Cerca

Under 14

Arnaboldi multiruolo, 7.5; Lebyad, un gol pazzesco: 8; Iacovello sontuoso in mezzo, 7.5

Tra i lariani bene anche Ronchetti e Arioli; tra i rossoneri, oltre a Comotto e Lupo, si distingue La Mantia: le pagelle di Como-Milan

Como-Milan Under 14

Due dei protagonisti assoluti di una partita stupenda: da un a parte Omar Lebyad (Como), dall'altra Pietro Arnaboldi (Milan)

Vittoria e primo posto matematico! Il Milan espugna il Rossini di Briosco con una prestazione da grande squadra: Lupo apre di testa prima dell'intervallo, a inizio ripresa il Como pareggia con Lebyad ma i rossoneri ripassano subito in vantaggio con un gol di Comotto dalla distanza e chiude la gara sul 2-1 chiudendo in anticipo i conti e qualificandosi alle finali. Tra i rossoneri, oltre a Comotto e Lupo migliori in campo, bene anche il difensore La Mantia e il capitano e centrocampista Arnaboldi; tra i lariani, autori di una grande prestazione, fantastica la prova di Iacovello in mezzo al campo.

LE PAGELLE

COMO
Della Cristina 6.5 Vero che sul gol di Comotto non è impeccabile, ma è altrettanto vero che per tutto il resto della gara non sbaglia quasi nulla. È poco stuzzicato, ma nell'ordinaria amministrazione eccelle. Nel finale, un bel volo su Tartaglia e una gran parata di piede su Anghileri.
Reffo 6.5 Bene a sinistra, toglie il fiato a Borsani che per fare male è costretto a partire da lontano. (38' st Puleo sv).
Canneti 6.5 Mezzo punto in meno solo perché dalla sua parte Lupo affonda spesso. Ma la sua prova è ottima, e ha il merito aggiuntivo di recuperare la palla che dà il via all'azione dell'1-1.
Iacovello 7.5 Impressionante per dinamismo e intelligenza. Fa tutto: rincorre, recupera palloni, imposta e va alla conclusione. Avesse segnato con quel tiro dal vertice destro dell'area di rigore sarebbe stato il gol più bello della stagione. Una partita pazzesca, imprescindibile in mezzo al campo.
Villa 6.5 Solita prova solida, in marcatura su Pinessi sbaglia pochissimo. Non riesce a contenere Comotto in occasione del 2-1, ed è l'unica (micro) sbavatura di un'altra prova di alto livello.
Ronchetti 7 Molto bene al centro della retroguardia al fianco di Villa, anche lui combatte con Pinessi togliendogli spazi e palloni. Quando entra Anghileri la situazione si complica, ma regge.
Arioli 7 A sprazzi, ma che sprazzi! Come Piscitelli a destra, ma dall'altra parte, ha il compito di assistere Lebyad in fase offensiva ma anche di coprire a centrocampo. Fa tutto bene, e palla al piede si fa notare per un paio di sgasate delle sue.
Licata 7 Giocatore vero. Ci prova due volte da lontano con grande bravura ma poca fortuna, poi raccoglie il tocco di Canneti e si inventa l'assist per Lebyad che poi segna il gol del momentaneo pareggio.
Piscitelli 6.5 Velocità, scaltrezza, spirito di sacrificio. Tutte caratteristiche di una pedina fondamentale dello scacchiere di Cassano, aiuta Reffo quando c'è da difendere su Lupo e davanti è utile con invenzioni e sponde. Non entra in azioni decisive, ma c'è sempre.
Castelli 6.5 Qualità al servizio di un trittico di centrocampo che si completa a meraviglia. Arriva bene in area nel primo tempo, ma la conclusione non lo premia. Poco male, fa la sua parte alla grande.
24' st Bismuti 6.5 Nel finale per dare vivacità dalla metà campo in su, ci riesce.
Lebyad 8 Sontuoso, maestoso, come volete voi. Da solo impegna tutta la difesa del Milan, con una presenza fisica importante e un tasso tecnico altamente qualitativo. Non solo conclusioni ma anche un lavoro di sponda Zlatan-style da incorniciare. Il gol, poi, è semplicemente un capolavoro.
All. Cassano 7 Ahhhhhhhhh come gioca il Como! Nel primo tempo manda in tilt la capolista, poi va sotto ma reagisce immediatamente. Il gol del secondo vantaggio taglia un po' le gambe alla squadra, che però ci prova fino alla fine. Applausi.

