Cerca

Under 14

Poker biancorosso nel segno del solito Fogliaro e del subentrato Tantardini

Il Monza si impone per 4-1 sui comaschi grazie alle reti di Fogliaro, Tantardini (doppietta) e Cristiano. Il gol che illude gli ospiti, penalizzati dalla discutibile espulsione di Licata nel primo tempo, è di Lebyad

Christian Fogliaro

Fogliaro, bestia nera per il Como anche oggi a segno

Il derby tra Monza e Como si conclude con un 4-1 in favore dei Brianzoli, capaci di portarsi in vantaggio subito con Fogliaro, per poi allungare nel secondo tempo con il subentrato Tantardini. Negli ultimi minuti Lebyad illude i Lariani, accorciando le distanze, salvo poi vedere il proprio gol reso vano dalla seconda rete di Tantardini e dal rigore realizzato da Cristiano, che fissano il poker biancorosso. Da segnalare però due espulsioni nelle file comasche, che terminano quindi in nove l'incontro. Brianzoli che con questa vittoria solidificano il secondo posto, tenendo il passo del Milan capolista e allungando proprio sui Comaschi, terzi a sei punti dai biancorossi. 

Inizio infuocato. Non passa molto tempo dal fischio d'inizio prima che la partita si sblocchi: già al 2', infatti, un bellissimo lancio di Chincoli dalle retrovie pesca nell'area avversaria Fogliaro, che batte un incolpevole Della Cristina con un tiro al volo dalla corta distanza, portando i brianzoli in vantaggio. Il primo tempo, per il resto della sua durata, vede delle difese schierate in maniera impeccabile, che non concedono agli avversari spazio di permeazione per l'imbastimento di eventuali manovre offensive: difatti le uniche occasioni degne di nota nella prima frazione sono due colpi di testa di Chincoli sugli sviluppi di calci d'angolo, facili prede di Della Cristina. Allo scadere della prima frazione accade però quello che, senza dubbio, è l'episodio più controverso dell'incontro: in seguito ad un contrasto falloso del lariano Licata nei pressi della linea di metà campo, l'arbitro Beretta estrae un rosso diretto che è senza dubbio discutibile e che lascia gli ospiti in svantaggio numerico, con un tempo ancora da giocare.

Speranze annullate. Nella ripresa le due compagini scendono in campo con un atteggiamento più offensivo, ma è il Monza a risultare più pericoloso, sfiorando il raddoppio prima con Fogliaro e poi con Polonioli, che però non trovano la rete. Invece è il subentrato Tantardini a firmare il 2-0 biancorosso: al 19' Falcone viene pescato sul filo del fuorigioco sulla corsia di sinistra e da lì fa partire un cross basso che trova Tantardini, il quale batte con freddezza il portiere da pochi passi. Nei minuti successivi lo scontro si fa più acceso con occasioni verso entrambe le porte: da una parte con l'asse biancorosso Fogliaro-Tantardini-Polonioli e dall'altra con Canneti e Lebyad. E al 34', alle porte dei minuti di recupero, è proprio Lebyad a incornare in rete un cross dalla destra di Piscitelli, accorciando le distanze e mantenendo vive le speranze comasche. Speranze che però subiscono un brutto colpo già un minuto dopo, al 35', quando, dopo una serie di rimpalli al limite dell'area lariana, Tantardini riceve palla in area e tira, trovando ancora una volta la rete e portando il risultato sul 3-1. Al 39' però, all'ultima azione della partita, Villa stende ingenuamente un giocatore biancorosso in area, concedendo agli avversari un calcio di rigore. In seguito al fischio dell'arbitro per l'assegnazione del penalty, il già ammonito Reffo protesta in modo acceso, guadagnandosi il secondo giallo e terminando la sua partita pochi secondi prima del fischio finale del direttore di gara. Fischio finale che arriva però solo dopo la battuta dal dischetto da parte di Cristiano, che realizza con freddezza, fissando il risultato finale sul 4-1.

IL TABELLINO

MONZA-COMO 4-1
RETI (2-0, 2-1, 4-1): 2' Fogliaro (M), 19' st Tantardini (M), 34' st Lebyad (C), 35' st Tantardini (M), 39' st rig. Cristiano (M).
MONZA: Caviglia 6, Polonioli 7, Origo 6.5 (1' st Tantardini 8), Chincoli 7.5, Cristiano 7, Ballabio N. 7, Trefiletti 6.5, Raccosta 6.5, Falcone 7 (28' st Cosi sv), Cassina 6 (1' st Vergani 6), Fogliaro 7.5 (38' st Rahim Bangura sv). A disp. Ballabio A., Benedetti, Esposito, Premoli, Benedetti. All. Morin 8.5.
COMO: Della Cristina 6, Reffo 6, Canneti 7.5, Bergamini 6 (9' st Iacovello 6.5), Villa 6, Ronchetti 7, Arioli 6 (23' st Bismuti sv), Muratore 6 (14' st Castelli 6.5), Piscitelli 6, Licata 6, Lebyad 7. A disp. Manzi, Cajano, Segantini, Puleo, Bianchi. All. Cassano 7.
ARBITRO: Beretta di Monza 6.
ESPULSI: 32' Licata (C), 36' st Reffo (C).
AMMONITI: Lebyad (C), Villa (C), Reffo (C), Tantardini (M), Raccosta (M)

LE PAGELLE

MONZA

Caviglia 6 Incolpevole sull'unica rete subita, che è anche l'unico tiro nello specchio da parte dei Lariani.

