Cerca

Under 14

Inter da sogno: vittoria che vale l'accesso alle fasi finali

Con un largo 6-0 i nerazzurri battono la Pro Patria e scavalcano il Monza all'ultima curva

Inter Under 14

I ragazzi dell'Inter Under 14, vittoriosi dopo la gara contro la Pro Patria

L'Inter può sognare! Finisce 0-6 contro i tigrotti di Paglia, complici la doppietta di Carrara e le singole marcature di Curcio, La Torre, Sorino e Grisoni Fasana. I nerazzurri di Pedrinelli sono ufficialmente alle fasi finali: i 3 punti conquistati, infatti, li proiettano al secondo posto, scavalcando il Monza all'ultima occasione utile. Una partita sentita e decisa già nel primo tempo, con un parziale di 0-3. Con un'eleganza che fa sembrare ogni giocata facile, durante la seconda frazione di gioco arrivano altre tre reti, mettendo la parola "fine" ad una prestazione condotta egregiamente.

CALCIO CHAMPAGNE NERAZZURRO 

I nerazzurri di Pedrinelli scendono in campo con un pulito 4-3-3, desiderosi di riacciuffare il secondo posto in classifica. Lì dietro, Peletti e Bovio spazzano via ogni timore, mentre sulla fascia destra Epifani comunica alla perfezione con Moranduzzo. Centralmente, l'accoppiata La Torre-Lissi amministra perfettamente la manovra, gestendo con eleganza ogni pallone. In avanti regnano tecnica e qualità con il tridente Curcio, Carrara e Grisoni Fasana. Risponde la Pro Patria di Paglia con un 4-3-1-2, ma la formazione fatica ad uscire dalla propria metà campo durante i primi minuti. In 60 secondi, infatti, gli ospiti sfiorano la rete del vantaggio con la semi-rovesciata di Grisoni Fasana. La rete, tuttavia, non tarda ad arrivare; sulla fascia destra è Lissi che crossa in area per il compagno Sorino, è 0-1. I padroni di casa iniziano dopo 15' a gestire meglio la manovra ma l'Inter - oltre a tanta qualità - sembra avere anche una concentrazione e grinta maggiori. Il calcio champagne dei nerazzurri, dopo parecchie occasioni, sfocia al 23' in un calcio di rigore (procurato da Curcio). Sulla zolla è il capitano La Torre: palla a destra, portiere a sinistra. I ragazzi di Pedrinelli sono oggi incontenibili, e scoccata la mezz'ora triplicano la dose. L'azione parte dai piedi di Sorino, che sulla fascia sinistra la filtra perfettamente per Carrara: zampata in avanti e tutti negli spogliatoi.

In foto: I 3 moschettieri dell'Inter: Curcio, La Torre e Carrara

L'INTER SUONA LA CARICA

La seconda frazione di gioco offre il campo a due sostituzioni di casa: il portiere Binaghi lascia il posto al compagno Capoccia (forse il migliore in campo dei suoi), mentre in avanti Oddo esce per Alushi. Nonostante le sostituzioni, la macchina dell'Inter non si arresta e dopo 3' arriva il poker d'assi. Conduce l'azione a centrocampo il capitano La Torre, che lancia in avanti Grisoni Fasana: la posizione è dubbia e non mancano proteste per un possibile fuorigioco, ma il pallonetto riesce alla perfezione. Dopo due bellissime parate di Capoccia, al terzo giro arriva la manita degli ospiti. Il calcio d'angolo battuto dal capitano trova diversi rimpalli, fino a che la palla non viene colpita di testa da Curcio. La Pro Patria arranca e cerca rinforzo nelle sostituzioni, con l'ingresso di OldriniSaporitiFabozziColombo Magarini. Ma anche le nuove forze non bastano ad uscire al 100% dalla propria metà campo. Al 10' arriva l'ultimo gol del match. Dalla propria metà campo parte a razzo Curcio, il passaggio in avanti per Carrara è perfetto: solo davanti alla porta il numero 10 non sbaglia, e mette il punto ad una partita già decisa nella prima frazione di gioco. I successivi minuti sono scanditi da sostituzioni per entrambe le formazioni, ma in evidenza è soprattutto il 12 dei tigrotti che salva un risultato - già abbondante - in più situazioni.

In foto: A sinistra, il numero 3 Sorino, a destra, il compagno Grisoni Fasana con il numero 11

IL TABELLINO

PRO PATRIA-INTER 0-6
RETI:
3' Sorino (I), 23' rig. La Torre (I), 31' Carrara (I), 3' st Grisoni Fasana (I), 8' st Curcio (I), 10' st Carrara (I).
PRO PATRIA (4-3-1-2): Binaghi 7 (1' st Capoccia 7), Patrono 6 (16' st Oldrini 6), Greco 6.5, Di Mauro 6, Pugnaghi 6 (20' st Saporiti sv), Antignano 6, Marelli 6, Grimaldi 6.5 (7' st Colombo 6), Oddo 6.5 (1' st Alushi 6), Caprera 7 (28' st Magarini sv), Puccio 6.5 (16' st Fabozzi 6). A disp. Perini, Rossi. All. Paglia 6.
INTER (4-3-3): Widmer D'Autilia 7 (24' st Petrone sv), Epifani 8 (16' st Villa 6.5), Sorino 8, Peletti 7.5 (12' st Cerutti 6.5), Bovio 7, La Torre 8, Moranduzzo 7.5 (7' st Leoni 6.5), Lissi 7.5 (7' st Virtuani 6.5), Curcio 7, Carrara 8.5 (12' st Rivolta 6.5), Grisoni Fasana 8.5 (20' st Mastrodonato sv). All. Pedrinelli 9.
ARBITRO: Sguera di Legnano 6.
AMMONITI: Oldrini (P), Di Mauro (P).

