Cerca

Under 15 A-B

Juventus-Torino: Grandi svetta e manda il Toro nell'Olimpo, Vinovo sbancato e colorato di granata

Un colpo di testa consegna a La Rocca la vetta solitaria del girone, inutile la rete bianconera di Yamoah

Grandi (Torino)

Grandi firma il derby: 1-2 Toro a Vinovo!

Il calore di una stracittadina come quella della Mole si sente anche nelle categorie inferiori. Ancora di più se si tratta di un derby tra due squadra a punteggio pieno. Juventus vs Torino finisce 1-2, con i granata che la risolvono nel finale con la rete di Grandi. Uomini di La Rocca che quindi, volano da soli in testa alla classifica, a +3 sui cugini bianconeri. Ma è necessario riavvolgere il nastro. Torino che si presenta con il 3-4-3, affidando la linea difensiva al trio Gatto-Gallo-Ressia; Juve che risponde con la difesa a 4 e con il tridente Yamoah-Merola-Zingone dietro all'unica punta Russo. 

Yamoah chiama, Spadoni risponde. Partenza aggressiva da parte dei padroni di casa, con la prima occasione che arriva al minuto numero 2: errore granata nel palleggio, Merola ne approfitta e avanza verso l'area, entra, sterza sul destro e calcia a giro mandando la palla a un soffio dalla traversa. Torino che fatica inizialmente, con una Juventus più reattiva che prova ad affidarsi alle giocate del proprio numero 9 e di Yamoah, ben contenuto comunque da un ottimo Gatto sempre bravo a mettersi davanti e a prendere posizione. Supremazia della Vecchia Signora che si concretizza quando le lancette scoccano i primi 15 minuti di gara (16'): errore di Finizio che tiene troppo palla e si fa anticipare dalla difesa di casa che lancia la ripartenza. Palla che arriva a un onnipresente Merola che parte in contropiede e serve Russo; il 10 entra dentro l'area di rigore e serve Yamoah che, da posizione facile, mette dentro alle spalle di Anino. Errore ingenuo in questo caso da parte del Torino che, da un calcio d'angolo a favore, in virtù della palla persa dal suo numero 3, ha dovuto prendere il pallone in fondo al sacco. La gioia dei tifosi bianconeri però dura meno di 60 secondi, con i torelli che trovano il pari al 17': sbaglia la Juve in uscita nei pressi della propria trequarti, un enorme Acquah recupera palla e fa visita all'area di rigore, prende in controtempo il portiere avversario e serve Spadoni che, da due passi, in scivolata fa esplodere lo spicchio colorato di granata all'Ale&Ricky di Vinovo. Partita dunque che si accende improvvisamente al quarto d'ora di gioco, ma che continua ad avere un ritmo bianconero. Ed è proprio la Vecchia Signora che, negli ultimi 10 minuti finali del primo tempo ha l'opportunità del vantaggio. Prima ci prova il solito Merola (23') che, dopo un'azione personale, si invola sul lato sinistro dell'area di rigore, sterza e calcia ancora a giro, spedendo la palla a un millimetro dalla traversa della porta difesa da Anino. Dopo l'occasione capita sui piedi di Lontani (31'): scippo della palla a destra per Vianoli, con il numero 4 che avanza velocemente con un bel coast-to-coast, serve in profondità verticale Lontani, che calcia in diagonale con la palla che sfiora il palo alla destra dell'estremo difensore ospite. Prima del duplice fischio è il Toro che prova a reagire, ma lo fa debolmente con un colpo di testa da calcio d'angolo di Ressia, che diventa presa facile per Marcu. Prima frazione che dunque termina sul risultato di 1-1, con un botta e risposta nel giro di un minuto. Meglio la Juventus, con un Toro troppo frenetico. 

Super Toro, la decide Grandi. Negli spogliatoi probabilmente La Rocca si è fatto sentire con i suoi ragazzi '07, perchè il Torino che esce dall'intervallo non ha nulla a che vedere con quello del primo tempo. Più grintoso, più qualitativo, con più cazzimma. Il tecnico granata ridisegna i suoi, con l'ingresso immediato di Syll e Grandi al posto dei deludenti Carreri e Tatarevic. Gli ospiti partono forte, alzando il baricentro soprattutto grazie allo straordinario lavoro di Acuqah, ma che, almeno nelle prime battute della ripresa, vengono fermati da una buona prova difensiva del duo centrale di casa Dimitri-Verde. E, anche nella seconda metà di gara, le prime occasioni sono di marca bianconera e si sviluppano entrambe da palla inattiva (11' e 13'). Prima Contarini calcia malissimo dalla trequarti, mandando la palla fuori dallo stadio, e poi disegna una traiettoria insidiosa che viene però ben allontanata da Anino. Da questo momento in poi, sarà un dominio assoluto del Toro, che si piazza stabilmente nella metà campo avversario. Gli 11 di La Rocca spingono forte, ma non riescono a essere un granchè pericolosi, spesso sbagliando l'ultimo, fondamentale, passaggio. Al 27'esimo arriva però la prima grande occasione dei secondi trentacinque minuti: azione champagne in velocità condotta Acquah-Bosco-Conte, con la palla che arriva proprio sui piedi dell'ultimo, che calcia di prima sul secondo palo. Palla alta, non di molto. Pericoli che iniziano a essere sempre più frequenti, con gli uomini di Benesperi che non riescono a reagire. E allora, al 31esimo il Toro confezione il colpaccio: punizione dalla trequarti sinistra battuta da Finizio, che pennella una palla meravigliosa per la testa di Grandi. Il neo entrato 19 granata salta più in alto di tutti e, con una spizzata, manda alla sinistra all'angolo basso di Marcu. Poche le colpe da parte del portiere bianconero, che forse avrebbe potuto distendersi un pò di più su un pallone tutt'altro che forte. Gol fondamentale quello di Grandi, che regala 3 punti fondamentali al Toro. 

