Cerca

Alcione-Atalanta Under 15: gli orange si aggiudicano una sfida avvincente con una tripletta di Barbieri e un rigore di Guerrisi

barbierialcione
Grandissima impresa per l'Alcione di Emilio Fontana che batte l'Atalanta (pari età) per 4-2 grazie alla tripletta di Matthias Barbieri e al rigore di Antonio Guerrisi. Una prova strabiliante, che dimostra come i baby orange siano capaci di affrontare squadre sulla carta avvantaggiate con incredibile coraggio e determinazione. Degna di nota, in particolare, la prestazione del man of the match Matthias Barbieri che, al terzo gol personale, fa alzare in piedi il pubblico in una sentitissima standing ovation. Un gol capolavoro che non solo chiude la partita ma che diverte e ammalia gli spettatori: una vera e propria fucilata al volo che si insacca grazie alla coordinazione perfetta dell'attaccante. Le esultanze di Barbieri, gioiose e scatenate, la dicono lunga sull'Alcione di Emilio Fontana, capace di vincere e di divertire, nonché di divertirsi. Botta e risposta iniziale. Si affrontano due squadre costruite con scopi diversi: l’Alcione allestito per affrontare il campionato regionale Under 15 Élite, i bergamaschi per competere tra i Giovanissimi Nazionali. Gli Orange guidati da Emilio Fontana, però, hanno già dimostrato nei match amichevoli di poter affrontare squadre di categorie differenti. Solo una settimana fa infatti abbiamo assistito a un sonoro 5-0 ai danni della Pergolettese. Contro i nerazzurri, tuttavia, è tutta un'altra storia. La partita si presenta da subito come equilibrata e si assiste fin dai primi minuti a un botta e risposta scoppiettante. Al 10' è l'ispiratissimo Mathias Barbieri a insaccare il pallone dopo un calcio di punizione forte e tagliato in mezzo. Non c'è neanche tempo di riposare dopo la grande esultanza che i bergamaschi la riprendono. All'11' il numero 9 nerazzurro in scivolata trova un pallonetto che beffa Catania. Tutto è da rifare, ma niente da temere in una giornata in cui Barbieri è così ispirato. Al numero 11 bastano solo altri cinque minuti per trovare un altro pallonetto che sembra dover finire fuori e che invece si insacca alle spalle del portiere avversario. Il primo tempo si chiude così, con l'Alcione elettrizzato dal vantaggio che ci riprova anche con una conclusione sfortunata di Argint. La spuntano gli Orange. Nella ripresa le squadre cambiano volto e il match sembra ribaltare il suo andamento. L'Atalanta si risveglia e preme incessantemente alle porte degli Orange come fosse un ariete. Catania, in grande forma, resiste su una serie di tiri ravvicinati e insidiosissimi, ma non può nulla su un gol sorprendente e spettacolare che arriva al 20'. Il trequartista avversario infatti si trova spalle alla porta e prova una rovesciata da immortalare, stupendo tutti e gonfiando la rete. La gara si riapre ed è sempre il numero 9 bergamasco a provarci, questa volta con un tiro al volo scoordinato che si spegne fuori. L'Alcione, però, ha un'arma segreta: il talento e la visione di Antonio Guerrisi che recupera un pericolosissimo pallone in area e viene atterrato da un difensore. Dal dischetto (25') si presenta sempre lui spiazzando il portiere e incendiando gli spalti. Il tocco di classe arriva però dieci minuti più tardi quando è sempre il solito Mathias Barbieri a trovare un gol indimenticabile. Il numero 11, allargato sulla fascia, trova infatti una fucilata al volo che si insacca all'angolino lasciando i nerazzurri stanchi e privi di speranza. Quando l'arbitro fischia la fine le mani degli Orange si alzano al cielo per festeggiare una vittoria che, seppure in amichevole, ha un sapore speciale.

IL TABELLINO

ALCIONE-ATALANTA 4-2 RETI: 10' Barbieri (Al), 15' Barbieri (Al), 25' st rig. Guerrisi (Al), 35' st Barbieri (Al) ALCIONE (4-3-3): Catania 7.5, Pellini 6.5 (1' st Gallazzi 6.5), Rutigliano 6.5, Morlacchi 6.5, Ronchi 6.5, Aliata 7, Forni 6.5 (1' st Del Soldà 6.5), Mazzola 7, Guerrisi 7.5, Argint 7 (1' st Bianchi 6.5), Barbieri 9 (1' st Capozza 6.5). A disp. Gasperi, Capozza, Larionov, Del Soldà, Ceva, Bianchi, Gallazzi. All. Fontana 7.5. ARBITRO: Davide Bifulco di Saronno 6.5.

