Cerca

Under 14

Una goleada porta la Don Bosco a due passi dal sogno in un duello infinito

Non bastano sedici gol a designare la vincitrice del girone: l'Asca non molla, tutto all'ultima giornata

Furini di Alessandria

L'arbitro Furini di Alessandria alle sue prime direzioni dopo aver superato gli esami

Sin dalle prime battute la gara si mostra tutta in discesa per la prima del girone contro la penultima. D'altra parte come potevano gli ospiti con la peggior difesa impensierire i padroni di Casa che solo una settimana fa avevano rimontato la terza in classifica, Dertona, dallo 0-2 al 4-2. I verdi di Granaglia fanno un sol boccone dei gialli di Torre che si battono come meglio possono. Difficile parlare di moduli e strategie. In campo c'è una sola squadra che praticamente con due o tre passaggi, e a volte anche con azioni personali, arriva a facili conclusioni davanti alla porta spalancata, invano difesa da un eroico Ettahiri. Che pure nonostante i tanti gol, almeno in cinque occasioni ne sventa altrettanti. Il mattatore e goleador è Taffurelli che mette segno un set da sei a zero. E se non va a segno a raffica anche nel secondo tempo è solo perchè, giustamente, Granaglia lo sostituisce. Vanno a segno, comunque Bordini, Lucano, Demartini e Aceto. Nella ripresa si distinguono con una tripletta personale Dejan seguito da Savino, Konda e per finire Nouini. Il Fresonara non arriva mai al tiro in porta, ma a centro campo si fa notare il rapido Basili, mentre in difesa, entrato nel secondo tempo, una nota di merito va al difensore centrale Lorenzetti. 

Pochi minuti e...! Ettahiri al 5' si districa ottimamente con una duplice respinta sulle conclusioni ravvicinate di Taffurelli e Demartini. Ma dopo due minuti deve capitolare sotto la bordata di Bordini ben servito a centro area da Taffurelli. Trascorre un minuto e al raddoppio ci pensa Lucano che da centro area batte imparabilmente il numero uno del Fresonara. Da sottolineare la disposizione tattica degli ospiti che, lungi dal chiudersi a catenaccio, provano ad attaccare esponendosi in tal modo alle ripartenze micidiali dei salesiani. Infatti all'11' uno scambio veloce tra Iaculli e Aceto porta quest'ultimo nell'area di rigore a concludere con un forte destro angolato 3-0. Dal 13' inizia lo show personale Taffurelli che con la sua prestanza fisica fa un solo boccone della linea difensiva del Fresonara. Che schiera centralmente anche una ragazza, Greta Camussa che si batte come una leonessa, ma poco può. Fa, quindi, tutto da solo il numero dieci di casa, che parte da centro campo entra in area e centra la porta con una botta ravvicinata. Solo tre minuti ed arriva il poker sempre per merito di Taffurelli. Al 15' Demartini non vuol essere da meno dei compagni e con un'incursione in area firma la manita con un bel destro secco e angolato. Al 21' Taffurelli parte di nuovo da centro campo, e saltando anche il portiere in uscita, sigla la sesta rete. Lo sfortunato numero uno deve ancora capitolare per la settima volta sotto la cannonata di Taffurelli dal limite dell'area. Ettahiri al 23' devia in angolo una difficile palla sferrata da Demartini. Ma nulla può, al 24', sull'ennesima sfuriata di Taffurelli che lo infila per il 7-0. Ma non finisce qui. Perché al 24' il cecchino di casa porta a otto le reti con un preciso piatto nell'angolino a sinistra del portiere. I gol diventano nove al 25' sempre per merito del numero dieci salesiano. E addirittura dieci prima del fischio del primo tempo.

Cambiano gli uomini Nella ripresa, Granaglia che aveva già operato qualche cambio alla fine del primo tempo, fa entrare tutti gli altri sostituti. Purtroppo per il Fresonara chi entra non è meno motivato di chi è uscito  e l'assedio continua senza sosta. Al 3' minuto Savino viene atterrato in area e l'arbitro decreta l'estrema punizione che lo stesso giocatore mette in fondo alla rete. Dal 9' a salire in cattedra è Dejan che alla fine metterà nel sacco la sua tripletta personale. Che inizierà proprio al 9' con una sgroppata di sessanta metri sulla fascia sinistra e conclusa con un diagonale imprendibile per Ettahiri. Lo stesso attaccante al 20' servito al limite dell'area, senza pensarci due volte sferra un diagonale che s'infila nell'incrocio. Il Fresonara prova qualche sortita che non trova sbocchi in avanti. Al 23'  a far gol ci prova e ci riesce anche Nouini ma stavolta in porta c'è Dunca, che nel prosieguo riesce a fare anche qualche bella parata. A ruota al 24' lo segue Konda che fa tutto da solo fino a entrare in area e siglare il gol numero quindici. Prima del fischio finale Dejan, sul filo del fuori gioco, mette nel sacco il sedicesimo pallone.

IL TABELLINO

Don Bosco Al-Fresonara 16-0

RETI: 2' Bordini (D), 3' Lucano (D), 11' Aceto (D), 13' Taffurelli (D), 15' De Martini (D), 21' Taffurelli (D), 22' Taffurelli (D), 25' Taffurelli (D), 26' Taffurelli (D), 27' Taffurelli (D), 3' st rig. Savino (D), 9' st Dejan (D), 20' st Dejan (D), 23' st Nouini (D), 25' st Konda (D), 29' st Dejan (D).

DON BOSCO AL: Ndokaj 6 (1' st Picollo 6), Sandu 6, Iaculli 6.5, Aceto 7, Abbattista 6.5 (27' Alves 6.5), Amantia 6.5, Haka 6.5 (1' st Rodriguez 6), Bordini 7 (1' st Konda 7), Lucano 7 (25' Dejan 7.5), Taffurelli 8.5 (1' st Nouini 7), De Martini 7 (33' Savino 6.5). A disp. Rossi, Ferraris. All. Granaglia 7.

FRESONARA: Ettahiri 6.5 (13' st Dunca 6), Lorenzetti 6.5 (13' st Esposito 6), Camussa 6.5, Chemello 6, Troncia 6 (13' st Cos Barra 6), Basili 6.5, Bognanni 6, Meherez 6, Singh 6, Girotti 6, Akouah 6. All. Torre 6.

ARBITRO: Furini di Alessandria 6.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400