Cerca

Under 14

Derby 'galacticos' a tinte bianconere: sinfonia D'Agostino, Borasio e Bracco

Troppa Juventus: primo tempo da applausi per scrivere la storia!

Derby 'galacticos' a tinte bianconere: sinfonia D'Agostino, Borasio e Bracco

Bracco-gol, doppietta e firma d'autore sul derby

Il 'vero' derby nella settimana del derby a Torino. Ma se quello tra le prime squadre si è chiuso con un pareggio, quello tra gli Under 14 è stato vinto nettamente dalla Juventus ed è stato vero spettacolo. E il primo confronto che si può fare è proprio tra le due squadre bianconere. La squadra di Allegri è stata criticata per mancanza di iniziativa e di idee, quella di Grabbi, invece, si distingue proprio per il coraggio e la voglia di creare gioco che mette in campo: tutti, dai terzini agli attaccanti, non hanno timore nel cercare la giocata, il dribbling, il passaggio smarcante... un'attitudine che si è rivelata vincente nell'annichilire ogni velleità granata. I ragazzi di Martinelli, dal canto loro, hanno subito le iniziative avversarie per tutto il primo tempo, e solo nella ripresa, quando il ritmo è calato, sono riusciti a creare qualche azione offensiva interessante.

Juve scintillante Bastano due minuti ai bianconeri per dare avvio alla goleada: cross di Gecaj dalla sinistra, inserimento perfetto di D'Agostino, destro incrociato e pallone nell'angolino. Dopo il vantaggio, la Juve non si ferma e continua a premere sull'acceleratore alla ricerca del raddoppio: Sibona davanti alla difesa garantisce copertura e gioco, Chessa e D'Agostino supportano le punte con i loro inserimenti, Bracco e Borasio in attacco s'intendono bene, scambiandosi spesso posizione. Anche il Torino gioca con un 4-3-1-2, ma fatica terribilmente a ripartire: in avanti Fabbrini e Calamita ricevono pochi palloni, e anche Bonacina è costantemente sovrastato dal centrocampo di casa. Le occasioni fioccano per i padroni di casa: al 15' Borasio calcia fuori da buona posizione, e sempre lui al 21' colpisce la traversa, dopo che Bassani aveva respinto alla disperata il tiro di Chessa. Raddoppio inevitabile al 22': bravo Bracco a districarsi in un nugolo di avversari in area e a trovare lo spazio giusto per indirizzare la palla in porta. E come se non bastasse la bravura dei ragazzi di casa, anche i difensori granata combinano qualche pasticcio: al 26' su un pallone innocuo a centro area Parisotto colpisce di testa all'indietro verso il portiere che però viene superato, prima che la palla s'infili in rete per il più clamoroso degli autogol, interviene Borasio e sigla il terzo gol. Prima del riposo ci riprova ancora l'imprendibile D'Agostino, dribbling in area e conclusione di sinistro che trova pronto Bassani.

Gol della bandiera Il portiere della Juve Huli, a inizio ripresa, restituisce il favore ai granata, impaperandosi con il pallone tra i piedi, Fabbrini glielo ruba e dopo uno scambio con Bonacina, indirizza la palla in porta per quello che sarà il gol della bandiera. Il pubblico di fede granata sugli spalti è pronto a sostenere una clamorosa rimonta, in realtà il gol del Toro è un lampo nel buio di un gioco che fatica tantissimo a trovare spazi, nonostante Martinelli dalla panchina le provi tutte: prima arretra Calamita, avanzando Bonacina, poi con l'inserimento di Picca, avanza Parisotto in mezzo al campo, infine, con l'ingresso di Faye - ottima prova la sua - giocherà con la difesa a tre, senza però a ricavare più di qualche tiro da fuori e qualche corner.  La Juve della ripresa, invece, un po' anche a causa dei cambi, perde ritmo e precisione nei passaggi. Nonostante questo, al 10' ristabilisce le distanze, assist di Borasio e sinistro fulminante di Chessa. Nella girandola di sostituzioni, si fanno notare, tra i bianconeri, Malfatti, che davanti alla difesa, gioca con la giusta autorevolezza e visione di gioco, e nei granata, Faye, non solo attento nelle chiusure, ma anche abile nel gioco aereo, tanto che al 23' su corner di Fabbrini per poco non sorprende il portiere bianconero. In pieno recupero, il gol in contropiede di Bracco, che con la sua doppietta, mette il sigillo sul match.


