Cerca

Under 14

Sturniolo e Calderone apparecchiano, Manduca dessert al cucchiaio

Il Torino chiude la stagione al quarto posto battendo l'Alessandria e con un grande gesto tecnico

Sturniolo e Calderone apparecchiano, Manduca dessert al cucchiaio

Heinzen Manduca chiude col cucchiaio una stagione più dolce che amara per il Torino Under 14

Il Torino vince l'ultima partita di campionato battendo l'Alessandria per 3-1 chiudendo la stagione al quarto posto. Festival del rigore dove Sturniolo e Calderone realizzano i due penalty granata, i grigi accorciano le distanze ad inizio ripresa ma il gol di Asti è solo illusorio infatti nel finale Manduca chiude definitivamente i conti con uno splendido cucchiaio ai danni del portiere Baratti in uscita. 

Sturniolo e Calderone protagonisti al festival del rigore Torino che si affida al consolidato al 4-3-3 con Bassani tra i pali, centrali di difesa Berto e Moretti, e sulle corsie difensive Giunta e Picca. Centrocampo a 3 con Tuzzolino play e davanti a se le mezze ali Fossat e Turola mentre il tridente offensivo è formato da Bonacina e Calderone ad aiutare l'unica punta centrale Sturniolo. L'Alessandria gioca a specchio, sempre 4-3-3, confermando il tridente della gara d'andata Boccetta, Gallo, D'Agostino. I granata, in divisa bianca, partono meglio tenendo il pallino del gioco e andando al tiro con Calderone la cui conclusione termina alta. L'Alessandria non ci sta e reagisce con un tiro alto dopo un capovolgimento di fronte e su un calcio d'angolo pericoloso a rientrare dove Bassani su un'uscita in tuffo blocca la palla e sventa il pericolo. Al 13' l'Alessandria fraseggia pericolosamente all'interno della propria area dove Fossat intercetta la palla del portiere e viene atterrato, l'arbitro non ha dubbi e indica il dischetto del rigore dove poi Sturniolo spiazza Baratti. Il gol non demoralizza l'Alessandria che si getta in avanti senza creare grossi pericoli, il Toro agisce in contropiede dove Bonacina va due volte al tiro ben servito da Tuzzolino ma entrambe le conclusione si spengono oltre la traversa. Al 35' Calderone protagonista, palla vedo non vedo tra due difensori dentro l'area dove Cekrezi lo aggancia sul destro e lo atterra, altro rigore ineccepibile dove lo stesso Calderone realizza spiazzando il portiere e mandando le squadre negli spogliatoi sul 2-0.

Asti illude, Manduca che meraviglia L'Alessandria rientra in campo con una novità nel modulo 4-4-2 e inserendo Milaqi, fresco di tripletta al Genoa, mentre il Toro mantiene il medesimo schieramento. Al 4' minuto l'Alessandria accorcia le distanze con Asti che partendo da centrocampo si infila tra i due centrali granata e dal limite dall'area fa partire un destro che si insacca nell'angolino basso alla sinistra di un incolpevole Bassani. Martinelli a questo punto inserisce forze fresche per dare una scossa in avanti, inserendo Gozzi per Calderone, a corto di fiato. Il Torino sembra beneficiare di questo cambio e si riaffaccia dalle parti di Baratti con una conclusione di Tuzzolino stoppata dal difensore, un gol annullato a Turola con dubbio fuorigioco e un quasi gol di Sturniolo con palla salvata sulla linea da Cassulo. Al 22' palo clamoroso su punizione da 25 metri del play Tuzzolino dove la palla incoccia sul palo e successivamente sulla faccia del portiere che se la ritrova tra le braccia. L'Alessandria sbilanciata in avanti subisce poi il terzo gol su contropiede pilotato da Calamita e concluso con uno splendido cucchiaio del bomber Manduca, il Toro chiude così al quarto posto dopo un girone di andata deludente, raccogliendo il triplo dei punti nel girone di ritorno, dove al contrario l'Alessandria ha avuto un tracollo nel girone di ritorno raccogliendo zero vittorie. 

IL TABELLINO

TORINO-ALESSANDRIA 3-1

RETI: 13' rig. Sturniolo (T), 35' rig. Calderone (T), 4' st Asti (A), 32' st Manduca (T).

TORINO (4-3-3): Bassani 7, Picca 7, Giunta 6.5 (33' st Fayè sv), Moretti 6.5, Berto 7, Tuzzolino 7 (30' st Coco sv), Turola 6.5 (15' st Migliorini 6.5), Fossat 6.5 (6' st Marini 6.5), Sturniolo 7 (24' st Manduca 7), Bonacina 6.5 (24' st Calamita 6.5), Calderone 7 (10' st Gozzi 6.5). A disp. Marasca, Barone. All.Martinelli 7.