Polonioli 7 Prova a tutto tondo, nella quale si mostra affidabile nel contenere gli avversari e propositivo quando si tratta di spingere sulla fascia.

Origo 6.5 Sempre insidioso sulla sua fascia di competenza, serve discretamente bene il pallone con dei cross precisi.

1' st Tantardini 8 Il suo contributo da subentrato è eccelso: con una doppietta decide la partita e, oltre a questo, mostra caratteristiche di visione e inserimento cruciali per un centravanti.

Chincoli 7.5 Il gol che sblocca la partita nasce da un suo lancio da cineteca e nel corso della partita si mostra pericoloso sugli sviluppi dei calci piazzati, oltre che sicuro nel difendere.

Cristiano 7 Grazie alla sua capacità di portare palla, riesce a uscire dalla difesa e imbastire azioni dalle retrovie. Suo il gol che chiude l'incontro

Ballabio N. 7 Colonna portante del reparto difensivo per quanto riguarda contrasti e duelli aerei. Dà sicurezza al reparto, nullificando la maggior parte delle azioni avversarie.

Trefiletti 6.5 Mostra un buon bagaglio tecnico personale, che permette più volte di eludere i marcatori e creare superiorità numerica.

Raccosta 6.5 Nonostante qualche errore nel controllo della sfera, è importante sia nel fraseggio offensivo sia nella fase difensiva. 

Falcone 7 Mostra ottime capacità nello stretto, oltre che di visione di gioco: l'azione che porta al 2-0, suo l'assist, ne è l'emblema. (28' st Cosi sv).

Cassina 6 Contenuto fisicamente dagli imponenti centrali avversari, salvo in una manciata di occasioni in cui tira fuori la giocata dal cilindro, trovando spiragli di tiro o passaggio difficili da vedere ai più.

1' st Vergani 6 Aiuta la squadra a salire nella ripresa ed effettua diverse sponde degne di nota. 

Fogliaro 7.5 Si conferma bestia nera per i Comaschi (ai quali aveva rifilato tre gol l'ultima volta) e sblocca la partita con un difficile tiro al volo dopo nemmeno due minuti. Per il resto della partita si mostra sempre pericoloso, facendo diverse volte vacillare il fortino difensivo avversario. (38' st Rahim Bangura sv).

All. Morin 8.5 Una squadra ben organizzata e con un'impronta tattica chiara ed evidente. Le sostituzioni sono azzeccate e gli permettono di portare meritatamente a casa i tre punti contro un avversario ostico.

COMO

Della Cristina 6 Tutte le reti subite arrivano da distanza ravvicinata e perciò non si possono dare molte colpe all'estremo difensore, che si fa trovare pronto diverse volte.

Reffo 6 Regge discretamente le incursioni sulla sua fascia, ma ingenuamente, da ammonito, protesta in modo eccessivo ormai allo scadere dell'incontro, procurandosi un cartellino rosso.

Canneti 7.5 Senza dubbio il migliore tra gli ospiti: una gara giocata dal primo all'ultimo minuto ad intensità elevatissima in entrambe le fasi del gioco, effettuando chiusure ottime e facendosi vedere in avanti.

Bergamini 6 Nonostante un discreto supporto alle retrovie lariane, appare poco coinvolto nelle manovre offensive, risultando opaco.

9' st Iacovello 6.5 Il suo ingresso in campo rende la squadra più pericolosa, specialmente sulla corsia di destra, dove compie alcune incursioni degne di nota.

Villa 6 Prova difensivamente rivedibile su alcuni punti: perde alcune marcature nei gol subiti e provoca il rigore del 4-1. Dominante nei contrasti aerei.

Ronchetti 7 Annulla completamente Cassina e si rivela leader del fortino difensivo comasco. Prova senza sbavature.

Arioli 6 Poco coinvolto nel gioco, dato che le azioni comasche convergevano verso il centro, più che sulle fasce dove ha giocato.(23' st Bismuti sv).

Muratore 6 Contenuto dal centrocampo avversario, limita il suo operato a una discreta fase difensiva.

14' st Castelli 6.5 Aggiunge tecnica e imprevedibilità alle manovre d'attacco comasche, facendo sfoggio di una corsa e una tecnica individuale ottime.

Piscitelli 6 Come Arioli, viene poco chiamato in causa nelle manovre offensive data la sua collocazione in campo. Tuttavia mostra buon fraseggio in alcune azioni.

Licata 6 Tralasciando l'espulsione discutibile che ha limitato a 32 minuti la sua partita, non tocca molti palloni, più per meriti della difesa avversaria che per demeriti suoi.

Lebyad 7 Punto di riferimento nelle manovre d'attacco dei suoi, come dimostrato dal fatto che le azioni più pericolose hanno lui come protagonista. Segna un gol che, anche se per poco, ha dato speranza ai suoi in inferiorità numerica.

All. Cassano 7 Le sostituzioni sono azzeccatissime e aggiungono la cattiveria e imprevedibilità offensiva che erano mancate nella prima frazione. Partita contro un avversario difficile e giocata per più di un tempo in inferiorità numerica, dalla quale però i suoi ragazzi possono uscire a testa alta.

ARBITRO
Beretta di Monza 6
Dirige la partita con qualche sbavatura.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400