Cerca

Nazionali Under 14

Brianzoli brillanti ma poco cinici, i rossoneri conquistano Monzello nel segno di Arnaboldi e Lupo

Il Milan sconfigge per 0-2 i padroni di casa, complice anche la prova eccezionale del portiere Longoni

Arnaboldi Pietro

Arnaboldi, capitano con gol

Il Milan trionfa 0-2 in casa del Monza, grazie ai gol, uno per tempo, di Arnaboldi e Lupo, oltre che ad una prova eccezionale dell'estremo difensore rossonero Longoni, che mantiene la porta inviolata nonostante le copiose occasioni create dai biancorossi. Risultato che infatti non riflette la mole di gioco creata dai ragazzi di Morin, ma che ben lascia intendere quanto invece i biancorossi non siano riusciti a convertire tali occasioni in reti. D'altro canto, gli ospiti sono stati bravissimi a capitalizzare due occasioni, nonostante ne abbiano create molte meno rispetto agli avversari nel corso dell'incontro. Questa sconfitta fa tremare i biancorossi, che ora si trovano al secondo posto (ultimo valido per l'accesso alle fasi successive) a un solo punto di distanza dall'Inter terzo, che però deve ancora recuperare l'incontro con la Pro Patria. Senza quindi più incontri da disputare, il Monza deve sperare in una sconfitta dei nerazzurri (che però vantano il migliore attacco e la seconda miglior difesa del girone) per poter passare il girone. Rossoneri che invece allungano ulteriormente il loro vantaggio sulle inseguitrici, consolidandosi come indiscussa capolista del girone.

Monza arrembante, Milan cinico. L'inizio dell'incontro è, dal punto di vista del gioco, a tinte biancorosse: i padroni di casa vanno più volte vicini al gol, con Tantardini, che però è murato in entrambe le sue occasioni dal portiere in uscita, e con Fogliaro, che trova la traversa con uno sbalorditivo tiro dalla lunga distanza. La prima occasione per gli ospiti si registra dopo più di un quarto d'ora sul cronometro, con il difensore Arnaboldi che per poco non trova lo specchio con una girata in area sugli sviluppi di una punizione. È però proprio Arnaboldi, al 24', a sbloccare l'incontro, gonfiando la rete sugli sviluppi di un calcio da fermo e sfruttando una titubanza della difesa avversaria. Gli ultimi dieci minuti della prima frazione scorrono con solo due occasioni da segnalare: prima con il solito Arnaboldi, con un colpo di testa a lato, e con Treffiletti per i biancorossi, con un tiro da fuori catturato da Longoni. Termina quindi il primo tempo, che ha visto entrambe le squadre propositive e pericolose, ma con i soli rossoneri capaci di trovare la rete. Ciononostante i biancorossi hanno fatto vedere trame di gioco intriganti, dimostrandosi capaci di trovare lo specchio in alcune occasioni, e mostrando una discreta solidità difensiva: ciò è lampante anche guardando come le tre uniche occasioni degli ospiti siano giunte da calcio da fermo.

Longoni saracinesca. In termini di gioco, la ripresa è molto simile alla prima frazione: entrambe le squadre sono infatti molto propositive, nonostante però per ampi tratti sia il Monza ad avere il pallino del gioco e a creare occasioni. Occasioni che però non si tramutano in gol, non tanto per poca lucidità dei finalizzatori biancorossi, ma più per meriti dell'estremo difensore rossonero Longoni, che fa suo qualsiasi tentativo in rete degli avversari, mostrando diverse volte reattività straordinaria: in particolare sono da notificare le parate su Chincoli, girata da pochi passi sugli sviluppi di un angolo, e su Treffiletti, tiro dal limite indirizzato all'incrocio dei pali. D'altro canto, gli ospiti non si fanno molto vedere dalle parti di Caviglia, arrivando al tiro solo in una manciata di occasioni durante la ripresa. Come nel primo tempo però, i rossoneri sono bravissimi a concretizzare le occasioni che passano per i loro piedi; e così, al 21' trovano il gol del raddoppio: dopo un rimpallo in area, la palla arriva al limite, dove Lupo si coordina splendidamente, lasciando partire una bordata sul primo palo su cui Caviglia può fare ben poco. Avvicinandosi alla fine della partita i ritmi rallentano e ci sono poche occasioni da segnalare; su tutte, un tentativo del milanista La Mantia allo scadere, su cui però l'estremo difensore monzese non si fa cogliere impreparato. Termina quindi per 0-2 l'incontro tra le prime due del girone, che vede uscire vittorioso un Milan meno brillante degli avversari nel gioco, ma senza dubbio più cinico e letale sotto porta.

IL TABELLINO

MONZA-MILAN 0-2
RETI: 24' Arnaboldi (Mi), 21' st Lupo (Mi).
MONZA (4-3-3): Caviglia 6, Vergani 6, Polonioli 7 (7' st Origo 6), Chincoli 6.5, Cristiano 6.5 (22' st Izzolino sv), Ballabio N. 6.5, Trefiletti 7 (22' st Volpe sv), Raccosta 7, Falcone 6.5 (30' st Benedetti sv), Tantardini 6.5 (22' st Rahim Bangura sv), Fogliaro 7. A disp. Ballabio A., Cosi, Marchioro, Premoli. All. Morin 7.5.
MILAN (4-5-1): Longoni 7.5, Ferrara 7 (25' st Basso Ricci sv), Nolli 6 (32' st Cullotta sv), Lo Monaco 6.5, La Mantia 7, Arnaboldi 7.5, Valenta 7 (20' st Vrenna sv), Tartaglia 6.5 (12' st Borsani 6), Lupo 7.5 (25' st Anghileri sv), Comotto 6.5 (20' st Biffi sv), Plazzotta 7 (12' st Mingirulli 7). A disp. Catalano, Hugony. All. Merlo 7.5.
ARBITRO: Missaglia di Monza  7.
AMMONITI: Ballabio N. (Mo)