LE PAGELLE

PRO PATRIA
Binaghi 7
 Tra i migliori in campo insieme al suo sostituto. I tre gol subiti non gli pesano sicuramente sulla coscienza, anzi: salva la sua squadra in svariate occasioni.
1' st Capoccia 7 Anche lui disinnesca diverse palle gol.
Patrono 6 Bene sulla fascia, indirizza l'azione nei migliori dei modi. Ma uscire dalla propria metà campo non è facile oggi. Attento lì dietro. (16' st Oldrini 6).
Greco 6.5 Stesso discorso di Patrono, ma con un tocco in più di grinta e di attenzione. Il giocatore si butta su ogni pallone come può, riuscendo ad avere anche la meglio.
Di Mauro 6 Meno bene rispetto ai compagni di reparto. Si prende qualche rischio di troppo e sui gol subiti potrebbe fare quel qualcosa in più.
Pugnaghi 6 Stesso discorso del compagno precedente. Un po' in ritardo su alcune scelte del primo tempo, meglio nel secondo tempo ma ormai l'Inter è dilagato. (20' st Saporiti sv).
Antignano 6 Gli pesa sulle spalle il rigore causato da un suo fallo in area sul 9 avversario. Potrebbe fare di meglio in quell'occasione, ma contenere tanta qualità non è facile.
Marelli 6 Parte bene durante i primi minuti, con velocità e tecnica. Poi si spegne un po' per ritrovarsi durante la seconda frazione di gara.
Grimaldi 6.5 L'Inter colpisce nella sua zona ma i lanci in avanti sono molto buoni. (7' st Colombo 6).
Oddo 6.5 La grinta e la tenacia non mancano, ma la difesa nerazzurra gli nega qualsiasi cosa possibile che possa fare male alla formazione (1' st Alushi 6).
Caprera 7 Il più propositivo dei suoi e, sicuramente, quello che ci crede di più. Corre come un fulmine e si rende anche pericoloso in qualche azione, ma è solo un fuori programma di qualche secondo. (28' st Magarini sv).
Puccio 6.5 Stesso discorso di Caprera. Al giocatore non manca niente, ma la difesa dell'Inter è impenetrabile e non lascia spazio a nessun errore. (16' st Fabozzi 6).
All. Paglia 6 Trovarsi davanti ad una formazione come quella nerazzurra non è semplice, soprattutto se la posta in gioco è il secondo posto in classifica. La qualità c'è, ma quella dell'Inter emerge e sovrasta la formazione di casa in un tunnel senza fine.

INTER
Widmer 7 Risponde sempre presente ai pochi appelli. Niente da segnalare se non qualche uscita o tiro centrale. (24' st Petrone sv).
Epifani 8 Benissimo sulla fascia, la sua comunicazione con Moranduzzo è ottima, così come le sue giocate lungo la fascia destra del campo. (16' st Villa 6.5).
Sorino 8
Ci mette anche lui la firma sui 6 gol. Attenzione massima, vince ogni scontro in fase difensiva senza lasciare passare nessuno.
Peletti 7.5
Un colosso al centro dell'area nerazzurra. Ha dalla sua parte la fisicità, ma nonostante l'altezza non manca la velocità. (12' st Cerutti 6.5).
Bovio 7
Stesso discorso di Peletti. Il difensore non si lascia scappare niente, ogni chiusura arriva al momento giusto nel posto giusto. D'applausi.
La Torre 8
Che classe il capitano! Giocate perfette, assist e passaggi precisi che inventano occasioni più che interessanti dei compagni. Eleganza fatta a giocatore.
Moranduzzo 7.5
La fascia destra è il suo regno, fermarlo non è facile e ci vuole spesso qualche fallo di troppo. Assist al bacio per gol d'applausi. (7' st Leoni 6.5).
Lissi 7.5
La precisione in campo. Il fantasista offre spunti ad ogni pallone giocato, senza risultare mai scontato. Prestazione eccellente. (7' st Virtuani 6.5).
Curcio 7.5 Che tecnica! Il 9 nerazzurro si sacrifica parecchio per i suoi compagni, lasciandoli segnare con ottimi palloni in avanti. Oltre al gol anche una grande prestazione personale.
Carrara 8.5
Mancherebbero le parole per descrivere il 10 nerazzurro, a parlare sono le innumerevoli giocate e la doppietta personale. (12' st Rivolta 6.5).
Grisoni Fasana 8.5
La qualità servita in campo! L'11 è un serpente in mezzo al campo, con dribbling che riescono l'uno dopo l'altro. Non gli manca niente, da tenere d'occhio. (20' st Mastrodonato sv).
All. Pedrinelli 9 
Una gara decisa già nella prima frazione di gioco, con una qualità e tecnica maggiori che si rendono evidenti durante entrambe le frazioni di gioco. I nerazzurri dominano la scena e se la portano anche a casa: il risultato e il secondo posto in classifica sono più che meritati.

ARBITRO
Sguera di Legnano 6 
Sul rigore c'è qualche dubbio, così come sul gol di Grisoni Fasana in evidente fuorigioco. Qualche sbavatura di troppo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400