Gli undici titolari del Como schierati da Stefano Cassano

MILAN
Longoni 6.5 Sfiora quanto basta il mancino di Iacovello mandando la palla sui legni, parata fondamentale. Non può nulla sul gol di Lebyad, il tiro è troppo angolato. Per il resto tutto ok.
Ferrara 6.5 Preciso e puntuale a destra, anche se quando Arioli si accende non è facile stargli dietro. Cresce nella ripresa e blinda la fascia.
Lo Monaco 6.5 Benissimo al centro, combatte con Lebyad e si propone bene nel giro-palla difensivo.
Arnaboldi 7.5 Vale doppio: imposta il gioco dal cuore del centrocampo ma va anche a prendere palla tra i due centrali della retroguardia quando c'è bisogno di far partire l'azione 20 metri indietro. Sventagliate per Lupo calibrate al millimetro, da una di queste nasce il gol del 2-1 che vale il campionato.
La Mantia 7 Una sola pecca in tutta la partita: abbocca alla finta di Lebyad sul gol dell'1-1. Nell'occasione però ha pochi demeriti, perché molti sono i meriti dell'attaccante del Como. Oltre alla situazione specifica, una partita fantastica: chiude tutti gli spazi che riesce a chiudere e si diletta anche in qualche cavalcata centrale che sconquassa la difesa lariana.
Nolli 6.5 Ara la mancina con sicurezza, duello pari con Piscitelli e anche qualche sgroppata fino all'area avversaria.
Lupo 8 Incontenibile. Gioca spesso alle spalle di Canneti riuscendo a infilzare la parte destra della difesa del Como. Salta l'uomo, inventa, e nel momento giusto incorna in rete da rapace il gol che cambia la storia della partita e del campionato. Non contento, nella ripresa - prima del cambio - fa l'assist a Comotto che raddoppia. One man show.
10' st Vrenna 6.5 Crea superiorità e problemi, gioca una buona ripresa.
Plazzotta 6.5 Si scontra con Licata e non sempre ha la meglio, ma si fa valere con senso tattico e qualità nelle giocate.
10' st Tartaglia 6.5 Dà il suo contributo, sia in fase di filtro che quando c'è da andare a concludere verso la porta.
Pinessi 6.5 Non calcia mai, ma fa un lavoro importante spalle alla porta. Tenendo sempre impegnati i due centrali consente a Lupo e Borsani di andare spesso all'uno contro uno con i terzini.
23' st Anghileri 6.5 Subito nel match, subito utile. Mette il fisico a disposizione della squadra e raccoglierebbe i frutti nel finale con la zampata del 3-1 ma Della Cristina salva di piede.
Comotto 8 L'arma tattica del Diavolo. Parte mezzo destro ma va dove vuole, spesso in avanti a modificare l'assetto rossonero in un 4-2-3-1 dove lui fa il fantasista a tutti gli effetti. Giocate d'alta qualità, il corner che si trasforma nell'1-1 e la conclusione da fuori che vale gioco, incontro e campionato. Trascinatore.
23' st Cullotta 6.5 In pochi minuti si rende utile con un bell'assist per Anghileri che viene stoppato solo dal portiere avversario.
Borsani 6.5 Si vede poco ma si sente, perché quando gli arriva la palla tra i piedi qualcosa succede sempre.
1' st Valenta 6.5 Spirito giusto e condizione eccellente. Nella ripresa sulla destra il Milan crea le situazioni migliori.
All. Merlo 7.5 Patisce un Como brillante in avvio, ma ci sta visto che in settimana c'era stata anche la semifinale dell'Annovazzi. E poi quando vinci 14 partite su 14, è difficile dire che qualcosa non va: gara vinta col carattere ancor prima che con le qualità eccelse di un gruppo che ha fatto vedere cose fantastiche e che ora può godersi il meritato primo posto matematico. Complimenti.

La formazione del Milan schierata prima dell'ingresso in campo

ARBITRO
Ballabio di Seregno 6.5 Gialli forse severi ma corretti. Non ci sono poi altri episodi intricati da risolvere, la sua direzione pulita basta e avanza.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400