Cerca

Spareggio under 14

Il Saluzzo mette in fila Alba e Asca, il gol di Franco vale un posto nei regionali

Match equilibrato e combattuto, il gruppo di Lorenzo Bertola la vince grazie alla maggior determinazione

Lorenzo Franco

L'attaccante Lorenzo Franco che sblocca la partita segnando il gol che vale la vittoria

I Cuneesi del Saluzzo battono anche l'Asca dopo L'Alba, domenica scorsa, e si aggiudicano la promozione ai regionali del prossimo anno per l'annata 2009. Un solo gol decide una gara non esaltante sul piano delle segnature ma non del gioco. Che, benché, disturbato da un vento fastidioso, a tratti ha fatto vedere anche delle belle azioni, per entrambe le squadre, sia per coralità di manovra che per soluzioni personali. Gli ospiti nel primo tempo soffrono la maggior pressione dei padroni di casa, che attaccano con più convinzione e determinazione senza però concretizzare ciò che producono. Nell'Asca un brillante Boveri fa reparto e serve tanti palloni in avanti, senza che essi trovino compagni pronti a imbucarli. Ci prova anche da solo quando è possibile, ma non riesce ad inquadrare la porta. Sul fronte opposto i maggiori pericoli arrivano dalle fasce laterali dove due gemelli dai capelli d'oro, i due Maero, soprattutto nella ripresa fanno la differenza.  

I ragazzi di Calmini partono a spron battuto dimostrando voglia di vincerla questa gara. Al 5' Tartara fa tutto come da copione: riceve palla in area, la controlla e si porta in zona tiro ma poi decide di fare l'altruista e invece di tirare passa al compagno, pluri marcato, Nicola che viene anticipato da un difensore. Sul fronte opposto i giovani concittadini di Cavour non hanno le idee chiare come il loro illustre antenato che fece l'Italia. Perché arrivati palla al piede nella tre quarti avversaria si perdono, tanto che per tutto il primo tempo non riescono a trovare lo specchio della porta. Altra occasione al 17': apertura illuminata di Boveri sulla sinistra per Nicola che smista subito al centro per Tartara il quale, beffato dal vento perde l'attimo del controllo, rinvia Marchisio, ma riprende fuori area Del Prete che, frettolosamente, di esterno destro spedisce a lato. Dopo due minuti Boveri ci prova da solo con una gran botta in diagonale che Cravero con una prodezza in volo devia in angolo. Al 25' ancora un bel servizio di Boveri per Nicola che entra in area ma viene anticipato di un soffio dall'uscita del portiere. Due minuti ed il numero dieci alessandrino serve ancora un bel pallone sui piedi di Tartara che entra in area ma con troppa fretta conclude malissimo di esterno destro. Sempre Boveri al 29' trova sulla traiettoria del suo missile di destro, diretto nello specchio della porta, il corpo di Gjondrekay. La prima frazione di gioco si chiude con il diagonale di Nicola che sfiora l'incrocio.

Il tempo di alcuni scambi a centro campo ed al 4' parte l'azione del gol che ha causato non pochi strascichi per tutta la gara. C'è un fallo nella metà campo saluzzese il guardalinee lo segnala ma l'arbitro non ritiene, di fischiarlo  il ragazzo resta a terra, ma gli avversari continuano l'azione con palla che arriva ad Umberto Maero; il quale serve dentro l'area il liberissimo Franco che evita l'unico avversario che ha davanti e indirizza in porta un forte sinistro che il portiere intercetta ma non trattiene, è gol. Inutili le proteste dei padroni di casa che reagiscono col cuore ma non con la giusta razionalità. E complice stavolta il vento a favore, anche nelle punizioni tirate con maestria da Boveri, non trovano la via della porta. Solo due tiri inquadrano lo specchio alla fine del secondo tempo ma Cravero è attento e non si fa sorprendere dalle strane traiettorie che il pallone prende. Al 35' Boveri tenta la prodezza dal corner ma il portiere granata in tuffo respinge allontanando l'ultimo pericolo per la sua porta. Fischio finale del direttore di gara e parte la festa per i granata che festeggiano la conquista della promozione.