IL TABELLINO

Juventus-Torino 1-2
RETI (1-0, 1-2):
16' Yamoah (J), 17' Spadoni (T), 31' st Grandi (T).
JUVENTUS (4-2-3-1):
Marcu 5.5, Tavola 6.5 (16' st De Lucia 5.5), Contarini 5.5, Vianoli 5.5, Dimitri 6.5, Verde 5.5, Zingone 6, Lontani 6.5, Merola 5.5 (25' st Caramori sv), Russo 6.5, Yamoah (9' st Bellino 5.5). A disp. Rossetti, Vuillermoz, Vallana, Ceresero, Cat Berro. All. Benesperi 6.
TORINO (3-4-3):
Anino 6.5, Gatto 6.5, Finizio 6, Casadei 5.5, Ressia 6.5, Gallo 7, Carreri 5.5 (1' st Syll 6), Acquah 7.5, Conte 6 (34' st Fiore J. sv), Spadoni 7 (16' st Bosco 6.5), Tatarevic 5.5 (1' st Grandi 7.5). A disp. Cecchinato, Foschiani, De Mori, Vanegas, Gai F.. All. La Rocca 7.5.
ARBITRO:
Marabese di Nichelino 7.
ASSISTENTI:
Berisha di Asti e Marcella di Asti.

LE PAGELLE 

JUVENTUS 

Marcu 5.5 Non può nulla sulla prima rete subita, qualcosa in più potrebbe fare sul gol vittoria di Grandi: la palla non è fortissima, si sarebbe potuto distendere meglio. 

Tavola 6.5 Buona prova quella del terzino destro di casa, che in più di un'occasione mette in difficoltà sul ripiego difensivo Carreri. Esce per infortunio nella ripresa, dopo aver lottato sull'ennesimo pallone con Spadoni. 

16' st De Lucia 5.5 Entra e da quel momento in poi il Torino prende il sopravvento sulla sua corsia. Il suo ingresso è a freddo, ma certamente poteva fare qualcosa di più. 

Contarini 5.5 Si vede poco in fase offensiva, fatica in quella difensiva. Soprattutto nel primo tempo, spesso Gatto li si infila dietro le spalle cercando di sorprenderlo. 

Vianoli 5.5 Parte malissimo, dimostrandosi troppo leggero nei contrasti e perdendo una miriade di palloni. Sul finale di primo tempo però cresce, con due break dai quali scaturiscono due pericoli per gli avversari. Nel secondo tempo non commette gravi errori, ma gli errori della prima parte di partita pesano. 

Dimitri 6 Insieme a Tavola chiude bene quando è chiamato in causa. Sbaglia poco, e dietro è l'ultimo ad arrendersi. 

Verde 6.5 Con Dimitri forma una buona coppia difensiva. Ci mette una pezza in più di un'occasione, e riesce a rendere praticamente assente l'attaccante del Toro Conte. 

Zingone 5.5 Ingaggia un duello personale fisico con Acquah che però è in gran giornata. Non riesce a dare spazio alle sue preziose qualità risultando poche volte pericoloso in fase offensiva. (25' st Vallana sv)

Lontani 6 Parte male, ma migliora vistosamente con lo scorrere del tempo. Regge da solo il centrocampo, dimostrando una buona struttura fisica e un'ottima qualità di base. Sfiora anche il gol al 31' del primo tempo, quando calcia a lato facendo scorrere i brividi lungo la schiena di Anino. 

Merola 6.5 Un primo tempo da 8, un secondo tempo da assente ingiustificato. Nella prima frazione fa quel che vuole e sfiora un paio di volte il gol con due tiri a giri che si spengono di poco sopra la traversa. Gioca a sorpresa dietro la punta e lo fa bene, almeno per 45 minuti. Nella seconda metà fa più fatica, ma la prestazione rimane comunque più che sufficiente. (25' st Caramori sv)

Russo 5.5 Si fa vedere pochissimo, se non per un paio di buone giocate di prima ad aprire il gioco. Fa tanto movimento, ma rimane spesso troppo isolato e avulso dalla manovra granata. Mezzo voto in più per aver servito l'assist a Yamoah. 