IL TABELLINO

Juventus-Torino 5-1
RETI (3-0, 3-1, 5-1): 2' D'Agostino (J), 22' Bracco Luca (J), 26' Borasio (J), 1' st Fabbrini (T), 10' st Chessa (J), 38' st Bracco Luca (J).
JUVENTUS (4-3-1-2): Huli 6.5, Specker 8 (30' st Di Franza sv), Gecaj 7.5 (11' st Bonora 6.5), Sibona 8, Badarau 7.5 (20' st Moschetta 6.5), Vitrotti 7.5, Chessa 8 (11' st Malfatti 7), D'Agostino 8.5 (20' st Ferraris 6.5), Borasio 8.5 (32' st Osaikhuiwuomwan sv), Bracco Luca 8.5, Ceppi 7 (1' st Pomoni 6.5). A disp. Anfossi, Repciuc. All. Grabbi 8.
TORINO (4-3-1-2): Bassani 6.5, Quattrocchi 6, Berto 6 (30' st Giunta sv), Parisotto 6 (26' st Coco sv), Moretti 6, Fossat 6 (4' st Marini 6), Fabbrini 7 (26' st Gozzi sv), Turola 6 (14' st Faye 7), Calamita 6.5, Bonacina 6 (26' st Manduca sv), Tuzzolino 6 (4' st Picca 6). A disp. Andreotti, Barone. All. Martinelli 6.
ARBITRO: Paolasso di Collegno 7.
AMMONITI: Sibona (J).


PAGELLE

JUVENTUS

Huli 6.5 Riscatta la "papera" di inizio ripresa con due interventi di pregio su Calamita e Faye a metà ripresa.

Specker 8 Sicurezza nelle uscite e negli inserimenti, sa sempre cosa fare con il pallone tra i piedi.

Gecaj 7.5 Meno intraprendente, rispetto al "collega" sulla fascia destra, ma sempre attento in chiusura.

11' st Bonora 6.5 Bada a coprire nel finale quando il Toro attacca con i terzini.

Sibona 8 Schermo davanti alla difesa, ma anche continuo cucitore del gioco bianconero.

Badarau 7.5 Si attacca a Calamita come... Una calamita, concedendogli solo il tiro da fuori.

20' st Moschetta 6.5 Inizia con una leggerezza, poi si riprende.

Vitrotti 7.5 Meno marcatore e più regista difensivo, abile comunque a disinnescare ogni tentativo granata.

Chessa 8 Vicino al gol già nel primo tempo, lo trova nella ripresa, confermando straordinarie doti da incursore.

11' st Malfatti 7 Corsa e buona visione di gioco.

D'Agostino 8.5 Anche lui è sempre pronto all'inserimento offensivo. Nel primo tempo i granata non riescono a trovare contromisure per fermarlo.

20' st Ferraris 6.5 Dinamico nel finale.

Borasio 8.5 Un gol, un assist, ma soprattutto un eccellente movimento su tutto il fronte offensivo, al servizio della squadra.

Bracco 8.5 Doppietta da bomber vero, sempre pericoloso con le sue giocate.

Ceppi 7 Gioca solo un tempo, in cui comunque mostra alcuni spunti interessanti alle spalle delle punte.

1 'st Pomoni 6.5 Inizia bene, poi scompare dal gioco.

All. Grabbi 8 La squadra ha fiducia nei propri mezzi e quando si gioca con questa sicurezza i risultati arrivano.


TORINO

Bassani 6.5 Pasticcia con Parisotto sul terzo gol, è vero, ma in più di un'occasione è attento ed evita il peggio.

Quattrocchi 6 In sofferenza nel primo tempo, cerca spazi nella ripresa, quando la squadra gioca a tre.

Berto 6 Fatica molto con D'Agostino e Specker che girano dalle sue parti.

Parisotto 6 Le punte juventine, con i loro movimenti, sfuggono spesso, meglio nella ripresa davanti alla difesa.

Moretti 6 Pomeriggio difficile in marcatura su Borasio.

Fossat 6 Dovrebbe dar l'avvio al gioco granata, ma sul pressing avversario non trova mai i tempi.

4 'st Marini 6 Tenta qualche debole incursione offensiva.

Fabbrini 7 Al di là del gol, nella ripresa si dimostra il più pericoloso dei suoi con i suoi movimenti.

Turola 6 In difficoltà sia quando c'è da coprire che da provare a spingere.

14' st Faye 7 Chiusure impeccabili e sfiora il gol di testa su corner.

Calamita 6.5 Nel primo tempo va spesso a sbattere contro il muro bianconero, nella ripresa parte arretrato, va vicino al gol con una bella conclusione indirizzata sotto la traversa.

Bonacina 6 Indice poco sia da mezza punta che da attaccante.

Tuzzolino 6 In mezzo al campo non regge il confronto con gli avversari diretti ma lotta con cuore e generosità.

4' st Picca 6 In difesa garantisce maggiore copertura.

All. Martinelli 6 Le prova tutte per cercare di scalfire la corazzata bianconera, senza riuscirci.


ARBITRO: Paolasso di Collegno 7 Fischia poco, ma ha sempre il controllo del match.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400