ALESSANDRIA (4-3-3): Baratti 6, Cekrezi 6.5, D'Auria 6 (30' st Giangrande sv), Amisano 6.5, Cairati 6 (25' st Crozza 6), Cassulo 6, Squarise 6 (25' st Ponti 6), Asti 7, Boccetta 6.5 (10' st Atzeni 6), Dagostino 6 (1' st Milaqi 6.5), Gallo 6. A disp. Gilardenghi, De Rosa, Piletta, Milaqi. All.Altieri 6.5.

ARBITRO: Lombardo di Nichelino 6.5.

AMMONIZIONI: 13' Baratti (A), 4' st Cairati (A), 5' st Squarise (A), 14' st Turola (T), 30' st Marini (T).

LE PAGELLE

TORINO

Bassani 7 Sicuro tra i pali guida con sicurezza la difesa, incolpevole sul gol.

Picca 7 Abile nella marcatura a uomo e nelle ripartenze. Si propone spesso.

Giunta 6.5 Duetta bene sulla sinistra con Calderone, instancabile sulla propria corsia.

Moretti 6.5 Guida con sicurezza la difesa, ottima intesa con Berto.

Berto 7 Oggi in un inedito ruolo di centrale se la cava egregiamente.

Tuzzolino 7 Playmaker della squadra, suoi gli assist più pericolosi per gli attaccanti granata. Il suo palo su punizione grida ancora vendetta.

Turola 6.5 Primo tempo di corsa e quantità, gol annullato su un millimetrico fuorigioco, cala nella ripresa.

15' st Migliorini 6.5 Al rientro dopo lunga convalescenza si destreggia bene, ingresso positivo, ulteriore rinforzo per Martinelli.

Fossat 6.5 Ha il merito di procurarsi il primo rigore facendo pressing sul portiere, bravo a crederci.

6' st Marini 6.5 Tanta quantità e polmoni a centrocampo.

Sturniolo 7 Trascinatore dell'attacco granata, corre e pressa finchè il fiato glielo consente. Il rigore realizzato è la ciliegina sulla torta.

24' st Manduca 7 Si destreggia bene nei pochi minuti a disposizione e finalizza con un meraviglioso cucchiaio per la rete della sicurezza granata. 

Bonacina 6.5 I primi tiri del Toro sono su sua iniziativa personale, spostato sulla sinistra non sfigura. Cala alla distanza.

24' st Calamita 6.5 Suo l'assist decisivo per Manduca.

Calderone 7 Il maghetto degli avanti granata, ubriaca i difensori grigi, si procura e realizza lui stesso il rigore del raddoppio.

10' st Gozzi 6.5 Piazzato sulla corsia di destra, alterna buoni spunti a qualche tocco di troppo.

All. Martinelli 7 La squadra è partita con il giusto approccio, azzecca le sostituzioni.

ALESSANDRIA

Baratti 6 Madornale errore da cui scaturisce il primo rigore granata.

Cekrezi 6.5 Attento sulle marcature, il capitano si propone anche verso destra. La pecca il rigore causato su Calderone.

D'Auria 6 Un po' troppo timoroso nel proporsi. Può osare di più.

Amisano 6.5 Attento nel fraseggio, si intende bene con Gallo.

Cairati 6 Attento in marcatura, poca sicurezza nel fraseggio nella propria area.

25' st Crozza 6 Prestazione e atteggiamento giusto nonostante punteggio e corto minutaglie.

Cassulo 6 Ha il merito di salvare sulla linea un quasi gol di Sturniolo.

Squarise 6 Buon approccio alla gara poi Giunta gli prende le misure.

25' st Ponti 6 Non da la scossa che ci si aspettava da lui e dalle sue qualità nel finale.

Asti 7 Suo il gol che accorcia le distanze per il temporaneo 2-1, conclusione precisissima all'angolino imprendibile per Bassani.

Boccetta 6.5 Fa a spallate e crea spazi per gli avanti grigi, sostituito a metà ripresa.

10' st Atzeni 6 Un colpo di testa alto sopra la traversa e poi non molto di più.

Dagostino 6 Delude le aspettative, classica giornata no, da uno come lui ci si aspetta di più.

1' st Milaqi 6.5 Più incisivo nel proporsi e nel farsi trovare.

Gallo 6 Partenza a razzo, onnipresenza nelle iniziative offensive grigie pecca di cinismo e per un attaccante il gol è (quasi) tutto.

All. Altieri 6.5 Il cambio di modulo a inizio ripresa dà la scossa ai suoi.

ARBITRO: Lombardo di Nichelino 6.5 Sempre al posto giusto al momento giusto per poter valutare al meglio. Direzione di gara che non tradisce incertezze.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400