 IL TABELLINO

ASCA-SALUZZO 0-1

RETI: 4' st Franco (S).

ASCA (4-3-2-1): Massara 6.5, Prunas 6.5 (25' st Guida 6), Arezzoli 7, Costanzo 6.5, Bocchio 6 (18' st Nari 6), Ripari 6.5, Del Prete A. 6 (25' st Margaria 6), Guarona 6.5 (29' st Lupano sv), Tartara 6, Boveri 7.5, Nicola 6.5. A disp. Giordano, Campanelli, Farruku, Patta, Rossi. All. Calmini 6.5. Dir. Nari.

SALUZZO (4-3-2-1): Cravero 7, Sola 6.5 (10' st Valinotti 6.5), Degiovanni 6.5, Gjondrekaj 6.5, Marchisio 6.5, Caffaro 6.5, Maero 7, Trushi 6.5, Franco 7.5 (25' st Martini 6), Fontanella 7 (33' st Bonansone sv), Maero 6.5. A disp. Volpi. All. Bertola - Sola 7. 

LE PAGELLE

ASCA

Massara 6.5 Peccato per quel pallone intercettato e non trattenuto, per il resto mostra sicurezza tra i pali.

Prunas Esce esausto dal campo dopo una bella prestazione anche in fase offensiva. 

25' st Guida 6 Finisce anche lui in attacco.

Arezzoli 7 E' piccolino ma si fa grande nei contrasti al centro della difesa. Non si tira mai indietro.

Costanzo 6.5 Sorregge il centro campo sia con interventi di rottura che di costruzione.

Bocchio 6 In alcune occasioni non mette la giusta determinazione nei contrasti palla a terra sulla fascia sinistra.

18' st Nari 6 Nel poco tempo non mostra sbavature.

Ripari 6.5 Tocca pochi palloni perché i suoi giocano quasi sempre in attacco. Ma dimostra sicurezza difensiva.

Del Prete 6 Poca spinta sulla fascia destra e in alcune occasioni di attacco non si fa trovare pronto.

12' st Margaria 6 Nella ripresa partecipa di più alla manovra offensiva.

Guarona 6.5 Gara giocata con accortezza e determinazione.

29' st Lupano sv

Tartara 6 Giornata poco felice, manca della giusta freddezza nelle conclusioni a rete.

Boveri 7.5 Da solo fa reparto non si ferma un istante e cerca il gol con tutte le sue energie, senza per questo far mancare ai compagni i rifornimenti giusti.

Nicola 6.5 Si fa sempre trovare pronto agli appuntamenti sulla fascia sinistra una sola palla gol che non riesce a sfruttare appieno.

All. Calmini 6.5 Nel cognome non c'è corrispondenza col suo carattere, sanguigno e vulcanico per tutta la gara. Se potesse entrerebbe in campo per far gol.

SALUZZO

Cravero 7 Chiamato in causa in due occasioni salva la sua porta e la vittoria.

Sola 6.5 Eppure fino all'uscita non aveva demeritato, forse cambio di strategia.

10' st Valinotti 6.5 Difende bene posizione e area di competenza.

De Giovanni 6.5 Sulla fascia sinistra non concede né tempi, né spazi a Del Prete.

Gjondrekai 6.5 Carattere focoso  e reattivo rimedia due gialli, ma sul piano del gioco fa bene.

Marchisio 6.5 Al centro della difesa si distingue per anticipi e raddoppi sugli attaccanti.

Maero U. 7 Gran lavoro sia in copertura che in appoggio, dal suo piede l'assist a Franco che non lo delude col suo gol.

Trushi 6.5 Lavoro di raccordo tra difesa ed attacco con lavoro di copertura intelligente.

Franco 7.5 E' stata la sua giornata felice, realizza un bel gol che significa la vittoria.

25' st Martini 6 Si pone in difesa. 

Fontanella 7 Lesto di piede e di visione, conquista palloni che serve subito sulla fascia sinistra.

Maero F. 6.5 Non è da meno del suo gemello biondo, sulla fascia sventa parecchie azioni pericolose.

All. Bertola L. 7 Giovanissimo, soli 21 anni, ha condotto la sua squadra a conquistare un grosso traguardo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400