Yamoah 6.5 E' quello più pericoloso dei suoi, abbinando forza fisica, velocità e qualità. Non è sempre precisissimo contro Gatto, ma se ha spazio fa male. Mette dentro il pallone dello 0-1, ma purtroppo risulta inutile nell'economia della gara. 

9' st Bellino 5.5 Viene messo in campo da Benesperi per dare vigoria al reparto offensivo, ma sortisce l'effetto opposto.

All. Benesperi 6 I suoi partono bene, giocando nel complesso un buon primo tempo. Nella ripresa si sciolgono come neve al sole, facendo far festa ai tifosi granata. 

TORINO 

Anino 6.5 Esente da colpe sul gol di Yamoah, guida bene la difesa per tutto il corso della gara. Sventa bene i pochi pericoli che capitano dalle sue parti, tra cui una punizione insidiosa di Contarini nella ripresa. 

Gatto 6.5 Molto bene il braccetto destro della difesa di La Rocca. Chiude bene ogni spazio, soprattutto all'inizio nel duello con Yamoah, e non disdegna di proiettarsi in avanti, spesso prendendo il tempo al suo collega avversario Contarini. 

Finizio 6 Per le qualità che ha, meriterebbe almeno un voto in più. Ma nell'economia della gara no. Alterna grandi giocate di classe con delle decisioni assolutamente sbagliate. Perde la palla sanguinosa dello 0-1 iniziale, dimostrandosi ancora molto acerbo. 

Casadei 5.5 Non buona la prestazione del centrocampista granata, con diversi palloni presi e sempre in balia del giro palla della Juve. Si perde spesso l'uomo, dovendo ricorrere anche al cartellino giallo al 18', quando rischia di combinare un pasticcio facendosi anticipare nei pressi della propria area di rigore. 

Ressia 6.5 Ottima prova quella del centrale, con una partita in crescendo. Chiude sempre in maniera puntuale, provando a rendersi pericoloso sui calci d'angolo. 

Gallo 7 Prestazione pressochè perfetta quella del Capitano granata che, da vero Cuore Granata, si prende per mano la difesa tenendo alto il baricentro. Chiude il reparto a doppia mandata e dimostra una buona qualità di base cercando spesso di far ripartire l'azione palla a terra. 

Carreri 5.5 Parte a largo a sinistra prima di esser spostato a destra. Cambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambia, con una prestazione del tutto anonima. Rimane negli spogliatoi al termine del primo tempo. 

1' st Syll 6 Entra bene in campo, cercando lo squillo in un paio di occasioni. Fa anche quantità, dimostrandosi utilissimo alla causa. 

Acquah 7.5 Dominante. Semplicemente dominante. E' lui il padrone del centrocampo, con una forza muscolare e una qualità clamorosa. Serve l'assist a Spadoni, ma è solo la ciliegina di una partita veramente da top player di categoria. 

Conte 6 Fa tantissimo lavoro sporco, spesso anche troppo. Ricorda un po' Belotti nelle movenze, nel senso di giocare sempre molto lontano dalla porta. Lotta su ogni pallone, perdendo lucidità negli ultimi 15 metri. (34' st Fiore sv)

Spadoni 7 La sua presenza mette in apprensione tutta la Vecchia Signora. Corre e lotta in ogni zona del campo, provando diverse volte la giocata. E' bravo a essere presente sul pallone messo in mezzo da Acquah, definendolo in rete. 

16' st Bosco 6.5 Ha la voglia giusta, con una verve agonistica invidiabile. Prova anche la gioia personale dopo una grandissima azione corale, ma la palla finisce alta sopra la traversa di Marcu. 

Tatarevic 6 Stesso discorso di Carreri: viene invertito a metà del primo tempo da La Rocca, ma è praticamente assente. Anche lui rimane seduto in panchina al termina della prima frazione. 

1' st Grandi 7.5 Si vede poco appena entrato, ma poi è lui a deciderla con un bellissimo colpo di testa. E allora il 7 diventa inevitabile, per un gol che sa di consacrazione per questo Toro. 

All. La Rocca 7.5 I suoi ragazzi sono un diesel, ma quando si accendono fanno paura per intensità e qualità. Nel secondo tempo il suo Torino chiude la Juventus nella metà campo, e colora meritatamente di granata il Vinovo Center. Primo posto solitario in classifica, e futuro roseo. 

All. Marabese di Nichelino 7 Gestisce bene la partita, dimostrandosi deciso nelle molteplici occasioni in cui, i padroni di casa, chiedono a ripetizione la concessione di un calcio di rigore. Bravo nella gestione dei cartelli, dimostra l’autorità necessaria per arbitrare una partita di tale importanza.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400