e conduce nella metà campo avversaria, ricorso già da un uomo costringe anche l'ultimo che lo separa dalla porta a virare verso di lui e in quel momento serve Sciarra che tutto solo stoppa e insacca. La gioia ospite è incontenibile, quel gol vale quasi certamente la vittoria e la fuga in classifica; mentre i rossoblù ormai sanno di poterci fare molto poco. Non mollano e continuano a crederci, ma non porta risultati poiché arriva un gol fotocopia sull'asse Giannone-Sciarra che vale la quarto rete della serata gialloblù nei minuti di recupero. Nell'ultima azione della partita il Vigone segna dopo una traversa su punizione, ma il gol viene annullato per un tocco di mano, interpretazione dell'arbitro discutibile ma che non avrebbe cambiato le sorti del match. 

Il risultato lascia spazio a poche interpretazioni, eppure i settanta minuti hanno mostrato due squadre ugualmente forti che si giocheranno la vittoria finale fino all'ultimo; alla fine ad aver vinto è stata quella che ha concretizzato maggiormente ciò che ha creato.

IL TABELLINO

VIGONE-CUMIANA REAL 1-4

RETI (0-2, 1-2, 1-4): 3' Sciarra (C), 34' Marchisano (C), 14' st Ragusa (V), 23' st Sciarra (C), 37' st Sciarra (C).

VIGONE (3-4-3): Bonino 6.5, Ainnouss 6.5 (1' st Ragusa 7.5), Brianese 7, Valè 7, Nicolino 6.5 (36' st Onnis sv), Nicola 6.5, Cioffi 7.5, Ricotta 6.5, Senestro 6.5, Tibaldo 7 (29' st Garnero sv), Minore 7. A disp. Varaldo, Reale, Panebianco, Quattrone. All. Signorino 7.

CUMIANA REAL (4-3-3): Rebaudengo 7.5, Dovasio 7.5, Chiabrando 7 (31' st Rizzatti sv), Mingirulli 7, Borla 7, Borcea 7, Marchisano 8, Giachino 7, Giannone 8.5, Sciarra 9, Rellecati 7 (18' st Grisi 7). A disp. Altamura, Calogero, Sarri, Borsezio, Pitzalis. All. Lussiana 7.5.

ARBITRO: Ricucci di Pinerolo 6.5.

LE PAGELLE

Vigone

Bonino 6.5 Il numero uno commette un errore ingenuo a inizio partita, è bravo nel non farsi influenzare negativamente trovando ottime parate non semplici di grande concentrazione.

Ainnouss 6.5 In velocità chiude qualsiasi pericolo, leggermente più goffo nei gesti tecnici. E' un'incolpevole partecipante nel vantaggio del Cumiana nei primi minuti.

1' st Ragusa 7.5 Quando si pensa alle super sub non si può che pensare a lui, il suo ingresso dà nuova linfa alla formazione nel tentare la rimonta e il gran gol di astuzia permette di crederci fino al 23' quando arriva l'1-3.

Brianese 7 Il capitano è di una utilità fuori dal comune, da terzo centrale di difesa è fondamentale nel chiudere qualsiasi pericolo e provare ad attaccare sulla corsia mancina; infatti raramente i gol arrivano se vi è lui nelle circostanze.

Valè 7 A centrocampo nella prima frazione è perfetto, nella ripresa in difesa lo è altrettanto. Duttile e bravo in entrambe le fasi, poi nei calci piazzati da mettere in mezzo ci pensa sempre lui visto la grande precisione nei piedi.

Nicolino 6.5 In mezzo guida la difesa, non riesce a evitare l'arrivo dei quattro gol visto che i suoi compagni sono sbilanciati e lui si trova di fronte un grande Giannone che fisicamente riesce a tenerlo, ovviamente non tutto il tempo. (36' st Onnis sv)

Nicola 6.5 Veramente tanta corsa a disposizione dei compagni, manca quel passaggio decisivo che renderebbe di lui un grande centrocampista.

Cioffi 7.5 Il primo tempo non viene cercato dai compagni, nel secondo è imprescindibile. Velocità e grande tecnica gli permettono di creare da solo azioni offensive saltando anche quattro avversari, veramente devastante.