LE PAGELLE

MONZA

Caviglia 6 Non ha particolari colpe sui gol subiti, ma in alcune occasioni si dimostra titubante nelle uscite e i lanci lunghi lasciano a desiderare. Tra i pali fa alcuni buoni interventi, tra cui un autentico miracolo su La Mantia nella ripresa.
Vergani 6 Effettua diversi recuperi di palla che fanno partire azioni potenzialmente pericolose e dà un ottimo contributo avanzando. Perde però troppo spesso palla, anche in zone critiche di campo, mettendo in pericolo i suoi.
Polonioli 7 Dà un aiuto considerevole alle manovre offensive sulla fascia di sua competenza, senza però trascurare i suoi compiti difensivi, che esegue con sicurezza da veterano. Da migliorare nei cross, spesso capitombolati sul portiere.
7' st Origo 6 Nonostante non mostri lacune difensive, non dà lo stesso contributo offensivo del compagno, togliendo pericolosità nella ripresa sulla fascia.
Chincoli 6.5 Si dimostra sicuro nelle chiusure e riesce a contenere l'attacco avversario in quasi tutte le occasioni. Ha però colpe sul gol del 2-0, che comunque non ne macchiano la prova.
Cristiano 6.5 Concorso di colpe con il compagno di reparto sul gol del raddoppio rossonero; per il resto anche lui svolge una buona prova, concedendo davvero poco all'attacco avversario. (22' st Izzolino sv)
Ballabio N. 6.5 Non particolarmente coinvolto nelle manovre offensive, ma dà un contributo essenziale per il contenimento delle avanzate rossonere.
Trefiletti 7 Bravo ad innescare i compagni in attacco e dialogare con i centrocampisti; si rivela valido nei tentativi in porta, trovando a più riprese lo specchio da posizioni non facili. (22' st Volpe sv)
Raccosta 7 Insidioso nelle progressioni sia per vie centrali che allargandosi sulla fascia; dialoga bene con i compagni, rivelandosi utile in fraseggi prolungati e azioni elaborate. Importante contributo difensivo.
Falcone 6.5 Vede bene i compagni e tenta spesso il passaggio meno facile ma più efficace, il che lo porta però a volte a palla persa. (30' st Benedetti sv)
Tantardini 6.5  Si rivela da subito un cliente ostico per la retroguardia milanese, riuscendo a togliere loro punti di riferimento con continui movimenti e inserimenti alle spalle; manca però di prontezza e lucidità a tu per tu con il portiere. (22' st Bangura sv)
Fogliaro 7 Il più pericoloso tra i suoi, come dimostrato anche dalla sua traversa, occasione biancorossa più nitida, che si spegne poi sulla linea di porta; innesca spesso i compagni in attacco.
All. Morin 7.5 La sua squadra brilla e domina nel gioco per ampi tratti della partita, arrendendosi solo alla traversa e a un insuperabile Longoni.

MILAN

Longoni 7.5 Se nel primo tempo mostra sicurezza nelle uscite, nel secondo tempo si mette in mostra tra i pali, neutralizzando qualsiasi tiro che capiti nei pressi della porta.
Ferrara 7 Sale molto spesso, scambiandosi più volte con l'esterno alto e fornendo ottimi cross ai compagni al termini di progressioni infrenabili; ottimo anche nella copertura. (25' st Basso sv)
Nolli 6 Non altrettanto brillante nella manovra offensiva, ma compie una prova difensiva senza fronzoli. (32' st Cullotta sv)
Lo Monaco 6.5 Nonostante a volte perda Tantardini in marcatura, riesce nel corso della partita a prendere le giuste contromisure.
La Mantia 7 Irreprensibile in fase difensiva; salta all'occhio in occasione di due coast to coast "alla Weah" che portano la sua squadra vicino al gol.
Arnaboldi 7.5 Imperioso in difesa e dominante in aria; le uniche tre occasioni (tra cui il gol) registrate dal Milan nel primo tempo portano il suo nome.
Valenta 7 Mostra una tecnica sopraffina e una capacità di dribbling nello stretto invidiabile, che lo rendono un pericolo costante sulla fascia. (20' st Vrenna sv)
Tartaglia 6.5 Nella sua prova spicca la capacità di mantenere equilibrio a centrocampo, dando buon contributo in ogni azione.
12' st Borsani 6 Non lo si vede molto, mette in mostra però una buona visione del campo.
Lupo 7.5 Riceve pochi palloni nel corso della partita, ma esercita un pressing notevole sui portatori di palla e va spesso a dare una mano a centrocampo; il gol dimostra il suo talento da punta, con un misto di precisione, potenza e coordinazione. (25' st Anghileri sv)
Comotto 6.5 Il figlio d'arte mostra capacità di visione e dribbling sensazionali, ma si trova poco coinvolto in molte azioni. (20' st Biffi sv)
Plazzotta 7 Tecnica individuale indiscutibile e ottime capacità difensive, che lo rendono un avversario complicato per qualsiasi esterno.
12' st Mingirulli 7 Mostra corsa, tecnica, visione del campo e cambi di gioco con lanci lunghi che aiutano la squadra ad uscire da situazioni spinose.
All. Merlo 7.5 I suoi si portano a casa i tre punti in una gara tutt'altro che facile contro una della squadre più attrezzate del girone; primo posto cementato e più che meritato.

ARBITRO

Missaglia di Monza  7 
Gestione della gara eccelsa, con un solo cartellino estratto e senza episodi controversi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400