LE PAGELLE

ALCIONE Catania 7.5 Una serie di grandi parate rendono la sua una grandissima prestazione. Prima blocca un tiro ravvicinato, poi para miracolosamente sulla botta del numero 7 avversario. Oggi un supereroe tra i pali.  Pellini 6.5 Grande prestazione difensiva ma anche offensiva. Spinge molto e prova anche a cercare il gol scivolando. Sfortunatamente si fa male e viene sostituito a inizio del secondo tempo.  1' st Gallazzi 6.5 Entra per cercare il gol e prova a ottenerlo con tutte le sue forze. Non riesce a essere decisivo ma la voglia di fare e la grinta lo mettono sulla giusta strada.  Rutigliano 6.5 Bravissimo a servire i compagni dopo le sue corse sulla fascia. Gioca praticamente tutto il match con grandissima intensità e voglia di vincere. Terzino implacabile.  Morlacchi 6.5 La spina dorsale di questa squadra. Tanto sacrificio e lotta nella zona mediana del campo. Ferma le avanzate avversarie con grande facilità e fa ripartire spesso la squadra. Importantissimo.  Ronchi 6.5 Ottime le sue chiusure difensive, salva la squadra da situazioni potenzialmente decisive. Il suo nome è sinonimo di affidabilità e l'allenatore crede in lui lasciandogli giocare anche il secondo tempo. Lui lo ricompensa con una prestazione più che positiva. Aliata 7 Dopo la grande prestazione con la Pergolettese si ripete, questa volta non in veste di goleador. Un giocatore che non molla un centimetro ed è sempre pronto a fare a spallate. In difesa concede pochissimo.  Forni 6.5 Lotta con grinta a centrocampo su ogni pallone e non lascia agli avversari il tempo di respirare. Consuma tantissime energie nel primo tempo e dunque è costretto a uscire nella ripresa. Nel complesso, però, una prova importante, da perno del centrocampo.  1' st Del Soldà 6.5 Entra in partita con la giusta motivazione e non si lascia sorprendere dagli avversari. Contiene una squadra molto pericolosa ed è molto importante nell'impostazione e nelle ripartenze.  Mazzola 7 Intraprende un duello con il numero cinque degli avversari in fase difensiva e spesso riesce a fermarlo. Tanta corsa nella sua prova, importantissimo anche in fase difensiva grazie alle sue ripartenze e alla sua rapidità.  Guerrisi 7.5 Il colpo di genio che arriva all'improvviso. Lui vede la palla in area di rigore e si fionda per agguantarla, a pochi passi dal portiere poi guadagna un importantissimo penalty. Dal dischetto ha il coraggio di presentarsi e la freddezza di spiazzare il portiere. Grandissimo carattere. Argint 7 Il numero 10 guida la sua squadra nell'assalto iniziale. Importantissimi i suoi passaggi per i compagni e il suo pressing instancabile. Una grande prova a cui manca soltanto il gol.  1' st Bianchi 6.5 La palla non sembra mai staccarsi dal suo piede. Lotta a centrocampo e quando ha molti avversari addosso non molla mantenendo il possesso fino alla fine. Cambio importantissimo per Emilio Fontana.  Barbieri 9 Prestazione magistrale. Entra in campo indemoniato e per un tratto di gara sembra esserci solo lui. Domina la difesa avversaria e si porta il pallone a casa dopo una tripletta. Se tutto ciò non fosse abbastanza realizza anche un gol capolavoro che porta tutto il pubblico ad alzarsi e ad applaudire. Oggi una prestazione da campione vero.  1' st Capozza 6.5 Prova il tiro dalla distanza ma è sfortunato. Prezioso però in fase difensiva dove lotta e recupera palloni importanti.  All. Emilio Fontana 7.5 Una vittoria incredibile contro una squadra sulla carta superiore. Arriva a fine gara senza voce come solo un grande condottiero può fare. Ha iniziato ad allenare questo gruppo da poco e già si assiste a dei veri e propri capolavori. ARBITRO Bifulco di Saronno 6.5 Gestisce la gara senza commettere sbagli o particolari sbavature. Il rigore è netto per un fallo da dietro e lui ci vede benissimo. 

LE INTERVISTE

Emilio Fontana, a caldo dopo l'impresa, commenta così la prestazione dei suoi ragazzi: « Sapevamo di avere di fronte una grande squadra e abbiamo giocato con carattere. C'è tanto da lavorare e questo gruppo ha un grande margine di miglioramento. Penso che questa sia una vittoria meritatissima contro un top club di pari età. Una prestazione di coraggio per cui sono soddisfattissimo».

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400