Ricotta 6.5 Quello meglio limitato dagli avversari a centrocampo anche se a volte il tempismo gli permette di recuperare palloni potenzialmente importanti non sfruttati a dovere dalla sua squadra.

Senestro 6.5 Lotta davanti e spreca una grande occasione che avrebbe potuto fare 2-2. Gli avversari non gli risparmiano le botte per cui la sua tenacia è da vero combattente.

Tibaldo 7 La traversa sta ancora tremando, le sue punizioni sono vere perle o verso la porta o verso i piedi dei compagni; si ha per tutto il match l'impressione che possa succedere qualcosa quando tocca il pallone. (29' st Garnero sv)

Minore 7 Il primo tempo è devastante, fatto di corsa e dribbling; spreca l'1-1 davanti al portiere e dopo di che inizia un po' a spegnersi. 

All. Signorino 7 La sua formazione gioca bene creando molte occasioni che non riesce a sfruttare a dovere, forse l'unica recrimina la si può avere sull'essersi sbilanciati troppo durante la ricerca del pareggio, ma nient'altro.

Cumiana

Rebaudengo 7.5 Una saracinesca tra i pali, non fa passare nulla, devono anticiparlo gli avversari per poterlo battere; grande prova la sua.

Dovasio 7.5 Sulla corsia controlla l'undici avversario non facendolo respirare, come un fantasma lo perseguita in ogni sua mossa; difensivamente impressionante.

Chiabrando 7 Attento a non perdere la marcatura nel secondo tempo si ritrova in difficoltà visto la forma straordinaria del suo avversario, è furbo e umile nel farsi aiutare dai compagni ed averla vinta. (31' st Rizzatti sv)

Mingirulli 7 In mediana è estremamente attento, tutti i palloni sporchi e più pericolosi passano per i suoi piedi e vengono rilanciati per diventare un'azione a proprio favore.

Borla 7 Prova molto fisica la sua, prova spesso l'intervento per fermare gli avversari, quando viene saltato dalla palla non permette che lo faccia anche l'uomo; imperioso.

Borcea 7 Come per il compagno di reparto Borla è di una efficacia clamorosa, sorregge con il compagno un muro che il Vigone non riesce ad abbattere.

Marchisano 8 Gioiello che vale lo 0-2, di destro da posizione impensabile trova l'angolo più lontano e regala una sicurezza in più nel risultato. Già solo per aver pensato al tiro in porta da quella posizione va premiato.

Giachino 7 Prova spesso con la conclusione da fuori a sorprendere gli avversari non riuscendoci, la sua partita in mezzo al campo è ordinata.

Giannone 8.5 Davanti è una macchina da guerra, fisico importante a cui abbina grande tecnica; riesce con due assist a mettere in ghiaccio la partita e il primo posto.

Sciarra 9 Pallone da portare a casa più che meritato, i gol non sono tutto genio suo ma ha sempre il merito di crederci ed arrivare nel posto giusto al momento giusto.

Rellecati 7 Buona prova sull'esterno la sua anche se non riesce ad impattare come i due compagni di attacco, manca forse nel tentare il dribbling che possa dare la superiorità numerica

18' st Grisi 7 Il suo ingresso è decisivo per difendere con più efficacia e ripartire velocemente, crea quegli spazi da cui nascono due reti in ripartenza.

All. Lussiana 7.5 Legge la partita perfettamente, impostandola sul piano fisico per i suoi giocatori con il risultato sperato. Vetta mantenuta e cinque punti di vantaggio.

LE INTERVISTE

Vigone All. Signorino 7 «Abbiamo giocato come sapevamo, siamo stati bravi e ci è mancato un po' l'approfittare delle occasioni. Loro erano una squadra forte e lo hanno dimostrato, anche se avremmo meritato qualcosa in più»

Cumiana All. Lussiana 7.5 «Questa vittoria è merito del lavoro che fin dal primo giorno è stato fatto, è una vittoria importante e meritata contro un grande avversario. Non possiamo che essere felici della prova di tutti»

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400